Home / PROBLEMI DI CUORE / Non so che fare

Non so che fare

Buongiorno a tutti, vi ringrazio in anticipo per l’attenzione che mi dedicherete.

Da circa 6 mesi vivo una storia d’amore, se tale può essere chiamata.Un ragazzo conosciuto casualmente, perfetto sotto ogni punto di vista, tutto ciò che una donna può desiderare, affettuoso, dolce, sensibile,bello, intelligente, colto…un sogno. La nostra storia fin dall’inizio si è articolata forse in modo anomalo…spesso e volentieri mi metteva alla porta per errori che facevo dicendomi “non mi rispetti”, è sempre stato un mio continuo rincorrerlo per stare insieme, vero è che spesso io non ho detto tutto di me e a volte lui ha dovuto ascoltare delle verità piuttosto pesanti da parte mia.

Tutto questo condito dalla sua gelosia e possessione nei miei confronti, ad oggi sono almeno 3 mesi che non vedo/sento nessuna delle mie amicizie. Il mio mondo si è chiuso in lui. A gennaio stanca del suo continuo non fidarsi di me e delle sue ripetute domande sul mio passato ho inventato delle storie sul mio passato anche piuttosto pesanti, ho sbagliato lo so ma ero esasperata volevo che riuscisse a credere di me qualcosa seppur brutto, per un mese ho continuano a ritrattare, e lui è caduto in depressione, dicendomi “mi hai flippato il cervello”.

Il mese scorso abbiamo cercato di riappacificarci, io sempre accettando le sue assurde richieste, per tutto questo tempo ha continuato a chiedermi il perchè del mese di gennaio almeno una volta a settimana, andava in crisi. E l’altro giorno dopo l’ennesima crisi gli ho detto che a causa di quello che ho vissuto non mi sento a posto con lui, aggiungendo un altro accaduto del mio passato che non gli avevo mai detto. E lui è nuovamente in crisi, mi ha detto che c’è sempre altro di me, che ogni volta che mi chiede di parlare non parlo, e lui è stanco di scoprire le cose così, dice che mi ha dato varie occasioni per parlare di tutto e subito. Dice che gli creo ansia e preoccupazione perchè non sa più cosa aspettarsi da me, che dopo gennaio non riesce più a fidarsi dopo tutto il male che ha subito, che non ha idea di chi io sia ma che comunque mi ama ma è convinto che io non lo ami altrimenti non l’avrei fatto stare così male. Nota importante: lui è molto sensibile, psicopatico ed instabile. Io da che lo conosco non ho più una vita, vivo solo per lui, ma questo lui non lo vede, e più impegnato a capire se io gli dico o no la verità se tutta o meno. Una volta ero una persona determinata e decisa, ora mi rendo conto di essere la sua ombra che si piega ad ogni suo volere per amore. Io so che questo rapporto non è sano, ma lo amo sul serio, ha fatto tanto per me, e soprattutto è l’unica persona al mondo che realmente si interessa alla mia vita.

A volte sostiene di volermi bene come un padre ed è vero, le sue attenzioni verso di me sono tante. Dopo quest’ultimo accaduto si è quasi arrivati all’ennesimo punto di rottura, lui dice che gli faccio fare una vita di merda..e che sta continuamente male per me, e gli creo ansia e preoccupazione. Io sono sul punto di andarmene per non rischiare di farlo soffrire ancora, non riesco a guardarlo piangere a causa mia, è un dolore troppo grande per il mio cuore. La mia paura è non farcela, tante volte ci siamo lasciati e tante volte ho bussato di nuovo alla sua porta…Non so neanche se sia giusto continuare così, con lui che sta male ed io che ho il terrore di fare cose sbagliate o dire cose che potrebbero gettarlo nuovamente in crisi. Considerate anche che sono il suo primo amore..Datemi qualche consiglio vi prego, Vi ringrazio

da: Margherita

6 Commenti

  1. Ci sono molte incongruenze in quello che scrivi. lo passi dal descrivere come un ragazzo perfetto ad uno psicolabile.
    Che dirti, se hai la forza di continuare ad accettare questa situazione allora continua pure a farti male. Quando non c’è la farai davvero più troncherai questa relazione che sembra danneggi sia tu che lui

  2. Cerca di fargli capire che in una relazione la cosa principale è la fiducia. Comunque ricordati che nessuno può limitare la tua libertà.

  3. Vi ringrazio per le risposte..qualche ora fa mi ha liquidato per l’ennesima volta..non so sul serio se insistere e combattere o lasciare andare le cose…oppure semplicemente aspettare che si svegli e faccia qualcosa..Personalmente sono molto stanca e debilitata e non mi sto facendo prendere dalla disperazione…la cosa assurda di tutto questo è che lui giustamente si sente in ragione nei miei confronti…sono stanca di scusarmi, oramai sembrano parole gettate al vento…qualcuno diceva gli uomini non cambiano, ti cambiano…ad oggi non so manco più io chi sono…

  4. Ad Alex, lui è convinto che io non sia onesta e che non lo rispetto..e per questo non merito alcuna fiducia…e non posso neanche pretenderla…c’è poco da dire..

  5. Margherita, ma perché accetti di essere trattata così? L’amore è anche comprensione e rispetto e lui non ne ha nei tuoi riguardi. Poi ti scusi di cose che non hai fatto pur di star con lui…
    Chiediti perché reagisci a lui così passivamente? Perché accetti tutto questo? Perché in parte cerchi una giustificazione al suo modo di fare…quando giustificazioni non c’è ne sono?
    Certe volte rilassarsi, chiedersi del perché agiamo in un certo modo e rispondere sinceramente ci aiuta a comprendere situazioni apparentemente senza senso. In bocca al lupo

  6. Spesso contare il proprio passato è segno di apertura totale nei confronti della persona amata. Ma la mia esperienza mi ha portato a non dire più tutto, so che certe cose di me non le comprenderebbe la mia convivente e creerebbero inutili discussioni. Ad esempio ho avuto una storia con una nostra amica comune (sposata). Adesso ci frequentiamo e credimi, non provo nulla per questa donna, se non il dispiacere di aver tradito la fiducia del mio amico.
    Adesso è finita da 3 anni con lei ma so che se raccontassi tutto alla mia donna comincerebbe a dubitare di me. Mi bombarderebbe di domande…e perché ancora siete amici, perché non lo ha mai detto a suo marito, e perché…..
    Troppe domande senza una risposta plausibile. So solo che amo la mia donna, di aver sbagliato in passato, ma non voglio che questo errore distrugga tutto adesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *