Home / SOFFRIRE PER AMORE / Paura dell’amore

Paura dell’amore

Non amerò mai nessuno come amo lui. Tutto ha avuto inizio nel Luglio 2011, in vacanza con la mia famiglia vedo questo bellissimo ragazzo. Nell’hotel in cui alloggiavamo non c’erano molti ragazzi così con la scusa di una partita a carte ci conoscemmo ed ebbe inizio la “cottarella estiva”. Il problema erano “solo” 600 km di distanza. Nonostante ciò ci fidanzammo e nonostante la sofferenza per non poterlo avere sempre accanto fu la storia più bella della mia vita. Lui era davvero innamoratissimo di me, me lo dicevano gli amici, la sorella, lui stesso in lacrime ogni volta al telefono.

Fino a quando dopo più di un anno decide di punto in bianco di chiudere perché deve iniziare l’università e la mia mancanza lo distrarrebbe troppo dallo studio. Io non riuscivo a capire come potesse essere possibile che LUI così innamorato e pazzo di me avesse potuto chiudere la nostra favola dopo tutte le promesse sul nostro futuro insieme. Fatto sta che essendo ancora innamorati entrambi abbiamo continuato a sentirci ogni giorno per 6 mesi con chiamate e messaggi, fino a quando gli chiesi di venire da me per chiarire la situazione e lui mi disse che avrebbe preferito che fossi andata io da lui. Non era possibile che fossi sempre io a muovermi per NOI così decisi di “chiudere” definitivamente. Che poi chiusura vera e propria non fu, continuavamo a sentirci almeno una/due volte a settimana per messaggi, io andai a trovarlo ed era sempre lo stesso ragazzo bellissimo e innamorato. Abbiamo avuto entrambi tresche occasionali ma nulla di importante, perché io avevo promesso che dopo la maturità sarei andata a Padova a frequentare l’università. All’inizio del quinto anno di liceo conosco un ragazzo molto carino con il quale ho iniziato a uscire. Come sempre non mi interessava a livello sentimentale perché avevo sempre il mio ex in mente, ma dopo 2 settimane ha avuto gravissimi problemi di salute ed io gli sono rimasta vicina sperando che tutto di risolvesse nel giro di poco tempo. Invece questi problemi si sono protratti e aggravati per più di un anno e in questo lungo arco di tempo mi diceva di non lasciarlo perché senza di me si sarebbe ammazzato.

Ho messo prima lui del mio ex. Ho sacrificato la mia felicità. Ne ho parlato con LUI il quale mi ha insultata, me ne ha dette di tutti i colori, mi ha ripetuto quanto mi amasse nonostante gli anni passati e che ero una stronza. Ed aveva ragione. Io volevo bene al mio nuovo “ragazzo” ma era affetto non amore. Comunque mi iscrissi all’università di Roma ma ressi per poco più di 6 mesi. Dopodiché lasciai. L’università ed il ragazzo (che stava finalmente bene) a causa del mio ex che ormai non sentivo più. Decisi di andare a trovare una mia amica che aveva casa a Padova e contattai il mio ex per poterlo rivedere. Ci rivedemmo, ci baciammo e io gli dissi che volevo trasferirmi a Padova per frequentare l’università. Lui era felice ma anche confuso perché nel frattempo aveva conosciuto una ragazza che gli piacrva molto ed il mio ritorno lo aveva fatto cadere in confusione. Dopo un periodo di riflessione a distanza lasciò perdere la ragazza in questione ed era disposto ad aspettare il mio trasferimento per ri-conoscerci e vedere come potesse andare. Sono qui da 2 mesi e ci vediamo spesso ma non è innamorato di me. Non lo ha detto esplicitamente ma lo capisco. È sempre dolce, premuroso, simpatico, il mio LUI di sempre ma con la differenza che non gli brillano gli occhi quando mi guarda. E soffro da morire perché sono sola in questa città. Piango e prego perché possa amarmi di nuovo come io amo lui da 4 anni, perché riconosco di avere sbagliato, di aver mandato all’aria tutto per una relazione che neanche volevo. Non so cosa fare! Io credo davvero che sia l’amore della mia vita nonostante abbia solo 20 anni sento che è lui e solo lui! Ho paura di perderlo per sempre.
Scusate per il romanzo ma è la prima volta che scrivo su di lui.

da: Honey

un commento

  1. Ciao Honey.
    Ti posso capire purtroppo. Ora sto vivendo una situazione molto simile con il mio ex. Ci siamo conosciuti anche noi in vacanza e nonostante la distanza siamo stati insieme per ben tre anni, con i nostri alti e bassi, innamorati più che mai.
    La storia finì per colpa mia: andai a lavorare come animatrice turistica la scorsa estate e in tre mesi abbiamo avuto innuverevoli problemi causati dal aumento della mia distanza, fisica e emotiva.
    Quando sono tornata mi lasciò, era determinato nel farlo, ma mi propose di rimanere amici perchè era si in collera per il mio comportamento ma sotto mi amava ancora. Quindi non ci siamo persi di vista nel tentativo di recuperare il nostro rapporto.
    Ti dico solo che da qui ci fu un tira e molla allucinante e feci molta fatica a riacquistare un minimo di fiducia verso di lui, fu solo quando provò sulla sua pelle l’autentica paura di perdermi per un possibile cancro che le acque si calmarono. Ci siamo poi rivisti e ti dico solo che arrivammo a finire a letto insieme, dicendomi che aveva riavuto “la sua scema” ma che eravamo in un “periodo di prova” perchè qualcosa ancora lo bloccava nel rimettersi con me.
    Anche io credo che lui sia l’amore della mia vita e lo voglio riconquistare, ma il terrore e l’ansia di aspettare che lui prenda la decisione di tornare sono tali da commettere ancora degli errori, esempio dargli ansia, che lo portano a diventare temporaneamente freddo con me… con la paura che questa volta non è temporanea (sta succedendo in questo esatto momento.
    Cosa posso dirti? Se tu credi che ne valga la pena allora lotta per lui, quello che ora sta mostrando è un meccanismo di autodifesa perchè è stato ferito da te e ora ha quell’atteggiamento per difendersi (o per lo meno così sta facendo il mio ex), quindi devi prima risvegliare in lui le emozioni che provava per te e poi dimostragli che insieme potete essere felici.
    Spero che a te le cose si possano volgere meglio e riconquistarlo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *