Home / SOFFRIRE PER AMORE / Lasciare un ragazzo dopo 3 anni e fidanzarsi subito con uno nuovo

Lasciare un ragazzo dopo 3 anni e fidanzarsi subito con uno nuovo

Ho letto tutte le vostre storie e sono veramente dispiaciuta che sia andata così spero che ritroverete tutti la vostra anima gemella, comunque  ragazzi sono una ragazza che si è lasciata da più meno 3 mesi con un ragazzo che stavamo insieme quasi da 3 anni. Ho sempre creduto fosse tutto apposto tra noi, negli ultimi mesi non parlavamo tanto però io ho sempre dato me stessa per lui, ho sempre tenuto molto a lui. Veramente tanto finché il 31 dicembre non feci la conoscenza di un ragazzo, sono andata in vacanza con i miei amici ed era presente anche questo ragazzo però il mio ex di 3 anni non c’era però io sono sempre stata fedele. Tornata dalla vacanza non ero più quella Chiara, cominciai a scrivere con questo ragazzo conosciuto il 31 dicembre e onestamente mi è piaciuto proprio subito. Successivamente decisi di lasciare il mio ex per quest’altro ragazzo circa il 21 febbraio. E ora é da 3 mesi che sto con questo ragazzo quando stiamo insieme siamo sempre affini e felici, appena lui non è più con me disastro, piango e penso al mio ex di 3 anni .

da: Chiara

52 Commenti

  1. Prima di scrivere la tua storia dovevi cercare di ripassare l’italiano….

  2. Ciao Chiara, quoto Alessandro. Un po di ripetizione d’italiano non farebbe male. E poi qual è il problema nella tua storia? Sensi di colpa? Vuoi tornare con l’Ex malgrado stai bene con l’attuale ragazzo? Una ultima domanda, quanti anni avete tu e l’ex?

    • Ciao Alessandro ed Emanuele, si purtroppo lo so a scuola ho veramente poco di lingua italiana. Comunque io e il mio ex abbiamo 4 anni di differenza, io 18 anni e lui 22.

  3. Chiara, chiediti perché ti manca il tuo ex solo quando il tuo attuale ragazzo non c’è. Perché invece non ti manca se stai con il tuo fidanzato?
    Tu pensi che il tuo ex tornerebbe con te oppure ha già un’altra?

    • Il mio ex credo ritornerebbe con me, perché sabato sera l’ho visto con il gruppo di amici e mi ha guardato con uno sguardo da persona persa e innamorata e io l’ho guardato. E poi so da delle persone che mi sta aspettando e mi vorrebbe ancora tra le sue braccia. Mi manca.

  4. Ti succede questo perché non ti sei concessa il tempo necessario per elaborare la fine della tua precedente storia.
    Accade sempre così quando si lascia un partner per mettersi subito con un altro. Le persone e i sentimenti legati a loro, benché possano essere presto “sostituite” con altre, ci restano dentro per un tempo indefinito. Si dovrebbe sempre concedersi del tempo per elaborare, in solitudine, il cosiddetto lutto, il distacco che inevitabilmente si crea nei confronti di chi un tempo ha fatto parte della nostra vita.
    Io sono stata fidanzata tanti anni con un ragazzo a cui voglio ancora un bene dell’anima e sento che il mio cuore è ancora chiuso ad altre possibilità.
    Gli ex non si “dimenticano” con l’arrivo di un’altra persona. Quello è un palliativo. Le storie riesci a lasciartele alle spalle solo se ti concedi del tempo per razionalizzare il cambiamento che stai affrontando.

  5. secondo me la soluzione è iscriversi ad un corso di lancio del giavellotto ! Certo, per aspirare ad una carriera da olimpionico devi cominciare verso i tredici anni ma se hai talento e con tanta dedizione un giorno sarai in grado di dare lustro al tricolore!
    FORZA , siamo tutti con te ! La curva è con te ….OLE’

    • Non oso immaginare cosa risponderà J.J. Bad. Se ho compreso almeno in parte il suo pensiero, ci sarà da tenersi forte XD

      • Mi meraviglierei se non consigliasse anche lui lancio del giavellotto o hockey su pista ! sono due sport molto completi ! Una vera panacea per i giovani!

      • Che ha 18 anni e quindi va bene così.

        Cosa altro dovrei pensare secondo te? Delusa?

        • Niente affatto, J.J. Bad. Si cresce, si impara e si matura di anno in anno. Queste esperienze aiutano a capire noi e gli altri. A 18 anni è lecito.

  6. Mi distacco dal gruppo. Tralasciando l’italiano, la cosa che salta subito all’occhio sono le scuse che usi e che cerchi di convincerti siano corrette. Hai specificato che non hai mai tradito, bene, conosci un altro e subito ci parli, anche questo è tradimento cara! Quindi cominciamo che non hai avuto rispetto per il tuo ex, puoi essere stata la miglior ragazza esistente ma resta il fatto che l’hai comunque tradito. Hai colto il nocciolo del problema, quando si sta insieme da tanto tempo, può succedere, soprattutto se si è giovani, di cadere in monotonia e magari anche il dialogo decade. In questo momento si vede la vera coppia, si fa del tutto per riaccendere il rapporto, non si va con altri, tu non lo ami, ti manca? È un capriccio tuo, sei solo che una bambina. Mi manca quando il mio attuale ragazzo non c’è! Mi viene da ridere guarda, egoismo allo stato pure. “Gli manco è innamorato!”. Brava, hai scoperto l’acqua calda, sveglia, l’hai lasciato te dopo 3 anni, per un altro per giunta, magari lui ti amava molto ed è ovvio che sta male come è ovvio che ti rivuole. Peccato però che ti consiglio di non tornarci, di sparire, lui non si merita le tue cazzate e i tuoi capricci. Lascia anche il tuo attuale ragazzo, se lo amassi davvero non penseresti al tuo ex. Il tuo è solo un capriccio di donna immatura. Mi dispiace essere così duro, ma una come te dovrebbe stare da sola e soffrire il triplo almeno, forse, capisci che il rispetto va dato a chi ti rispetta, specie se magari la persona che te lo da, ti ama anche. Fate il favore tutti quanti. Risparmiate compassioni e evitate di dirmi maschilista che qui vero solo un ragazzo che soffre per il comportamento di mer*a che ha questa ragazza che piagnucola per lui. Cresci, te lo dico col cuore!

    • Concordo in pieno con Federico. Non si può fare la così detta cazzata e pensarci dopo. Bisogna pensarci prima a quello che si sta per fare. Ogni azione ha le sue conseguenze.
      Questo ragazzo anche se soffre ha il diritto di essere lasciato in pace, lei non dovrebbe neanche farsi vedere da lui in modo che possa razionalizzare prima il “lutto” e smettere prima di conseguenza di soffrire.

      • Grazie mille del sostegno, anche io sono d’accordo con te sull’elaborazione del “lutto”. Mi stupisco a vedere gente che la giustifica.

    • Federico, ma chi ti ha chiesto chiarimenti è una ragazza di 18 anni! Perché essere così duro? Deve ancora imparare parecchie cose sull’amore e sulla vita e sinceramente darle della traditrice mi sembra proprio esagerato! Qui si fa il processo alle intenzioni! Insomma ha lasciato il ragazzo e si è messa con un altro. Non lo ha tradito: ha solo scoperto che un altro forse sembrava più adatto a lei di quello con cui stava da 3 anni. Federico a quell’età si è ancora troppo giovani per fermarsi a una sola esperienza. Chiara e l’ex fidanzato troppe volte dovranno cambiare partner per capire quel che vogliono davvero dalla vita e dalla persona che vorranno al loro fianco. E secondo me si è comunque comportata abbastanza onestamente. E certo deve ancora crescere questo è vero, ma sapessi quante persone conosco io che sono cresciute (e di parecchio pure) che magari si fossero comportate come Chiara!

      • Sisi, continuiamo a giustificare questi comportamenti, poi magari un ragazzo fa la stessa cosa con te, spero di no ovviamente, tu subito a dire che siamo tutti str*nzi. No, la giovane età, baggianate, a 18 anni è vero, molti sono ragazzini ancora, ma si dovrebbe capire che non si gioca coi sentimenti. Tranquilla, il karma ci penserà a far tornare le cose apposto. Ah altra cosa, allora quelli che un tempo si mettevano insieme da piccoli e tutt’ora sono una coppia? È per i ragionamenti come i tuoi che ai giorni nostri invece di sputare sangue e costruire una relazione, la prima cosa che si fa è fuggire. Se ti trovi bene con una persona rispettala sempre! Chiara non lo ha fatto perché prima si è assicurata di avere un altro e poi ha lasciato il suo ex. Curioso, scommettiamo che se il nuovo ragazzo non contraccambiava lei non lasciava quel povero ragazzo? Vedete troppo perbenismo dove invece ci sono sbagli e basta.

        • Federico ti ho risposto anche un po’ più sotto.
          Comunque tanto essere più chiari, per fare i conti Chiara con il suo ex ragazzo si sono messi insieme lei a 15 e lui 19 anni. Non credi sia lecito pensare che la scelta fatta a 15 anni possa non essere giusta a 18? Non pensi sia importante fare un tantino più di esperienza per capire cosa c’è là fuori, nel mondo, oltre al proprio ragazzo che si conosce da ragazzina? E’ vero i nostri nonni si sposavano a 18 anni (come i miei) e sono stati insieme tutta la vita. Ma erano altri tempi, generazioni e generazioni fa. Già mia madre si è sposata a 23 e mio padre a 25 e pure loro sono stati insieme tutta la vita, almeno finché mio padre è morto. Ma credo non si possano fare paragoni con il mondo moderno che purtroppo si è evoluto su altri valori, anzi diciamo pure che si è “involuto ed è senza valori”. Oggi la vita ci porta all’usa e getta, al tenere un ragazzo/a e intanto guardarsi intorno per poter lasciare subito il primo e mettersi con l’altro, così da non essere nemmeno per un minuto sfidanzato/a (e non essere quindi un perdente agli occhi degli amici/che). E tutto questo senza preoccuparsi assolutamente di fare, a chi dice di amarti, del male. Chiara è giovanissima ed è cresciuta in questo mondo moderno, dove i valori di amore, rispetto, sono visti in maniera superficiale. In fondo è figlia di questo tempo, e sebbene abbia sbagliato, posso dare almeno una giustificazione al suo comportamento.

    • Sai Federico che il mio ex di tre anni si chiamava proprio Come te ?E quando ci stavamo per mollare mi ha detto le stesse parole.

    • Federico sarei disposta a far di tutto per ritornare con lui .

      • Cara Chiara, io ti ho difeso comprendendo che alla tua giovane età si fanno grandi cavolate (ma anche dopo purtroppo!). Ma la cosa che si evince da questa storia è che invece hai capito benissimo, e quindi non chiedevi consiglio, di aver fatto una cavolata a metterti con l’altro ragazzo. Ovvio che a questo punto sarebbe il caso di isolarsi un po’, nel senso che dovresti lasciare questo ragazzo, che evidentemente non ami, e stare un po’ da sola per capire veramente cosa vuoi. Ma stavolta devi essere sicura. Non si può giocare a palla con il cuore delle persone così come niente. Pensa se questa cosa fosse successa a te. Cioè il tuo ragazzo di cui sei innamoratissima, ti lascia per un altra, e poi dopo tre mesi capisce che si è sbagliato. Tu non lo prenderesti randellate? Io si, ti giuro. E non è detto che me lo riprenderei. Quindi vedi un po’ davvero cosa vuoi e cerca di essere più coerente la prossima volta. Perché sinceramente sai come si dice: “non fare agli altri quel che non vorresti fosse fatto a te!”. Tanti auguri.

      • Dovevi pensarci prima, mi dispiace essere duro, ma qui si parla di persone non di giocattoli. A te sarebbe piaciuto un comportamento così? Lo avresti perdonato? Beh se si, credo a fatica, perché non l’hai lasciato per motivi che possono essere appianati ma per un altro che per giunta ancora non conosci bene stando all’inizio!

        • Già, io non lo avrei perdonato. Invece il mio ex penso sia disposto a perdonarmi, solo che ho paura che non funzioni più dopo tutto quello che è successo. Senza di lui ho un pezzo di vita tolto però.

        • Federico anche a questo secondo commento rispondevi a me? Guarda che io a Chiara in questo secondo post ho già detto che ha sbagliato e lo avevo riconosciuto anche nel primo. Ma io, sebbene non approvi certi comportamenti, continuo a scusarla per la sua giovane età. Vedi forse ho un metro diverso dal tuo, che comunque trovo giusto, solo un po’ troppo severo, perché mi sono trovata tanti adulti, più che adulti, che hanno fatto cose molto peggiori di quella di Chiara. Ora è vero, il rispetto e la comprensione per il prossimo e quindi soprattutto per una persona che si è amata, è fondamentale e dovrebbe essere parte del nostro DNA fin da piccoli, ma la realtà purtroppo non è così. In un mondo perfetto, nessuno farebbe del male a un altro, nessuno tradirebbe, nessuno penserebbe come è usanza oggi, di lasciare una persona e mettersi subito con un’altra. (quest’ultimo è un sistema che è molto usato oggi dai giovani, che io disapprovo moltissimo). Detto questo all’età di Chiara ho visto un sacco di ragazzi (ragazzini) lasciarsi e riprendersi. Sono questi altri tempi non certo i miei, perché allora si tendeva a essere più rispettosi verso gli altri. Ciò nonostante io mi sono trovata insieme con mie amiche, a fronteggiare comportamenti ben più condannabili in persone che l’età per capire ed essere meno egoisti in nome di qualcosa che era più sacro (la famiglia) era più che avanzata. E solo in nome di questi sbagli posso non condannare così drasticamente una ragazzina che ha fatto uno sbaglio. Ho già detto a Chiara e chiesto come si sarebbe comportata se il suo ragazzo si fosse comportato come lei. E io ho stessa ho detto che probabilmente non lo avrei ripreso. Ora se l’ex di Chiara, qualora lei gli facesse sapere di aver sbagliato, non la rivolesse, avrebbe imparato sulla propria pelle la lezione.

          • Grazie Daniela, avete tutti ragione, mi sento in questo momento instabile perché adesso sto pensando sempre più al mio ex,ai bei momenti passati insieme e. Cosa posso fare? Io non voglio fare stare male nessuno,la prima cosa che mi verrebbe in mente di fare sarebbe rimettersi con il mio ex ma il dubbio che mi pongo: é possibile riprendersi? Forse non come prima, perché è impossibile oppure pensavo di lasciare il mio ragazzo senza ritornare dal mio ex e stavo da sola pensando agli sbagli nei confronti del mio ex e del mio nuovo. E poi pensare al ragazzo che mi ha amato per 3 anni.

            • Un chiaro momento di confusione alla tua età è normale, Chiara. La cosa che posso pensare è che forse stai crescendo, e forse nessuno dei due sia la persona giusta per il momento. Capiamoci: tutti vogliono essere amati ma quanto a ricambiare e a essere certi che l’altro sia veramente quel che vogliamo accanto a noi, non è così semplice. Soprattutto se si è giovani come te. Io credo tu debba prenderti solo un po’ di tempo per te e comprendere davvero cosa vuoi. Perché hai ragione: le tue decisioni si ripercuoto su persone che ti vogliono bene e non è giusto farle soffrire.
              Ti auguro ogni bene.

    • Bravo sono d’accordo con te. Le ragazze di oggi sono diventate troppo facili e al primo intoppo lasciano per cadere nelle braccia di un altro senza rispetto e senza pudore, e senza dignità. Ma andate al quale paese, siete solo persone facili ai rapporti.

  7. Chiara stai calma e pensa a studiare.
    Ora arriva l’estate, sai quanti ne conoscerai? Tizio, caio, sempronio. uff hai voglia.
    Ti consiglio di tornare allo stato single e pensare un po’ al tuo futuro, alle tue aspirazioni e a come sarebbe migliore la tua vita attuale senza ragazzi.
    Hai tutta la vita per essere la fidanzata di qualcuno, keep calm.

    • Si lo so però penso di perdere questo ragazzo attuale che ho fatto molto per lui, ho lasciato il mio ex per lui e ho fatto tutto questo per lui. Ho perso il mio gruppo, forse devo ricordarmi di amare di nuovo il mio attuale ragazzo e prenderlo meno per il culo

      • “Ricordarmi di amare” è una brutta espressione. Non è spontanea e sembra una specie di costrizione che ti stai facendo. Io credo che dovresti riflettere parecchio su quel che vuoi. Ma non ti devi costringere a farti piacere per forza qualcuno. E se avessi fatto uno sbaglio di valutazione o di amore tra il primo ragazzo e il secondo non devi crocefiggerti. Errare è umano. E’ perseverare che è diabolico. Ti auguro di trovare la risposta giusta dentro di te.

        • Lo so purtroppo non è più la stessa cosa che ho provato con il mio ex, il fatto che qui vicino ho una persona che mi vuole bene. Il mio ex é uno che ha sempre usato le parole per cercare di farli piacere e aveva paura che non li fossi mai piaciuta, poi appena li sono piaciuta non mi ha più corteggiato ha smesso e io abbagliata dal corteggiamento di prima sono restata al suo fianco, fino quando stavo troppo male, che ho deciso di chiudere tutto.

  8. Chiara, ciao, scrivo qui dopo qualche giorno. Per sicurezza chiedo se ci sono cambiamenti anche se dubito che una situazione così si possa sbloccare in poco tempo. Hai detto delle frasi con le quali non sono per nulla d’accordo: 1) non puoi farti piacere una persona per forza e per giunta in situazioni come questa, più che altro, se ragioni così, dovevi pensarci prima invece di fare quel che volevi e ridurti così, tra incudine e martello. 2) mi ha corteggiata all’inizio e poi non più e quindi questo mi ha portata a… Sbagli, sbagli di grosso, vedi amare una persona è farlo in maniera incondizionata, se è amore vero appunto. Amare incondizionatamente significa che fai dei gesti e delle cose per lui senza pretese. Vedi, la società attuale basa sul possesso, sulle cose materiali. Lui ti ha dimostrato di tenerci come hai detto tu stessa, per cui non puoi dire nulla, se lo amavi e lo ami non puoi puntualizzare la cosa sul “ha smesso di corteggiarmi”.
    Ti davo ragione se lui sa subito non ha fatto nulla per te e ha continuato, ma dato per tua ammissione si è sforzato e ha puntato sul dialogo allora stai sicura che ti ama ancora. Poi non ci credo che in 3 anni non ha fatto più nulla, poi tu, tu sei sicura che sei stata perfetta? Molte persone dimostrano il proprio amore con gesti e frasi differenti, l’ho imparato per esperienza personale. Magari sei te che non lo hai mai capito.
    Comunque morale, non usare come scusa la frase: non mi corteggiava più perché passi da menefreghista e dato il caso che ti trovi, sarebbe anche peggio.

    • Io non gli darò mai ragione. Finché lui non mi corteggia di nuovo non andrò da lui di nuovo. DOvrà capire lui, seno bom fine lo considero come se fosse morto.

      • Chiara sinceramente io non ho capito bene la cosa. Riepiloghiamo un po’in modo da capire bene. Faccio una specie di resoconto della tua relazione: cioè il tuo ex quando avevi 15 anni è stato carino, ti ha corteggiato e fatto di tutto affinché tu ti mettessi con lui. E fin qui mi sembra che sia andata così. Poi cosa ha fatto? Nei tre anni successivi ha cominciato a darti per scontata? Usciva con i suoi amici e ti trascurava? Non era più dolce ma brusco? Era geloso, non ti consultava quando dovevate andare da qualche parte? Eri sempre tu a cercarlo e lui se ne fregava di chiamarti?
        Oppure non ti trattava più come una principessa ma era comunque gentile e ti trattava bene? Era una persona con cui parlare bene, andavate d’accordo, avevate gli stessi interessi?
        Insomma da come parli, ma ti spieghi molto male, sembra come tu volessi fare la principessa sul pisello e pretendessi un’adorazione che forse non dovrebbe essere richiesta. Ma forse ho capito male. Dacci qualche chiarimento in più per favore. Solo così si può dare un consiglio più preciso.

      • Menefreghismo allo stato puro: dopo che lo lasci per un altro, che lo umili, che sei indecisa, ora ti deve anche corteggiare? E c’è chi ti da ragione, roba da matti, fossi in lui sparirei e troverei una Donna con la D maiuscola per essere felice!

        • Federico io non gli do ragione! Tanto è vero che ho chiesto spiegazioni perché sinceramente da come scrive Chiara non si capisce se lei è ancora molto ragazzina o se il suo ex avesse qualche mancanza. L’ultima risposta di Chiara infatti rivela come una sorta di astio nei confronti del suo ex. Se lei non si spiega bene non si capisce se lei ami fare la principessina oppure se invece è stata trascurata e trattata come fosse ormai scontata.
          Dico questo perché una volta una collega di 26 anni, fidanzata da 10, mi raccontò che il suo fidanzato non la chiamava mai, era sempre lei che doveva andare a trovarlo, e che lui spesso si faceva i cavoli suoi trascurandola molto. Avevano pure passato una splendida vacanza insieme, ma al ritorno lui era tornato di nuovo disinteressato. Alla fine questa ragazza lo lasciò perché diceva che il suo ragazzo non sembrava più innamorato di lei, come se lei se ci fosse o no, fosse uguale. Quindi non la trattava male, semplicemente era completamente apatico nei suoi confronti. Sinceramente ora vabbè ad avere un carattere che non dimostra l’attaccamento, ma essere così menefreghista mi fece pensare che crescendo lui non fosse più innamorato.
          Comunque Federico l’ex di Chiara ha solo 22 anni, un po’ pochi per trovare una Donna con la D maiuscola. Vedi non è che uno a 19 anni si mette con una ragazza e questa sarà la donna che sposerà. Una cosa del genere è una cosa rarissima, e forse di altri tempi. In una società usa e getta come la nostra poi, credo si debba fare qualche esperienza in più di una sola, per trovare la persona con cui passare la nostra vita, ammesso che questa persona esista. Capisco che fa male essere lasciati magari da una ragazzina immatura che vorrebbe la luna (sempre se questo è il caso di Chiara) ma purtroppo la vita è fatta di esperienze belle e brutte. E tutte servono ad imparare dai nostri errori. Sicuro l’ex di Chiara sceglierà la prossima ragazza tenendo conto che dovrà essere molto diversa dalla precedente.
          A te Federico auguro, anche se non so quanti anni tu abbia, di trovare serenità e felicità con una Donna.

          • Grazie Daniela, hai capito il punto perché con il mio ex di 22 anni il primo periodo mi sentivo amata alla follia, parlo dei primi due anni, successivamente c’era disinteressamento da parte dei suoi confronti basta solo pensare all’ultimo e all”ultima vacanza al mare con lui e gli amici, perché mi ha trascurato e quando non stavo bene al mare io dovevo stare tra un po Più in hotel che fuori perché non potevo prendere il sole e lui preferiva andare con gli altri che stare con me che stavo male

            • E comunque non ho mai chiesto a lui la luna ..semplicemente di essere un po più comprensivo nei miei confronti

            • Era questo che volevo sapere Chiara. Vedi non ti sei spiegata bene all’inizio e quindi molti hanno, secondo me, frainteso quel che volevi dire. Purtroppo siete giovani, ciò che andava bene per un anno o due non è detto che poi possa andare bene per gli anni successivi. Si cresce in modo diverso. Inoltre io credo che un minimo di attenzione debba esserci da ambo le parti, se ci si ama. Cioè non pretendere che il tuo ragazzo stia tutto il giorno con te in stanza in vacanza se stai male, ma nemmeno essere lasciata sempre da sola per vederlo andare a divertirsi in ogni momento. Ci vuole un minimo di equilibrio e l’amore comunque va dimostrato. Senza appunto pretendere la Luna, basta a volte un minimo di attenzione. Le donne fanno molto attenzione ai particolari, e se una persona ci tiene ancora alla sua ragazza, loro se ne accorgono. Se vengono date per scontate, se diventano una ruota di scorta, da riesumare a piacere quando serve, loro si sentono usate e non amate. Alla mia collega/amica era successo questo e, a ragione, lasciò il suo ragazzo. Permettiti di dirti però Chiara che io credo tu ti sia messa con questo ultimo ragazzo solo per una sorta di “ripicca” e perché questo ti dava le attenzioni che l’altro non ti dava più. Se è così, lascialo perché non è giusto giocare con i sentimenti degli altri. E non rimetterti con l’altro se lui non ha capito che l’amore non è mai scontato e che va coltivato. Detto questo ti auguro ogni bene.

  9. Grazie Daniela credo che tu abbia ragione, comunque ne ho già parlato con il mio attuale ragazzo e mi ha detto di non preoccuparmi che per qualsiasi cosa lui c’è anche se io non dovessi prendere più la strada con lui e questa cosa mi ha fatto piacere io più che altro ho paura di stare da sola e vedere Il mio ragazzo con un altra. É una persona fantastica lui veramente tanto, voglio amarla con tutta me stessa voglio rinnamorarmi

    • Bè amare a comando è difficile. Se essere una persona fantastica fosse un deterrente per far innamorare le persone, sarebbe una meraviglia! Tutte le persone meritevoli sarebbero felicemente accoppiate e gli stronzi sarebbero single! Ah magari potesse essere vero!
      Ma purtroppo non è così e spesso si amano stronzi/e per lasciare ragazzi/e fantastici. Il mondo a volte non gira sempre come dovrebbe.
      Ma è la vita.
      Sai io non ci avevo pensato, ma mi hai ricordato che il mio ex marito si è comportò proprio come il tuo ragazzo, solo che l’ha fatto dopo due mesi che stavamo insieme e tantissimi anni fa. Mi ricordo che per quei due mesi è stato un ragazzo fantastico, veramente dolce, romantico, innamorato. Ma dopo, di colpo cambiò e da dolcissimo e presente si fece distante e menefreghista. Gli diedi una settimana, sperando che cambiasse cercando di capire cosa gli fosse successo, ma non lo fece. Allora io lo chiamai e ci vedemmo nel solito posto dove ci incontravamo e gli parlai. Gli chiesi perché fosse cambiato, cosa avessi fatto. Non seppe rispondere. Allora insistetti chiedendo “Dimmi che ho fatto che ti ha fatto cambiare palesemente idea su di me, magari spiegati solo per non farmi fare lo stesso sbaglio con un altro”. Ma stette zitto e non parlò. Non gli importava più di me. Io lo stavo lasciando e lui non fece una piega. Non gli interessava semplicemente di me. Lo lasciai con la morte nel cuore. Non piansi di fronte a lui, ma dentro ero come morta. Era il primo ragazzo. Il primo grande amore. Non l’ho più visto se non dopo due anni per caso. Io non avevo avuto nessun ragazzo perché nessuno era alla sua altezza e a quei tempi non si cambiavano ragazzi come adesso. Lui aveva avuto più di una ragazza. Ma come mi vide mi invitò a uscire di nuovo. E ci siamo rimessi insieme. In seguito lui disse che io ero stata la ragazza più intelligente che avesse conosciuto e l’unica che l’avesse lasciato con “stile”. Siamo stati sposati per 30 anni. Un matrimonio felicissimo per 20, poi lentamente ha fatto la stessa cosa che fece quando aveva 19 anni. Ma questa è un’altra storia. Ti auguro di ritornare a essere felice.

      • Grazie mille Daniela,.purtroppo é così 😔 , il mio ragazzo attuale é un amore …veramente fantastico ma non riesco a pensarlo più come prima il mio pensiero fisso é il mio ex. E poi il mio ragazzo che lo penso se mai dovessi lasciarlo cosa succederebbe dentro di me 😔

      • Allora Daniela…le persone cambiano o non cambiano? Parliamone, perché spesso a mio avviso si dicono queste cose solo per autogiustificarsi, come scusa.
        Per me in realtà le persone col tempo possono cambiare qualche punto di vista, grazie all’esperienza, ma chi nasce tondo non muore quadrato solitamente. Il carattere, i meccanismi mentali, restano grossomodo sempre quelli. I valori che avevi (o non avevi) prima, anche quelli non cambiano mai col tempo, secondo me.

        • No davvero, qui si sta scaricando la colpa tutta su quel ragazzo, non che non esistano di questo genere è, ma pare strano che così da un momento all’altro lui da innamorato perso è passato a non calcolarti. Mi dispiace ma dalla mia esperienza, ogni volta non ho potuto far a meno che le ragazze sia che lasciano che siano lasciate devo trovare sempre giustificazioni e cercano l’appoggio da altre parti, modificando anche gli accaduti pure di rimanere con la coscienza pulita. Ora non ti sto puntando il fucile solamente in tutta questa storia sei stata abbastanza incoerente e secondo me Chiara, pur dispiacendomi, non posso far altro che criticarti, difficilmente la colpa è solo e sempre da una parte mettetevi questo in testa. Ti ha trascurato tutta la vacanza? E’ il tuo ragazzo, chiedevi spiegazioni, ci parlavi anche 1 milione di volte, se ci tenevi, non lo lasci e poi ti metti con uno solo perché ti da attenzioni. Non dire di stare bene con questo nuovo ragazzo, perché se così fosse non staresti a pensare il tuo ex. Non fate 70 giri di parole, ha ragione JJ, chi nasce tondo non muore quadrato, ti invito a farti un esame di coscienza, capire quello che vuoi e poi comportarti in merito, altro noi non possiamo dirti, in bocca al lupo 🙂

          • D’accordissimo con Federico. Coi sentimenti non si gioca. A me è accaduto lo stesso. In pratica la mia ex ha messaggiato per mesi tenendoselo amico un ragazzo che, dopo un mese che ci siamo lasciati, è diventato il suo nuovo ragazzo. Dovete capire che non siete delle principesse da corteggiare ogni giorno ad ogni costo, invece di farvi la piazza pronta con un altro ragazzo dovreste capire che qualche volta anche l’uomo ha periodi in cui ha bisogno i aiuto, di presenza, di comprensione. Io ho dato tantissimo quando la ex stava male, poi ho iniziato io a non star bene…e puf!! Lei sparita. È la mentalità di molte donne che è sbagliata purtroppo, nel pensare che tutto è dovuto loro, poco è dovuto ai loro uomini.

        • J:J: Bad le persone per mia esperienza purtroppo cambiano. Se sono giovani cambiano ancora di più ed è, immagino normale, perchè il carattere ancora non è formato, perchè ancora devono fare esperienze. Faccio un esempio: un amico di mio figlio (23 anni) si era trasferito per qualche tempo a Milano poi dopo un anno o due si è lasciato con la sua ragazza ed è tornato nella città di origine. Lui odiava i tatuagi e il fumo. Adesso fuma una sigaretta dietro l’altra e oltre ai tatuagi ha anche un piercing. Ora capisco che è una cretinata di esempio ma è sempre un esempio. Nel caso di questo ragazzo posso dire che essendo giovane trovo la cosa normale.
          Ma la questione è che purtroppo anche le persone meno giovani cambiano. E non sto parlando di mio marito che se era un bipolare latente è da escludere.
          Ora è che è vero di norma si dovrebbe rimanere uguale. Come dici tu, se nasci tondo non muori quadrato. Ma la vita ti mette di fronte a tante di quelle prove a cui non tutti reagiscono mantenendo i principi e i valori che li hanno accompagnati per tutta la vita. Metti la mia amica che separata da un uomo amatissimo, dopo dieci anni di “lutto” in cui non si è filata nessuno, si è risvegliata e si è trovata un uomo sposato. E’ una di sani principi, mai, e lo dice lei stessa, avrebbe pensato di mettersi con uno sposato e accettare la cosa. Eppure lo ha fatto. Ci sta male ma continua a stare con questo che potrebbe tranquillamente lasciare la moglie visto che i figli sono grandi. E ci sta da un po’ di anni. E a sua detta non lo lascerà mai a meno che non lo faccia lui. Ora la mia amica ha paura vista l’età della solitudine e di non riuscire più a trovare qualcuno che le dia le stesse emozioni di questo? Può darsi. Ciò che però ho visto è che era una persona che non sarebbe mai stata con un uomo sposato, ma invece ci sta. Quindi come vedi, si la gente cambia. E per mia esperienza (relativa a tante persone che conosco) è un fenomeno che è più frequente di quanto si pensi. E ti dirò una cosa: una volta ti avrei dato ragione. Una volta la pensavo proprio come te. Ma ho dovuto cambiare idea.

          • Escluderei dal discorso le persone non adulte anagraficamente, cioè al di sotto dei 25-30 anni di età.
            Ma io la penso in un altro modo.
            Io continuo a pensare che usare la scusa dell’essere cambiati sia semplicemente…una scusa appunto, che nasconde la poca genuinità della persona in questione. In sostanza penso che esistano persone GENUINE e persone PARACULE, la differenza sta tutta qui. Sta nel come si vive una relazione, con quale scopo.
            Ci sono persone che si mettono in un piedistallo e hanno solo pretese dal loro partner. Di solito corrispondono con quelle persone che dicono “se il mio ex fosse stato così e colà non lo avrei lasciato”, quindi ci si pone in una posizione di superiorità e di irresponsabilità rispetto al partner. La persona in questo caso stabilisce di poter fare ciò che vuole del partner, prenderlo e lasciarlo, trattarlo male a proprio piacimento, ecc.
            E generalmente queste persone usano la scusa dell’essere cambiate. Ma non sono cambiate, stronze opportuniste lo erano da sempre, solo che sanno mutare i propri modi a seconda dei propri scopi.
            Sono quelle stesse persone che quando lasciano giustificano tutto con “ma l’amore può anche finire”, sono quelle persone che non si trovano mai in una posizione di vera vittima, di qualcuno che subisce veramente un torto, ma generalmente sono proprio coloro che i torti li fanno. Con egoismo e spietatezza.
            Questo non è cambiare Daniela. Questo è essere stronzi inside, con capacità spaventosamente camaleontiche.
            E ne vediamo tantissime anche qua di persone così, purtroppo è una malattia dei nostri tempi.
            Che questa irresponsabilità sia da attribuire al mondo malato in cui viviamo, credo che sia vero al 50%. Il restante 50% è comunque dovuto a comportamenti mutevoli e instabili nel loro opportunismo, e non è possibile giustificarli con “si cambia”. Si cambia davanti ad un fatto molto forte, ad un lutto, ad una disgrazia. Non davanti ad una storia d’amore lunga…che dovrebbe essere tutto fuorché una disgrazia…quello sì che è solo opportunismo e non è accettabile come giustificazione secondo me.
            Facile parlare così quando si è carnefici (irresponsabili)…ma come mai gli stessi carnefici irresponsabili quando in seguito si trovano nel ruolo delle vittime poi finisce che piangono loro stessi? Mica giustificano chi li ha trattati male con “è cambiato, ci può anche stare!”…ma quando mai??? XD
            Ci vogliono delle regole nel rispetto tra le persone, lo ribadisco.
            Non fare agli altri ciò che non vorresti fosse fatto a te. Tutto il resto è comportarsi da paraculi. Finiamola di deresponsabilizzare le nostre azioni.

            • J.J. Bad in parte la penso come te. Le persone “paracule” con tutta la spiegazione esaustiva che tu hai dato, esistono e sono parecchie. Ma io non le avevo considerate tra quelle che cambiano. Perché quelle “paracule” cambiano sempre, è sicuro, e si rigireranno la ragione in base a come più farà loro comodo.
              E quando mi dici che si cambia di fronte a un fatto traumatico forte (un lutto, una disgrazia) è vero. Ma vedi nell’arco della vita di una persona comunque accadranno cose che la potranno cambiare, perché la vita è in continuo mutamento e niente rimane come tale. Insomma per capirci la vedo come te, ma sono meno rigida su certe posizioni. La nostra personalità non è sempre bianca o nera ma è fatta di mille sfumature. E la nostra vita, se saremo fortunati, potrebbe essere lunga. Ci accadranno tante cose, alcune traumatiche e altre no, ma tutte potranno cambiarci e segnarci. Se così non fosse tutti avremmo matrimoni perfetti: basterebbe solo scegliere la persona che ha i nostri stessi principi e i nostri stessi progetti e che ci ami, ed essere sicuri nel “vivremo per sempre felici e contenti” a vita. Purtroppo la vita ha insegnato a me e a molti altri miei conoscenti che non è sempre così.
              Grazie Bad per aver scritto il tuo pensiero, che come ho detto all’inizio condivido quasi tutto.

  10. Ciao. Ho letto la tua storia. Sono uscito sette mesi fa da una relazione di quasi 3 anni con una ragazza che ha lasciato l’ex per me. Ne riporto ancora le ossa rotte e l’anima a pezzi. Mi innamorati follemente di lei. I primi mesi andarono abbastanza bene, oltre alla sua paura a lasciarsi andare. I mesi successivi iniziarono i paragoni con l’ex dicendo che era meglio di me, in ogni cosa. Eppure non capivo il motivo per cui l’aveva lasciato. Ero follemente innamorato ed andai avanti sperando in un suo cambiamento. Ma non fu così.
    Piano piano mi sono spento. Dopo due anni, dopo un’infinità di eventi successi, le dissi che non avevamo più nulla da dirci e lei non ebbe alcuna risposta è reazione. Li ho capito tutto ma il mio cuore non ci credeva. Dopo sei mesi di silenzio assoluto ritornò con un sorriso smagliante e le diedi una seconda possibilità ma un vetro rotto rimane rotto e lei non ha colto la fiducia che assurdamente le avevo ridato. Ero cambiato dalla delusione e mi lascio’. Oggi è fidanzata e l’ho vista con un sorriso che mai le avevo visto con quando stava con me. Ecco ho sentito un fendente dentro, pensando al male che mi fece in quasi tre anni insieme ed ora è felice con un sorriso smagliante. Non si cancella il dolore facilmente.
    Tutto questo dirti di pensare bene a quello che fai perché i sentimenti sono belli, l’amore è bello ma se questo ragazzo si innamora di te e poi tu ritorni dal tuo ex o gli dici che il tuo ex era meglio tutto poi è sulla via della distruzione. Ho l’anima distrutta da questa ragazza e so cosa si prova in certi casi. Oggi provo a reagire e sto iniziando a ricostruire la mia vita cercando di tornare ancora ad amare ma non è facile. Quindi stai attenta a quello che fai perché l’amore è la cosa più bella ma anche la cosa più distruttiva se provoca delusione, rendendo freddo il cuore.

    • Grazie S.88 comunque hai ragione infatti sto imparando a non parlare più del mio ex e sinceramente iniziamo a stare meglio tutti e due da pochi giorni. Ogni tanto capitano i pensieri dell’ex, però se penso al ragazzo attuale é decisamente meglio e mi fa sentire a mio agio.

    • Ciao S.88 anche io mi trovo nella tua stessa situazione. Purtroppo quando una relazione finisce male diviene difficile amare nuovamente. Anche la mia ragazza mi ha lasciato per tornare con l’ex e ora mi sento male. Loro sono felici e io no. Difficile cancellare il dolore. Ho lentamente buttato/archiviato i nostri ricordi ma lei occuperá per sempre un posto nel mio cuore. Vorrei cancellarla, ma è davvero difficile. E la cosa più brutta è di non riuscire più ad amare una persona. Ho perso la fiducia. Il mio cuore si è anestetizzato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *