Home / PROBLEMI DI CUORE / La doppia vita

La doppia vita

Ciao,
ho un grave problema che mi sta rovinando la vita. Sono fidanzata da più di 10 anni, l’anno scorso ero in crisi col mio ragazzo e ho iniziato una storia clandestina con il mio istruttore di nuoto. All’inizio lo consideravo uno stupido, e lo vedevo come un buffone che ci provava con tutte, dato che anche lui era impegnato, ma poi un po’ alla volta mi sono lasciata coinvolgere. Più mi considerava, più mi si avvicinava, più io l’ho iniziato a considerare importante per me. Abbiamo iniziato a messaggiarci clandestinamente all’insaputa dei nostri partner, e abbiamo cominciato a fantasticare su una nostra storia reale. Io ero molto presa, lo cercavo di continuo e volevo fare l’amore con lui, ma alla fine pur tradendo i nostri partner non riuscivamo a farlo perchè avevamo troppi scrupoli. Dopo molti mesi di relazione clandestina, senza che facessimo mai l’amore, una sera lui è stato scoperto mentre messaggiavamo dalla compagna. La sua donna mi ha cercata e, come ovvio, mi ha fatto una scenata di gelosia pazzesca, lui è sparito dalla mattina alla sera.
Io nel frattempo ho deciso di superare la crisi col mio ragazzo, ho lasciato la piscina e a febbraio sono andata anche a vivere con il mio fidanzato, e pensavo di avere fatto la cosa giusta.
Finchè un giorno, questa estate, non ho incontrato per caso il mio ex istruttore mentre passeggiavo… ci siamo solo scambiati uno sguardo imbarazzato, eravamo entrambi senza partner ed erano molti mesi che non ci vedevamo nè sentivamo più. Io avevo anche cancellato il suo numero e lo avevo rimosso dai miei pensieri.
La sera stessa, alla solita ora in cui ci sentivamo prima di essere scoperti, mi è apparso un suo messaggio, mi ha iniziato a scrivere cose bellissime, e ha continuato così per settimane, come se tutti questi mesi non fossero mai passati… Io all’inizio non ho risposto, poi col passare dei giorni ho ceduto e abbiamo ricominciato a messaggiarci a tutte le ore, complici gli orari di lavoro del mio ragazzo che spesso la notte lavora. E ho scoperto che il mio “amante” riesce a non farmi fare quegli scrupoli che mi sono sempre fatta, lui mi fa sentire donna. Sto male perchè ci sto ricadendo, e adesso abbiamo ricominciato a parlare anche di fare l’amore. Io amo il mio fidanzato, eppure questa persona mi ha fatto completamente perdere la testa, anche se ha una compagna. Amo il mio uomo ma al tempo stesso desidero questa altra persona in un modo pazzesco e non riesco a fermarmi. Finirò per perderli tutti e due. Che posso fare? Mi sento sinceramente sull’orlo di un baratro

da: Sonia

93 Commenti

  1. Ciao, mi spieghi perché una donna pur amando una persona sente il bisogno di tradire? Cioè è la monotonia, il consueto oppure qualche altra cosa ? Dove sbaglia l’uomo cuche ti ama? Cosa ti fa mancare? Ti tratta male? poco sesso ? Vorrei capire cosa spinge a tradite. Grazie

  2. Forse il vero problema sta nel significato delle parole. Io credo che quando dici che ami il tuo ragazzo in realtà stai dicendo: lo amavo, abbiamo condiviso molte esperienze, gli voglio un gran bene e non voglio ferirlo e non riesco a pensare di stare senza di lui.
    L’altro rappresenta il risveglio dei sensi, questa situazione ti sta dicendo che non sei più felice con il tuo ragazzo e che vuoi altro.
    Visto che siete ancora fidanzati e on ci sono figli…forse è meglio che lo lasci

    • Qualcuno mi spiega come mai, io facendo il portiere d’albergo da 20 anni, quando, prima di sposarmi, una donna ci provava con me o viceversa non perdevo occasione e da 13 anni a questa parte e cioè da quando io e mia moglie ci siamo promessi fedeltà , non ho più pensato ad un’altra?
      Insomma, se una donna prova attrazione per un’altro o viceversa, è giusto che si parli, si scoprano le carte, questa si chiama sincerità, responsabilità, maturità.
      Tutto il resto è vigliaccheria e non voglio aggiungere altro!
      Vogliamo parlare di certi “uomini” che se la fanno con belle donne con tanto di fede al dito in certi momenti di difficoltà della loro vita e con bambini piccoli in casa?
      Vigliacchi e deboli!
      Io la penso così!

      • Ben detto Carlo. Se si è innamorati davvero le altre persone non esistono e, almeno per quel che mi è riguardato, non ho fatto nessuna fatica a rinunciare a possibili avventure o divertimenti vari. Sono del parere che se si hanno dubbi, se si hanno dei tentennamenti e non siamo soliti essere patologicamente traditori, è perché nel solito rapporto c’è qualcosa che non va. Che sia delusione delle aspettative, essere cambiati o maturati in maniera diversa o qualsiasi altra cosa il problema è là e il nostro inconscio ci avverte facendoci guardare in giro e facendoci prendere cotte per altre persone. E’ alla fine una cosa semplice, ma all’inizio non si capisce e andiamo in confusione solo perché per il partner si prova ancora un profondo affetto. Ma l’affetto non è amore.

  3. Concordo con Alice. Io credo che qualcosa con il tuo attuale ragazzo non vada proprio bene. E’ per questo che ti sei lasciata attrarre da un’altro. Ho sempre pensato (ma è un mio pensiero) che quando si è innamorati e tutto va bene, si è come vaccinati dall’innamorarsi di un’altra persona. Quindi non ci si guarda in giro, non ci si innamora di altri/e. Ma quando qualcosa non va (e magari non ce ne accorgiamo se non a livello inconscio) ecco che uno comincia a provare dei sentimenti o a sentirsi attratti da altri. Quindi il problema maggiore non è tanto il tipo della piscina, che poteva essere anche il farmacista o il lattaio, ma il fatto che tu non sei più vaccinata (e quindi non più innamorata) del tuo fidanzato. Quindi cerca di scavarti dentro, e di vedere se pensi davvero che il tuo ragazzo sia la persona giusta per te, se non ti abbia deluso, se cerchi invece qualcosa d’altro in un uomo. E se invece non ci stai ancora insieme solo perchè senza soffriresti di solitudine, o se ci sei solo affezionata e ti dispiace lasciarlo perchè è un bravo ragazzo serio e affidabile e che come lui è difficile trovarne. Non si sta insieme a una persona per queste cose ma perchè si è innamorati e perchè lui/lei soddisfa al 85-95% le nostre aspettative, Quindi come Alice ti invito a vedere dentro te stessa e prendere la decisione che sia più giusta per te. Un abbraccio

  4. Ma dio bono, perché nessuna si innamora clandestinamente del bibliotecario quarantacinquenne o del cinese che gestisce il lavasecco all’angolo! Basta coi cliché !

    • P.s. Lascia libero quel povero diavolo del tuo attuale ragazzo che si fa un bucio di culo la notte mentre tu messaggi con Aquaman. Ne gioverà l’economia

      • P.p.s. più che essere incuriosito, come alcuni colleghi più sopra, dal motivo per cui si tradisca, sono intrigato dalla catch-phrase ” mi fa sentire donna” : cosa si cela dietro questa abusata espressione? Qual’è il concetto che una donna ha di “donna” ? In cosa una “donna” differisce da un normale essere umano? perché questo status dovrebbe essere confermato da uno o più numerosi portatori di proboscide? In oltre, riflettiamo sulla parola “proboscide” e di come al pari di “ghianda” sia una dei vocaboli più ganzi della lingua italiana

      • Fantastico Rado, mi hai fatto ridere un sacco

      • Rado, sei un mito!

  5. Vi ringrazio per i consigli, salvo Rado che mi ha riempito di luoghi comuni. Io sto male, le cose col mio fidanzato stavano andando bene, e io avevo dimenticato il mio istruttore dopo che la sua compagna ci aveva scoperto. Sono andata anche dallo psicologo per superare i sensi di colpa che avevo maturato, ma alla prima occasione utile ci sono ricaduta… Non riesco a tradire il mio uomo fino in fondo, eppure il mio ex istruttore esercita su di me un fascino pazzesco, mi dice sempre le parole che vorrei, mi coccola e mi fa sentire importante. Io so che sto sbagliando ma non riesco a rinunciare a lui. Tutte le sere quando lo sento avverto un senso di colpa pazzesco, e giuro che è l’ultima, ma non mi riesco a fermare. Forse dovrei trovare il coraggio di andare fino in fondo… Ma ho paura, una paura matta e fottuta. Al tempo stesso io amo il mio ragazzo, eppure gli sto facendo questo… Mi sento uno schifo e non sono coraggiosa abbastanza da prendere una decisione

    • Ad ogni buon conto spero converrai sul fatto che “ghianda” ( e derivati) sia una gran bella parola. Comunque il mio consiglio te l’ho dato e aggiungo, questo genere di decisioni non sono un granché difficili. I soliti pattern, le solite dinamiche e le solite cose che si possono dire in queste circostanze, cose riassumibili con: se fantastichi sul trombarti un altro ci sono dei problemi a monte col tuo ragazzo che puoi risolvere in due modi : A) Lasciandolo – con varie diramazioni e gradi di bastardaggine e fantasia- B) aprendo il dialogo col succitato e risolvendo assieme i vostri problemi. Le conseguenze sono : un percorso di sofferenza, elaborazione di lutti e liberazione dai sensi di colpa che ti porterà, fra qualche tempo a stare di nuovo bene ed a condurre una vita normale.

    • Se addirittura sei andata dallo psicologo per superare i sensi di colpa allora la situazione è piuttosto complessa. Da una parte ai sensi di colpa, dall’altra la vogliia di trasgredire.
      Il punto è un altro, credo che per lui tu potresti essere solo sesso. E’ scappato quando la sua ragazza ha scoperto le vostre conversazioni, non gli è passato per la testa di parlarti e dirti se eri disposta a lasciare il tuo ragazzo perchè lui vrebbe fatto lo stesso. Quindi è un cotardo, fa così fin quando non verrà scoperto di nuovo…apri gli occhi!

  6. Ma dai…che novità…
    10 a 1 che se lasci il tuo ragazzo per andare con questo, poi ti pentirai. Scommettiamo?
    Lo so che è così, lo percepisco dalle tue parole. Dalla voglia di “troieggiare” scontatissima che vi prende dopo anni che state insieme ad una persona. Perchè ormai è diventato questo il comportamento medio delle creature femminili. Ormai sono peggio degli uomini.
    E non è vero che il tuo bell”istruttore ti fa sentire “donna”. Ammettiamo piuttosto che ti fa sentire “puttana”, e ci può stare sai perchè a volte abbiamo anche bisogno di trasgressione.
    Ma una “donna” con la D maiuscola, è un’altra cosa. E’ una creatura femminile dotata di tale saggezza che non ha bisogno di “fare l’esperimento” di tradire l’uomo che ha scelto come fidanzato, perchè sa gia che lo perderebbe definitivamente. Sa gia che farebbe una cazzata. La donna con la D maiuscola è lungimirante e non ha bisogno di tradire. Perchè quando sceglie il suo uomo lo fa col cuore, e non lo fa tanto per stare insieme a qualcuno.
    Questa è una Donna. Quindi tu non appartieni a questa categoria. Tu sei ancora una “ragazzina”.
    Una che si comporta come te non è una donna. E’ una immatura. E stai tranqulla che sei in ottima compagnia perchè un buon 80% delle donne di oggi è come te.

  7. Io però scusate non condivido questi attacchi e l’uso di parole pesanti. Eppure anche io sono stato tradito ed ho creduto ad una ragazza che ancora oggi dice che sono nel suo cuore, ma esce con l’altro. Innanzitutto ci vuole coraggio ad ammettere e confidare certe situazioni, va comunque portato rispetto anche verso chi la vede differentemente a noi. Poi chiaro che questo non è un confessionale, e chi scrive cercando l’assoluzione degli altri, sbaglia a priori. Io credo che quando si ama, si resiste a qualsiasi tentazione, poi quando come in questo caso, si sta per cedere, beh vuol dire che qualcosa manca nel rapporto che stiamo portando avanti oppure addirittura di stiamo accorgendo di esserci accontentati di qualcuno ma questo qualcuno non ci completa. Cara Sonia, io credo che anche se non arriverete mai a sfiorarvi tu e l’ex istruttore, in fondo hai comunque tradito la fiducia del tuo fidanzato, e sebbene tu sia andata anche dallo psicologo, mi vien solo da dirti che forse è il caso che ti prendi uno stop da tutto e ci mediti… alle volte la scarsa stima di se stessi porta a queste situazioni nel momento in cui troviamo qualcuno che ci attrae e questo qualcuno fa di tutto per lusingarci… non è troiaggine, è essere umani. In bocca al lupo

    • Caro Alberto, ti ringrazio per la tua comprensione. Io non sto bene, non sto bene nella mia dimensione ed è per questo che scrivo. Io non posso e non voglio lasciare il mio uomo, voglio smetterla di fare questa doppia vita. Non è che io è il mio istruttore non ci siamo nemmeno sfiorati… Anzi. È che qualcosa nel mio cervello mi blocca quando ho la possibilità di andare a letto con lui. Vivo in un incubo: non voglio tradire il mio uomo e voglio dimenticare quest’altro. Eppure non riesco, la tentazione di andare fino in fondo con lui è fortissima, ma non riesco a fare nemmeno questo. Allora mi convinco di non sentirlo più, però ogni sera lui riappare e io sono lì a fare la stupida con lui… E poi a sentirmi in colpa. Non so come uscirne, davvero

    • Ho tradito, lo faccio quotidianamente col pensiero e con quello che dico a un altro uomo, eppure non ho mai tradito davvero… Scusate ragazzi, ma io non voglio essere capita nè giudicata, voglio solo un consiglio. Io amo il mio uomo, e non voglio lasciarlo, eppure non riesco a smettere di desiderarne un altro. Vivo un inferno di sensi di colpa e angosce (di essere scoperta, di lasciarmi andare fino in fondo, di diventare la barzelletta del paese) e non posso parlarne con nessuno. Ho provato con lo psicologo, pensavo che le cose andassero meglio e poi ho ricominciato. È come se il mio cervello fosse da una parte e i miei sensi, una specie di parte nascosta, da un’altra. E sto male, sto male perchè faccio del male alla persona che amo, perchè dimostro di essere immatura (come dice qualcuno) e faccio anche la figura della poco di buono. Se stessi bene non scriverei su questo forum, vivrei la mia doppia vita serenamente, tradirei come e quando vorrei, senza chiedere consigli a nessuno. Non credete?

      • Sai Sonia, la mia ex alla fine si è comportata nel tuo stesso modo, se non che io ho capito la situazione ed ho sempre cercato di aiutarla per prendere una direzione. La situazione è la medesima, non c’è stato tradimento fisico, ma allo stesso tempo lei passa più tempo con questo ragazzo (tra l altro ignaro che lei avesse un legame). Mi piacerebbe capire cosa vi spinge ad arrivare a comportarvi così. E’ fuori di dubbio che tu possa soffrire, soffriva anche la mia ex e soffre ancora, ma visto che la situazione la state comunque alimentando voi, non pensi che hai semplicemente paura di metterti in gioco? Magari ti sei creata nella tua testa il pensiero che l’unico che ti capisce e che può farti felice sia il tuo attuale fidanzato, e quindi, tu senti delle emozioni, ma sebbene non respingi questo istruttore di nuoto, sembra quasi ti voglia convincere che tu non sarai felice con nessuno altro se non con il tuo attuale fidanzato. Lo psicologo può dare una mano, un aiuto, ma non potrà dirti come devi comportarti. Io sono fermamente convinto che il tradimento nasca prima dell’atto fisico vero e proprio, tu in fondo hai già tradito anche senza un rapporto sessuale completo. In bocca al lupo

      • Sonia cara, è onestamente difficile credere che tu possa amare il tuo ragazzo e nel frattempo desideri un altro. la situazione è complessa. se ami davvero il tuo ragazzo devi parlargli. devi farlo. lo so che è difficile e so che il rischio è che tu lo perda. ma non puoi vivere in questo limbo in eterno. per il tuo bene, per il suo e per quello dell’altro ragazzo. qualcosa devi fare. non puoi vivere nel limbo. il tempo passa, la vita non aspetta. o lo lasci o gli parli. è l’unico modo per ricominciare a vivere. continuando cosi’ perderai entrambi. e farai del male a te e a queste persone. un abbraccio

  8. “che ancora oggi dice che sono nel suo cuore, ma esce con l’altro”

    Eh, capirai che consolazione…

    Se non vuoi chiamarla “troiaggine” diciamo che è una debolezza degli esseri umani. Ma non è una regola fissa il fatto che per conoscerti meglio e capire cosa vuoi dalla vita, devi per forza tradire. Lo sai?
    Così come tradisci con poca responsabilità, a questo punto mi pare ovvio che anche la sua relazione ufficiale sia stata intrapresa con poca responsabilità e poca convinzione.
    Io non ammetto giustificazioni, quando in età adulta non si è in grado di scegliere la persona con cui stare e si finisce per fare questi errori. Dal mio punto di vista non ci sono giustificazioni.
    In sostanza se sei debole e cadi in tentazione, non ti si può giustificare tutto solo “perchè sei un essere umano”. Dal momento che decidi di avere una relazione con una persona si presuppone che la base sia il rispetto reciproco.
    E visto che questo rispetto manca, di che stiamo a parlà?

  9. Per me il tradimento non ha perdono, hai tradito? Bene allora tanti saluti…. però vorrei tanto sapere perché…

    • Da come parli Massimo credo che tu sia stato tradito, ed ovviamente ci sei stato male.
      Vorresti scoprire da un’altra ragazza le ragioni del suo eventuale tradimento, anche se dovresti chiederlo alla tua ex (sempre che ti abbia tradito). Stai sbagliando bersaglio, fai di tutta l’erba un fascio.
      Ma poi, il tradimento è sempre colpa di una persona, o della situazione che si è creata in una coppia?
      Lo so, vorresti un mondo perfetto, un mondo nel quale chi vuole tradire lascia il partner, ma ben sai che il nostro non è un mondo perfetto e se chiunque avesse solo voglia di tradire lasciasse il partner…credo che le coppie restanti potrebbero essere contate sulle dita di una mano.

      • Si sono stato tradito, e non me lo sono inventato l’ho scoperta, il mondo non e’ perfetto e l’universo deve la sua esistenza all’imperfezione alla non simmetria, ma qui non si parla di perfezione a me piace una donna imperfetta ha sfumature e personalità da scoprire in un’intera vita, ma non parlo per una o due o tre esperienze parlo per la quotidianità il tradimento, al contrario di come pensi, e’ colpa della persona che lo commette e nel 80% dei casi e’ commesso perché’ l’altra persona ama troppo perché’ si e’ alla ricerca di sentimenti primordiali di accoppiamento… mi e’ stato detto che ero troppo innamorato, tu non puoi sapere come sono solo da ciò’ che scrivo e le mie idee non puoi cambiarle pur sforzandoti con tutta te stessa e’ mio diritto quando ti capiterà’ di amare con tutta te stessa ed essere tradita (spero per te mai non ti augurerei questo manco morto) capirai.

  10. Scusate, il mio commento di prima era destinato a tutti e non solo come risposta ad Alberto. Stanotte io e il mio “istruttore” non ci siamo sentiti, per la prima volta da settimane. E io sto male. Sto male se lo sento e se non lo sento, vorrei riuscire a liberarmene una volta per tutte eppure basta una sera senza sentire la sua voce e senza messaggiare con lui che sono ridotta uno straccio. In tutto ciò i sensi di colpa verso il mio ragazzo aumentano. Scusatemi, ma non so proprio come posso fare a uscirne e per questo scrivo su questo forum. Non per essere giudicata o per essere insultata, ma solo per avere un consiglio, magari da qualcuno che si è trovato prima di me in una posizione così assurda. Grazie mille, Sonia

    • Fai la cosa più difficile, metti tutto in ordine. Parla con l’istruttore e confessagli tutto, ma scoprirai che lui comunque non lascerà la sua ragazza.
      Malgrado quello che pensai non ami il tuo ragazzo, ma ti ci sei abituata e gli vuoi un gran bene. Forse dopo 10 anni insieme senza sposarvi la vostra relazione non ha più niente da dirsi e tu stai cercando altro.
      Se l’istrutto re ti suscita tutte queste emozioni forse è perchè gli ultimi anni di fidanzamento sono stati piattissimi.

  11. Continuo a pensare cara Sonia che tu non sia più innamorata del tuo ragazzo. Magari provi un affetto profondo per lui, ma non amore. Non ci si innamora contemporaneamente di due uomini. O si ama l’uno o l’altro. Sei confusa questo te lo concedo è per questo che in questo momento non riesci a capire bene dentro di te. Sono convinta, come un’altra commentatrice, che l’istruttore è un fuoco di paglia. Sicuro non è preso di te come tu lo sei di lui. Te ne accorgeresti se purtroppo non ti trovassi in una situazione così particolare. Se lui voleva veramente te, avrebbe lasciato la sua ragazza quando ne ha avuto l’occasione ed è stato scoperto. Il fatto che non lo abbia fatto e continui a messaggiarsi con te, vuol dire solo che ti sta aspettando al varco per conquistare un’altra delle ragazze che frequentano la sua piscina. Sono sicura che se lo conoscessi un po’ meglio scopriresti lati del suo carattere che ti farebbero pensare, con il senno di poi, a cosa ci vedevi di tanto interessante in un tipo simile.
    Continuo a pensare che non lasci il tuo ragazzo perché non vuoi rimanere sola, perché ti dispiace per lui, perché è tanto una brava persona. Ma essere una brava persona, ed essere anche innamorato di te, non vuol dire che sia la persona adatta a te. Sono convinta che la persona giusta per te non sia né l’istruttore né il tuo attuale ragazzo. Dovresti secondo me avere il coraggio di lasciare entrambi e di stare un po’ da sola per vedere dentro di te, e valutare quel che vuoi davvero.
    Vorrei invece far notare quanto sia sbagliato chiamare “puttana” e “troia” una donna che non ha nemmeno tradito e che sta chiedendo aiuto. Ci sono un sacco di uomini che tradiscono a rotta di collo e nessuno ha nemmeno coniato una parola che li definisca che sia così offensiva quanto dare della puttana a una donna. Al massimo si può dire che è uno stronzo (ma non è la stessa cosa) oppure ci si riferisce a lui come un figlio di puttana (e si ritorna a offendere non lui ma sua madre, che è una donna).
    Ora non volendo fare la femminista, vorrei solo invitare le persone che commentano a non offendere nessuno, che siano uomini o donne. Questo forum dovrebbe cercare di dare conforto e aiuto e non insultare.

    • Puoi dire che è una bestia (non e’ meno offensivo di p…na e forse anche peggio….), che non si intende per animale, uomo o donna che sia chi tradisce è senza cuore e credo che se non si sta bene con una persona bisognerebbe almeno lasciarla prima di frequentare un’altra persona spero siate d’accordo almeno con questo.

  12. Perfettamente d’accordo Massimo. Io non nego che ci si possa innamorare di un’altra persona, o che ci si possa sbagliare, su quello non discuto. Ma non sopporto le cose fatte di nascosto, il trincerarsi dietro le bugie e prendere per pazza anche la donna, o l’uomo che ti ha scoperto. E’ una questione di rispetto verso una persona che ti ama e che hai amato o hai creduto di amare. Perché prenderla in giro? Perché non essere chiaro/a e dire come stanno le cose? Perché vivere con il piede su due staffe? Senza contare le bugie dette, i sotterfugi… Chi si comporta così è solo una persona di grande egoismo che pensa solo al proprio piacere e per niente a chi ha vicino che invece lo ama. Vorrei tanto che possa accadere a tutti i traditori di essere traditi a loro volta per poter comprendere quando sia terribile questa cosa per chi la subisce.
    Per Massimo
    Scusa ma dire a un uomo che è una bestia non è altrettanto offensivo quanto dare della puttana a una donna. Tra l’altro le bestie, a volte, sono molto meglio degli uomini/donne. E non credo si possa interpretare la parola bestia in una maniera buona o in una cattiva. Mentre puttana è una parola che ha un solo e chiaro significato.

  13. La parola pu…ana significa ragazza o ragazzina ecc… perchè si usi in questo modo non ne ho idea… , cmq ho messo in chiaro che “bestia” non sta per animale in ogni caso è sicuramente colpa della storia se si usa solo tale termine.
    Io resto dell’idea che non è tanto l’offesa giusta da cercare ma indipendentemente se si è uomini o donne traditori-rici sono una cosa unica, cioè bestie che giocano con i sentimenti altrui fregandosene se poi l’altra-o soffre da morire… queste persone per me dovrebbero pagare dalla mattina alla sera la loro colpa, non si gioca con il cuore degli altri. Per il resto sono d’accordo ma non puoi condannare il genere maschile di oggi per gli errori presi da altri sarebbe come dire che il popolo tedesco è di soli nazisti è sbagliato.

    • Massimo, scusa se te lo dico con franchezza. Ho capito il tuo punto di vista: non merito di vivere perchè sto tradendo. Non fa nulla se mi confido con voi, se chiedo aiuto. La cosa grave è che sono una bestia o una p….ana. Grazie dei consigli, secondo me risentono un po’ di qualkche situazione che si è verificata in precedenza. Con me e la mia storia non hanno nulla a che vedere

      • Tu vuoi sentirti dire che è normale che succede a tutti. La verità fa sempre male e non la accetta nessuno. Hai due possibilità o lasci il tuo ragazzo o lasci l’altro

  14. Scusate, forse è stato un errore rivolgermi a questo forum. Io non chiedo di essere giudicata, lo so da sola che sto commettendo un errore. Quando ho iniziato questa storia clandestina ero in crisi col mio uomo, e non mi importava di lui, e di se lo tradivo. Quando sono stata scoperta ho realizzato del dolore che avevo provocato e della sofferenza che il mio comportamento stupido aveva generato: sono stata dallo psicologo, e ho giurato che non ci sarei caduta più. E invece non ci riesco… Io non ho mai tradito il mio uomo, materialmente non lo riesco a fare nemmeno adesso, eppure il pensiero è sempre là. Non posso parlare col mio uomo di questa cosa, non con la mia famiglia, non con il mio “amante” perchè lui dice ogni giorno di amarmi e sarebbe anche disposto a lasciare la sua compagna (quasi moglie, chiamiamola col nome giusto). Allora ho cercato di raccontare la mia storia a qualcuno. Non riesco a smettere, voglio andare a letto con lui e lo sogno tutte le notti. Ma sto lottando con tutta me stessa per non farlo, e per questo stupidamente (forse) ho chiesto un consiglio. Mi dispiace se ho urtato la sensibilità di qualche buonista

  15. Comunque ha diversi altri significati la parola pu…na mi è impossibile dire con precisione

  16. Mi trovo d’accordo con Daniela. Qui siete tutti pronti a crocifiggere una ragazza che “di fatto” non ha ancora tradito e si sta facendo mille problemi. Viene a chiedere consigli, sapendo di poter essere giudicata male, ed ecco che arrivano i peggiori giudizi. A me sembra che da parte di qualche uomo che scrive, ci sia più rabbia per ciò che ha vissuto che per la storia in se per se.
    Giudizi pensanti siamo tutti bravi a farli, che c’è di più semplice? Ma dov’è un sano confronto?
    Se le vostre donne vi hanno tradito che colpa ne ha Sonia? Lei ci sta male per quello che sta vivendo, è andata anche da uno psicologo, forse le vostre donne non si sono fatti scrupoli nel tradirvi.
    Riversate parole offensive gratuitamente, mettendovi su un piedistallo di moralità, come se voi foste i poveri innocenti da salvare in una società di bestie.
    Riflettete, si può sbagliare nella vita, si può anche tradire senza essere delle bestie, ma giudicare così pesantemente un’altra persona lo trovo odioso

    • Grazie Matteo, grazie che mi capisci. Sto male e non riesco a fermarmi. Non so cosa posso fare. Con chi parlo? I miei amici ci crederebbero a questa storia? Mia sorella minore? La mia famiglia è vecchio stile, e non capirebbe mai, per non parlare di quella del mio ragazzo che ancora ci rimprovera che siamo andati a convivere senza sposarci. Io mi vergogno, mi vergogno di essere giudicata, mi vergogno di quello che faccio, e anche di quello che immagino di fare, e al tempo stesso non mi riesco a fermare. L’unica strada sarebbe essere interrotta di nuovo da qualcuno, come la volta scorsa. Che devo fare?

      • Forse non dovresti più vergognarti con nessuno, cioè smettila di pensare di essere giudicata male, altrimenti non ti focalizzi sul problema.
        Inquadra al 100% la situazione. Di fatto ti sei infatuata / innamorata di un ragazzo fidanzato e tu anche lo sei.
        Hai paura delle consequenze, anche se la cosa più probabile e che tra voi ci sia sesso e niente di più.
        Hai la sensazione che lui potrebbe lasciare la sua ragazza per te? Questo è davvero importante per l’evoluzione di questa storia

      • Matteo grazie. Il problema non è lui: lui dice che mi ama, mi fa una corte serrata e ha anche posticipato il suo matrimonio. Lui aspetta una mia decisione, non vuole soltanto fare l’amore con me, lui mi copre di fiori e di attenzioni, sa tutto di me, mi cerca sempre, sono io che – nei limiti del possibile – lo tengo lontano, almeno nella vita reale. Il problema sono io: io che ho creato questo caos, e io che non so come venirne fuori, in un modo o nell’altro

    • Tu per caso hai scritto il vangelo? Tanto non riesci a portarla a letto.

  17. Sonia tu ti sei fissata con questo istruttore. In realtà lui rappresenta, almeno per il momento, l’uomo ideale, cioè quello che vorresti veramente da un compagno. Sicuro, quel tipo non è l’uomo giusto per te. Per me in lui vedi ciò che vorresti guardare: cioè l’anima gemella. Ora però insisto nel dire che se questo tipo ti ha presa così tanto è perché ti manca qualcosa dal tuo fidanzato/convivente. Cerca di analizzare bene e di guardare dentro te stessa cosa è del tuo ragazzo che non ti piace, dove ti ha delusa. Non dire che lo ami. Per il momento io penso che gli sei molto affezionata, gli vuoi un mondo di bene, ma non ne sei innamorata. Forse non sei innamorata nemmeno dell’istruttore, ma parecchio infatuata si. Perché non provi di nuovo ad andare da uno psicologo (ma bravo però)? Davvero mi dispiacerebbe che tu alla fine andassi con l’istruttore e tre mesi dopo scoprissi che quello è il più stronzo degli stronzi…

    • Domani ho appuntamento con lo psicologo, lo stesso che mi ha seguito durante questi mesi, e che io non ho più avuto il coraggio di incontrare da quando ho ripreso questa relazione clandestina. Si, Daniela, lo so, sono fissata. Passo tutte le notti a guardare il display del cellulare in attesa di uno squillo, di un messaggio, di un whatsapp. Il problema è che lui c’è sempre, risponde sempre, sa tutto di me, mi capisce e mi eccita come non mi è mai successo prima. Lui a parole dice che mi ama e che vuole solo me, ma che accetterà comunque qualsiasi mia decisione, sia di interrompere la nostra relazione, che di metterci insieme noi due, che di continuare così all’insaputa dei nostri partner. E vuoi sapere qual è la cosa bella? Che io ci credo. Cioè lui è impazzito completamente per me, non fa finta, passa sotto di casa mia di continuo, mi lascia le rose a lavoro, e soprattutto ha rimandato il suo matrimonio… Lo capisci il casino?

      • Io credo che il suo matrimonio lo dovrebbe annullare e non solo rimandarlo. E poi rimandarlo a quando? A dopo che ti avra’ portata a letto ?
        Ti ama ed e’ impazzito per te ma si preoccupa di non perdere la sua attuale compagna spostando solamente il suo matrimonio? Ma allora non ama la sua compagna… e quindi perche’ la sposa???
        Credo che entrambi siate stati colpiti da un attacco di fregola acuta che si risolvera’ spontaneamente dopo che avrete consumato.
        Svegliatevi.

      • Concordo pienamente, ma ovviamente la mia è solo una sensazione dettata dalle esperienze.

        Chissà come prosegue ora la storia tra i due fedifraghi…

  18. “Le persone perfette non combattono, non mentono, non commettono errori……. e non esistono” (Aristotele)

  19. Aggiornamento: sono stata di nuovo dallo psicologo, che mi ha detto che la colpa di questo atteggiamento che ho è nella mia immaturità, e nella mia scarsa capacità di prendere decisioni e di assumermi le mie responsabilità. Non devo maturare sensi di colpa, ma devo essere capace di responsabilizzarmi. Se amo un altro uomo lo devo dire al mio ragazzo, altrimenti se amo lui lo devo comunicare al mio istruttore e troncare immediatamente ogni rapporto con lui. Adesso ho qualche soldo in meno nel portafoglio e lo stesso dubbio di prima. Il mio rapporto di coppia funzionava bene, poi è riapparso lui.. Ma io senza di lui sto male.. Ragazzi, che enorme casino, e quanto è facile giudicare le persone. Che devo fare?

    • Sonia sono le stesse considerazioni che ho fatto io con la mia ex. Lei nonostante mille parole di amore e stima verso di me, preferisce la compagnia di un altro ragazzo. Che devi fare? Prendere una decisione, purtroppo nessuno di noi e nè l’istruttore o il tuo attuale fidanzato possono scegliere per te. Ma una scelta la devi fare… potrà essere che la scelta sia sbagliata e a quel punto ricomincerai a vivere con una esperienza in più sulle spalle. Ma scegli, perchè se il tuo moroso scopre tutto, rischi che il castello crolli con te sotto

    • Ma guarda un po’…è proprio quel che ti dicevo io.
      Eeeehhh… 😉

  20. Sonia, permettimi di dire che se vieni da me lascia l’istruttore di nuoto, altro che donna ti faccio sentire. Per cortesia e rispetto lascia il tuo ragazzo, avrà difetti ma non merita di essere tradito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *