Home / CRISI DI COPPIA / Come superare il tradimento di una moglie

Come superare il tradimento di una moglie

Buongiorno, vi prego di dedicare  2 minuti alla mia storia, aiutandomi a risolvere un dubbio che praticamente sta caratterizzando ogni minuto della mia vita. Ho scoperto che mia moglie mi tradiva con il marito di quella che diceva essere la sua migliore amica.

C’era qualcosa che sentivo nell’aria già da qualche mese e non facevamo più l’amore da quando aveva iniziato ad essere strana. Ogni volta una scusa diversa pur di non farlo, ma dopo quasi due mesi ho capito che c’era qualcosa sotto. Gli ho scoperti nella maniera peggiore, a casa mentre cenavamo mia moglie entrava in cucina e lui a seguirla dicendo che voleva vedere come preparava da mangiare, essendo lui un esteta della cucina. Sono entrato all’improvviso e si stavano baciando fregandosene che a pochi metri c’eravamo io e la moglie di lui. Una scena che mi ha paralizzato, che ha fatto fare un urlo a mia moglie, che ha colto di sorpresa anche la moglie di lui. Di li a poco una scena da film, lei si è rinchiusa al bagno, lui con la voce tremante che cercava di giustificarsi con delle stronzate assurde, e poi io e sua moglie feriti nell’animo. Poi lei mi ha confessato che erano due mesi che aveva questa relazione clandestina, cominciata per le continue avances del tipo a cui non ha resistito, anche ovviamente a causa delle mie mancanze.

Se ne è andata a casa dei suoi genitori ma ci vediamo sempre per nostro figlio. Io vedo mio figlio che ha 8 anni  sofferente, ha capito quello che è successo e sta male. Gli manca la sua famiglia. Non so se perdonarla per il suo bene, non so come superare il tradimento di mia moglie, non so più che fare! Mi manca lei, la nostra famiglia, ma dal suo tradimento è tutto cambiato. Come posso credere che lei è pentita è mi ama ancora?

Il mio dubbio non è se perdonarla per il suo tradimento, ma se dopo questo si può tornare a vivere una vita normale di coppia. Aspetto le vostre risposte e vi ringrazio in anticipo.

da: Enrico

169 Commenti

  1. E’ dolorosissima un’esperienza simile. Io l’ho provata tradendo mia moglie. Sono addirittura andato via da casa a vivere con lei, un’ucraina, per ben 9 anni. Non ho mai trovato la pace! Mia moglie e i miei figli a casa io da un’altra parte. Ho sempre cercato di lasciarla e tornare a casa ma lei mi ha sempre riportato all’ordine. Non racconto che sofferenza per me. Alla fine l’ho messa in condizioni di lasciarmi e… ritrovo la libertà e mia moglie e i miei figli a casa che mi aspettavano. Ma.. è tutto da ricostruire. Caro amico, un parere che non so fino a che punto sia condivisibile, guarda bene la “verità” su ciò che è successo, chiamala per nome (non volgare o offensivo) e, se puoi “perdona” non pretendere le sue scuse, dille che te le chieda. Fatevi aiutare da soli è una partita persa.

  2. Ho conosciuto mio marito al età di 16 anni dopo 4anni e mezzoaci siamo sposati e sono 16 anni penso che lui mi abbia tradito .quando ho incominciato a chiederglielo me lo ha detto ma poi mi ha detto di avermi raccontato delle storie inventate per farmi capire che non era vero sono ormai 3 anni e mezzo che litighiamo e che io gli chiedo di raccontarmi la verità . Da poco mi ha confessato che ha avuto una storia di circa un mese e mezzo quando eravamo fidanzati lui sapeva che io non l avrei mai sposato se lo avessi saputo prima ma che durante il matrimonio non lo ha mai fatto. Io avevo già dei dubbi con le sue storie e le parole di questi anni mi ha dato delle convinzioni ma continua a negare non so come fare per farlo confessare . Da quando ho saputo che lui mi ha tradito non sono più riuscita a dare l amore con lui e si arrabbia con me cercando a tutti i costi di avere rapporti sessualità quindi litighiamo quasi tutte le sere Chissà se verró mai a sapere la verità lui si chiama mass

    • Ma scusa conosci un ragazzo a 16 anni, lo sposi a 20 e credi davvero che un MASCHIO nel pieno dei suoi ormoni giovanili non cerchi un’altra donna per i successivi 50/60 anni che gli restano da vivere? Vivi nel mondo delle favole… la tua ingenuità ti ha rovinato la vita, meglio che prima di tutto cerchi di capire su che pianeta vivi.

  3. Ciao sig.Enrico per me il tradimento non si perdona mai. Immagine si era te sig Enrico nel sua posto della tua moglie lei te perdona, può essere perché gli uomini non come le donne.
    Ultima cosa, trovate un’altra e va avanti a dimenticare. Il mondo non finisce con la tradimento della tua moglie, va vive tranquillo et forte troverà quella che ti ama molto ma la tuo x moglie non te amava con quando c’è amore veramente et just non falso, l’amore vero non tradisce mai. Grazie buona furtona da un arabo africano , muslem cordiale saluti

  4. no , non ti dimenticherai mai del tradimento , rimarra sempre impresso nella tua mente come un chiodo fisso per molti mesi anche se torni assieme a lei… poi con il tempo non ci penserai più al tradimento ma sta di fatto che vivrai con una donna che ha mancato la tua fiducia e chi tradisce una volta potra sempre rifarlo.. sarai sempre sul chi va la… ogni piccolo sospetto si sprigionera’ nel peggiore dei dubbi… non è il massimo della vita sinceramente e non penso tu possa riuscire a vivere cosi per semrpe.. prima o poi t stancherai

  5. La mia compagna dopo 9 anni di convivenza mi ha rivelato nel settembre del 2015 durante una splendida vacanza negli States (Rovinandomela completamente), d’avermi tradito 3 volte. Non ce la faceva più a tenerselo dentro, ma il fatto è che ci sia riuscita per ben 1 anno e mezzo poiché il primo tradimento è avvenuto nel luglio 2014 e gli altri due nell’estate 2015. Sempre con la stessa persona (Che ha 12 anni meno di me) che non abita nella nostra città e che non avrò (per ora) la possibilità nemmeno di vedere per pura curiosità. Oggi, a Gennaio 2016, dopo 5 mesi dalla terribile notizia viviamo ancora insieme perché ho scelto di provare a perdonarla e lei mi ha giurato che mai più mi tradirà. Ogni fottuto giorno combatto contro il dolore, partono film mentali di ogni genere, fiducia zero in tutto quello che fa o dice, ogni due settimane vado a dormire sul divano perché a volte la sua semplice presenza mi irrita, tuttavia la amo ancora e quindi sno in una situazione di stallo. Ho letto tutte le vostre storie e alcune sono ben più drammatiche e difficili della mia, ma per chi decide come di continuare a provare vorrei scrivere queste righe che vengono da una serie televisa:

    STA TUTTO NEL REINDIRIZZARE, ELUDERE…
    DEVI REINDIRIZZARE QUEI PENSIERI,
    LE ESPERIENZE CHE TI SUGGERISCONO IL CONTRARIO
    QUEL CHE E’ FATTO… E’ FATTO
    LO ELUDIAMO ANDANDO AVANTI
    CON LA PROMESSA DI NON FARLO MAI PIU’
    DI RIMEDIARE
    DI ACCETTARE COMUNQUE CHI ERAVAMO
    E CREARE UNA NUOVA PACE

    Se la mia compagna comprenderà davvero queste parole credo che alla lunga (Perché a me serviranno molti mesi, forse anni) la nostra storia potrà proseguire. Non sarà mai più come prima, io ho deciso di darmi e darle un tempo, dopodiché sarà costretto a fare il passo della separazione. Lei dice che adesso vuole me, vedremo…

    • Mi spieghi a cosa serve ricominciare una storia con basi praticamente inesistenti e nocive per la tua salute psicologia. Perchè ti fai del male continuando a stare con questa donna?
      Tu ami una persona che ti ha tradito. Ha macchiato la tua dignità, ti ha sporcato anche davanti ad altre persone. Non ti fai un pò schifo a ritornare da lei?

      • Ti riscrivo la scena nel caso te la fossi dimenticata.
        Tu stavi nel salone (o una qualsiasi altra stanza) a parlare tranquillamente con la migliore amica di tua moglie del piu’ e del meno, mentre tua moglie trovava divertente tradirti nella stanza affianco con un tuo amico. Secondo me non può esserci perdono e se c’è devi accettare il fatto che sia una troia, perchè quello che ha fatto e ancora piu’ il modo in cui lo ha fatto non dovrebbe essere perdonabile.

    • Se lo ha fatto più volte a distanza di tempo, vuol dire che di te non le importa più niente ( come uomo ). Si potrebbe “capire” e perdonare un tradimento sporadico in un momento particolare, non certo in vacanza. E il fatto che tu voglia rimanere con lei ad oltranza rappresenta la tua rovina. Non vivrai mai più bene insieme a lei, la sua stessa presenza è nella tua mente il simbolo del dolore e vederla tutti i giorni non ti permetterà di dimenticare l’ infamia, l’ abominio perpetrato nei tuoi confronti dalla persona che più al mondo non avrebbe mai dovuto. E se lo ha fatto, specie nei modi da te citati, di amore per te non ne ha nemmeno un briciolo. Perdipiù, adesso, non ha più nemmeno il rispetto come maschio, dal momento che te la sei ripresa. Liberati da queste catene terribili, mandala al diavolo suo complice e padrone, e riprenditi la tua serenità. Sei ancora in tempo, ma non adagiarti su questa apparente vita di famiglia, perchè prima o poi, forte del suo ascendente su di te, calpesterà nuovamente la tua dignità. Sei una brava persona, hai sofferto e stai soffrendo, io ti comprendo perfettamente, e so altrettanto bene che “chi ci ripensa è cornuto”.
      Buona fortuna
      Umberto

    • Ti capisco perfettamente, stessa identica situazione.

  6. C.C.F. Tu sei la stessa persona che rispondi ad un anonimo (che poi è un’anonima) che vive nelle favole se crede che un MASCHIO (lo hai scritto tu così) non possa stare con la stessa donna per i prossimi 50 o 60 anni? E allora perché ti lamenti del fatto che tua moglie ti abbia tradito? Bada bene che se tu sei stato fedele (oddio questa parola messa così non mi piace pare stiamo parlando di un cane, comunque rende l’idea) a tua moglie e lei ti ha tradito hai tutto il diritto di incavolarti e di litigare con lei, o di non accettare la cosa. Ma se tu invece l’hai fatto e pretendi invece da lei fedeltà solo perché è una femmina, la cosa la trovo assurda. E non venirmi a dire che uomini e donne per quel che riguarda la loro sessualità sono differenti. Certo abbiamo avuto una educazione differente e una donna che va con tanti uomini è considerata una p… mentre un uomo un Casanova fortunato e da invidiare, ma io davvero non la penso così. Se si prende un impegno con una persona si rispetta altrimenti nessuno obbliga nessuno a sposarsi e restare sempre con la stessa donna o lo stesso uomo per un numero x di anni. Se ho sbagliato a risponderti e tu sei una persona che non ha tradito ti chiedo fin d’ora scusa per aver scritto qui, ma se invece anche tu hai fatto quel che ha fatto tua moglie, non c’è da fare tutta questa tragedia visto che nessuno di voi ha avuto rispetto dell’altro. E questo lo penso benché io sia assolutamente contraria a rispondere a un’infedeltà con un’altra infedeltà. In ogni caso ti auguro di ritrovare serenità e armonia con tua moglie.

    • Certo che sono la stessa persona ma non vedo la pertinenza fra i due discorsi. Qui si parla di un ragazzino di 20 anni che nemmeno sa ancora radersi da solo a cui si chiede fedeltà a vita e una coppia navigata come la mia. Sono due storie completamente diffferenti nel discorso della fedeltà e delle esperienze. Una coppia di ragazzini di 20 anni che si tradisce ti sembra la stessa cosa di un tradimento dopo magari 30/40 anni di matrimonio? Ho semplicemente detto che a 20 anni E’ OVVIO che si cerchino storie ed esperienze e a 40 anni non si dovrebbe tradire proprio per il fatto che se si volevano fare delle esperienze di ogni genere si facevano a 20. Inoltre mai accennato al discorso della diseguaglianza fra uomo e donna, non so in che discorso sessista stai trascinando il mio post ma non ne ho proprio il tempo. Ho raccontato la mia esperienza per assoiciarmi alle altre persone e leggere suggerimenti e consigli non certo iniziare un discorso degli anni ’50 pseudo femminista.
      Mi pare ovvio inoltre che io non abbia tradito la mia compagna, altrimenti non sarei qui a scrivere.

      • CCF avevo capito male il tuo discorso iniziale relativo al ragazzo di 20 anni. A me era parso che tu avessi detto che il giovane di 20 anni avrebbe voluto fare esperienza non solo quando fosse stato giovane, ma anche dopo per i prossimi 50 o 60 anni). Messo così sembrava che le esperienze sarebbero dovute durare tutta la vita anche mentre comunque era impegnato. Ma ho capito male io. Comunque ti avevo già chiesto scusa prima, nel caso avessi interpretato in maniera errata quel che avevi scritto. Non volevo trascinarti in nessuna discussione sessista. E’ che odio che la gente (e mi riferisco al genere umano, quindi uomini e donne) pretendano dall’altro ciò che non sono disposte a dare. E credimi di persone così, anche incoerenti, ne è pieno il mondo.

      • ciao c.c.f. ho avuto la tua stessa esperienza. Mi confesso’ il tradimento che durava da 2 mesi con uno più giovane di 15 anni. Noi sposati da 21 anni e entrambi 45 enni e due figli grandicelli- Gli ho riconosciuto il fatto di avermelo confessato, nella nostra situazione mai lo avrei scoperto visto che avevamo rapporti regolari e si andava d’accordo.
        La domanda sorge spontanea: dove caz.. ho sbagliato io per meritarmi le corna visto che non facevo mancare nulla ed aveva la sua pravacy. Non ho mai voluto sapere i dettagli (servono solo per far più male) dopo un periodo di separazione in casa dove ho passato il periodo più brutto della mia vita, perche’ non si può odiare la donna che ami anche se ha sbagliato l’ho perdonata e ti confesso caro c.c.f. che alla sera quando rientro a casa è una gioia vedere la propria donna che ti aspetta e sto vivendo un periodo magico. Se l’avessi lasciata x orgoglio come starei adesso? Se sei innamorato fai come me. Aguri c,c,f, se vuoi ci possiamo telefonare, lascia un messaggio

        • Ciao Walter, si in effetti la tua storia pare molto simile alla mia. Mi conforta sapere che forse dopo questo periodo di astio ci sarà un periodo “magico” come lo hai definito tu. La fiducia tuttavia al momento rimane molto bassa, inutile mentire, faccio il triplo dell’attenzione a tutto ciò che fa, dice o scrive sul telefono. Sembrerebbe una follia eppure la cosa non mi pesa affatto ne mi fa vivere peggio, anzi. Mi sono reso conto che devo semplicemente essere un pò più furbo. Lei si è decisamente data una calmata, anche se cerca di compiacermi per abbreviare la tempestica del mio perdono… e questo mi da un pò fastidio. Ti ringrazio per l’offerta di sentirci, potrebbe essere utile scambiare due chiacchiere.

          • ciao c.c.f. grazie x la risposta, hai detto che devi essere piu’ furbo controllare tutto ecc. farai anche bene ma sappi che se lei lo vuole trovera’ sempre il modo e queste parole l’ho dette all’epoca anche a mia moglie sta a lei solo a lei essere sincera con il marito ed apprezzare che l’ha perdonata una prima volta nel mio caso si e trattato di chimica con uno piu giovane di me anche se io l’ho sempre cercata sessualmente se fosse stata attratta coi sentimenti.allora ti dico che ci saremmo lasciati pensaci bene amico caro

  7. Non so perché, ma di tutte ma proprio tutte le storie del genere che mi sono imbattuto, la donna in questione veniva scoperta sempre e solo dopo circa DUE MESI!!
    A quanto pare a quasi tutte le femmine le ci vuole questo “asso di tempo” prima di lasciare il loro ramo saldo (compagno, marito, fidanzato, attuale) per poi mettersi con l” amante di turno (finché questo non la scarica, o lei scopre qualcosa e torna dicendo: “ora ho capito, perdonami”) non so bene quello che succede nella testa di una femmina, ma in due mesi il compagno la scopre:-e lei addossa le colpe del suo tradimento a lui (frase tipica paraculo: “tu non mi consideri abbastanza”) e no: sei tu che non ti senti troia abbastanza e ti piace il “rischio” di essere scoperta. Che magari quando era il fidanzato a proporlo, lei faceva tutta la “pudica” e la “splendida”

    Gente quando una donna vi dice che e “confusa”
    v” invito a confondervi anche voi, per due mesi.
    Una femmina che non e piu sicura di provare amore per voi, vi sta usando come riserva, senza lasciarvi in caso che con l” altro le vada male.
    Fidatevi, o vi ama oppure non sa piu cosa prova
    Il sentimento si e spento e lo confonde con l”affetto e la paura di rimanere sola, non le da il coraggio di farla parlare chiaro, in poche parole: vuole lasciare, che essere lasciata. (perche narcisista e insicura com”e, preferisce convincersi che siete voi quel qualcosa che non va, e non lei..)
    Uomini, con questa tipologia di donne, tagliate subito
    Fate 2 più 2 e non fatevi ingannare dal suo “temporeggiare” iniziate a frequentare altre donne
    E prima che sia lei a lasciarvi, lasciatela VOI nella sua stessa MERDA
    Provare per credere.
    (Piangerà, v”implorerà, dirà che cambierà, reciterà tutte le battute di 3 metri sotto un treno, vi minacciera di tagliarsi) ma voi non voltatevi, siate onesti leali, perché lei, ha scelto un tro a voi quando poteva avervi.
    Dite di tornare dal suo amante e ai suoi problemi irrisolti, e cancellatela per sempre dalla vostra vita.
    Questa esperienza, la fara maturare, e col tempo lo capira anche lei. (Nel frattempo voi, rifatevi una vita a fianco di una persona che vi ama davvero, e non che “pensa di amarvi”)

    Luffy

    • chi non ha provato un esperienza del genere non può parlare. Io tradito da mia moglie dopo trentanni di matrimonio e tre figli. L’ho cacciata da casa andandosene via certa della nuova vita, cosi non e’ stato poiché e’ stata rispedita indietro dal suo nuovo amante. L’ho ripresa a casa, vi giuro che e’ veramente dura.

  8. il terronedeitremari

    C’è una priorità, il benessere del bambino o che dir si voglia, lei ha sbagliato e deve accettare le tue condizioni, nulla deve turbare la crescita del figlio. Lasciate nell’apparenza tutto intatto. Niente ipocrisie l’adulterio è la fine di tutto, quando sarà tra le tue braccia non potrai non ricordare ciò che hai visto. Tutto è cambiato e non tornerà mai più come prima. sarei disonesto se ti dicessi che non è così. lei ne avrà di tempo per pentirsi, il tradimento della donna è lacerante.
    Per l’uomo è diverso, può fare sesso senza amare poiché è come uscire da un bar ubriaco e pisciare all’angolo, ma se una donna tradisce lo fa con uomo che potrebbe comportarsi proprio come quell’ubriaco. Se un uomo ti ama e sei sposata ti porta via o ti costringe a dirlo a tuo marito per separati da lui, perché ti vuole per se. Se non lo fa sei solo uno spasso per il suo augello…e se lei sta a questo gioco o hai sposato una cretina che crede alle favole o le piace farlo…che le vuoi una così, come fai a volerle bene? offendi te stesso. al compimento della maggiore età sia tu che lei avrete di fronte un uomo che è cresciuto secondo l’educazione che gli avrete impartito. A questo punto potrete farne ciò che volete della vostra messinscena ma almeno non avrete rovinato la vita ad un altro essere.

  9. Terroredeimari, lo so adesso mi inimicherò mezza umanità (gli uomini) ma hai detto una cosa che proprio non mi piace. Il fatto che un uomo possa tradire solo per sesso, ed è quindi più scusabile di una donna che lo fa per amore è una storia che ho sentito tante volte e non mi piace.
    Ora capisco quel che vuoi dire, cioè la donna se ti tradisce lo fa con tutti i sentimenti. Quindi forse non ti ama più e ama un altro. Quindi fine della storia. Punto. Hai ragione se fossi un uomo una donna che mi tradisce non la vorrei più.
    Ma vedi il fatto che un uomo lo faccia per sport o perché è ubriaco, non mi piace lo stesso e non ha giustificazioni. Che cavolo se ami tua moglie, se stai bene con lei, se il sesso con lei è bello, se hai anche un figlio o due, e quindi dovresti essere più responsabile e avere rispetto primo in assoluto per tua moglie e poi per la tua famiglia, perché farlo? E’ gioco, non è necessità impellente. Io la vedo una parentesi che si può evitare senza fare nemmeno grandi sforzi. Allora perché farlo, chiedo di nuovo?
    No, ragazzi. Scusatemi ma io non sopporto il tradimento.
    A prescindere, che lo si faccia per amore, per sesso, che lo faccia una donna o un uomo. Non ha giustificazione.
    Poi vabbè si può anche vedere se in qualche rarissimo caso si può fare un eccezione e arrivare anche a trovare giustificazioni del perché lo si è fatto. E qualcuno può arrivare a perdonare anche se dipende da tante cose. Ma questo del perdono è un altro argomento.
    Vedete io volevo dire la mia sul tradimento. Perché è un tradimento. Una pugnalata dietro le spalle, in cui l’altro (il traditore o traditrice), gira il coltello e affonda. Dove mina tutto quello in cui si credeva prima, toglie la fiducia e lascia senza fiato. E’ devastante. E non si può farlo solo per divertimento o perché si ama un altro/a. Lo si deve dire prima. O almeno deve durare poco e se si compie un atto del genere si deve avere il coraggio delle proprie azioni e subirne anche le conseguenze.
    Scusami terroredeimari, alla fine capisco quel che dici, ma io sono una donna e trovo ingiustificabile un uomo che tradisce solo perché è come, e cito le tue testuali parole: “uscire da un bar ubriaco e pisciare all’angolo”. Vorrei vedere te, se la donna che ami, dopo essere stata scoperta, ti dicesse che è successo così per caso, senza nemmeno amore, però ama tanto te ed è pure pentita, se non la prenderesti a ceffoni e poi la spediresti per direttissima fuori da casa tua.

  10. Ah scusa, presa dal problema tradimento, non avevo fatto attenzione a quel che di seguito hai detto. Cioè da quel che ho capito secondo te, sarebbe meglio continuare una farsa di matrimonio per il figlio fino al compimento della sua maggiore età. Per il suo bene.
    Bè parlo per esperienza. Non sto a parlarti della fine del mio matrimonio, ma comunque era finito. Ho pregato mio marito di andarsene (ma già non c’era mai in casa, trovata tutte le scuse anche per dormire fuori casa, quindi alla fine ho assecondato un suo desiderio). Avevo dato a lui un po’ di tempo per trovarsi un posto dove andare. Non abbiamo fatto storie, mio figlio, il secondo, non sapeva niente (le discussioni non avevano avuto luogo davanti a lui, lo avremmo preparato con tranquillità piano piano). Quindi alla fine non avrebbe dovuto accorgersene. Poi lui stesso ha avuto qualche problema. Lo abbiamo portato dallo psicologo, il quale quando io gli ho parlato della situazione famigliare, mi ha detto che visto il disagio che viveva già il ragazzo era meglio evitare che il padre andasse anche via di casa per non aggravare la sua situazione. Così mio marito non è più andato via per dell’altro tempo. Ti dico che io e mio marito quando andavamo d’accordo eravamo affettuosi tar di noi. Vedi quando c’è l’amore in casa si vede: dagli sguardi, dalle parole, da un contatto fuggevole fisico. Mio figlio non ha visto litigi, ma non ha visto nemmeno più gli sguardi, e nemmeno il dialogo, non ha visto l’armonia in casa. Così dopo sei mesi mi ha chiesto cosa fosse accaduto tra me e suo padre. Ho dovuto dirglielo. E a quel punto dopo un po’ suo padre è andato fuori casa. Vedi Terroredeimari, non si può fingere e se due persone non si amano più si vede. Per come la penso io non è una buona cosa far vivere un figlio nella menzogna e credo anche sia meglio che i figli imparino a non vivere nell’ipocrisia. Meglio due genitori separati e sereni che due genitori incattiviti dalla convivenza. Perché i figli vedono tutto e assorbono tutto. Almeno è come la vedo io.

  11. Mia moglie mi ha tradito per due anni. Se non l’avessi scoperta io non me l’avrebbe mai detto. Dice che è stato solo sentimento, senza alcun coinvolgimento fisico. A parte che a questo punto me ne frega poco perchè il sentimento vale più del sesso, ma che crede davvero che sia un deficiente completo? Che due persone di quasi 50 anni hanno una storia extraconiugale per due anni parlando solo dei loro problemi o di cuoricini? Questo suo tentativo di minimizzare e di farmi passare per un idiota mi offende ancora di più. Ora che voglio andarmene di casa mi dice che non penso ai figli (10 e 16 anni). Giusto! Ma lei ci pensava quando andava con lui? Ci pensava quando ritornava a casa dicendo loro di essere stata al lavoro e invece… Ci pensava quando si è abbandonata alla storia d’amore sapendo che se fosse stata scoperta avrebbe fatto esplodere la famiglia? Ci pensava quando gli scriveva che avrebbe voluto andare a vivere con lui “due cuori e una capanna”? No, lei non ci pensava…. pensava solo a vivere la sua bella storia (si sentiva sola… io che non l’ho lasciata mai un attimo e che in 30 anni mai l’ho tradita ne’ fisicamente ne’ sentimentalmente). Ora però se vado via e i figli soffrono, la colpa è la mia che metto il mio egoismo avanti alla felicità dei figli…. che schifo!

    • Il tradimento è una guerra psicologica spietata. Chi è più bravo riesce anche a scaricare completamente sull’altro le colpe del proprio tradimento. Io vengo da 15 anni di matrimonio, caratterizzato ormai da almeno (e non uso il termine a caso) 3 tradimenti di mia moglie. Il primo, dopo due anni di matrimonio, durato per oltre due anni, frutto a dire di mia moglie del periodo difficile che stava attraversando perché non eravamo riusciti ancora ad avere figli. La cosa anomala che non sono mai riuscito a spiegarmi è come sia riuscita ad avere una relazione con l’altro anche durante e dopo la gravidanza della nostra prima figlia, riuscendo a sembrare anche perfettamente normale e felice con me. L’ho scoperto solo alla fine del loro rapporto, grazie a delle intercettazioni che ho messo in essere perché dilaniato dal dubbio. Ho attraversato un periodo infernale: una figlia piccola a cui non volevo far mancare il calore di una famiglia ma un rapporto completamente distrutto, ancor più perché fatto da menzogne prolungate e soprattutto molto ben celate. La sua motivazione, com spesso succede, è stata che non si sentiva più amata da me, come voleva lei, mentre l’altro l’avrebbe fatta sentire una persona importante. Dopo diversi anni in cui il rapporto sembrava andare bene (abbiamo avuto anche altri 2 figli), trovai una lettera di un suo collega, in un cassetto, a lei indirizzata, in cui decantava le sue doti e descriveva tutti imomenti salienti ed emozionanti della loro storia d’amore, durata alcuni mesi. Apriti cielo, ci risiamo, lei ha negato fino all’inverosimile, ad offesa anche della mia persona e della mia intelligenza, dicendo che qualcuno avrebbe messo quella lettera falsa nel cassetto per farle un dispetto. Questa volta non cerco altre notizie, non scendo nei particolari, proprio per evitare di farmi ulteriormente male. E cerco di ricominciare tutto. Fino a qualche giorno fa quando ho scoperto (benedetto o maledetto whatsapp) che da due mesi ha una relazione con il suo istruttore di tennis. Che faccio, mi decido a mollarla? E i miei figli? Non posso essere la causa di sofferenze per loro. Mia moglie dal canto suo ha detto che per lei possiamo tranquillamente troncare, ma non ha intenzione di mollare i figli. Che fare?

  12. Caro…….Cubo piatto (la tua tridimensionalità di persona schiacciata dal rapporto che subisci-!?-) , che dire? Passi una volta, due…….
    Non capisco se i figli siano ancora molto piccoli, e se tu abbia l’indipendenza economica necessaria a staccare la spina; tua moglie evidentemente si!
    Guarda….. anch’io mi ero ripromesso dopo la scoperta del tradimento di mia moglie (ho messo qui dentro la mia storia : “Un cane per amico” ,se vorrai vederla) di andarmene mollando tutto (abbiamo un bimbo di nove anni!), per ricominciare a sessant’anni (ben portati , e le donne anche molto più giovani non mi mancherebbero) ma, amando ancora mia moglie, facendomi l’esame di coscienza sul fatto che ero latitato a livello empatico e , soprattutto non potendo al momento concedere l’abitazione (ma tra poco si!) e pagare gli alimenti, ho deciso di riprovarci, e sono quasi tre mesi, ma è dura! Niente è più come prima, ed anche le situazioni costruttive che cerco di realizzare , a volte vengono danneggiate dal sospetto, dal rancore, dalla mia insicurezza e frustrazione. Ci provo….ancora non abbiamo avuto rapporti intimi! Non che prima andasse alla grande ma c’è un blocco……spero che si superi. Ci provo….male che vada lascerò la nuova casa e me e andrò in un’ altra , così nessuno dovrà pagare l’affitto o il mutuo……
    Ricorda che la frustrazione che vivi potrebbe influire sulla salute , ed una volta persa, non potresti star dietro ai figli come vorresti, quindi: prima ci sei tu, poi i tuoi figli, e se ti trascuri non li seguirai. Inoltre loro vivrebbero in un ambiente malsano, e lo percepirebbero. Ma già siete a questo livello, solo che per ora riesci a dissimulare , ma quanto potresti durare?
    Capisco i figli, forse ancora un sentimento che ti lega a lei, forse la disponibilità economica che ti manca per troncare (lei lo farebbe subito!) , caxxo……ma la vita è una sola! Riprenditela, non vivere all’ombra di una megera che quando le gira ti umilia lasciandoti annichilito. Meglio pane e cipolle, perdio, ma a testa alta, con dignità….. i tuoi figli capiranno e ti rispetteranno, suvvia…… fallo per la tua dignità!
    Un abbraccio
    Namaste

  13. Siete una massa di stupidi! Il tradimento fa parte delle dinamiche di copia che viene accettato nello stesso momento in cui ci si mette assieme. Se si viene traditi non ha senso fare gli offesi, covare rancori, sentirsi feriti nel proprio orgoglio. Ne conseguono reazioni a catena che appesantiscono la situazione famigliare con particolare riferimento ai figli.
    Meglio perdonare e aver pazienza. Tutto si esaurisce e si sistema col tempo. Si vive una sola volta, che senso ha rovinarsi la vita’ solo perché la moglie ti tradisce. Quando avrà sfogato le sue voglie erotiche te la ritroverai accanto più matura e interessante di prima. Ragazzi, siamo ormai prossimi al 2020, non siamo più nel 800.

    • Ah! Perché per te più passano gli anni e più dobbiamo accettare il tradimento come normale dinamica di coppia?! Senza offesa, ma per me te sei proprio un cretino!
      Hai mai provato ad essere tradito nonostante tu fossi stato sempre fedele?
      Se si ti ripeto che sei un cretino e forse ti piace anche l’idea di essere cornuto. Se invece la risposta è no ti dico di stare zitto almeno per rispetto verso chi ha subito un trauma e crede ancora nel rispetto reciproco in una coppia.

      • Giovanni, potevi risparmiarti un messaggio che comincia con “Siete una massa di stupidi!”
        Detto questo farei la stessa cosa che dici tu ma per molti è difficile accettarlo, e lo stai vedendo dalle risposte contrarie che stanno danno gli altri utenti.
        C’è da dire che a volte non sono tradimenti momentanei, tipo una botta e via o un mese e basta.

    • No vabbè ste perle di saggezza di Giovanni mi era scappata.
      Voglio proprio vedere se becchi tua moglie a letto con un altro se le dai una pacca sulla spalla e le dici “brava continua così…” o forse sei uno di quelli a cui piace stare seduto a guardare la sua donna che partecipa ad una gang bang?

      Se sei uno scambista posso capire, ma una persona che non ha varie velleità sessuali e si accontenta del rapporto 1:1 fidati che i triangoli non li digerisce.

      • Giovanni è il tipico prodotto della società odierna. Vuoto. Insignificante. Quelli del siamo nel 2016 tutto è concesso. Senza pensare e soprattutto capire ciò che dice. Ma dirlo per far prendere aria ai denti.

  14. Salve sono Paolo 50 anni, da un anno vivo spesso fuori da casa per problemi di lavoro, sono sposato da 19 anni ed abbiamo due figli di 16 e 10 anni. qualche giorno fa di ritorno dopo un mese a casa, mia moglie mi ha accolto in maniera freddissima e di li a poco alla mia richiesta di spiegazioni mi ha detto che non mi ama più e che per lei è finita. alla mia richiesta di su quali fossero i problemi, ha tirato fuori veccchi rancori ormai sepolti da tempo, tanto da farmi sentire un mostro, dicendo, dopo anni di apparente calma, che quelle cose le aveva ingoiate e non superate. detto questo dopo aver discusso in maniera tranquilla sono ripartito per non turbare anche i miei figli e da subito ho cercato di essere più attento ai suoi spostamenti e ai cambiamenti di abitudine. l’ho trovata online su whatsapp alle 6, alle 2, alle 3 del mattino, lei che alle 21:30 era già a letto, mi è capitato di chiamarla più volte quando era fuori casa e spesso non mi rispondeva al telefono. Credo mi stia tradendo e credo che mio figlio di 16 anni si sia accorto di qualcosa. cosa faccio con mio figlio, è sbagliato a questo punto coinvolgerlo? Cosa faccio, affronto l’altro per essersi insinuato nella nostra famiglia in un momento nel quale eravamo molto deboli? sono disperato, come mi devo comportare per riprendermi mia moglie e la mia famiglia??

    • Ciao Paolo, intanto posso dirti che mi dispiace moltissimo per la situazione che stai vivendo. Detto questo vorrei consigliarti di non coinvolgere assolutamente tuo figlio, anche se questo si è accorto di qualche cosa. E’ successo a una mia conoscente una cosa del genere e devo dire che il figlio non ha più avuto molto rispetto per sua madre. Inoltre credo sia un fardello troppo oneroso per un adolescente l’avere a che fare con un genitore colpevole di aver stravolto la famiglia. Pensa a te, a quando l’hai saputo, a quel che stai provando e a quanto ti ha scosso. E sei un uomo di 50 anni. Lui è solo un 16 enne e non credo debba vedere le vostre questioni da troppo vicino.
      Per quel che riguarda affrontare l’altro, bè io sono del parere che chi tradisce è il coniuge non l’altro. L’altro è colpevole di tentare, ma finisce lì. E’ tua moglie quella che si è fatta “corrompere”.
      Chiedi come fare per riprenderti tua moglie. Bè io credo che la forza o litigarci per farla ragionare non servano a molto in questo momento perché se è infatuata dell’altro c’è poco da fare. L’unica mossa penso sia quella di farle sapere che l’ami e che se hai sbagliato in qualche cosa non lo avevi capito. Certo è che il lavoro lontano l’avrà fatta sentire sola (con questo non voglio giustificarla, ti sto solo facendo capire che forse il tuo lavoro e la tua lontananza hanno contribuito un po’ a farla sentire debole e in balia di quel tipo). In ogni caso quasi sempre l’altro non è mai la soluzione giusta, e dopo un po’ può darsi che tua moglie ritorni sui suoi passi e capisca che sei tu l’uomo per lei. Spero che succeda così, sempre se tu poi la rivuoi. Ti auguro di uscire presto da questo incubo.

  15. Ciao Paolo,
    Concordo con Daniela nel lasciare fuori tuo figlio, ha 16 anni sicuramente sente che in casa qualcosa è cambiato ma addossare li anche questo fardello mi sembra troppo.
    Il mio compagno, continuo a chiamarlo così, mi ha confessato un tradimento, dopo alcune settimane che mi ha detto che non mi ama più, lo ha fatto pensando che smetessi di amarlo, ma purtroppo non è così!
    Mi ha rinfacciato che dovrei essere furiosa con lui e non che sono lì pronta a metterci una pietra sopra.
    So come ti senti, spero che tra voi ritorni il sereno come lo auguro a me stessa.

  16. non so (a questo punto) quante volte mi abbia tradito mia moglie, Ma questa, che ho scoperto, è una storia che durava da circa un anno. Lasciamo perdere i casini le scenate e tutto il resto che potete immaginare.
    Dopo 25 anni di matrimonio, a 50 anni, con momenti o forse mesi di alti e bassi, il periodo pre-tradimento,
    mi sembrava senza ombra di dubbio che fosse quello più felice della nostra 25nnale convivenza.
    E’ per questo che non trovo motivazioni di sorta per un simile comportamento, perchè, a prescindere dalla
    buona volontà nel cercare di perdonare, come possono andare bene le cose ora, se il tradimento è stato perpetrato nel momento più bello del nostro matrimonio?

  17. In fin dei conti hai ragione Aldo,
    Ma chi ti dice che invece sarà il contrario?
    Potrebbe darsi che questa vicenda possa essere quel qualcosa che possa realizzare un periodo ancor più bello!
    Scusami se ti sembro ottimista, forse perché in cuor mio spero che la cosa possa accadere anche a me!
    Il mio compagno, in questo periodo mi sta facendo vedere i sorci verdi, ma ancora lo amo!

    Spero Aldo che tu possa trovare nuova linfa vitale nel rapporto con tua moglie

    Un abbraccio

  18. Salve.
    Ho scoperto un paio di mesi fa, per puro caso e leggendo alcuni sms inviati e ricevuti sul cellulare (lasciato totalmente incustodito) di mia moglie, che lei da qualche mese (lameno queste erano le date degli sms) aveva uno scambio di frasi amorose, quasi melense, con un tizio conosciuto al lavoro, benchè non un collega.
    Mi è caduto il mondo addosso e le ho chiesto il perchè.
    Mi ha risposto che con lui riusciva a vivere attimi di serenità, cosa che in famiglia (abbiamo un figlio, in realtà suo e da me adottato) non riusciva più ad avere. Mi ha detto la loro “relazione” fosse solo verbale.
    Si è detta pentita di avermi fatto del male e pronta ad andarsene via se io lo avessi voluto.
    Piangendo mi ha chiesto di perdonarla, dicendomi che avrebbe troncato la sua relazione con il tizio.
    Sono andato a letto distrutto e chiedendomi cosa ne sarebbe stato di me.
    Credetemi, ancora oggi (son passati tre mesi) non ne comprendo appieno il motivo, ma mi sono risvegliato con l’animo colmo d’amore per mia moglie. Ho iniziato ad amarla e desiderarla come mai avevo fatto, neppure nei primi giorni di matrimonio (8 anni fa).
    Dopo qualche giorno la scoperta della relazione mia moglie mi ha detto di avere parlato con il tizio della sua decisione di “tornare” con me. Mi ha detto che lui era un po’ interdetto.
    Mia moglie mi ha chiseto del tempo per chiudere anche psicologicamente questa “relazione”.
    Dopo qualche giorno però mi ha anche detto, un po’ meravigliata, forse delusa, che si aspettava che il tizio le dicesse di lasciarmi e di andare a vivere con lei, cosa che lui, a detta di mia moglie, si è ben guardato dal fare.
    “E se lo avesse fatto?” ho chiesto mia moglie. Mi ha risposto “Non lo ha fatto, punto”.
    Effettiavemente un uomo misero moralmentre che ha forse approfittato della situazione di debolezza psicologica di mia moglie. Credo che ora anche mia moglie abbia cambiato profondamente parere su di lui.
    Però a questo mio amore, non corrisponde il suo.
    Mi dice di non odiarmi, qualche volta mi dice di volermi bene, ma “ricostruire” l’amore che provava per me non sarà cosa facile e veloce anche perchè mi ha detto, le avevo tolto da anni ogni illusione di una vita serena e felice.
    Non è facile convivere con questa sensazione di un amore unilaterale.
    Non è facile anche ricordando i messaggini che scriveva lei al tizio nei quali ricorreva tante volte “amore mio … ti amo”. Credere alle parole o valutare invece i fatti concreti?
    In famiglia si respira ora un’aria più serena, ho capito alcuni miei sbagli comportamentali del passato e sono cambiato. Anche mia moglie sembra stia molto meglio.
    Si fa l’amore anche più spesso anche se dire il vero lo si faceva anche durante la sua scappatella, anche se in maniera molto meno frequente.
    Accompagnati però a miei grandi momenti di amore e felicità vi sono però momenti di immane tristezza, quasi depressione. Ho detto di averla perdonata, ma non so se sono riuscito davvero a farlo.
    Di certo non ho dimenticato quegli sms ed il dolore che ho provato.
    Sono molto più geloso, sobbalzo ad ogni sms o telefonata ricevuto da lei.
    Si sviluppano nella mia mente immagini irreali del suo tradimento, del suo stare con il tizio.
    Non voglio assolutamente sapere quanto in verità fosse profondo il loro legame, se anche fisico.
    Non credo lo sopporterei.
    Davvero non so quale sia la scelta migliore, provare a ricostruire in nome dell’amore che provo o chiudere definitivamente il tutto per paura di essere tradito di nuovo.

    • Che furbacchiona che è tua moglie… se l’amante le avesse detto fuggi con me posso assicurarti che se ne sarebbe andata.
      Non è il massimo vivere sapendo questo.
      Io non perdonerei, l’avrei mandata via di casa e avrei anche preso inmano un buon avvocato per la revoca dell’adozione…colmo sarebbe dover pagare gli alimenti per un figlio non tuo.
      Vedi tu, fai ciò che ritieni più giusto per te.

  19. La mia esperienza è diversa. Quando mia moglie mi ha tradito mi è sembrato che crollasse il mondo addosso, poi ho incominciato a parlare della cosa con lei, e la cosa ha preso un latro aspetto. non mi stimava di meno, non mi amava di meno, non intendeva offendermi, aveva avuto una forte attrazione, che come era arrivata all’improvviso è sparita come una fiammata, e non aveva saputo/voluto dire di no, perché la vita va vissuta, e se non avesse fatto le sarebbe sempre rimasto l’interrogativo, e il dubbio.
    Le dispiaceva darmi un dolore, ma la sua viat era sua, e su questo ero d’accordo.
    Mi è sembrato che il tutto avesse un senso e la nostra vita è cambiata,anch’io mi sono guardato intorno, e non mi sono tirato indietro se e quando mi è capitato, senza esasperazione e il dialogo tra noi non è mai finito, ha fatto un salto di qualità ed è diventato molto più profondo. Qualcuno può condividere ?

  20. Io sono stato tradito da mia moglie, siamo sposati da quasi 30 anni, il tradimento me lo ha confessato lei, poco dopo le feste Pasquali, perche mi ha detto che non poteva tenersi dentro questo peso. Non è stata come dire una relazione continua, ma si sono succeduti degli episodi nell’arco di due anni, poi ha detta di lei non ha voluto continuare questa storia, perchè diceva che non me lo meritavo e si era pentita di questo colpo di testa. E da quel momento la mia esistenza è cambiata,non vivo più, sono depresso sconsolato, mi sento umiliato e spesso mi prendono le crisi di pianto, non credevo a 55 anni di cadere così in basso, lei era tutto per me, era il centro della mia esistenza, era la forza che mi spronava a sopportare tutti disagi che comporta la mia professione non certo “Tranquilla”. Mi ha tradito con un suo collega di lavoro, che conosco, e mi ero accorto che aveva un certo debole per mia moglie, e a lei l’hò fatto presente, di troncare quella che pensavo fosse solo un amicizia lavorativa, ma lei ha detto che mi sbagliavo di grosso. Non ho voluto insistere per non sembrare un geloso retrogato, gli ho dato fiducia, ma questa fiducia era mal riposta, mentre io lavoravo e rischiavo la pelle per portare un pezzo di pane a casa e rendere la vita apparentemente dignitosa a tutta la famiglia e facendo molte rinunce da parte mia, lei mi tradiva. Lei mi ha chiesto di perdonarla, che si è trattato di un colpo di testa ed è pentita, piange appena la guardo, perchè vede nel mio sguardo tutto il mio disprezzo nei suo confronti, ma non me la sento di farlo, mi fa ancora molto male e non so quanto tempo ci vorrà per assorbire la botta ricevuta. A me negli anni sarebbero capitate tantissime occasioni per tradirla, ma sono cresciuto credo con dei sani principi, per cui ho sempre declinato le offerte, per non tradire il giuramento che avevo fatto davanti a Dio. Adesso non so cosa fare, il mio Istinto mi dice di dargli due calci in culo e sbatterla fuori di casa, oppure di fare io le valige e di andarmene, purtroppo ci sono anche tre figli di cui 2 gia maggiorenni e quasi indipendenti economicamente, mentre il più piccolo è ancora studente. Intanto la mia gastrite aumenta.