Home / SOFFRIRE PER AMORE / Non vedo un’altra via d’uscita

Non vedo un’altra via d’uscita

Salve a tutti,

ho bisogno di condividere con qualcuno di esterno la mia esperienza. In realtà, non ho bisogno di consigli, è più uno sfogo dettato da una situazione che spesso mi sembra insostenibile e mi fa star male, per non parlare della rabbia che mi crea. Purtroppo sarò un po’ lunga.
Nel giro di una serata sono andati a monte gli sforzi fatti in mesi. All’incirca un anno fa, o poco più, un amico aveva iniziato a cambiare atteggiamento nei miei confronti: di vista ci conoscevamo da parecchio, nessuno dei due, però, si era mai preso davvero in considerazione fino a qualche mese prima di questo cambiamento. Lui ha due anni meno di me, per cui ha iniziato a chiedermi consigli riguardo l’università, avendo lui le idee molto confuse. Ho tentato di aiutarlo come potevo, io non sono proprio un esempio di idee chiare, ma di qui in avanti sono iniziate delle richieste diverse da parte sua: andiamo a bere una birra, andiamo a quel concerto, andiamo al cinema.
Sul momento, mi sono sentita un po’ spaventata da tutto questo: non ho mai avuto una relazione fin’ora, ho 22 anni, e mi sono ritrovata ad ammettere che lui non mi era poi così indifferente, che mi metteva spesso a disagio averlo vicino.
A farla breve, quando ho iniziato a lasciarmi andare, lui invece ha cominciato a tirarsi indietro. Passavano i mesi e il mio atteggiamento era sempre più sbagliato: avendo intuito che le cose tra noi un po’ stavano cambiando in negativo, ho preferito parlargliene per poter definitivamente chiudere la questione. Mi ha fatto sentire una stupida, dicendomi che per lui non era cambiato nulla e che tutto era derivato da me, che lui se ne era anche accorto ma mai aveva osato dirmi qualcosa, pensando di prendere un granchio (ha parlato solo su mia sollecitazione, altrimenti avrebbe continuato a non dire una parola).

Ho passato dei mesi orribili: purtroppo, facendo parte della stessa compagnia, siamo stati costretti a vederci anche in periodi successivi. Per qualche settimana nemmeno ci siamo guardati in faccia, facevo di tutto, anche se lui cercava di attirare la mia attenzione, per tenerlo lontano.
Posso giurare su tutto che mi sono enormemente sforzata di non scrivergli, non parlargli troppo, stargli lontana, non infastidirlo. Siamo tornati a parlarci normalmente, e credevo fosse tutto archiviato.
Purtroppo, però, è bastato rivedersi a lungo per risvegliare in me tutto quanto. Io continuo ad essere convinta, e questo anche a detta di qualche altro, di non essermi inventata nulla: ci sono state due settimane, quando tutto è iniziato, in cui non mi mollava un secondo, eravamo sempre insieme e felici di trascorrere tempo insieme. Credo che anche per gli altri sia palese che ci sia un’elettricità particolare tra me e lui, eppure da parte sua continua a non esserci alcun segnale. So che lui ha avuto già una brutta esperienza alle spalle, io posso capire, ma fino ad un certo punto: ne ho avute molte anche io, ma nonostante i brutti periodi passati, non smetto di rimettermi in gioco. Lui sembra che si sforzi incredibilmente per essere completamente apatico, e nessuno, nemmeno gli amici più stretti, sa nulla sulla sua situazione sentimentale.

Per queste ultime ragioni ho deciso di scoprire nuovamente le carte e chiedergli direttamente di aver il minimo contatto possibile con me. Non ho assolutamente intenzione di perdere ancora tempo e di continuare a spendere energie soffrendo dietro a chi non mi calcola. Il nostro è un rapporto che per entrambi conta molto, ma non posso continuare a darmi la zappa sui piedi perché a volte ha bisogno di me. In questo ultimo periodo, purtroppo, siamo costretti a vederci molto spesso e ritengo che frenare subito le cose prima che sia troppo tardi sia l’unica soluzione possibile.

Grazie a chi mi leggerà e vorrà, magari, lasciarmi qualche parola.

da: Elena

8 Commenti

  1. Cosa intendi con”elettricita” tra di voi?
    Se è come intendo io posso risponderti..ciao!

    • Ciao, e grazie del commento. Non so bene come spiegarlo, è come se si creasse una bolla intorno a noi, un’aura particolare, come d’intesa. È come se ci fosse una forte attrazione.

      • Succede anche a me..con una persona già impegnata quindi immaginati che complicazioni..

      • Mi dispiace per questa tua situazione, posso solo immaginare quanto sia dura. Il problema si queste faccende è dimenticarsele e pensare che di sicuro ci sarà qualcun altro al mondo con cui può crearsi la stessa intesa. A volte mi pare talmente difficile!

  2. Penso che non esista altra persona con cui avere questo tIpo di legame..
    Vorrei dimenticarmene perché mi sta facendo diventare pazzo,lei vuole sempre fare il giochino di starmi vicina per sentire quella sensazione ma poi si tiene il ragazzo e si gode la vita alla faccia mia che sono solo..,però il solo pensiero di perderla per sempre mi fa stare male..poi me la sogno tutte le notti da giorni..io sono la parte lesa!

    • Sai, bisognerebbe trovare il coraggio di dirsi che ci stiamo prostrando ai piedi di una persona che non se lo merita. E’ uno sforzo enorme, ma davvero dovremmo gonfiare l’orgoglio e volerci più bene. Il problema è riuscirci! Talvolta, appunto, è proprio la paura di non trovare altro che ci tiene legati ad una situazione scomoda.

      • Si ma poi anche se un giorno si dichiarasse sarebbe giusto dargli la soddisfazione sapendo tutta l’energia che ho sprecato in questi 4 anni?

      • Mi chiedo se bisognerebbe credere ad una persona che ti ha tenuto sulle spine per così tanti anni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *