Home / PROBLEMI DI CUORE / Lo amo ma è sposato

Lo amo ma è sposato

Lo so che sarò criticata ma non riesco ad uscire da questa storia. Io lo amo ma lui è spostato da 10 anni, e per quanto mi illuda che lascerà prima o poi la moglie, so che non lo farà mai.

Eppure continuo a vederlo, ad uscire clandestinamente con lui, ad amarlo e questo dopo 2 anni sta diventando devastante per la mia vita. Non avevo iniziato questa storia per farla durare, doveva solo essere una breve avventura, ed invece dopo due anni eccomi qui a non sapere più come uscirne. So perfettamente quello che vorrei… lui al 100%, ma con una moglie, un figlio, un mutuo alle spalle e con un lavoro precario non può permettersi di scegliere definitivamente me. ed io non riesco a trovare le forze di lasciarlo, e quando ci ho provato sono stata davvero male.

Come posso uscire da questo amore che sta diventando un incubo per la mia vita? Vi prego, solo consigli utili senza nessun tipo di offesa.

da: Stella

58 Commenti

  1. E’ il costante problema perchè pone sempre la stessa elementare ma fondamentale domanda: “Meglio essere l’amante o l’amata?” Ebbene, fatti questa domanda ogni giorno quando sarai davanti allo specchio, e troverai da sola la risposta. Ti auguro una buona giornata. (Marco)

  2. Ciao lupodolce, chissà se sei ancora qui e chissà come stai ? Ti ho pensato tanto e mi auguro davvero che questo nuovo anno sia iniziato nel verso giusto. Un abbraccio !! Mara

  3. Ciao Mara, sono felicissimo di ritrovarti qui, incredibile, davvero felice. Tu come stai ? È un po’ di tempo che non leggo o scrivo più qui. Non ci crederai, ma io sono ancora nella stessa situazione di prima. Tanti alti e bassi, innamorato ancora da morire della mia lei segreta. Ormai mi sono abituato a non guardare in avanti . Vivo a giornate, ma felice da morire. So benissimo che non durerà all’infinito ma penso che la vita sia fatta anche per questi momenti meravigliosamente belli. Mia carissima amica,io ti mando un calorosissimo abbraccio!! 🙂

  4. non so se riceverai questo messaggio…anche io non vengo più qui, è stato davvero un caso, un bel caso, ne sono felice. Mi fa piacere sentirti così. se hai voglia di parlarmi vieni sulla chat di “incontrissimi” il mio nick è Jane1. Mi farebbe piacere. Altrimenti Buona Vita caro amico dolce

  5. Ciao Stella,
    sono trascorsi diversi mesi dalla tua pubblicazione, ora come stai? Io non posso darti consigli ma invece ti invidio perché sei risucita a viviere emozioni fortissime. Nel mio caso non è stato possibile, sposata mi sono innamorata follemente di un uomo sposato con 2 figli, ma lui non si è innamorato di me e non è sucesso nulla, nemmeno un bacio. Ora non lo vedo nemmeno più, ha deciso lui di non vedermi più. Io sto malissimo, ho un marito che mi ama molto ma che per me è un fastasma. Non passa un secondo della mia vita che non penso a lui, non lo vedo da due mesi ma continuo a piangere. Mi chiedo se è meglio così, che non sia successo nulla o sarebbe stato meglio vivere come te questo amore. Per come mi sento io, penso che tu sia stata più fortunata di me. Un abbraccio.

  6. ..,.scusami ma con tanti uomini single…perche stuzzicare e distruggere una famiglia???

  7. Pochi giorni fa è stata pubblicata una lettera su “Repubblica” (se non ricordo male). Nella lettera un uomo sposato ha elencato le ragioni per cui non ha lasciato la moglie (che non Ama e non risposerebbe) per l’amante: figlia, mutuo, giudizio di parenti, amici e colleghi e…… soprattutto perchè restare in famiglia è più semplice!!
    Gli uomini sono così (non tutti ma una buona parte)…ed è bene accettare la realtà!
    Anch’io ho avuto una storia importante con un uomo sposato…alla fine ho scelto me stessa ed il mio bene…Sono andata via!
    E’ possibile uscire da queste situazioni che provocano solo dolore! tanti auguri.

    • Cara anonima, concordo con il tuo punto di vista ma spesso la fine di un amore non finisce con una stretta di mano, soprattutto perché ci sono in giro molte donne che amo definire “vampire”. Pronte a succhiarti anche il sangue se le lasci. Devi dargli la casa, gli alimenti e rimani in mutande.
      Tu hai agito da donna matura e dal tuo punto di vista sembra impossibile quello che succede a quell’uomo descritto nel’articolo sul giornale, eppure ti assicuro che conosco più di qualche uomo che pur non amando più sua moglie non la lascia, perché lasciarla significherebbe finire letteralmente sul lastrico.

  8. Ma su, esci con altri uomini aiuta….l’amore ha il gioco che si intensifica quanto più è impossibile. Sei una vittima di emozioni che ti fanno male, devi liberarti…

  9. Chiodo scaccia chiodo, nuove tenerezze nuovi uomini e quello di prima perde importanza…e hai il vantaggio che è Solo Tuo…e su, devi autostimare te stessa e dire voglio di più che uomini delle altre..

  10. Sono disgustato dal mio genere “maschile” ma credo che l’uomo ci prova ma poi è sempre la donna che accetta la continuazione. Dovrebbe vergognarsi quando al mattino guarda la moglie e i propri figli , anchio sono sposato da 30 anni e ne ho viste di tutti i colori ma la forza dell’amore nei confronti dei miei figli e di mia moglie , dove oltretutto ogni qualvolta ho avuto delle debolezze lo sempre informtata in modo che non sono caduto in squallide camere di albergo.
    Che tristezza….

  11. Anch’io ho iniziato una storia con un uomo sposato che amo da impazzire, contraccambiata, per il suo carattere ed il suo ottimismo. Ma lui non vuole lasciare la moglie… per i figli soprattutto. Ed io a distanza di un anno non vivo piu’. Ormai prendo antidepressivo e la notte dormo poco. Non so piu” cosa fare… la mia vita senza di lui non ha piu’ senso, vorrei scappare in un altro paese, dimenticarlo, non lavorare piu’ per vedere se ne esco fuori. Sono disperata. Aiutatemi vi prego!

    • Ti comprendo tanto 🙁 com’è finita? Mi piacerebbe saperlo per poter condividere quello che provo io…. A volte mi sento la sola a stare così, e invece non sono l’unica

      • Ma dico io, quando state con lui Non pensate che ogni singolo abbraccio e bacio fanno male ad una donna e magari a dei figli.ma non vi vergognate..distruggere delle famiglie perché volete sentirvi la prescelta, quella che chiamerà di nascosto, quella con cui messaggera’ quando la moglie dormirà. In questa situazione state bene..”lui vuole me anche se sta con lei”.E non sapete che solo una piccola percentuale di uomini lascia la moglie siete solo sesso.Che squallore. .mi fate pena andate a cercarvi uomini single.non rompete le palle alle povere mogli, che ogni giorno danno se stesse x il marito e x i figli.Ma come fate? Mi sputerei in faccia da sola al posto vostro.E spero vi facciano a voi quello che fate alle altre donne.

      • sono situazioni delicate in cui TUTTI STANNO MALE, tutti provoano un dolore indicibile ( 1.2.3 se non sono persone brutte dentro eh ) e’ meglio non entrarci Mai.Tuttavia, sarebbe saggio pensare che nelle situazioni bisogna esserci per capirle, le devi vivere in prima persona. A volte le cose semplicemente accadono e si e’ in 2 . Le colpe se vi fossero sono cmq di tutti, moglie o marito tradito compresa.( perche’ lui o lei hanno preferito e riscoperto gioie con un altra persona ? cosa mancava nel rapporto ufficiale ?) A volte sarebbe saggio accettare che si puo’ essere dei bravi genitori anche da separati se si ha l intelligenza di lasciarsi ”bene” per proteggere proprio i figli ( che dovrebbero vivere in un ambiente di pace non di fin zione e litigi) . a volte sarebbe meglio accettare di non volere per forza una persona per contratto, quale e’ il matrimonio. In piu aggiungiamoci che spesso l’uomo sposato e’ ladro, e sebbene tu lo abbia allontanato questi ritorni, questi sono casi che di solito finiscono che lui non lascia la moglie e che si preferisca vivere la sagra dell’ipocrisia tra moglie e marito, entrambi consci della terza persona che poi alla fine grazie al fatto di fare star bene una parte e’ proprio la terza o il terzo in comodo che tiene il matrimonio dei 2 in piedi. La verita’ e’ che bisogna passarci nelle situazioni. Gli amori grandi e veri esistono ma non si ha il coraggio di viverli, e questo soprattutto gli uomini, perche’ nella maggioranza dei casi sono le donne che hanno il coraggio di ribaltare la propria vita dandosi una altra possibilita’ con la famosa anima gemella e lasciando anche alla parte tradita la possibilita’ di trovarla e di vivere una vita vera senza bugie e ipocrisie.
        Per Stella : lui ti ama? a te piace stare nell’ombra ? dopo massimo un anno un uomo non lascia mai la comodita’ della famiglia che sempre lo accoglie dove c’ e’ una donna che lo perdona sempre perche’ arroccata a voler difendere l’apparenza (a proposito, noi donne a forza di perdonare creiamo grandi uomini di merda). ti consiglio stella di capire quanto tu possa valere, che non hai bisogno di farti prendere in giro da un uomo che non ha le palle per prendere una decisione.
        Si sta insieme per stare meglio , non per stare peggio! e questa frase vale per tutti. quelli che traduiscono perche’ sono porchi o porche non rientrano in questo ragionamento. qui si parla di amore, grande amore, quello che ti basta guardare l altro per essere felice, quello che da energia, comprensione e entusiasmo, quello dove fare l ‘amore diventa poesia.
        Viva il coraggio di vivere una vita dignitosa e felice, per tutti.

  12. Come vi capisco. E la cosa più dolorosa è ritrovare ognuna di queste parole in quelle dell’uomo sposato che amo io…. Mi dice che lascerà prima o poi, ma intanto non lo fa, per la figlia, dice lui…. Ma io lo so che non accadrà mai, non mi sono mai voluta creare illusioni, eppure adesso sono qui, innamorata follemente di lui, con il cuore che si sgretola lentamente lasciando dietro anche piccoli pezzi di me…. Se non troncherò presto questa storia, so che ne uscirò devastata…. Eppure non ci riesco perché lo amo troppo….. L’unica consolazione è che adesso ho imparato la lezione…. Al cuore non si comanda…. Le emozioni hanno sempre la meglio sulla testa…. Eppure avevo bisogno di queste emozioni forti, dopo tanti anni che nn amavo e non ero più stata amata, mi stavo deperendo….. Lui mi ha restituito l’energia e io l’ho restituita a lui…. Peccato che questo esubero di felicità se lo stia riprendendo indietro un po alla volta e con gli interessi…. Nn so più cosa fare

    • Io credo di esserne uscita. Come ho fatto?
      1 Ho un ego esagerato e non sopporto di vivere nell’ombra
      2 vedevo in lui un pupazzo che rispondeva agli ordini di una donna ignobile
      3 mi piace condividere la mia vita
      4 io sono una persona libera e non vedo perché debba finire in un ginepraio
      Cerca di capire la sua quotidianità e chiediti come ti comporresti al suo posto

    • Ammiro tutte voi che portate avanti queste storie da anni. Nel mio caso sono nove mesi e sto già impazzendo. Non vedo una prospettiva di anni davanti a me, con lui. Troppo dolore. È rincuorante però non sentirsi tanto sole leggendo le vostre parole. Mi piacerebbe rimanere in contatto con ognuna di voi. Perché non ci scambiamo gli indirizzi mail? Giusto per farci forza l’una con l’altra.
      Io e il mio uomo impegnato ci amiamo davvero alla follia. Siamo tutto ciò che l’uno voleva dall’altra, reciprocamente. Ognuno si è preso il meglio dell’altro e adesso lasciarci sembra impossibile. Solo recentemente ho acquisito un po della forza necessaria per lasciarlo andare, proprio perché mi sono resa conto che questa storia sta diventando solo fonte di grande dolore, più che di felicità e gioia come lo era all’inizio. La sua compagna ha infatti scoperto tutto, ma la loro relazione è proseguita, così come la nostra. Quando ho così deciso di chiudere con lui, l’ultima volta che ci siamo visti, affrontando di petto il discorso, anche se in modo difficile perché rimane per me l’uomo che più ho amato in tutta la mia vita, ecco che l’amore che prova anche lui per me, altrettanto forte, è riuscito a trattenermi con sé ancora una volta. Prima o poi lo lascerò, sono ad un limite ormai ultimo. È il mero sentimento per lui a bloccarmi. Perché in quanto a felicità, ormai non ne provo più. Anzi, mi rendo conto, in quei brevi istanti in cui sento di averlo lasciato andare dentro di me, di sentirmi serena perché libera da un peso che mi schiacciava verso terra impedendomi di essere leggera.
      Ragazze, vi prego, rimaniamo privatamente in contatto?? 🙂 personalmente, mi aiuterebbe tantissimo 🙂

  13. Mi sento meno sola a leggere queste testimonianze, da tre anni tiro avanti questa storia. Un inizio con il “botto”, lui ed io amici di famiglia, ma quante differenze nel nostro vissuto:
    io che lascio il marito dopo 18 anni di matrimonio, lui che si prende una pausa da casa.
    Io che mi sono esposta e non negavo la sua esistenza e lui che non ha cercato di nascondere il tutto.
    Lui decide poi di tornare a casa, per i suoi figli, perché deve capire cosa prova per sua moglie ma intanto dice che mi ama.
    È un continuo tira e molla, io che devo accontentarmi delle briciole e quando sto bene ne sono felice, ma quando sono già un po’ così di mio, la solitudine si fa sentire ancor di più.
    È una situazione che fa sentire molto isolati, soli, il bisogno di potersi appoggiare a qualcuno, ma soprattutto non riesco a trovare la forza di dire basta.
    Chiaramente non ne parlo con nessuno, perché il giudizio sarebbe dietro l’angolo.
    Io che sono una persona ottimista, spontanea, ho combattuto un tumore con tutte le sue cure, ma non riesco a guarire da questo amore impossibile.

  14. Sono capitata in questa pagina per caso e consola sapere che non sono l’unica scema di turno.
    Tre anni fa, mi sono innamorata di un uomo sposato. All’epoca ero solo fidanzata e stavo per sposarmi. Ci siamo innamorati. Io sicuro, lui non so più. Mi diceva che mi avrebbe sempre scelta, che non mi avrebbe fatta sposare se non avesse avuto figli. E poi, la moglie ha scoperto qualcosa, e dopo un po mi ha detto che non mi amava più. Io ho continuato la mia vita, pensavo di poter andare avanti. Ma lui mi cercava ancora. Diceva che non mi amava ma mi frequentava lo stesso. E io glielo permesso. Come è possibile dire di amarmi, di scegliermi, che nel mio abbraccio era a casa, e poi smettere. Ora ha voluto chiudere definitivamente e mi sento come un gioco messo su uno scaffale a prender polvere. Non riesco ad andare avanti. A dimenticarlo. Vorrebbe essere mio amico e io non ci riesco. Se poi mi parla della moglie, tanto do più. Ma non voglio perderlo. Sto malissimo

  15. Mhà, io e il mio lui ci siamo conosciuti quando era ancora impegnato da oltre un decennio (di convivenza con la sua ex).
    Ci siamo conosciuti per lavoro, come già scritto in un altro post è più grande di me; piacendomi tanto gli ho proposi una birra insieme e lui ha accettò.
    La prima cosa che gli chiesi è se era sposato con figli.
    Mi disse di no (e dentro di me esultai perché qualora mi avesse detto di si, non mi sarei mai permessa di andare oltre a quella semplice birra, per principio quelli sposati li ho sempre scartati. È una faccenda di amore verso me stessa e il prossimo).
    Lui mi chiese perché? E io gli risposi “perché mi piaci un casino e voglio averti tutto per me”.
    Ancora ricordo la sua faccia incredula, mi rispose “anche tu mi piaci tanto però sono impegnato con una, da tanto tempo”.
    Non mi scomposi, pur essendo la prima volta che mi capitava di prendermi per uno impegnato e gli dissi che era un gran peccato perché io non avrei mai fatto l’amante a priori quindi di ricercarmi qualora fosse tornato single.
    Finisco la birra, mi avvicino per salutarlo e congedarmi e lo bacio e sparisco.
    Tempo pochi giorni e me lo trovo tutto mogio sotto casa, stile cane bastonato, mi dice di aver lascito la sua compagna a causa mia e tutto il resto è storia.
    Quindi consiglio spassionatamente di non andar in cerca di disgrazie, se sono sposati lasciate perdere, se sposati con figli non ne parliamo proprio, sono storie massacranti e logoranti dove le amanti difficilmente hanno la meglio. Abbiate un po’ d’amore per voi stesse. A me solo l’idea che uno scopa con due donne in contemporanea all’insaputa di una delle due fa tanto schifo. Poi fate vobis.

  16. Stanca 17 novembre 2016 at 17:45
    Il tuo commento è in attesa di moderazione
    sono situazioni delicate in cui TUTTI STANNO MALE, tutti provoano un dolore indicibile ( 1.2.3 se non sono persone brutte dentro eh ) e’ meglio non entrarci Mai.Tuttavia, sarebbe saggio pensare che nelle situazioni bisogna esserci per capirle, le devi vivere in prima persona. A volte le cose semplicemente accadono e si e’ in 2 . Le colpe se vi fossero sono cmq di tutti, moglie o marito tradito compresa.( perche’ lui o lei hanno preferito e riscoperto gioie con un altra persona ? cosa mancava nel rapporto ufficiale ?) A volte sarebbe saggio accettare che si puo’ essere dei bravi genitori anche da separati se si ha l intelligenza di lasciarsi ”bene” per proteggere proprio i figli ( che dovrebbero vivere in un ambiente di pace non di fin zione e litigi) . a volte sarebbe meglio accettare di non volere per forza una persona per contratto, quale e’ il matrimonio. In piu aggiungiamoci che spesso l’uomo sposato e’ ladro, e sebbene tu lo abbia allontanato questi ritorni, questi sono casi che di solito finiscono che lui non lascia la moglie e che si preferisca vivere la sagra dell’ipocrisia tra moglie e marito, entrambi consci della terza persona che poi alla fine grazie al fatto di fare star bene una parte e’ proprio la terza o il terzo in comodo che tiene il matrimonio dei 2 in piedi. La verita’ e’ che bisogna passarci nelle situazioni. Gli amori grandi e veri esistono ma non si ha il coraggio di viverli, e questo soprattutto gli uomini, perche’ nella maggioranza dei casi sono le donne che hanno il coraggio di ribaltare la propria vita dandosi una altra possibilita’ con la famosa anima gemella e lasciando anche alla parte tradita la possibilita’ di trovarla e di vivere una vita vera senza bugie e ipocrisie.
    Per Stella : lui ti ama? a te piace stare nell’ombra ? dopo massimo un anno un uomo non lascia mai la comodita’ della famiglia che sempre lo accoglie dove c’ e’ una donna che lo perdona sempre perche’ arroccata a voler difendere l’apparenza (a proposito, noi donne a forza di perdonare creiamo grandi uomini di merda). ti consiglio stella di capire quanto tu possa valere, che non hai bisogno di farti prendere in giro da un uomo che non ha le palle per prendere una decisione.
    Si sta insieme per stare meglio , non per stare peggio! e questa frase vale per tutti. quelli che traduiscono perche’ sono porchi o porche non rientrano in questo ragionamento. qui si parla di amore, grande amore, quello che ti basta guardare l altro per essere felice, quello che da energia, comprensione e entusiasmo, quello dove fare l ‘amore diventa poesia.
    Viva il coraggio di vivere una vita dignitosa e felice, per tutti

    • Che dire…anch’io innamorata di un uomo sposato. Lui il mio capo e già qui’ la storia si complica..io mi innamoro e la storia va avanti per un anno..poi all’improvviso mi lascia dicendomi che sarei stata meglio senza di lui. Vi lascio immaginare il mio cuore in frantumi e tento di tutto per riconquistarlo…ma nulla. Intanto continua a telefonarmi..io a distanza di un anno e mezzo da quel giorno mi sento ancora a pezzi..a volte piango a telefono con lui..ma lui sembra irremovibile. Non so perché ha questo piacere sadico di farmi del male. Mi aveva giurato di amarmi..ma dov’è finito il suo amore…dov’è..???

      • Beh, immagina un attimo come si sentirebbe la moglie se scoprisse tutto ciò. Dovreste pensarci prima di mettervi in mezzo col rischio di rovinare una famiglia. Allora, state con chi non è sposato o impegnato e magari avrete meno delusioni.

  17. Ciao a tutti! Vi racconto la mia testimonianza da uomo 38enne sposato, con bimba.
    Sono accompagnato con mia moglie da 9 anni, sposati da 5. Certamente due personalità diverse, ma i primi anni sono andati bene.
    Poi ovvio la routine, i divieti, le divergenze con le famiglie di origine.
    Nessuno prende in considerazione la rottura del rapporto, e si va avanti, si compra casa, ci si sposa, si mette al mondo una creatura.
    E, poco dopo la sua nascita, nel momento in cui la donna (la mia, quantomeno) ha deciso di rinunciare alla sua femminilità e al ruolo di amante per abbracciare quello di madre, lo squallido uomo trova rifugio tra le braccia di un’altra donna.
    Una donna consapevole del mio status, eppure coinvolta fin da subito in una relazione clandestina meravigliosa.
    Lacrime, sotterfugi, notti in bianco, finte trasferte, due allontanamenti dal “tetto coniugale”, entrambi falliti. Promesse, pianti, mesi di silenzio e poi ancora disperati alla ricerca di un pizzico di felicità.
    Finalmente la moglie che ti scopre, finalmente dirle tutto, ammettere di aver trovato in un’altra donna quello che si aveva perso in casa.
    E nel frattempo cercare di riconquistare l’altra, non perderla proprio adesso, non concederle di vedere nessun altro uomo.
    E poi nottate con gli amici che cercano di aiutarti, gli scleri dei suoceri, psicologi, terapia da solo e di coppia…
    Ma che vita è?
    Ma quanto può durare?
    Amici, amiche mie, l’uomo e la donna sono così: viviamo in un mondo talmente triste che abbiamo bisogno di amore, abbiamo bisogno di sentire le farfalle nello stomaco, di non dormire o non mangiare per amore. e purtroppo un matrimonio, una figlia, un rapporto stanco e logoro sono causa di angosce, rappresentano la fine di tante emozioni, la rinuncia alle . Non per tutti, ovviamente: conosco coppie che stanno insieme da decenni, con bimbi e cani che sono felici e si amano alla follia. Quanto li invidio!
    Io ho provato, restando al fianco di mia moglie, a compensare questo bisogno di amore e felicità con acquisti “compulsivi”, come macchina, moto, computer, videogiochi, batteria, chitarre, passioni, sport, interessi. Allora penso a mia figlia e alla meraviglia di una quotidianità con lei e mi tranquillizzo. Ma dura talmente poco! Subito dopo penso a come sarebbe bello vivere con la mia bimba in casa insieme all’altra oppure sbattersene del giudizio degli altri, insomma vivere in un mondo in cui la ricerca della serenità viene al primo posto rispetto al giudizio negativo, al rimprovero, alle regole…
    costantemente dicotomico. prima penso agli amici o conoscenti separati che vivono vite tranquille con bimbi sereni poi vengo in questo forum a leggere di esperienze disastrose almeno come la mia, facciamoci forza, guardiamo avanti, cerchiamo di conquistare un pizzico di felicità. di vita ce n’è una sola, finita questa nessuno ci dirà. “Dai, ora puoi riprovarci, ricomincia da capo!”.
    se volete scrivetemi in pvt, mi farà piacere

  18. Mi dispiace che siamo arrivati a questo punto in cui non abbiamo neanche voglia di parlarci.
    Ci sono stati mesi in cui mi bastava saperti lì a raggiungermi di tanto in tanto. Ci sono stati momenti in cui ci siamo amati come avremmo sempre desiderato sentire, poi li abbiamo lasciati lì, sentendoci per altro molto maturi nel farlo.
    Ma ora mi rendo conto che non posso restare, la strada che hai scelto di vivere non mi piace al punto che non mi interessa più immaginarla.
    Io ho bisogno di cambiare vita di nuovo, come ho bisogno di ascoltare un disco nuovo al mese, di fare ricerca, di un progetto di lavoro nuovo appena finisce quello iniziato, ho bisogno di crescere tutta in blocco portandomi dietro tutto, come sempre.
    Io non ho bisogno di evolvere in segreto e di tornare al nido, il mio nido é sentirmi al sicuro nel cambiamento.
    Da quando ti conosco ho lasciato l’uomo a cui volevo bene ma che non amavo più, ho cambiato casa, ho trovato i soldi per mantenere mia figlia, mi sono concentrata su di me pur scoprendo giorno dopo giorno di appartenerti nella mia più totale libertà.
    E la nostalgia é un sentimento che mi piace vivere quotidianamente, anche visceralmente, ma col tempo mi sono impegnata a scremare il rimpianto, me ne porto dietro sempre un pezzettino ovvio, ma sono diventata abile a non aumentarlo troppo col passare degli anni.
    Nel modo in cui vivo la nostra relazione adesso sono intervenuti proprio i rimpianti, i rimpianti e anche i dubbi su di te, questo forse ti agevolerà nell’allontanarti da me.
    Il rimpianto di non essere mai stati una coppia.
    Perchè tra qualche anno sará tardi per diventarla, il momento gusto sarà bello che passato, poi puoi raccontarti quello che vuoi per poter andare avanti senza soffrire molto, ma la verità è che il momento giusto non è rimandabile per tutti gli anni migliori; anche nell’eventualità ci frequentassimo ancora saró piena di rimpianti, e sará tardi per lei perché non venga distrutta completamente, piuttosto che incentivata a ricercarsi, ristupirsi della vita…anche se poi anche questi sono affari suoi, la sua vita probabilmente le avrà già proposto delle alternative che anche lei ha scartato..sará principalmente tardi per me avere totale fiducia in noi (anzi già ora sono iniziati i maledetti dubbi), e a pensarci un attimo il mio più grande rimpianto sarà quello di non essermi accorta per tempo di non aver colto l’occasione di crescere le nostre figlie come amiche..tra qualche anno saremo tutti abituati a mantenere gli spazi largamente separati e se si guarderanno negli occhi immaginando il nostro segreto passato si sentiranno probabilmente vittime in difesa.

    Devo accettare il fatto che non riusciró a sentire una persona cosí affine a me per i prossimi boh tot anni, immagino che tra 5 anni probabilmente nn avró ancora incontrato nessuno in grado di poterlo fare, ma avró me stessa non avendo più te, e per questo forse, nonostante continueró ad amarti potrei lentamente smettere di desiderarti qui vicino.

    Immagino che un giorno vi lascerete, coi vostri tempi potreste ipotizzare che si può essere ottimi genitori pur non stando insieme, vi auguro di sostenervi e di starvi vicino, di credere che si possa fare qualcosa che nessuno ci ha mai insegnato ma che sarebbe una figata..
    Nn abbiamo più 15 anni, non ci si lascia e ci si dimentica, certe persone restano tutta la vita ed é bello anche se ambiguo. I miei genitori sono cresciuti grazie alle critiche e ai perdoni di noi figlie, immagino come tutti quelli della loro generazione.

    Tu sei il mio amore, non avrò neanche bisogno di farti leggere queste righe, tu le leggerai dai miei silenzi e ti verrà da piangere a vedermi e leggermele in faccia, perche tu mi capisci come io capisco te; io ho deciso di fare un passo in avanti,
    lo avrei fatto con te affianco, mi sarebbe piaciuto non dubitare del fatto che avresti accettato le mie evoluzioni senza la minima paura di perdermi, che ci saremmo stimolati, che con la tua stima mi sarei sentita piena di energia, peró se ti aspetto potrei fermarmi per uno o due anni ancora e potrei ritrovarmi costretta a toccare il fondo per risentire l’impulso di crescere in autonomia..potrebbe volerci una settimana magari per tornare a questo slancio, ma voglio sperimentare il rispetto per questa luce notturna che mi porta a non pensarti per ritrovarmi.

    Ho pensato mi stavo quasi per trasformare in tua moglie, stavo già per accoglierti sempre, con rancori alternati al nessun rimprovero o alla gioia, noi donne possiamo plasmare gli uomini in persone orribili per loro stessi, senza neanche rendercene conto..agli uomini di solito succede solo con le donne che hanno una dipendenza grave.

    Però ora ho voglia di ritrovarmi nella merda da sola. Mi sento invecchiata in questo anno e mezzo.
    Voglio essere qualcosa di nuovo.

    Spero che tu non ti chieda ulteriormente se hai fatto la scelta giusta.
    Perché sarebbe una perdita di tempo, hai fatto la scelta sbagliata.
    non quella di rimanere con la donna che hai scelto per la vita, ma quella di non aver avuto il coraggio di essere sincero, di mettere in gioco tutto quello di te che hai ancora da scoprire e condividere.
    Non hai fatto la scelta comoda, ma hai consacrato quel l’idea di famiglia che ci ha portati tutti dall’analista, o che ci ha fatto desiderare di averne uno se non avevamo i soldi per averlo..
    Hai messo davanti agli affetti le cose, non sei stato disposto alla fatica, hai usato il tempo e lo spazio come alibi, ti sei chiesto se rimanere te stesso o se sia meglio sforzarti di rispettare il dogma..
    Io lo so che di indole non prendi facilmente una decisione, ma so anche che d’istinto avrai sempre bisogno di alimentare un flusso di riflessioni, per questo, scansando ogni ostacolo, hai seminato un rimpianto grosso come un macigno…e non parlo solo di me, anzi, ci ho messo un anno a capire che chissenefrega se non ci fossimo più piaciuti un giorno, che chissenefrega di tornare indietro o di ricambiare percorso, non avremmo spaccato più cuori di come si siano spaccati così, adesso.

    Detto ció
    Io me ne sto già andando,

    Se posso darti un consiglio perdonati, non passarci sopra, non devastarti, pensaci davvero, perdonati.
    Io lo faró senza alcun dubbio, senza che tu mi chieda scusa.

  19. Pura follia.
    Fatevi guidare dal CUORE, e basta!
    La cosa più importante nella vita è l’AMORE.
    Se avete commesso l’errore sposando la donna (o il uomo) sbagliata, e avete trovato finalmente quella GIUSTA, CAMBIATE!! senza farvi scrupoli!!
    Oualsiasi altra scelta porta solo alla sofferenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *