Home / RIFLESSIONI / Stanco

Stanco

Salve sono qui per sfogarmi non ho altri con cui parlare di questi problemi purtroppo nessuno delle persone che mi circonda mi capisce. Tutti siamo bravi a dare consigli e fare i maestri di vita quando la fortuna ci sorride ma quando tale fortuna ci abbandona cosa succede? Non voglio raccontarvi la mia vita perchè sarebbe troppo deprimente voglio dirvi solamente che non ho più nulla ne famiglia ne amore ne lavoro ne amici. Ho perso tutto anzi la vita mi ha tolto tutto e da un anno che cerco di ricostruirmi , di rimettermi in piedi in carreggiata ma nulla sono sempre destinato a fallire e sono stanco di tutto ciò. Le persone che mi circondano anche se hanno problemi la vita gli sorride per me mai una gioia invece ormai vedo solo una strada davanti a me perchè credetemi sono davvero stanco di questa vita.

Non si può arrivare a quest’età e non avere nulla. Chi perde il lavoro di solito ha la famiglia, chi perde l’amore ha gli amici che lo aiutano ad uscire dal baratro. Invece le persone che conosco io ( anche se per neccesità di forza li vedo una volta a settimana perchè non ho altre persone con cui uscire) li schifo dal profondo dell’anima. Persone che non valgono un minimo di me hanno avuto tutte le fortune mentre io che nella mia vita non ho avuto mai nulla me lo sono sempre guadagnato, per la gente sono io il cattivo che non merita nulla. Ho cercato di contattatare le vecchie amicizie mi hanno sbattuto la porta in faccia, ho cercato di conoscere ragazze nuove sia sulla chat e dal vivo ma non ero mai il loro tipo (e non ho contattato top model, ma ragazze normali) ho chiesto aiuto alle chiese (più di una) se potevo iscrivermi a qualche gruppo di azione cattolica o altro mha i buon parocci mi hanno detto figliolo mi dispiace ma non abbiamo gruppi per te, sono tutti sposati alla tua età qui. Sono stato anche in palestra un anno e non mi ha filato nessuno ne per amiciza o altro. Per il lavoro non ne parliamo passo da un precario ad altro. Ora vorrei trovare solo quella pace che la vita mi ha negato, da giorni sto avendo un unico pallino fisso e non so nemmeno perchè sto scrivendo tutto ciò qui, mi dispiace di avervi annoiato.

da: Marco

9 Commenti

  1. Marco dai… Non sentirti il solo e l’unico… Chi come me ha ancora una famiglia é perché ha dovuto accettare il peggior compromesso della sua vita… Idem sul lavoro…
    Per il resto ho tagliato i ponti con tutti gli amici perché CHI TROVA UN AMICO TROVA UN TESORO…
    Sono anche io sola e delusa… Ho famiglia ma con una persona falsa che mi ha barbaramente tradita… Gli ho fatto passare tutto perché lo amavo e per il bene dei figli …
    ma sono mortalmente ferita…
    Così come da amici e parenti…
    Del lavoro non parliamo… Ipocrisia e falsità da vendere… e ho dovuto metter l’avvocato…
    Marco non sei il solo ad esser solo e sentirsi sfigato…
    Vorrei un po’ di pace anch’io ma MAI quella che forse intendi tu perché la vita è bella nonostante tutto!!!

    • Ciao speranza grazie per le belle parole ma tu hai qualcosa per cui lottare ma io non ho nulla , non ho mai chiesto nulla a Dio avevo chiesto solo una famiglia con lei. Il mio desiderio piu grande e un figlio tutto mio, una famiglia, non voglio mille donne, non voglio ne denaro ne salute ma solo una famiglia tutta per me. Ma questo dio me lo sta negando da sempre…

  2. A volte anche io mi sento come te, tutta sbagliata, mi sembra sempre di rovinare tutto.
    Io un lavoro ce l’ho e anche una famiglia (figli intendo) ma la mia vita sentimentale e’ stata un susseguirsi di fallimenti.
    Non riesco a capire neanche più per colpa di chi.. Una lunga unione con una persona che amavo ma che non mi amava voleva solo una vita tranquilla con me ma era distante anni luce.
    Poi lo lascio, trovo l’amore quello vero, ma finisce anche questa storia per mille motivi.. Sfortuna? Colpa? Incapacità di scendere a compromessi? Mi metto molto in discussione, non riesco più a distinguere dove sia l’errore mio nel non saper salvaguardare rapporti che sembrano partire col piede giusto e poi disfarsi e dove sia invece la responsabilità degli altri che non hanno saputo voluto tenermi.
    Non riesco a stabilite il confine tra i miei errori e quelli degli altri… E sai che ti dico? Mi sento una nullità comunque.
    Sia se ho sbagliato perché qualcosa di marcio mi porta a distruggere tutto, sia se hanno sbagliato gli altri perché vuol dire che non sono poi così indispensabile a nessuno.
    Eppure l’amore era così importante per me. Ma sto ripiegando su altre cose, ho mille risorse, ce la farò… Hai ragione però un aspetto della vita deve pur andare bene. Gli amici, il lavoro, la famiglia, l’amore.0
    Sono pilastri. Qualcuno deve esserci. Possibile che realmente tu non abbia niente? Ebbene anche in questo caso, ricorda: tu hai te stesso! Credi in te, sei una persona che vale, non aspettarti niente da nessuno per ora, ma non perdere la fiducia in te stesso!

  3. Non sei solo Marco, io per primo ho investito tutto nel matrimonio e nella famiglia, trascurando gli amici, e nel momento del bisogno, quello vero, ho cominciato a capire di chi potevo fidarmi (e ora basta mezza mano per contare quelle persone).
    Uno pensa di costruire qualcosa, poi come un castello di carte crolla tutto e lo sconforto prende il sopravvento, qualcosa pero’ ti e’ rimasto, sei tu, hai gia’ dimostrato, con la tua voglia di fare, di essere una persona che non si arrende, di voler ripartire.
    Penso che talvolta sia solo questione di fortuna, di aprire una porta al momento giusto, lascia perdere gli altri, anche io invidio le coppie felici, ma il mio obiettivo e’ diventare come loro, non schifare i tuoi amici, se non ti piacciono lo percepiscono, cerca il buono e sorvola sul marcio.
    L’amarezza ci rende intolleranti e si finisce in un vortice di negativita’ che nessuno merita, la pace che cerchi e’ quella che vogliamo tutti, che spesso ci viene negata o che noi stessi non riusciamo a riconoscere quando ci passa vicino, spesso e’ colpa nostra, siamo talmente furibondi con la vita che ci si oscura la vista.
    Tieni duro, e non e’ un consiglio gettato con superficialita’, resisti ancora un po’ e se proprio non vedi via d’uscita scrivici ancora, nessuno risolvera’ i tuoi problemi ma condividerli li fara’ pesare un po’ meno.
    In bocca al lupo.

    • Volevo solo dirti che questo messaggio è bellissimo e mi arrivano tanto le tue parole. Qui condividiamo dei dolori che avranno anche sfumature diverse, ma a tutti noi oscurano la vista e ci ritroviamo a vagare nel vortice nero. Spero che Marco possa cogliere ciò che hai trasmesso, tutti vogliamo la benedetta pace o almeno un po’ di serenità. E i nostri pensieri giocano una parte importante.

      • Ti ringrazio per le belle parole, sono stato aiutato da talmente tanta gente in questo posto, come Nostalgico, Stany, Elizabeth e molti altri ancora, che sono felice di restituire qualcosa.
        Se ora sto meglio è solo merito di splendidi sconosciuti, sembra incredibile ma non c’è nulla come una persona che ti capisce, che ha provato il tuo stesso dolore.
        In bocca al lupo a tutti noi.

  4. A) In palestra si va per sollevare la ghisa non per fare nuove amicizie, dio cagnolone !
    B) ” Persone che non valgono un minimo di me hanno avuto tutte le fortune mentre io che nella mia vita non ho avuto mai nulla me lo sono sempre guadagnato” se questa è la tua attitudine nei confronti del prossimo devi cambiare il timoniere della tua nave mentale perché è ubriaco.

    • Caro rado persone che si fanno mantenere dalla propria donna come le definisci? Che in vita loro non sanno cosa vuol dire lavorare o badare a loro stessi. queste persone vengono apprezzate non sò in base a qualli principi femminili.- Se permetti secondo la mia scala di valori non valgono nulla in confronto a me.

  5. Ciao Marco, non sei il solo, credimi, a fare pensieri negativi.
    Tantissime persone qui (io compresa) abbiamo grandi dolori, vorremmo essere felici e non lo siamo..
    I giorni si susseguono e sono tutti uguali. non vediamo prospettive, possibilità..
    Ma non bisogna mai smettere di sperare, mai. Mai. Bisogna andare avanti, è un diritto e un dovere verso noi stessi. In ogni giornata bisogna trovare qualcosa di positivo, anche quando non c’è. Anch’io intorno a me vedo persone felicissime e altre che soffrono (pur non meritandolo), ma non per questo bisogna gettare la spugna. Questo mai, credimi.
    Ogni giorno porta in sè la sua pena, per molti, molti. Per i più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *