Home / SOFFRIRE PER AMORE / L’ho lasciato ma soffro tanto

L’ho lasciato ma soffro tanto

Ciao a tutti, ho bisogno di risposte chiare perchè non riesco a darmele da sola…quattro giorni fa ho lasciato il mio ormai ex ragazzo. Tra una settimana avremmo festeggiato il nostro primo anniversario, ma ho deciso di lasciarlo prima perchè era ormai da un mesetto che non mi sentivo più felice. Mi stavo chiudendo in me stessa, non vedevo più i miei amici, uscivamo solamente in gruppo e quasi mai da soli, passavamo ogni minuto insieme. Avevo la sensazione di essere morta dentro, di essere diventata un tutt’uno con lui ed aver perso la mia individualità. Inoltre lui ha litigato con tutti i suoi amici quindi ha visto in me un ancora di salvezza, ed ogni volta che non stavamo insieme soffriva di attacchi di panico. La situazione era diventata troppo pesante per me e non avevo nemmeno più il coraggio di aprirmi con lui perchè avevo paura che i miei dubbi gli avrebbero fatto del male. Dopo un mese di silenzio però non ce l ho fatta più e l ho lasciato. Lui ora sta malissimo, mi ha supplicato di non lasciarlo e di trovare una soluzione. Io non penso che nessuno mi amerà mai come lui, e sto male anche io perchè in fondo i miei sentimenti nei suoi confronti non sono cambiati. Ho così tanta voglia di correre da lui ed abbracciarlo, ma ho il terrore di risentirmi come prima e se dovesse risuccedere non sarebbe giusto lasciarlo di nuovo e ricominciare a soffrire da zero. Era giusto reprimermi per non farlo stare male? Anche io sono una persona fragile ma dovevo fare la forte della coppia e alla fine sono scoppiata. In fondo io ho solo 18 anni, e lui 28. Magari anche la differenza di età ci ha fregati…ho bisogno di consigli!

da: C_24

9 Commenti

  1. Lasciarsi fa sempre male, lascia sempre delle vittime sul campo.
    Tu eri arrivata ad un punto che ti sentivi male con lui e non volevi continuare tutto questo. Prima o poi sarebbe finita ugualmente.
    però certe volte queste rottura possono dar vita a cambiamenti positivi. Forse lui capirà che ha sbagliato, che doveva creare un rapporto più aperto e felice piuttosto che esclusivo e triste.
    Però lo so che fa male, non puoi farci nulla…mi dispiace!

  2. Hai 18 anni ed hai molta energia, entusiasmo, sogni, amici, insomma una vita che non puoi reprimere e lui, che è più grande di te, deve saperlo.
    Tu lo avrai pure lasciato ma è lui ad aver creato le condizioni della rottura, quindi non fartene una colpa.
    vedrai che da qui a qualche mese entrambi capirete che forse è stata la migliore scelta per entrambi.

  3. Anche io mi sono fidanzata troppo presto per la mia età (22 anni e sto con lui che ne ha 30 da 5 anni). Proprio un mese fa ho passato una crisi nera, mi sentivo soffocata, avevo voglia di sentirmi davvero libera e così l’ho lasciato. Soffrivo per lui perché stava male e così, a seguito delle sue pressioni e di promesse di cambiamento, sono tornata con lui.
    Di fatto già dentro di me sta risalendo quel malessere che me lo aveva fatto lasciare, forse perché siamo davvero diversi, dove io vedo bianco lui nero, poi è gelosissimo di me. Mi controlla, mi fa scenate, non si fida.
    Sai cosa ho capito da tutto questo? Che non siamo fatti l’uno per l’altro ma ci vuole davvero tanto coraggio per lasciare la persona che ami.

  4. Scusate pero’ io per un attimo mi distacco dal coro..

    Lasciare; o essere lasciati e’ sempre brutto.
    Personalmente, ho 31 anni e due anni fa mi lasciai con una ragazza dopo tre anni insieme di cui ero follemente innamorato. Probabilmente provo qualcosa ancora oggi… Anche se ormai e’ un misto di sentimenti.
    Pero’.. Se mi mettessi a leggere tutti i post su questo sito mi passerebbe la voglia di amare ancora.

    Credo che se hai solo 18 anni e lui dieci in piu’ la rottura e’ inevitabile.
    Ma soprattutto vorrei dire una cosa fuori dal coro..:

    Non ci si puo’ forzare di stare con una persona solamente perche’ si ha paura a lasciare (e premetto che anche io ho fatto lo stesso errore perche’ prima di mettwemi con questa ragazza nel 2009 sono stato due anni con un altra che volevo lasciare ma nn avevo il corsggio).

    Io credo fortemente che bisognerebbe stare con persone piu’ o meno coetanee.
    Alla fine il carattere e’ fondamentale…: si la chimica e l’attrazione fisica, ma poi conta il cervello e il tipo ri vita che uno vorrebbe.

    Se continuate a stare con chi non amate o con chi avete paura di lasciare Vi private della possibilita’ di incontrare magari la persona giusta x voi, e private ad un’altra persona la possibilita’ di incontrarvi.

    Non si puo’ stare nel malessere e andare in giro con i paraocchi,
    Purtroppo l’amore e’ cosi.. E’ una scommessa.

    Non bisogna perdere gli amici e ne’ uccidersi ne’ annientarsi x l’altro.
    La gelosia poi e’ il male piu’ grande dell’amore (e ve lo dice un ex gelosissimo)..:
    Tanto ognuno se vuole puo’ tradire e nascondere …
    Bisogna essere liberi e scegliersi tutti i giorni.
    Certo, e’ un mondo in forte competizione e in cui siamo insicuri noi per primi…pero’ magari il nostro amore vero e’ la’ fuori che ci aspetta.. E noi non ci accorgiamo manco che sta li perche’ siamo troppo intenti a piangerci addosso per una storia che non va’.

    Io sono single da quando mi sono lasciato, ho provato con una ma l ho solo fatta soffrire appena lasciaro, nel 2012.
    Adesso mi piace una che purtroppo non gli piaccio e che vuole essermi amica…
    Cosi e’ l’amore e la vita.
    Ma bisogna non perdere le speranze e soprattutto non tradire e non distruggersi per stare con una persona che non e’ quella giusta x noi.
    L’amore vero x come la vedo io (quello di tutta la vita… Sempre che dura tutta la vita) se capita e’ uno solo…. E arriva nei momenti piu’ assurdi.
    Bisogna tenere il cuore libero e gli occhi aperti…
    Ciao

  5. Simone, come fai ad essere cosi saggio?
    Il tuo post mi ha fatto venire i brividi….è tanto vero e sincero che fa quasi paura.

  6. Eh lo so chloe.
    Purtroppo è solo verità, Quando uno perde persone care cambia.
    Grazie del post.. Pensa ho solo 32 anni.
    Non credo di essere saggio solo uno che ha fatto gli stessi errori.

  7. Simone!! Eh già il dolore cambia le persone…e posso dire che purtroppo lo so per esperienza!!! Anche io in questo momento sto attraversando un’ulteriore fase difficile…è strano..io non ho mai postato nulla…mi limitavo solo a leggere ma quando ho letto il tuo mi ha colpito… E mi sembri così maturo e soprattutto obbiettivo che mi piacerebbe raccontarti la mia esperienza proprio x avere un tuo parere!!

  8. Chloe la tua esperienza puoi raccontarla direttamente qui nel sito, nel totale anonimato. Esiste proprio per questo! 😉

    Concordo sul fatto che quando uno perde una persona cara poi cambia. Ma mi spiegate perchè “la persona cara” dovrebbe essere solo chi lascia?
    Quindi colui che lascia non ritiene, evidentemente, abbastanza “cara” la persoha che ha lasciato.

    Ci rendiamo conto di quanto sia triste questa cosa?
    E chi lascia dopo tanti anni una persona divenuta ormai “cara” solo per inseguire “la novità”, ci pensa a questa cosa o no?
    O forse ci pensa quando ormai ha gia rovinato tutto, ha perso la “persona cara” ed è passato troppo tempo, quindi è troppo tardi?
    Sono questi i quesiti che mi pongo sempre….

  9. Già, vaglielo a chiedere alla mia ex che avrà fatto lo stesso ragionamento….jj…

    Per lei infatti era troppo “tardi”, o forse si vergognava a ritornare da me e assumersi le conseguenze di un ritorno dopo tanti anni, e i vaff…..che avrebbe preso dalla mia famiglia. Chi é causa del suo mal pianga se stesso.

    Io penso che chi ama davvero non lascia una persona e se per una scopata rovinano tutto beh..non sono persone nemmeno degne di starci insieme

    Chloe quando vuoi scrivimi e ci sentiamo e mi racconti la tua storia

    Simoncinozz chiocchiola altervista punto org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *