Home / PROBLEMI DI CUORE / Sono sposato ma

Sono sposato ma

Ciao a tutti, ho deciso di raccontare la mia storia perché ne ho bisogno da un lato e per avere un parere oggettivo da chi non ne è coinvolto emotivamente dall’altro. Non giudicatemi male… anch’io non avrei mai e poi mai immaginato che mi sarei trovato in una situazione simile nella mia vita. So bene quel che devo fare e quel che farò… ma il cuore la testa non la ascolta e il momento è molto difficile. Ma vengo ai fatti…
Io uomo del nord che vive al nord, lei donna del sud che viene al sud, entrambi laureati. Entrambi fidanzati, ci conosciamo in una chat nel 2007. Per alcuni anni parliamo del più e del meno senza secondi fini, in semplice “amicizia”, senza ipotizzare mai di vederci. Nel 2010 io resto single. Passano alcuni mesi perché possa finire la sofferenza legata alla fine di una storia lunga 8 anni. Verso la fine dell’anno decido di chiedere a quella ragazza con cui ho sempre chiaccherato molto volentieri di provare a vederci… lei accetta.
Ci incontriamo. E’ evidente l’intento di entrambi di dare all’incontro un’impronta solo sessuale. Una volta, un’esperienza eccitante, e poi non ci vedremo più. La cosa però ci scappa di mano, ci innamoriamo. Ma lei è fidanzata, un rapporto logoro e in crisi, ma pur sempre fidanzata. Paese piccolo, tutta la sua vita ruota intorno al fidanzato che è conosciuto e amato in famiglia.

Non se la sente di mollare tutto, ha paura, mi chiede tempo. La capisco, se poi non fosse amore ma un calesse lei perderebbe anche il rispetto di chi la circonda. Passano i mesi, ci vediamo altre volte in segreto e ci vediamo in webcam praticamente tutti i giorni, l’ultima volta ad ottobre 2011. Tre giorni stupendi, la guardo negli e vedo che mi ama, non mi posso sbagliare. Le dico:”ci rivediamo”. Le mi dice: “vediamo…”. Il dubbio si insinua in me, non posso continuare cosi’, ad aspettare qualcuno che non arriverà mai. Nessuno dei suoi amici/parenti sa di me.
A Natale conosco una ragazza, decido che voglio frequentarla e conoscerla, il mio desiderio è un amore alla luce del sole. Non aspetto il primo appuntamento e comunico a LEI che non posso più vederla, che non ce la faccio più, che non voglio più soffrire. Comincio la relazione con la nuova ragazza. LEI si dispera, dice che mi ama, lascia il ragazzo, dice che se l’avessi posta davanti alla scelta avrebbe scelto me, ma quando le scelte avvengono con la pistola puntata alla testa non sono mai scelte che possono essere considerate ponderate. La mia nuova ragazza scopre i suoi messaggi e mi impone di non sentire più LEI… lo faccio, tronco. Lei per un anno, per tutto il 2011 mi scrive ogni giorno che mi ama. Io non le rispondo mai, sono contento della nuova relazione ma penso a LEI ogni giorno. Arriva il 2012, lei non scrive più, per errore le scrivo..

LEI mi dice che se le voglio un po’ di bene non devo farmi sentire più. Passano i mesi, io la penso, sono sicuro che lei mi pensa. Nel 2014 scrive quale stato whatsup “e adesso che sei ovunque sei, chissà se ti arriva il mio pensiero, dev’esserci un modo per lasciarmi andare”. E’ riferito a me, è la nostra canzone. Nonostante questo sto alla sua richiesta, non le scrivo e lei non mi scrive. Nel 2015 mi sposo, nel 2016 arriverà mio figlio. In questi 5 anni non penso ci sia stato un giorno in cui non l’ho pensata… ma penso che era quella sbagliata, che non c’era futuro, di aver fatto la scelta giusta. Vengo a sapere pochi giorni fa che si sposa… con il suo fidanzato storico, quello che aveva lasciato, per poco, è come un pugno allo stomaco. So che sono sposato con tutti i normali problemi della vita matrimoniale ma non posso dire infelice, so che avrò un figlio che già amo e a cui darò tutto me stesso, compreso amare la sua mamma. Ma improvvisamente soffro tanto, prima la pensavo, riuscivo a dominare i sentimenti, ora è forte la consapevolezza che è finito tutto e per sempre, l’idea che non ci vedremo mai più non riesco ad accettarla.
Grazie a tutti per i parere che vorrete darmi e… lo dico di nuovo, non giudicatemi, so quel che devo fare. Preferisco non rileggere ciò che ho scritto “di getto”… mi scuso per eventuali errori.

da: Involtino

30 Commenti

  1. Non ci posso credere Involtino, aspettavo una storia simile e stavo lì lì per raccontare la mia!
    Sposata anch’io da una vita, con il mio ragazzo di una vita a cui diedi la mia verginità, i figli e che seguii al nord e poi al centro.
    Innamoratissima. Persa di lui e lui di me!
    Uniti, un corpo e un’anima.
    Una famiglia bellissima come non lo era stata la mia in cui i miei non andavano d’accordo e mio padre tradiva mia madre!
    Avevo vissuto nel terrore di aver questi problemi anch’io ma la mia famiglia invece era un sogno, quello che facevo da bambina!
    Lui era innamoratissimo e gelosissimo e io di lui. Non aveva occhi che per me e io per lui.
    Superiamo ogni difficoltà per quanto ci amiamo.
    mai un litigio.
    Passano gli anni e dopo 20 di matrimonio felice in un momento difficile scopro che mi tradisce con una molto più piccola di me e bruttina!
    Soffro come un cane e lotto con me stessa per non buttarlo fuori perché lo amo troppo e lui me, tanto che chiude quella storia e ricominciamo come prima e meglio di prima!
    Ma io non riesco a dimenticare quel tradimento e sto male, malissimo…
    Credevo di essere la SOLA per lui e che lui mi appartenesse ma non era così e anche se lui ha chiuso la storia non riesco a dimenticare!
    Oltretutto pare nemmeno lui perché trovo sul suo cellulare un giorno chiamate e messaggi ancora a quella! Erano passati diversi anni e la storia era chiusa… lei aveva un ragazzo ormai ma questo non bastò a tranquillizzarmi, erano amici… e questo mi lacerava.
    Non mi fidavo. Soffrivo da cani, scappai da casa. Lui mi cercò disperato mi riportò a casa. Mi disse che non c’era nulla che non l’avrebbe più sentita!
    Non ce la faccio a lasciarlo lo amo ancora troppo ma troppo soffro.
    Cerco di non darglielo a vedere e non rinvangare la stessa storia per aiutarlo a non pensare a quella e, per sfogarmi entro in vari siti e blog di tradimenti e comincio a sfogarmi tra gente che può capirmi perché condivide la stessa esperienza!
    Conosco virtualmente fiumi di donne in situazioni simili e che soffrono come me quel tradimento passato o presente!
    Con alcune ci scriviamo privatamente!
    Quelle ancora in crisi io le risollevo con la mia esperienza che un grande amore non finisce mai!
    Mi scrivono anche uomini e con due ci sentiamo anche privatamente.
    Mi sento meno sola tra chi divide la mia esperienza!
    Passa qualche anno.
    Riscopro dal Tablet di mio marito dalla sua cronologia che era andato su Maps a vedere il tragitto dal paese dove lavora ad un paese non molto distante da quello della sua ex amante. Gli chiedo spiegazioni e scoppia un’altra bomba perché gli chiedo di aprirmi da internet il tabulato dal suo cell e lui mi confessa prima che avrei trovato alcune telefonate ed sms a quella tipa…
    Apriti cielo. Me lo mangio vivo. Rivado via da casa lui mi recupera dopo tre giorni. Mi dimostra da tabulato che erano solo due telefonate e altrettanti sms in 6 mesi. Cerco di superare e torno con lui. Ma mi é totalmente scaduto e mi sento sempre più inadeguata. In una parola sprecata!
    Tuttavia non riesco a vivere senza lui.
    Passa un anno e un bel giorno sulla mia mail privata arriva la mail di un tipo disperato perché appena tradito che chiede consigli a me.
    Subito gli chiedo come avesse la mia mail privata e mi risponde che entrando in un sito di tradimento gli erano piaciuti i miei commenti e aveva trovato in uno di questi la mia mail che io avevo dato ad una donna.
    Cominciamo a scriverci via mail…
    Lui del Nord io del Centro ma dal sangue partenopeo. Meridionale.
    Lui tradito come me, dalla moglie più volte…
    Lui rimane affascinato dal candore dei miei pensieri… Mi scrive che non aveva mai conosciuto una donna come me… Con i miei principi e valori.
    Mi confida che soffriva perché dopo anni di tradimenti subiti dalla moglie perde la testa per una collega di lavoro e con lei ha una storia di 4 anni…
    É talmente felice che fa progetti di convivenza con lei ma scopre quando meno se lo aspetta che anche lei lo tradisce e non si da pace!.
    Affascinato dal mio modo di scrivere comincia a scrivermi più volte al giorno e insomma la mail diventa una chat…
    Anche se ci scriviamo solo via mail e non mi conosce di persona comincia a scrivermi parole affettuose… complimenti…
    Finché ci scambiamo una foto… Allora impazzisce e non ha più dubbi… é innamorato di me…
    E io di lui perché anche a me lui per foto piace tantissimo!
    Da che soffrivo da cani per mio marito comincio ad avere le farfalle allo stomaco più e molto più che da adolescente…
    Mi sento di nuovo viva e felice…
    Non dormo più per pensare a lui e lui a me… La mail diventa una chat… 30/40 mail al giorno dove volano Ti Amo… Amore mio… E lui che mi ripete ” Sei bellissima!”
    Questo per 15 giorni i giorni delle sue ferie!
    A fine ferie gli chiedo di incontrarci e conoscerci… Lo invito a venire a Roma … Ci sentiamo anche per telefono… Ma lui con mio gran stupore rifiuta dicendo che non era ancora pronto e che aveva paura di soffrire ancora…
    Io ci rimango malissimo… Voglio vederlo, incontrarlo, conoscerlo per capire se davvero quei miei sentimenti erano reali e i suoi per me perché non dormivo più per pensare a lui… Non mangiavo più… Insomma… Così insisto insisto ma lui è irremovibile e mi dice che non vuole vedermi per una scopata che io merito di più e che temeva non sapermi dare altro al momento perché soffriva e pensava ancora alla sua amante con la quale voleva ricominciare nonostante il suo tradimento!
    Ci rimango malissimo e soffro da cani stavolta per lui, non più per mio marito…
    Gli dico che voglio chiudere perché non amo scrivere a sconosciuti ma lui non vuole… Sta malissimo anche lui…

  2. Dopo un mese ci riprovo ad invitarlo a venire da me… Lui a fatica accetta…
    Ma ora che lui aveva accettato rifiuto io… E ci confessiamo di avere le stesse paura:
    1) Paura di soffrire ancora
    2) paura che vedendoci di persona uno dei due non piace all’altro e quindi temiamo finisca l’incantesimo

  3. Dopo due mesi insiste lui a volermi incontrare per tre volte ma io per tre volte rifiuto per le paure su citate… e gli chiedo di non insistere più!
    Ormai non ci scambiamo più sentimenti perché lui dal rientro da quelle ferie é come se avesse voluto frenare…
    E io ci soffro ma mi omologo al suo comportamento con gran fatica!
    Sta di fatto che però ogni volta che gli scrivo o dico per telefono che voglio chiudere lui si sente perso e virtualmente mi rincorre!
    Per telefono la sua voce non mi piace… e sono sempre più curiosa di conoscerlo… Anche lui mi confessa di esser rimasto deluso dalla mia voce che immaginava molto diversa e che definiva “triste”
    La storia con la sua amante intanto finisce in modo drammatico perché lui non si rassegna, la cerca, le fa stalking… Anche a me parla sempre di lei e io soffro…
    Ma non riesco a chiudere e staccarmi da lui… e lui da me!

  4. L’amante intanto lo fa minacciare a morte per essere lasciata in pace…
    La storia si chiude e lui soffre da cani mentre io gli resto accanto per sostenerlo via mail e ci scriviamo dalle 30 alle 40 mail al giorno…
    Lui sta male per l’altra… Io sto male per lui e sono sempre più convinta che, se avesse accettato di incontrarmi la prima volta sarebbe stato amore a prima vista e avrebbe dimenticato in un baleno l’altra!
    Lui non mi telefona nemmeno più e io seguo il ritmo suo di mail o di zero telefonate perché voglio che tutto parta da lui … perché sento che mi ama…
    In sintesi ci scriviamo tutti i giorni ormai da due anni senza esserci MAI ancora incontrati!
    Non riusciamo a staccarci e io lo penso giorno e notte da due anni ..
    É il mio primo pensiero quando mi sveglio e l’ultimo prima di addormentarmi…
    Lui mi scrive sempre di quella e del suo dolore… Di aver amato solo lei… Io fingo di nulla e gli dò consigli ma soffro e bello stesso tempo sono delusa…
    Solo che non riesco a chiudere…
    Tu cosa pensi di questa mia storia?
    Come la vedi dall’esterno e come andrà a finire secondo te?

    • Secondo me invece riguardo la tua storia per me è Amore vero … ingabbiato solo dalla ragione…
      Ma l’amore non conosce distanze né si ferma davanti a NULLA…
      Avete commesso un grosso errore a sposarvi chi non amate perché non amate i vostri coniugi e prima o poi scapperete uno tra le braccia dell’altro perché al cuore non si comanda!

      • Se non fosse che ci sono delle cose che non coincidono direi che sei Agonia. Forse ha una gemella.

        • Ma certo che è Agonia.

        • Dicevo perché qui parla di amore per un altro uomo con cui si sente da due anni, però si è lei.

        • Infatti è lei. Si è tradita perché ha risposto al mio commento sul suo post “Mal d’amore” ma si è scordata di correggere questo nick con quello di Agonia. Quindi mi risponde proprio con Animapersa. In ogni caso se anche non avesse fatto l’errore si capisce da come scrive e da come si esprime che è la stessa persona.

        • L’ho pensato dopo aver letto il prim commento di lunghezza biblica.
          Agonia non è tutto quel candor donna casa e chiesa…probabilmente è utente fake.

  5. Ciao animapersa, grazie per la risposta. Penso invece non ci sentiremo mai più… io non posso chiamarla nella mia situazione e dopo così tanto tempo. E lei ora che ha trovato un equilibrio non mi contattera’ mai più. Tu invece meriti molto di più di una persona che ti usa solo quale consolazione e ti scarica addosso le sue negatività. .. mi pare di capire che hai anche ls fortuna di essere una bella donna. Il mondo è pieno di uomini che ti possono soddisfare in tutti i sensi. Un bacio.

  6. X Involtino: È triste, è tristissimo, non stai con la persona che ami davvero, e quello che è ancora più triste sono i rimpianti, e penso che questo è un rimpianto bello grosso. Penso che tua moglie sia stata una scelta razionale, ma non credo che tu sia innamorato perso di lei. Mi dispiace per te, queste sono quelle situazioni che davvero non vorrei mai vivere, i rimpianti sono la cosa peggiore, e mi dispiace anche per tua moglie. Avresti dovuto stare con l’altra…le motivazioni razionali per scegliere una persona e avere un futuro con lei contano fino a un certo punto se poi tutti i giorni pensi a un’altra. Hai fatto una gran cazzata per me…
    comunque ormai non puoi fare praticamente più niente, poi stai pure aspettando un figlio, è un casino. L’unica cosa a cui ti puoi aggrappare è convincerti che è stata la scelta giusta, come hai detto tu, penso sia l’unica via oggi.

  7. Ciao Involtino,
    mi intristisce molto la tua storia perché penso che anch’io finirò così.
    Ovvio che potevi comportarti altrimenti, ma questo lo sai anche tu. Seguire sempre e davvero il cuore è difficile e serve tanto coraggio, tanta tenacia, saper guardare il fondo dell’abisso senza paura. Sarebbe bello poter dire che tutti ci riusciamo, ma molto spesso non solo non è così, ma nessuno ci insegna a farlo. Le costrizioni, le aspettative degli altri ci rovinano. E quando finalmente, magari, troviamo il modo di andare oltre, la persona per cui ci siamo buttati non è più lì ad aspettarci. Difficile trovare il coraggio per buttarsi, entrambi nello stesso momento.
    Diciamo la verità, forse con lei è finita. Però puoi pensare alla tua storia. Intanto stare con una persona che non ami è sempre la cosa peggiore, rispetto al non stare con quella che ami. Quindi puoi partire da lì. Ma probabilmente non te la sentirai di mollare tutto. Secondo me l’unica cosa che puoi fare è essere almeno sincero con te stesso, se non puoi esserlo con gli altri. Ammettere ciò che provi a te stesso. E decidere di rinunciare ad una parte di te, almeno per tuo figlio.
    Magari avere qualcuno a cui parlarne non sarebbe male.
    Un abbraccio fortissimo

    • Grazie per la tua risposta. La cosa peggiore non è stare con un’altra persona, cui comunque voglio bene. La cosa peggiore è pensare che non la rivedrò mai più e che lei possa dimenticarsi di me, in questi giorni mi sto facendo del male e tramite facebook sto seguendo l’avvicinamento al suo matrimonio (ci sono già state le pubblicazioni e gli addii al nubilato… non so la data ma deve essere imminente) mi sembra serena e felice. Magari ha superato i problemi che aveva con il suo ex.bNon lo so e non lo saprò mai. In ogni caso per me non c’e’ via d’uscita, meglio soffra una persona sola che tante persone. Mi sembra un ragionamento ovvio.

  8. Ciao Involtino.
    Io invece sono nella situazione della tua LEI, con la differenza che ancora non mi sono ACCONTENTATA di tornare alla certezza del mio ex e non lo farò, pur vedendo LUI (cioè te, nel tuo caso) andare avanti con una storia con un’altra, con la quale, dopo due mesi o poco più, sta facendo tutto ciò che per me costruisci in una vita con una persona.
    Ebbene, anche se io sono molto arrabbiata e vorrei che sparisse dal pianeta, se mi scrivesse con intenzioni serie, gli correrei incontro felice e sentendomi fortunata.
    Il motivo è semplice: non continuerebbe ad essere un vigliacco (scusami, ma di questo si tratta!) e dimostrerebbe di avere quegli attributi che molte di noi cerchiamo in un uomo.
    Purtroppo, però, è più facile arrendersi ad una donna che ti da tutto e subito, la tranquillità (tanti anni, matrimono e figlio), piuttosto che sceglierne una che ti fa battere il cuore a mille e che spaventa nella gestione per questo. Ma che è l’UNICA che ti farà sempre battere il cuore in quel modo.
    In pratica si riduce a: certezza e infelicità vs incertezza e felicità. Con l’aggiunta che l’infelicità è sicura, l’incertezza no.
    Non è una situazione semplice, ma a te la scelta.
    A mio avviso, non è mai tardi per provare nè per ritornare sui propri passi, nel rispetto delle proprie responsabilità.
    L’importante è esserne sicuri.

    • Ciao Angela, grazie per avermi risposto. Sei certa che provi qualcosa per te e lo faccia solo per comodità/tranquillità? Se io fossi stato certo dei suoi sentimenti non avrei scelto un’altra a suo tempo. L’ho aspettata un anno intero. Nel mio racconto ho scritto della sua risposta “vedremo” alla mia richiesta di vederci di nuovo dopo tre giorni meravigliosi ma non ho scritto che, qualche settimana dopo, come ad ogni compleanno, la sorella di LEI chiamo’ il suo fidanzato “cognato”. Li ho capito che nessuno sospettava nulla, io ero un fantasma!!!! Se un rapporto è in crisi anche le persone intorno se ne rendono conto e agiscono di conseguenza. Lei si è dichiarato solo spalle al muro ed io non potevo fidarmi di chi mi aveva avuto per mesi e solo nel momento in cui avevo deciso di farmi da parte aveva il coraggio di fare quel che doveva fare prima. Se avesse lasciato il suo ex prima io non avrei mai scelto l’altra… la scelta è stata ponderata. Certo che mi manca da morire, certo che vorrei correre da lei stasera stessa e rischiare una figura di merda colossale, certo che ho il rimpianto di non aver aspettato ancora qualche mese ma ormai è tardi. Solo con la notizia del suo matrimonio si è risvegliata in me la consapevolezza dei miei sentimenti ma ormai, purtroppo, è tardi. E lei, probabilmente, mi ha anche dimenticato. Non nel senso che non mi pensa più ma nel senso che ormai le sono indifferente.

      • Ovviamente, oggi, no: non sono più così sicura che abbia provato quello che diceva per me (anche se leggerti mi ha dato una piccola speranza :)) Sono quasi sicura, però, che l’altra sia stata una scelta comoda o ponderata, razionale (che non vuol dire che sia sbagliata!).
        Io gli dicevo che avrei parlato di lui con i miei, tutti, solo quando fosse tutto chiaro con il mio ex. In realtà, i miei sapevano tutto di lui, ma a lui non lo dissi mai. Forse sbagliando. Quindi vedi che poi potrebbe non essere che fossi così un fantasma?!
        Credo che si sia fatta avanti quando ha saputo dell’altra perchè le ha dato forza per dirti che ci teneva (ho fatto la stessa cosa) e trovarsi davanti a te che avevi intrapreso un altro percorso l’ha lasciata incastrata in un limbo dove si è sentita sola e, visto che la solitudine con il cuore in pezzi per la delusione non è facile da sopportare, è tornata dalla sua certezza, l’ex storico. Stesso copione mio, solo che io sono ancora nel limbo 🙂
        Ma ci sta anche che ti stanchi ad aspettare, quindi se non l’hai fatto avrai avuto i tuoi motivi ed oggi logorarti con il rimpianto non ti fa bene e non lo fa alla tua famiglia.
        Non mi sento di consigliarti di correre ora da LEI se non sei sicuro di ciò che dici e senti. In questo caso saresti molto coraggioso, altrimenti si rivelerebbe un genocidio 🙁 Mi sento di dirti di riflettere molto bene sul rapporto con tua moglie e sul bimbo/a in arrivo.
        Poi, se proprio continui a stare male per LEI (ora si, ponderatamente) agisci, con il rischio della porta in faccia, della figuraccia e quant’altro. Al massimo, avrai la conferma che l’amore, diverso, per la tua famiglia vince su tutto.

        • Sai, non ne ho la certezza ma penso si sposi proprio domani mattina. Come potrei, nella migliore delle ipotesi, rovinarle il matrimonio? Mi disse: “se mi vuoi un po’ di bene, dato che hai deciso di lasciarmi fuori dalla tua vita, non farti più sentire”. L’ho sempre pensata, è stata dura non chiederle nemmeno “come va”, “cosa fai”, ma sarebbe stato un gesto di egoismo da parte mia. E così ora.

        • In fondo è una forma d’amore anche rispettare il suo giorno. Di certo, se il matrimonio è domani non saresti corretto a ripiombarle nella vita il giorno stesso. Forse il tuo malessere è anche alimentato dal matrimonio proprio, magari se nn si sposava i tuoi sentimenti rimanevano in silenzio a guardare da lontano. Forse si, ora sarebbe meglio che rimanessi a guardare.. Se anche fosse che dovrete confrontarvi di nuovo non è questo il momento giusto. Soprattutto quando si ragiona a caldo si rischia di fare sciocchezze. Non spaventarti per il vincolo in se, in fondo anche tu sei sposato e pensi a lei! E soprattutto, per esperienza personale, molla tutti i social, disattivati da ovunque puoi vedere perché ti logora solo di più.. Concediti il diritto all’obbligo e mantieni il numero. Se domani sarete destinati a risentirvi o vedervi, non avrai la rabbia/delusione di tutto quello che hai visto. Discorso social, a parte, a prescindere da tutto. E comuqnue, involtino, prova a razionalizzare questo momento ed a concentrarti sul tuo rapporto. Se hai scelto tua moglie allora, e non per comodità, concentrati su questo e se con LEI è destino, troverete il modo ed il momento per stare insieme.

        • Si, è il matrimonio in sé che mi ha “svegliato” dal torpore. I sentimenti c’erano anche prima ma riuscivo a gestirli e controllarli. Dopo aver avuto la notizia (me la sono cercata… tenevo d’occhio le pubblicazioni perché sentivo che a breve quel momento sarebbe arrivato.
          Discorso social… sto provvedendo con lei e tutte le persone che la circolandano. Sarà dura i primi giorni ma col tempo me ne dimenticherò (spero).
          Per il resto confermo che non avevo scelto per convenienza ma perché mi ero reso conto che stavo “aspettando Godot” e non arrivava mai. Ma poi… ora penso che forse avrei dovuto darle un altro po’ di tempo… perdere 1-0 o 3-0 da’ sempre zero punti. Ero stato troppo orgoglioso. Ma purtroppo sono sempre stato un decisionista. O meglio… ero sempre stato un decisionista. Grazie, ciao.

  9. Ciao Involtino,

    ti dirò che io la penso diversamente. Vedi io credo che se la storia con l’altra non è mai decollata è perché almeno da una parte questo grande amore non ci fosse. Se lei infatti ti avesse amato veramente, l’altro l’avrebbe lasciato subito, non avrebbe aspettato che tu la mettessi di fronte alla scelta. Insomma quando si è giovani si può ancora ribaltare tutta una vita per un sogno. Se non lo si fa in gioventù quando allora? Forse lei non aveva tutta questa voglia di rischiare per te. E guarda che alla fine tu non l’hai aspettata e non hai nemmeno tu lasciato la tua ragazza quando lei si lasciata con l’altro.
    Quel che voglio dire è che forse tu stai rovinando le gioie del matrimonio e della nascita di tuo figlio per un amore che hai (o avete) idealizzato e basta.
    E può darsi che tu viva in un rimpianto che non esiste. E’ un peccato che tu non possa tornare indietro e vivere la tua storia con quella ragazza, perché magari vi sareste accorti che non eravate fatti l’uno per l’altra.
    Quindi il mio consiglio è di lasciar perdere l’idealizzazione di una storia che in fondo prometteva bene ma che non hai vissuto appieno. Perché vedersi ogni tanto, parlare o chattare non è la stessa cosa che conoscersi davvero. Come ho detto prima si rischia di idealizzare molto l’altra persona, perché non la si conosce bene.
    So che è difficile togliersi dalla testa le illusioni ma cerca di ragionare un po’ sopra quel che ti ho detto. Poi guarda tua moglie e non avvelenare il vostro amore con l’ombra di un altro che non è mai sbocciato, e per colpa vostra, forse perché non lo volevate veramente con tutte le vostre forze.

  10. Ciao Daniela, hai perfettamente inquadrato perché scelsi razionalmente mia moglie.
    Solo una cosa non mi trova d’accordo… io l’ho aspettata un anno nel quale non ho avuto altre donne. Una volta fatta la scelta non volli tornare indietro, non era giusto tornare indietro.
    Per il resto hai ragione, nulla ci può dire come sarebbe andata. Ma questo vale per tutti i rapporti, a volte non conosci chi ti sta accanto nemmeno dopo anni e anni, se una persona non si vuole far conoscere tu non la potrai mai conoscere. Resta che non riesco a dominare il mio cuore in questo momento è proprio vero che al cuor non si comanda. Ma passerà… non posso certo ricontattarla non sarebbe giusto in ogni caso, né per chi mi sta accanto, né per lei che sta per iniziare una nuova vita ma come ho scritto sopra il pensiero che non ci rivedremo mai più non riesco, in questo momento, ad accettarlo. Il mio atteggiamento è estremamente immaturo e sbagliato, ne sono conscio.
    Grazie per il tempo che mi hai dedicato.

    • Involtino ribadisco che credo che quello che amasse di più fra di voi fossi proprio tu. Lei ha tenetennato troppo, e un anno è lungo. Non ho capito bene se tu la conoscessii molto di più attraverso la chat o skype o di persona. Lo dico perchè spesso le persone vengono enfatizzate idealizzate soprattutto se non si conoscono molto bene di persona.
      Comunque ti voglio raccontare un’esperienza di vita vera accaduta a un mio zio che adesso ha oltre 70 anni. Bè quando era giovane era un vero Don Giovanni uno che aveva una donna in ogni cantone e che ci sapeva davvero fare. Poi comunque anche lui si sposò ed ebbe due bambine. Al suo lavoro conobbe un’altra donna sposata anch’essa e con due figli. Pare che i due persero la testa l’uno per l’altro e si innammorarono al punto da voler lasciare le rispettive famiglie. A quei tempi puoi immaginare che non era cosa normale come oggi e per questo i due amanti con i rispettivi coniugi si incontrarono per cercare di arrivare a una soluzione pacifica. La decisione fu che i due si lasciarono e continuarono a stare con le rispettive famiglie e bambini. Mia zia, la moglie di mio zio, poco dopo si ammlò di tumore e nel giro di 15 giorni fece due operazioni. Forse anche per questo motivo mio zio rispettò il patto. Venti anni circa dopo mia zia morì di tumore e zio era ormai rimasto vedovo. Le figlie erano grandi. Ritrovò la sua amante che ormai s’era separata da molto tempo. Quindi si misero insieme. Ma il grande amore, quello per cui avrebbero lasciato la famiglia, era un fuoco di paglia. Ora che potevano viverlo non durarono nemmeno un anno.
      Anch un mio amico si trovò nella stessa tua situazione solo che lei dopo un anno finalmente lasciò il suo fidanzato amato da tutta la famiglia. Il mio amcio mi raccontò che come diventarono una coppia ufficiale lei cambiò modo di fare e fu diversa. Insomma dopo parecchi anni in cui trascinarono una situazione che doveva essere troncata da un pezzo alle soglie di una convivenza (quasi matrimonio) si lasciarono.
      Ecco forse tutte le storie non finiscono così, ma io credo davvero che tu hai dei rimpianti per qualcosa che non avrebbe funzionato. L’hai aspettata un anno intero, da solo (lo stesso tempo del mio amico). Cavolo quanto ci voleva alla sua età a mollare un fidanzato? Ma no mandò all’aria tutto solo quando tu avevi trovato un’altra. E io penso che se tu rimasi fermo nelle tue convinzioni tenendoti questa che poi è diventata tua moglie era perchè sapevi, dentro di te nel tuo io più profondo, che forse non era adatta. Io penso che quel che ti ha più sconvolto sia l’imminente matrimonio, l’illusiione che lei pensasse ancora a te. Perchè con il matrimonio significa che lei si è rassegnata. Io credo che nella vostra storia ognuno è andato a casa dell’altro quando l’altro non c’era e questo non tempismo la dice lunga sul vostro rapporto. Non vi siete incontrati. Lei non lasciava l’altro e poi quando l’ha fatto tu non le hai più creduto. Non è Amore con la A miuscola ma illusione di quel che poteva essere e non è stato.
      Devi solo convincertene e spero che ci riuscirai presto anche se non è facile perchè le illusioni sono subdole e avvelenano anche la più bella delle realtà.

      • Ciao Daniela, le tue parole mi inchiodano sempre al muro perché non fai altro che dire quel che pensa la mia testa. Alcuni dettagli: la nostra conoscenza deriveva dal sentirci un webcam quasi quotidianamente un paio d’ore la sera ma anche gli incontri di persona sono stati parecchi. Ovviamente non sufficiente ad approfondire la conoscenza della persona. E quindi senz’altro vero che poteva essere un calesse anziché amore…
        All’epoca non volli metterla io spalle al muro: “o lui o me”. Le storie d’amore non devono nascere cosi’. Forse sbagliai… prima di troncare avrei dovuto fare un tentativo… e se poi le cose non fossero andate bene oggi non avrei comunque più rimpianti. Ma del senno di poi…
        Perché penso fosse amore? Perché guardandola negli occhi mentre stavamo insieme… io degli occhi cosi’ innamorati non li ho mai visti né prima né dopo. Ma forse era solo una mia suggestione…
        Certamente la mia crisi attuale è dettata dal suo matrimonio… perché l’idea che non mi pensi più mi fa star male.
        Ciao, buon weekend.

  11. Caro involtino…ci sono amori che vengono idealizzati e ti fottono il cervello.
    Fai la scelta piú saggia: cancella il suo numero e concediti il lusso di dimenticare.
    Ormai siete grandi, grossi e con famiglia. Il passato lascielo alle spalle e viviti il futuro serenamente con la famiglia che ti sei creato.

    • Ciao Mau, mi è venuto un colpo perché probabilmente ti chiami come il suo lui… solo che lui anziché Mau si fa chamare Mao 🙂 Grazie per le tue parole. La metto sul ridere: io il numero l’ho cancellato da anni (la mia attuale moglie scoprì subito la presenza di LEI quando ancora eravamo ai primi approcci) ma… purtroppo lo so a memoria 🙂 Buon weekend.

  12. Quando si chiude si chiude . Vuoi avvelenarti la vita ? Continua a pensare a quel che non hai . Vuoi vivere felice goditi la tua situazione attuale che mi sembra molto ma molto di più di quanto abboa la stragrande maggioranza. Auguri per il pargolo

    • Grazie Rado. La testa è sulla tua lunghezza d’onda e non da oggi. Ma il cuore o la pancia o come si chiama quel qualcosa di irrazionale che ciascuno di noi ha non ne vuol sapere… ma dovrà convincersene…

      • Io invece ti dico segui il cuore perché buon cuore non mente! Tu ami lei ma lei ama te?
        Vola a chiederglielo!
        Riguardo tua moglie e il bambino lo so che è dura ma meglio una brutta verità che una bugia lunga una vita perché prima o poi tradirai entrambi!
        Col pensiero già lo stai facendo!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *