Home / SOFFRIRE PER AMORE / Consigli per non Soffrire per Amore

Consigli per non Soffrire per Amore

Trovo di tutto su internet ma questo luogo mi sembra quello più giusto, perchè qui c’è chi soffre davvero. E’ chiaro che sto scrivendo perchè cerco consigli per smettere di soffrire. Lasciato da ormai due anni da quella che sarebbe dovuta diventare mia moglie non sono più riuscito a rirpendermi davvero. Era inevitabile stare male, soffrire, ma certo non pensavo di arrivare a starci così male. Possibile che dopo tutto questo tempo non mi sono più ripreso, che lei continui a vivere nella mia testa, che non riesca porprio a dimenticarla?

Perchè c’è chi supera facilmente questi traumi e chi invece, come me, resta ancorato a quei sentimenti così forti che provavo per lei e che non riescono ad abbandonarmi. Lei si è rifatta una vita con un altro (quando l’ho saputo sono crollato di nuovo), non mi pensa più, mi ha trattato come il peggiore degli uomini ed io, ancora qui a sperare, sognare, recriminare … ma cosa?! Perchè non riesco a superare il mal d’amore? Sono davvero strano o sono normale? I miei amici mi hanno quasi tutti abbandonato stanchi di sentirmi ripetere sempre le stesse cose, mi sono chiuso dentro di me, non lascio più entrare nessuna.

Ho conosciuto altre ragazze, con una ho avuto anche una piccola relazione ma niente, mi sento un iceberg dentro. Non riesco più ad aprirmi, ad avvertire emozioni positive. Sono stato anche in analisi per qualche mese ma non ho avuto gradi risultati. Allora leggendo le vostre storie ed i commenti vi chiedo gentilmente di darmi qualche dritta. Chi di voi è stato così male da non riuscire a superare il dolore per molto tempo? Quando è riuscito a smettere di soffrire, come c’è riuscito? Lo so che il tempo aiuta ma nel mio caso sembra proprio di no perchè io ci sto ancora sotto. Spero davvero che qualcuno possa darmi buoni consigli per superare la sofferenza in amore.

da: Maurizio

11 Commenti

  1. caro Maurizio,
    ad alcune persone basta poco tempo, ad altre serve molto di più….ci sono persone, che come te, hanno bisogno di diversi anni per “abbandonare”, non dico dimenticare, ma solo ad abbandonare quel ricordo.
    Ricordo che ancora è lì latente, che non aspetta altro che saltare fuori e farci ancora del male, ancora una volta.
    Pensa solo che sei riuscito a liberarti di una brutto male, un brutto male che alcune persone non riescono a togliersi e che rimane lì a far soffrire giorno dopo giorno, in modo quasi interminabile.
    Guarda, io stesso ho sofferto tanto, diverse volte, e sempre per amore. Tutte le volte lasciato, tradito, e trattato subito dopo nel peggiore dei modi come se fossi la peste, come se tanti anni assieme non avessero significato nulla. Fino a che, l’ultima volta, ho lottato con le unghie e con i denti, e me la sono ripresa. Quella donna che tanto bramavo, che tanto amavo me la sono ripresa. Poi me la sono anche sposata, per ritrovarmi ora a soffrire quasi più di prima quando me n’ero liberato.
    Lei ancora continua a farsi gli affari suoi come se niente fosse, esce da sola, rientra al mattino, sta iscritta a badoo (pensando che io non lo veda) e probabilmente scopa con altri. Perché con me, il sesso ormai è diventato solo un lontano ricordo. Siamo ancora molto giovani, non dico che dobbiamo stare sempre lì uno sopra l’altro, ma un minimo di passione dovrebbe esserci.
    Per cui dico a te, pensa solo a queste parole….ti sei liberato, devi stare bene, perché lei non pensare che stia poi così tanto bene….Forse lo vuol far vedere a te, per darti fastidio, ma è facile che dentro soffra ancora più di te. Chissà che non abbia trovato pane per i suoi denti, una persona che la tratti come lei ha trattato te.
    Il detto è “chi fa del male, del male si aspetti”. Sono convinto che prima o poi questa cosa sia vera.
    un abbraccio e goditi la vita!!!

    • Grazie dave, mi fai vedere il problema da un’altra ottica e ne ho bisogno. Molti mi dicono che non mi meritava una così, che in futuro sarebbe stato peggio. Quindi è stata quasi una fortuna averla persa, ma allora perchè anche questo pensiero non mi solleva?
      Mi dispace per quello che stai vivendo, non so cosa fa più male, se essere lasciato o se stare con una che ti fa soffrire. Ad ogni modo in bocca al lupo e spero che tutto possa andare per il meglio!

  2. Maurizio anche io ci ho messo due anni per “staccarmi” definitivamente dalla ex storica che mi aveva lasciato.
    In quei due anni ho avuto comunque rapporti sessuali con altre donne che però mi hanno lasciato il vuoto. Tanto che in seguito ho deciso di farmi un intero anno sabbatico, senza sesso e senza donne. Per ritrovare me stesso.

    Oggi sono sereno, ho una nuova fidanzata, e ho molto più rispetto di me stesso. Mi sento rinato!
    Eppure, nonostante siano passati ormai 5 anni, talvolta mi chiedo cosa starà facendo la ex, mi chiedo se le capita di pensarmi, se le capita di associare qualcosa di visivo, uditivo o olfattivo a me. Esattamente come capita a me.
    Amo la mia ragazza, è un amore più maturo e consapevole. Fatto di poche smancerie e chiacchiere ma di tanti fatti concreti.

    Riconosco che non dimenticherò mai la mia ex. Se hai amato tanto non dimenticherai mai l’oggetto di quell’amore.
    Il ricordo sarà sempre legato a tutti i trascorsi che hai vissuto con lei, quindi anche il male che ti ha fatto, e anche questo non lo dimenticherai mai. E’ bene che non lo dimentichi.

    Perché il Maurizio che stai diventando è ANCHE quello conseguente alla fine di quella storia.

    Non esiste solo lei al mondo, esistono persone più amorevoli e compassionevoli di lei.
    E lei è una persona che ti ha fatto del male, volontariamente.
    Devi imparare a riconoscere questo aspetto se vuoi essere libero di vivere la tua vita senza ossessioni.

    • Grazie J.J. Bad, le tue parole mi sono di grande aiuto. Solo chi ha vissuto una rottura che ha lasciato il segno può capire cosa si prova. So che ci vorrà ancora del tempo, ancora non sono pronto per superare la fine di questo amore. Il mio sogno è svegliarmi una mattina e sentirmi nuovo, rinato, con il pensiero di lei che non mi fa più male.
      Grazie ancora!

      • Maurizio capisco cosa provi anzi penso che tante persone sono passate per questa brutta esperienza. Ti dico solo una cosa fondamentale che a me ha aiutato a superarla : se non lo vuoi con tutto te stesso se non vuoi con tutta la convinzione rinunziare una nuova vita ed essere finalmente sereno non lo sarai . Sembra una cavolata ma finché dentro di me non ho detto basta al dolore non ne sarei mai uscita per davvero. L’ho voluto io amandomi e rispettando di più me stessa perché non meritavo quella sofferenza. Ognuno di noi ha quella forza indescrivibile dentro di se che lo aiuta ad andare avanti , magari ammaccato magari con consapevolezze diverse, con pensieri nuovi ma pur sempre avanti . Forza!
        Greta

  3. Ciao Maurizio,
    dopo la fine di un amore continuiamo a soffrire perché una parte di noi stessi rimane ancora ancorata a quella persona e a quella storia. Occorre staccarsi, lasciar andare via quella persona, quella storia e quei ricordi. Devi capire cosa ti tiene ancora legato. C’è qualcosa che ti tiene ancorato a quella donna e tu non riesci a staccarti. Purtroppo queste ancore sono create da noi stessi che a tutti i costi non vogliamo mollare. Cosa ti lega veramente, cosa ti impedisce di mandare a quel paese questa donna?
    A questo aggiungi che lei si è comportata molto male con te, ti ha gettato via e non merita più le tue attenzioni. Che senso avrebbe ora tornare con lei o riprendere una storia con lei? Sarebbe un disastro, la soprattutto tu meriti di meglio. Pensa questo. Posso solo aggiungere di cercare di distrarti: hai hobbies? Coltivali. Cerca di uscire, di viaggiare se ti piace, di conoscere nuove persone. Questo potrebbe aiutarti a “diluire” il dolore, piano piano a metabolizzarlo. A me ha aiutato. Ma soprattutto, ti ripeto, chiediti: “perchè non voglio mollare la presa? Cosa mi serve affinchè io mi distacchi?”. Prova….in bocca al lupo!

    • Grazie mille Daniele, sto cercando in tutti i modi di distrarmi, praticamente non mi fermo mai, tanto non dormo nemmeno, ma lei, purtroppo, è sempre nella mia testa!

      • Lo so Maurizio, ci siamo passati tutti. Ti capisco perchè anch’io sono come te, rimango ancorato per troppo tempo a persone che non lo meritano. Io mi definisco “ossessivo”. E’ difficile trovare la forza di tagliare nettamente. E’ un po’ anche quello che dice Greta e quello che ti ho scritto sopra. Devi volere tu prima di tutto staccarti, con tutte le tue forze devi saper dire “basta, è finita, altrimenti continuerò solo a farmi del male”.
        Anch’io non so esattamente cosa mi abbia aiutato dopo tanto tempo a staccarmi dalle ragazze di cui ero innamorato, ma dopo un faticoso e devastante percorso ci sono riuscito. Ci riuscirai anche tu. Trova il coraggio di dire “basta”. Ripensa a quello che ti ha fatto quella donna.
        E poi, anche se ti senti “un iceberg” dentro frequenta ugualmente nuove donne. A volte incontrare quella giusta per te ti può aiutare molto a dimenticare. A me è successo anche quello. A volte “chiodo schiaccia chiodo” funziona, anche quando (erroneamente) pensiamo che la donna persa sia l’unica al mondo per cui valga la pena soffrire.

  4. Maurizio io ho sofferto da pazzi ma è stata solo colpa mia e ho perso tantissimi anni dietro a mio marito..ovviamente la mia situazione è molto diversa,ho un figlio ecc però a volte siamo anche noi stessi ad avere dei limiti,a nn voler capire o accettare che le persone che abbiamo amato non erano quelle giuste per noi. Io per superare la batosta,ho iniziato a pensare a tutte le cose assurde che mi ha fatto e ne sono uscita…Se lei ti ha lasciato vuol dire che alla fine non voleva stare più con te quindi basta,inutile stare male quando invece potresti rifarti una vita ed essere felice..il mondo è pieno prima o poi la troverai in bocca al lupo

    • Grazie Ale delle tue parole. E’ dura da accettare che quella persona non è quella giusta. So che avrò la forza per uscirne, ma ora come ora proprio non c’è la faccio