Home / CRISI DI COPPIA / Come superare il tradimento di una moglie

Come superare il tradimento di una moglie

Buongiorno, vi prego di dedicare  2 minuti alla mia storia, aiutandomi a risolvere un dubbio che praticamente sta caratterizzando ogni minuto della mia vita. Ho scoperto che mia moglie mi tradiva con il marito di quella che diceva essere la sua migliore amica.

C’era qualcosa che sentivo nell’aria già da qualche mese e non facevamo più l’amore da quando aveva iniziato ad essere strana. Ogni volta una scusa diversa pur di non farlo, ma dopo quasi due mesi ho capito che c’era qualcosa sotto. Gli ho scoperti nella maniera peggiore, a casa mentre cenavamo mia moglie entrava in cucina e lui a seguirla dicendo che voleva vedere come preparava da mangiare, essendo lui un esteta della cucina. Sono entrato all’improvviso e si stavano baciando fregandosene che a pochi metri c’eravamo io e la moglie di lui. Una scena che mi ha paralizzato, che ha fatto fare un urlo a mia moglie, che ha colto di sorpresa anche la moglie di lui. Di li a poco una scena da film, lei si è rinchiusa al bagno, lui con la voce tremante che cercava di giustificarsi con delle stronzate assurde, e poi io e sua moglie feriti nell’animo. Poi lei mi ha confessato che erano due mesi che aveva questa relazione clandestina, cominciata per le continue avances del tipo a cui non ha resistito, anche ovviamente a causa delle mie mancanze.

Se ne è andata a casa dei suoi genitori ma ci vediamo sempre per nostro figlio. Io vedo mio figlio che ha 8 anni  sofferente, ha capito quello che è successo e sta male. Gli manca la sua famiglia. Non so se perdonarla per il suo bene, non so come superare il tradimento di mia moglie, non so più che fare! Mi manca lei, la nostra famiglia, ma dal suo tradimento è tutto cambiato. Come posso credere che lei è pentita è mi ama ancora?

Il mio dubbio non è se perdonarla per il suo tradimento, ma se dopo questo si può tornare a vivere una vita normale di coppia. Aspetto le vostre risposte e vi ringrazio in anticipo.

da: Enrico

172 Commenti

1 3 4 5
  1. Terroredeimari, lo so adesso mi inimicherò mezza umanità (gli uomini) ma hai detto una cosa che proprio non mi piace. Il fatto che un uomo possa tradire solo per sesso, ed è quindi più scusabile di una donna che lo fa per amore è una storia che ho sentito tante volte e non mi piace.
    Ora capisco quel che vuoi dire, cioè la donna se ti tradisce lo fa con tutti i sentimenti. Quindi forse non ti ama più e ama un altro. Quindi fine della storia. Punto. Hai ragione se fossi un uomo una donna che mi tradisce non la vorrei più.
    Ma vedi il fatto che un uomo lo faccia per sport o perché è ubriaco, non mi piace lo stesso e non ha giustificazioni. Che cavolo se ami tua moglie, se stai bene con lei, se il sesso con lei è bello, se hai anche un figlio o due, e quindi dovresti essere più responsabile e avere rispetto primo in assoluto per tua moglie e poi per la tua famiglia, perché farlo? E’ gioco, non è necessità impellente. Io la vedo una parentesi che si può evitare senza fare nemmeno grandi sforzi. Allora perché farlo, chiedo di nuovo?
    No, ragazzi. Scusatemi ma io non sopporto il tradimento.
    A prescindere, che lo si faccia per amore, per sesso, che lo faccia una donna o un uomo. Non ha giustificazione.
    Poi vabbè si può anche vedere se in qualche rarissimo caso si può fare un eccezione e arrivare anche a trovare giustificazioni del perché lo si è fatto. E qualcuno può arrivare a perdonare anche se dipende da tante cose. Ma questo del perdono è un altro argomento.
    Vedete io volevo dire la mia sul tradimento. Perché è un tradimento. Una pugnalata dietro le spalle, in cui l’altro (il traditore o traditrice), gira il coltello e affonda. Dove mina tutto quello in cui si credeva prima, toglie la fiducia e lascia senza fiato. E’ devastante. E non si può farlo solo per divertimento o perché si ama un altro/a. Lo si deve dire prima. O almeno deve durare poco e se si compie un atto del genere si deve avere il coraggio delle proprie azioni e subirne anche le conseguenze.
    Scusami terroredeimari, alla fine capisco quel che dici, ma io sono una donna e trovo ingiustificabile un uomo che tradisce solo perché è come, e cito le tue testuali parole: “uscire da un bar ubriaco e pisciare all’angolo”. Vorrei vedere te, se la donna che ami, dopo essere stata scoperta, ti dicesse che è successo così per caso, senza nemmeno amore, però ama tanto te ed è pure pentita, se non la prenderesti a ceffoni e poi la spediresti per direttissima fuori da casa tua.

  2. Ah scusa, presa dal problema tradimento, non avevo fatto attenzione a quel che di seguito hai detto. Cioè da quel che ho capito secondo te, sarebbe meglio continuare una farsa di matrimonio per il figlio fino al compimento della sua maggiore età. Per il suo bene.
    Bè parlo per esperienza. Non sto a parlarti della fine del mio matrimonio, ma comunque era finito. Ho pregato mio marito di andarsene (ma già non c’era mai in casa, trovata tutte le scuse anche per dormire fuori casa, quindi alla fine ho assecondato un suo desiderio). Avevo dato a lui un po’ di tempo per trovarsi un posto dove andare. Non abbiamo fatto storie, mio figlio, il secondo, non sapeva niente (le discussioni non avevano avuto luogo davanti a lui, lo avremmo preparato con tranquillità piano piano). Quindi alla fine non avrebbe dovuto accorgersene. Poi lui stesso ha avuto qualche problema. Lo abbiamo portato dallo psicologo, il quale quando io gli ho parlato della situazione famigliare, mi ha detto che visto il disagio che viveva già il ragazzo era meglio evitare che il padre andasse anche via di casa per non aggravare la sua situazione. Così mio marito non è più andato via per dell’altro tempo. Ti dico che io e mio marito quando andavamo d’accordo eravamo affettuosi tar di noi. Vedi quando c’è l’amore in casa si vede: dagli sguardi, dalle parole, da un contatto fuggevole fisico. Mio figlio non ha visto litigi, ma non ha visto nemmeno più gli sguardi, e nemmeno il dialogo, non ha visto l’armonia in casa. Così dopo sei mesi mi ha chiesto cosa fosse accaduto tra me e suo padre. Ho dovuto dirglielo. E a quel punto dopo un po’ suo padre è andato fuori casa. Vedi Terroredeimari, non si può fingere e se due persone non si amano più si vede. Per come la penso io non è una buona cosa far vivere un figlio nella menzogna e credo anche sia meglio che i figli imparino a non vivere nell’ipocrisia. Meglio due genitori separati e sereni che due genitori incattiviti dalla convivenza. Perché i figli vedono tutto e assorbono tutto. Almeno è come la vedo io.

  3. Mia moglie mi ha tradito per due anni. Se non l’avessi scoperta io non me l’avrebbe mai detto. Dice che è stato solo sentimento, senza alcun coinvolgimento fisico. A parte che a questo punto me ne frega poco perchè il sentimento vale più del sesso, ma che crede davvero che sia un deficiente completo? Che due persone di quasi 50 anni hanno una storia extraconiugale per due anni parlando solo dei loro problemi o di cuoricini? Questo suo tentativo di minimizzare e di farmi passare per un idiota mi offende ancora di più. Ora che voglio andarmene di casa mi dice che non penso ai figli (10 e 16 anni). Giusto! Ma lei ci pensava quando andava con lui? Ci pensava quando ritornava a casa dicendo loro di essere stata al lavoro e invece… Ci pensava quando si è abbandonata alla storia d’amore sapendo che se fosse stata scoperta avrebbe fatto esplodere la famiglia? Ci pensava quando gli scriveva che avrebbe voluto andare a vivere con lui “due cuori e una capanna”? No, lei non ci pensava…. pensava solo a vivere la sua bella storia (si sentiva sola… io che non l’ho lasciata mai un attimo e che in 30 anni mai l’ho tradita ne’ fisicamente ne’ sentimentalmente). Ora però se vado via e i figli soffrono, la colpa è la mia che metto il mio egoismo avanti alla felicità dei figli…. che schifo!

    • Il tradimento è una guerra psicologica spietata. Chi è più bravo riesce anche a scaricare completamente sull’altro le colpe del proprio tradimento. Io vengo da 15 anni di matrimonio, caratterizzato ormai da almeno (e non uso il termine a caso) 3 tradimenti di mia moglie. Il primo, dopo due anni di matrimonio, durato per oltre due anni, frutto a dire di mia moglie del periodo difficile che stava attraversando perché non eravamo riusciti ancora ad avere figli. La cosa anomala che non sono mai riuscito a spiegarmi è come sia riuscita ad avere una relazione con l’altro anche durante e dopo la gravidanza della nostra prima figlia, riuscendo a sembrare anche perfettamente normale e felice con me. L’ho scoperto solo alla fine del loro rapporto, grazie a delle intercettazioni che ho messo in essere perché dilaniato dal dubbio. Ho attraversato un periodo infernale: una figlia piccola a cui non volevo far mancare il calore di una famiglia ma un rapporto completamente distrutto, ancor più perché fatto da menzogne prolungate e soprattutto molto ben celate. La sua motivazione, com spesso succede, è stata che non si sentiva più amata da me, come voleva lei, mentre l’altro l’avrebbe fatta sentire una persona importante. Dopo diversi anni in cui il rapporto sembrava andare bene (abbiamo avuto anche altri 2 figli), trovai una lettera di un suo collega, in un cassetto, a lei indirizzata, in cui decantava le sue doti e descriveva tutti imomenti salienti ed emozionanti della loro storia d’amore, durata alcuni mesi. Apriti cielo, ci risiamo, lei ha negato fino all’inverosimile, ad offesa anche della mia persona e della mia intelligenza, dicendo che qualcuno avrebbe messo quella lettera falsa nel cassetto per farle un dispetto. Questa volta non cerco altre notizie, non scendo nei particolari, proprio per evitare di farmi ulteriormente male. E cerco di ricominciare tutto. Fino a qualche giorno fa quando ho scoperto (benedetto o maledetto whatsapp) che da due mesi ha una relazione con il suo istruttore di tennis. Che faccio, mi decido a mollarla? E i miei figli? Non posso essere la causa di sofferenze per loro. Mia moglie dal canto suo ha detto che per lei possiamo tranquillamente troncare, ma non ha intenzione di mollare i figli. Che fare?

  4. Caro…….Cubo piatto (la tua tridimensionalità di persona schiacciata dal rapporto che subisci-!?-) , che dire? Passi una volta, due…….
    Non capisco se i figli siano ancora molto piccoli, e se tu abbia l’indipendenza economica necessaria a staccare la spina; tua moglie evidentemente si!
    Guarda….. anch’io mi ero ripromesso dopo la scoperta del tradimento di mia moglie (ho messo qui dentro la mia storia : “Un cane per amico” ,se vorrai vederla) di andarmene mollando tutto (abbiamo un bimbo di nove anni!), per ricominciare a sessant’anni (ben portati , e le donne anche molto più giovani non mi mancherebbero) ma, amando ancora mia moglie, facendomi l’esame di coscienza sul fatto che ero latitato a livello empatico e , soprattutto non potendo al momento concedere l’abitazione (ma tra poco si!) e pagare gli alimenti, ho deciso di riprovarci, e sono quasi tre mesi, ma è dura! Niente è più come prima, ed anche le situazioni costruttive che cerco di realizzare , a volte vengono danneggiate dal sospetto, dal rancore, dalla mia insicurezza e frustrazione. Ci provo….ancora non abbiamo avuto rapporti intimi! Non che prima andasse alla grande ma c’è un blocco……spero che si superi. Ci provo….male che vada lascerò la nuova casa e me e andrò in un’ altra , così nessuno dovrà pagare l’affitto o il mutuo……
    Ricorda che la frustrazione che vivi potrebbe influire sulla salute , ed una volta persa, non potresti star dietro ai figli come vorresti, quindi: prima ci sei tu, poi i tuoi figli, e se ti trascuri non li seguirai. Inoltre loro vivrebbero in un ambiente malsano, e lo percepirebbero. Ma già siete a questo livello, solo che per ora riesci a dissimulare , ma quanto potresti durare?
    Capisco i figli, forse ancora un sentimento che ti lega a lei, forse la disponibilità economica che ti manca per troncare (lei lo farebbe subito!) , caxxo……ma la vita è una sola! Riprenditela, non vivere all’ombra di una megera che quando le gira ti umilia lasciandoti annichilito. Meglio pane e cipolle, perdio, ma a testa alta, con dignità….. i tuoi figli capiranno e ti rispetteranno, suvvia…… fallo per la tua dignità!
    Un abbraccio
    Namaste

  5. Siete una massa di stupidi! Il tradimento fa parte delle dinamiche di copia che viene accettato nello stesso momento in cui ci si mette assieme. Se si viene traditi non ha senso fare gli offesi, covare rancori, sentirsi feriti nel proprio orgoglio. Ne conseguono reazioni a catena che appesantiscono la situazione famigliare con particolare riferimento ai figli.
    Meglio perdonare e aver pazienza. Tutto si esaurisce e si sistema col tempo. Si vive una sola volta, che senso ha rovinarsi la vita’ solo perché la moglie ti tradisce. Quando avrà sfogato le sue voglie erotiche te la ritroverai accanto più matura e interessante di prima. Ragazzi, siamo ormai prossimi al 2020, non siamo più nel 800.

    • Ah! Perché per te più passano gli anni e più dobbiamo accettare il tradimento come normale dinamica di coppia?! Senza offesa, ma per me te sei proprio un cretino!
      Hai mai provato ad essere tradito nonostante tu fossi stato sempre fedele?
      Se si ti ripeto che sei un cretino e forse ti piace anche l’idea di essere cornuto. Se invece la risposta è no ti dico di stare zitto almeno per rispetto verso chi ha subito un trauma e crede ancora nel rispetto reciproco in una coppia.

      • Giovanni, potevi risparmiarti un messaggio che comincia con “Siete una massa di stupidi!”
        Detto questo farei la stessa cosa che dici tu ma per molti è difficile accettarlo, e lo stai vedendo dalle risposte contrarie che stanno danno gli altri utenti.
        C’è da dire che a volte non sono tradimenti momentanei, tipo una botta e via o un mese e basta.

    • No vabbè ste perle di saggezza di Giovanni mi era scappata.
      Voglio proprio vedere se becchi tua moglie a letto con un altro se le dai una pacca sulla spalla e le dici “brava continua così…” o forse sei uno di quelli a cui piace stare seduto a guardare la sua donna che partecipa ad una gang bang?

      Se sei uno scambista posso capire, ma una persona che non ha varie velleità sessuali e si accontenta del rapporto 1:1 fidati che i triangoli non li digerisce.

      • Giovanni è il tipico prodotto della società odierna. Vuoto. Insignificante. Quelli del siamo nel 2016 tutto è concesso. Senza pensare e soprattutto capire ciò che dice. Ma dirlo per far prendere aria ai denti.

  6. Salve sono Paolo 50 anni, da un anno vivo spesso fuori da casa per problemi di lavoro, sono sposato da 19 anni ed abbiamo due figli di 16 e 10 anni. qualche giorno fa di ritorno dopo un mese a casa, mia moglie mi ha accolto in maniera freddissima e di li a poco alla mia richiesta di spiegazioni mi ha detto che non mi ama più e che per lei è finita. alla mia richiesta di su quali fossero i problemi, ha tirato fuori veccchi rancori ormai sepolti da tempo, tanto da farmi sentire un mostro, dicendo, dopo anni di apparente calma, che quelle cose le aveva ingoiate e non superate. detto questo dopo aver discusso in maniera tranquilla sono ripartito per non turbare anche i miei figli e da subito ho cercato di essere più attento ai suoi spostamenti e ai cambiamenti di abitudine. l’ho trovata online su whatsapp alle 6, alle 2, alle 3 del mattino, lei che alle 21:30 era già a letto, mi è capitato di chiamarla più volte quando era fuori casa e spesso non mi rispondeva al telefono. Credo mi stia tradendo e credo che mio figlio di 16 anni si sia accorto di qualcosa. cosa faccio con mio figlio, è sbagliato a questo punto coinvolgerlo? Cosa faccio, affronto l’altro per essersi insinuato nella nostra famiglia in un momento nel quale eravamo molto deboli? sono disperato, come mi devo comportare per riprendermi mia moglie e la mia famiglia??

    • Ciao Paolo, intanto posso dirti che mi dispiace moltissimo per la situazione che stai vivendo. Detto questo vorrei consigliarti di non coinvolgere assolutamente tuo figlio, anche se questo si è accorto di qualche cosa. E’ successo a una mia conoscente una cosa del genere e devo dire che il figlio non ha più avuto molto rispetto per sua madre. Inoltre credo sia un fardello troppo oneroso per un adolescente l’avere a che fare con un genitore colpevole di aver stravolto la famiglia. Pensa a te, a quando l’hai saputo, a quel che stai provando e a quanto ti ha scosso. E sei un uomo di 50 anni. Lui è solo un 16 enne e non credo debba vedere le vostre questioni da troppo vicino.
      Per quel che riguarda affrontare l’altro, bè io sono del parere che chi tradisce è il coniuge non l’altro. L’altro è colpevole di tentare, ma finisce lì. E’ tua moglie quella che si è fatta “corrompere”.
      Chiedi come fare per riprenderti tua moglie. Bè io credo che la forza o litigarci per farla ragionare non servano a molto in questo momento perché se è infatuata dell’altro c’è poco da fare. L’unica mossa penso sia quella di farle sapere che l’ami e che se hai sbagliato in qualche cosa non lo avevi capito. Certo è che il lavoro lontano l’avrà fatta sentire sola (con questo non voglio giustificarla, ti sto solo facendo capire che forse il tuo lavoro e la tua lontananza hanno contribuito un po’ a farla sentire debole e in balia di quel tipo). In ogni caso quasi sempre l’altro non è mai la soluzione giusta, e dopo un po’ può darsi che tua moglie ritorni sui suoi passi e capisca che sei tu l’uomo per lei. Spero che succeda così, sempre se tu poi la rivuoi. Ti auguro di uscire presto da questo incubo.

  7. Ciao Paolo,
    Concordo con Daniela nel lasciare fuori tuo figlio, ha 16 anni sicuramente sente che in casa qualcosa è cambiato ma addossare li anche questo fardello mi sembra troppo.
    Il mio compagno, continuo a chiamarlo così, mi ha confessato un tradimento, dopo alcune settimane che mi ha detto che non mi ama più, lo ha fatto pensando che smetessi di amarlo, ma purtroppo non è così!
    Mi ha rinfacciato che dovrei essere furiosa con lui e non che sono lì pronta a metterci una pietra sopra.
    So come ti senti, spero che tra voi ritorni il sereno come lo auguro a me stessa.

  8. non so (a questo punto) quante volte mi abbia tradito mia moglie, Ma questa, che ho scoperto, è una storia che durava da circa un anno. Lasciamo perdere i casini le scenate e tutto il resto che potete immaginare.
    Dopo 25 anni di matrimonio, a 50 anni, con momenti o forse mesi di alti e bassi, il periodo pre-tradimento,
    mi sembrava senza ombra di dubbio che fosse quello più felice della nostra 25nnale convivenza.
    E’ per questo che non trovo motivazioni di sorta per un simile comportamento, perchè, a prescindere dalla
    buona volontà nel cercare di perdonare, come possono andare bene le cose ora, se il tradimento è stato perpetrato nel momento più bello del nostro matrimonio?

  9. In fin dei conti hai ragione Aldo,
    Ma chi ti dice che invece sarà il contrario?
    Potrebbe darsi che questa vicenda possa essere quel qualcosa che possa realizzare un periodo ancor più bello!
    Scusami se ti sembro ottimista, forse perché in cuor mio spero che la cosa possa accadere anche a me!
    Il mio compagno, in questo periodo mi sta facendo vedere i sorci verdi, ma ancora lo amo!

    Spero Aldo che tu possa trovare nuova linfa vitale nel rapporto con tua moglie

    Un abbraccio

  10. Salve.
    Ho scoperto un paio di mesi fa, per puro caso e leggendo alcuni sms inviati e ricevuti sul cellulare (lasciato totalmente incustodito) di mia moglie, che lei da qualche mese (lameno queste erano le date degli sms) aveva uno scambio di frasi amorose, quasi melense, con un tizio conosciuto al lavoro, benchè non un collega.
    Mi è caduto il mondo addosso e le ho chiesto il perchè.
    Mi ha risposto che con lui riusciva a vivere attimi di serenità, cosa che in famiglia (abbiamo un figlio, in realtà suo e da me adottato) non riusciva più ad avere. Mi ha detto la loro “relazione” fosse solo verbale.
    Si è detta pentita di avermi fatto del male e pronta ad andarsene via se io lo avessi voluto.
    Piangendo mi ha chiesto di perdonarla, dicendomi che avrebbe troncato la sua relazione con il tizio.
    Sono andato a letto distrutto e chiedendomi cosa ne sarebbe stato di me.
    Credetemi, ancora oggi (son passati tre mesi) non ne comprendo appieno il motivo, ma mi sono risvegliato con l’animo colmo d’amore per mia moglie. Ho iniziato ad amarla e desiderarla come mai avevo fatto, neppure nei primi giorni di matrimonio (8 anni fa).
    Dopo qualche giorno la scoperta della relazione mia moglie mi ha detto di avere parlato con il tizio della sua decisione di “tornare” con me. Mi ha detto che lui era un po’ interdetto.
    Mia moglie mi ha chiseto del tempo per chiudere anche psicologicamente questa “relazione”.
    Dopo qualche giorno però mi ha anche detto, un po’ meravigliata, forse delusa, che si aspettava che il tizio le dicesse di lasciarmi e di andare a vivere con lei, cosa che lui, a detta di mia moglie, si è ben guardato dal fare.
    “E se lo avesse fatto?” ho chiesto mia moglie. Mi ha risposto “Non lo ha fatto, punto”.
    Effettiavemente un uomo misero moralmentre che ha forse approfittato della situazione di debolezza psicologica di mia moglie. Credo che ora anche mia moglie abbia cambiato profondamente parere su di lui.
    Però a questo mio amore, non corrisponde il suo.
    Mi dice di non odiarmi, qualche volta mi dice di volermi bene, ma “ricostruire” l’amore che provava per me non sarà cosa facile e veloce anche perchè mi ha detto, le avevo tolto da anni ogni illusione di una vita serena e felice.
    Non è facile convivere con questa sensazione di un amore unilaterale.
    Non è facile anche ricordando i messaggini che scriveva lei al tizio nei quali ricorreva tante volte “amore mio … ti amo”. Credere alle parole o valutare invece i fatti concreti?
    In famiglia si respira ora un’aria più serena, ho capito alcuni miei sbagli comportamentali del passato e sono cambiato. Anche mia moglie sembra stia molto meglio.
    Si fa l’amore anche più spesso anche se dire il vero lo si faceva anche durante la sua scappatella, anche se in maniera molto meno frequente.
    Accompagnati però a miei grandi momenti di amore e felicità vi sono però momenti di immane tristezza, quasi depressione. Ho detto di averla perdonata, ma non so se sono riuscito davvero a farlo.
    Di certo non ho dimenticato quegli sms ed il dolore che ho provato.
    Sono molto più geloso, sobbalzo ad ogni sms o telefonata ricevuto da lei.
    Si sviluppano nella mia mente immagini irreali del suo tradimento, del suo stare con il tizio.
    Non voglio assolutamente sapere quanto in verità fosse profondo il loro legame, se anche fisico.
    Non credo lo sopporterei.
    Davvero non so quale sia la scelta migliore, provare a ricostruire in nome dell’amore che provo o chiudere definitivamente il tutto per paura di essere tradito di nuovo.

    • Che furbacchiona che è tua moglie… se l’amante le avesse detto fuggi con me posso assicurarti che se ne sarebbe andata.
      Non è il massimo vivere sapendo questo.
      Io non perdonerei, l’avrei mandata via di casa e avrei anche preso inmano un buon avvocato per la revoca dell’adozione…colmo sarebbe dover pagare gli alimenti per un figlio non tuo.
      Vedi tu, fai ciò che ritieni più giusto per te.

  11. La mia esperienza è diversa. Quando mia moglie mi ha tradito mi è sembrato che crollasse il mondo addosso, poi ho incominciato a parlare della cosa con lei, e la cosa ha preso un latro aspetto. non mi stimava di meno, non mi amava di meno, non intendeva offendermi, aveva avuto una forte attrazione, che come era arrivata all’improvviso è sparita come una fiammata, e non aveva saputo/voluto dire di no, perché la vita va vissuta, e se non avesse fatto le sarebbe sempre rimasto l’interrogativo, e il dubbio.
    Le dispiaceva darmi un dolore, ma la sua viat era sua, e su questo ero d’accordo.
    Mi è sembrato che il tutto avesse un senso e la nostra vita è cambiata,anch’io mi sono guardato intorno, e non mi sono tirato indietro se e quando mi è capitato, senza esasperazione e il dialogo tra noi non è mai finito, ha fatto un salto di qualità ed è diventato molto più profondo. Qualcuno può condividere ?

  12. Io sono stato tradito da mia moglie, siamo sposati da quasi 30 anni, il tradimento me lo ha confessato lei, poco dopo le feste Pasquali, perche mi ha detto che non poteva tenersi dentro questo peso. Non è stata come dire una relazione continua, ma si sono succeduti degli episodi nell’arco di due anni, poi ha detta di lei non ha voluto continuare questa storia, perchè diceva che non me lo meritavo e si era pentita di questo colpo di testa. E da quel momento la mia esistenza è cambiata,non vivo più, sono depresso sconsolato, mi sento umiliato e spesso mi prendono le crisi di pianto, non credevo a 55 anni di cadere così in basso, lei era tutto per me, era il centro della mia esistenza, era la forza che mi spronava a sopportare tutti disagi che comporta la mia professione non certo “Tranquilla”. Mi ha tradito con un suo collega di lavoro, che conosco, e mi ero accorto che aveva un certo debole per mia moglie, e a lei l’hò fatto presente, di troncare quella che pensavo fosse solo un amicizia lavorativa, ma lei ha detto che mi sbagliavo di grosso. Non ho voluto insistere per non sembrare un geloso retrogato, gli ho dato fiducia, ma questa fiducia era mal riposta, mentre io lavoravo e rischiavo la pelle per portare un pezzo di pane a casa e rendere la vita apparentemente dignitosa a tutta la famiglia e facendo molte rinunce da parte mia, lei mi tradiva. Lei mi ha chiesto di perdonarla, che si è trattato di un colpo di testa ed è pentita, piange appena la guardo, perchè vede nel mio sguardo tutto il mio disprezzo nei suo confronti, ma non me la sento di farlo, mi fa ancora molto male e non so quanto tempo ci vorrà per assorbire la botta ricevuta. A me negli anni sarebbero capitate tantissime occasioni per tradirla, ma sono cresciuto credo con dei sani principi, per cui ho sempre declinato le offerte, per non tradire il giuramento che avevo fatto davanti a Dio. Adesso non so cosa fare, il mio Istinto mi dice di dargli due calci in culo e sbatterla fuori di casa, oppure di fare io le valige e di andarmene, purtroppo ci sono anche tre figli di cui 2 gia maggiorenni e quasi indipendenti economicamente, mentre il più piccolo è ancora studente. Intanto la mia gastrite aumenta.

  13. Buonasera,
    io sono un marito tradito che ha perdonato per ben 2 volte a distanza di 4 anni. La maledetta si è resa negli anni protagonista di situazioni al limite dell’inverosimile che mi hanno portato a sospettare pesantemente sulla sua moralità e la sua fedeltà, ci siamo scontrati pesantemente anche davanti ai nostri genitori e nonostante io non lo avessi mai desiderato, complice anche la presenza di 1 bimba di 2 anni e mezzo e un bimbo in arrivo e convinto da mia madre e dai miei suoceri che mi stavo sbagliando insinuando dei dubbi ingiustificati non sono riuscito ad evitare quello che poi si è dimostrato un matrimonio farsa.
    Mia moglie ha cominciato dopo la 3 gravidanza a lavorare con una certa regolarità cambiando lavori a ripetizione e manco a dirlo in almeno 2 posti di lavoro ha iniziato ad avere relazioni con 2 colleghi (ha lavorato in un posto 6 mesi è ha perso la testa x un collega fino a scoparselo e in un altro 2 mesi estivi e stesso risultato) in entrambi i casi sono stato io a scoprirlo tramite intercettazioni e ad appostamenti in stile investigatore privato e la stronza fino a che non gli sbattevo in faccia le prove ha negato fino alla morte in entrambe le situazioni, per il bene dei bambini, nonostant sarei stato ben lieto di sbatterla fuori casa a calci nel culo e di non fargli vedere più le creature, ho deciso di portare avanti il matrimonio farsa fino al raggiungimento della maggiore età dei ragazzi, indovinate un pò!?

    Nuovo cambio di lavoro, inutile dire che la fiducia ormai è andata a farsi benedire, ricomincio a notare ritardi strani e messaggiamenti anomali come nelle prime due occasioni…ci risiamo 3 lavori diverso 3 storia che sta per arrivare.
    Il risultato è che ora con tutta la buona volontà del modo mi sarei un pò rotto i c…i e per quanto mi dispiaccia rovinare la vita a 3 creature innocenti e un pò anche la mia perchè ho paura di vederli molto meno.
    Ho deciso di andarmene di casa. Ora vivo da mia madre da circa un mese e vedo i cuccioli grasso che cola 1 volta a settimana x un max di 2 ore a causa del mio lavoro e a causa del fatto che voglio evitare di incrociarmi con la battona, lei da un paio di giorni ha lasciato l’appartamento che mia madre ci aveva concesso in comodato d’uso per gli ultimi 8 anni dicendo ai bambini che io e mia madre li abbiamo cacciati di casa e non vi dico che tristezza vederli con le lacrime agli occhi quando fanno resistenza ogni volta che provo a farmi una passaggiata con loro.
    da un pò penso che piuttosto che vederli costretti a dover passare un po di tempo con me preferirei rinunciare ai miei diritti di padre pur di non vederli piangere.
    Loro come me sono vittima di una donna squallida che non solo ha fatto le cose più schifose che una donna sposata e con figli può fare mai ad un marito ma si permette di mettere in cattiva luce me ai loro occhi pur sapendo che io le sono stato sempre fedele e ho cercato di andare avanti nonostante ovviamente le cose non potessero essere come all’inizio.
    Vi dico la verità, io dopo questa esperienza ho difficoltà ad avvicinarmi in maniera intima alle donne e difficilmente cercherò di instaurare un rapporto profondo con qualsiasi donna inquanto non credo più nell’amore, nemmeno nell’amicizia.
    Credo che alla fine preferirò vivere quel che resta della mia vita da solo…i miei suoceri si sono dovuti ricredere su quanto pensavano sulla loro figlia e cosi nche mia madre, loro hanno cercato sempre di difendere l’infame credendo che fossi io il paranoico e si sono dovuti ricredere…non sapete che male mi fa vedere i suoi post su facebook dove decanta la sua bravura di madre e le foto felici di lei con i miei figli nei loro compleanni dove recita ” 2 anni di noi!” ” 8 anni di noi!” riferita ai miei cuccioli e tutti i commenti ammirati dei suoi infiniti amici e parenti di facebook… mi verrebbe una gran voglia di rendere noto a tutte quelle persone che la esaltano con i loro ammirati commenti tutte le malefatte di questa “donna” e publicare tutte le conversazioni clandestine i messaggi imbarazzanti di lei con i suoi amichetti, di tutte le volte che ha tradito me ed indirettamente anche i suoi figli.

    Desidererei farle terra bruciata intorno e fare vedere a tutti che razza di animale possa essere ma mi rendo conto che se anche lo facessi non mi sentirei appagato. Tante volte ho desiderato farla finita per tutte le volte che sono stato umiliato, per tutte le volrtebche ho dovuto calpestare la mia dignità, per tutte le volte che nonostante tutto, nonostante non sia stato io a fare queste terribili cose, ho provato io vergogna al posto suo. Forse non mi basterebbe nemmeno qesto, io avrei solo voluto crescere ed invecchiare insieme ai miei bambini e ad una moglie onesta…non mi è stato possibile.

    • Guarda, io sono a favore di una punizione in questi casi. Come attuarla lo sai solo tu, ma condivido il fatto che tu non possa accollarti ‘sta stronza ancora a lungo. Non è vita per te questa, e lei lo deve capire con le cattive se necessario.
      Addirittura Due tradimenti…ma come hai fatto?? Ma che cazzo di gente a sto mondo…si meriterebbe solo dei cazzotti in faccia…dei jab a ripetizione…pam! Pam! Pam!

    • Certe donne ce l’hanno nel dna….
      Penso che tu abbia meno di quarant’anni, sei giovane….vedrai che troverai una donna seria che ti amerà.
      Io a sessanta suonati con un figlio di nove devo sopportare un tradimento scoperto quasi subito ma che ha stravolto la mia vita. Mia moglie , 54 anni, ma da dei punti a molte 35/40 enni, ha pensato bene di tradirmi circa dieci mesi fa, e da allora, non si riesce a ricomporre la situazione. Purtroppo per motivi economici e per il figlio nonostante io sia ancora molto attratto da lei, e volessi rompere il matrimonio, sto vivendo malissimo e temo di ammalarmi; con la prospettiva di avere al mio capezzale la fedifraga, falsa ed opportunista.
      Come ci si sbaglia nella vita…E pensare che sono al secondo matrimonio!
      Ti faccio i migliori auguri per un proseguimento di vita il più sereno e tranquillo possibile.
      Namaste

    • Ciao io sono un ragazzo di 34 anni sposato già due volte e tradito da tt e due la prima si era innamorata di uno e l’altra invece si è solo divertita a suo dire ho scoperto tutto tramite una confidenza fatta a una sua amica e sentita da me senza che lei ne fosse al corrente,ho sentito cose raccapriccianti perticolari squallidi e crudeli sono tanlmente nauseato cavese vedo anche solo fare sesso in TV mi viene in mente lei tt questo mi ha reso una persona instabile psicologicamente e moralmente apatico alle emozioni , io a lei ho fatto terra bruciata perche tutte le persone che pensavano che io fossi ossessivo,morboso ,geloso si sono ricredute tutte dalla prima all ultima,lei ora dice che ha sbagliato che nn lo rifarebbe che si sente di merda e che se potesse cancellerebbe tutto ma io ho una ferita grande come una casa dentro sopratutto perché erano solo sei mesi che ci eravamo sposati e cercavamo con la fecondazione assisatita un bambino ed eravamo felici per questo mi chiedo che razza di persona sia lei e sopratutto visto il mio passato che razza di donne ci sono oggi al mondo ? L’unica nota positiva mi riscopro una persona davvero forte penso che il mio cuore sia di cemento armato ormai può essere un bene o un male ma in questo mondo malato forse è meglio per non dover soffrire ancora

      • Sei stato sfortunato; non riversare la tua rabbia sulla prossima relazione: potrebbe essere quella giusta!
        Un abbraccio e, buona fortuna, vedrai che una seria la troverai!

  14. Per esperienza mia io sono una moglie che ha perdonato tre volte, per amore si può perdonare ma non dimenticare. Il mio matrimonio è finito io sono sola e serena mio marito è distrutto dal rimorso mi dispiace per lui ha distrutto quello che di più bello avevamo.
    Perché, aveva tutto il mio amore e il mio aiuto.

  15. Comunque è così, certe donne sono programmate per tradire in modo seriale purtroppo. Il mio caso è particolare, quasi da film, mia moglie mi ha praticamente fatto terra bruciata attorno, lavoriamo insieme, ho scoperto che mi tradiva con tre colleghi contemporaneamente. Ho avuto la freddezza di starle dietro con calma e registrare ogni cosa fino a quando ad un certo punto la nausea ha preso il sopravvento. Anche lei ha sempre negato tutto fino alla morte, solo quando ha veramente sentito le registrazioni ha cambiato atteggiamento. Ora sono un marito distrutto alla ricerca della forza per ricomporre i pezzi e tutelare i figli da tutta questa cacca.

  16. Sapete cosa mi ha colpito di quasi tutte le storie qui raccontate? Che quando siamo noi mariti che subiamo il tradimento ci sentiamo distrutti, ne diciamo di tutti i colori alla moglie traditrice, ma alla fine quasi sempre restiamo lì…
    Per me è stato finora proprio così. Ho scoperto il tradimento 5 anni fa, con un amico comune, anche lui sposato e con figli.
    L’ho scoperta che erano circa sei mesi che avevano la tresca. Ovviamente negava con una determinazione che non avevo mai apprezzato nei 12 anni di matrimonio e infatti le ho creduto. Poi, difronte a prove inoppugnabili, ha lentamente ammesso, in realtà semplicemente confermando quello che io dicevo, senza mai aggiungere nulla di nuovo a quello che già sapevo.
    Ho voluto provare a perdonare in cambio di un totale distacco da lui. Poi, però, dopo qualche mese, ho drammaticamente scoperto che il loro “amore” continuava esattamente come prima. A quel punto ho deciso che fosse finito il matrimonio e così le ho detto, aggiungendo che la mia unica preoccupazione da quel momento in poi sarebbe stato esclusivamente fare le cose per bene per i ragazzi, allora di 12 e 9 anni.
    Sono passati 5 anni, appunto, e non sono mai riuscito a “rompere” con lei. Tante minacce, ma nulla di concreto. Ho avuto un paio di storielle che mi hanno fatto sentire più in colpa che altro, ma almeno mi sono un po’ sfogato.
    Mia moglie da allora si è sempre comportata bene, forse anche troppo. Però io non sono più riuscito ad essere quello di prima, non sono più affettuoso, solamente l’attrazione fisica non è mai mancata.
    Ora però la situazione mi pesa tantissimo, forse perché i figli sono cresciuti, forse perché ho realizzato che se in 5 anni non sono tornato come prima allora non lo sarò mai più… Ho la sensazione di buttare via la mia vita e di privarmi della possibilità di ricostruire qualcosa. In passato le avevo proposto di allontanarci anche solo per un po’ per vedere come sarei stato senza di lei, ma mi aveva detto che avrei fatto del male ai figli e quindi non ho fatto nulla.
    Adesso sento che sto scoppiando, ma ogni tanto penso anche che forse ho aspettato troppo e che ora sia troppo tardi per cambiare la mia vita. Non so come uscirne 🙁

    • Andrea, mi sento esattamente come te!
      Non so se hai letto la mia storia (se trovo il link lo pubblico), ma è come dici: anche il comportamento delle nostre mogli. Non si riesce a distaccarsi; per i figli, per lei, per la situazione economica?
      Sicuramente io ho un’età maggiore, ma questo non mi condiziona, anzi, mi induce a voler trovare una donna per i miei ultimi lustri, ma non è facile!
      Alla base c’è comunque l’attrazione, che è una componente principale dell'”amore” E questo ci frega!
      Tua moglie ha mai chiesto scusa? Siete tornati ad avere rapporti sessuali, e se si, dopo quanto tempo?

      • Se vuoi intanto ti do la mia risposta, da amante, Stany. Si, hanno ricominciato ad avere rapporti dopo un anno e sei/sette mesi (negli ultimi 6/7 frequentava già me). Lei ha chiesto scusa ma solo dopo aver dato la colpa a lui che non la soddisfavaceva sessualmente. Si, lui l’amava tanto, e si leggeva nella rabbia di quelle pochissime cose che mi ha detto.
        A distanza di 5 anni continua a vivere con lei e, all’apparenza, sembra che le cose vadano bene ed i bambini sembrano sereni. Io sono mesi ormai che non lo vedo e non lo sento, ma simili testimonianze mi fanno cadere nello sconforto, perché l’ho amato e lo amo ancora davvero tanto.

        • Ma … ma … scusa, non capisco: tu Maria saresti?
          L’amante di Andrea?
          Non ci sto a capire n’cax..

        • Nooo… anche se la sua storia è mooolto simile a quella del mio ex amante. Ti ho solo portato la mia esperienza.

        • Maria … è inquietante quello che dici, davvero corrisponde per il 90% alla mia storia!!!
          Stany, in realtà i rapporti sessuali ci sono ma non più come prima. Da parte mia è solamente un atto quasi meccanico, anche perché lei da quel punto di vista mi piace sempre molto.
          Però manca completamente il trasporto, l’affetto. Non la bacio mai, lei ci prova ma capisce che è una forzatura e allora si offende e mi dice che la tratto come una prostituta. E forse la realtà è proprio questa.
          Mi ha chiesto scusa fin dall’inizio, e le ho creduto. Poi però ci è ricascata, sempre con lo stesso, dopo pochi mesi. E da quel momento in poi le mille scuse che mi ha chiesto non mi hanno più toccato.
          Non ho più voglia di continuare così, ma sono completamente paralizzato da una serie di paure, forse nemmeno tutte sensate

        • Andrea, almeno voi riuscite a fare sesso; noi no! C’è un blocco, non da parte mia,anche se col tempo,mi riesce sempre più difficile approcciarmi a lei in modo,a differenza tua, meno meccanico, anzi sentimentale; ma…kaz , è passato quasi un anno! E mi rendo conto che son mesi che non ci provo manco più.
          Ieri abbiamo parlato seriamente,a distanza di mesi della separazione, ma c’è il bambino, il suo lavoro che, dopo dieci anni ha ripreso (ma precario,intermittente ecc..) e che, mi vincola con la gestione del bambino, ci sono gli inevitabili problemi economici (anche se io posseggo anche un’altra casa dove potrei andare). Insomma: mi sento in trappola!
          Io apprezzo il fatto che per tenere unita la famiglia, mia moglie non simuli e finga di esserci ritrovati concedendosi sessualmente; può essere che sia talmente schifata per cui non riesca….Essendo orgogliosa e testarda al cubo, non mi vuole dare la soddisfazione,forse…del resto non si è mai scusata per la malefatta!
          Io avrei anche trovato, ma sono sincero e quindi non volendo illudere nessuna,spiego fin da subito la situazione; e poi, amando ancora mia moglie, spero sempre.
          Vi terrò aggiornati.
          Buona vita a tutti voi.

    • ciao di dove 6

  17. Maria, la moglie del tuo amante a sua volta ha un amante, dico bene?
    “lei ha chiesto scusa ma solo dopo aver dato la colpa a lui che non la soddisfaceva sessualmente…” (Mentre lui soddisfaceva te!?).
    Andrea, tua moglie t’ha chiesto scusa, salvo poi
    Ekkekaz, tuti chiedano scusa a tutti, salvo poi
    Solo io, pare, dovessi chiedere scusa: come funziona? Cornuto e mazziato!
    Ciascun essere umano ha la propria sensibilità, i modi ed i tempi per comunicare il disagio o l’imbarazzo; e questo è comprensibile.Per quanto mi riguarda dopo un’introspezione che mi ha consentito di comprendere, ma non giustificare fino in fondo l’ “operato” di mia moglie, naturalmente, (un tradimento non ha giustificazioni, quali possano essere le cause scatenanti) ho capito che la causa non attiene solo alla sfera sessuale; o meglio: questa è influenzata da una cattiva relazione di coppia , che spinge a cercare fuori da rapporto quindi, non solo il sesso, anche per gli uomini (considerati più basici negli istinti “animali”), ma quella idealità di relazione che, presente nei primi tempi della trasgressione, si trasforma in routine col tempo,per poi assimilarsi del tutto con ménage ufficiale. Salvo nei matrimoni bianchi, o per interesse , si dà per scontato che il sesso funzioni tra i due: altrimenti che ci si sposa, o comunque si sta assieme a fare?
    Capisco che ciò che dico sia pleonastico, ma perlappunto, mi fa arrabbiare che adulti consenzienti e consapevoli non siano in grado di portare avanti dignitosamente una relazione, alla stregua di quattordicenni soggetti a tempeste ormonali.
    Sapete che penso,alla luce dell’esperienza,dell’età e dei due matrimoni?
    SE NON È ZUPPA …

    • Lei lo ha tradito, ha chiesto scusa, dopo due mesi ha scoperto che si vedevano ancora. Dopo di che ha chiuso. Dopo due anni in cui ha cercato di perdonare ha scoperto che stavano ancora insieme. Lui ha avuto problemi a livello sessuale ed anche all’inizio con me era molto intimorito ad avere rapporti, ma poi non più. Fare l’amore con lui è stata una delle cose più belle della mia vita. Forse da lì ha capito che probabilmente non tutte le colpe erano sue, ma comunque non l’ha lasciata e non credo ci abbia mai provato. Per i figli dice lui. Non mi ha mai promesso niente perché non poteva, mi ha solo giurato che non la amava più. Ma ha scelto lei. Ha scelto i figli mi dirà anche Andrea, ma credo che in fondo lui ci speri ancora nel suo matrimonio. Per questo ho chiuso.

      • Vedo davvero molti punti in comune con la tua situazione. Sì, è vero che sarebbe facile dire che lui ha scelto i figli e magari ci crede pure, o perlomeno lo dice perché vuole convincersi di questo. Ma la realtà è molto più complessa. Facciamo fatica a pensare di mollare tutto, equivarrebbe ad ammettere il fallimento di un progetto e per noi uomini non è così facile. Sul fatto che non ami più sua moglie credo di capirlo molto bene. In realtà si continua ad amare una persona che in realtà non esiste E in questa fase il rischio è quello di voler vedere questa persona inesistente in un’altra donna. Io credo che l’unica cosa da fare in situazioni simili sia, per noi maschietti, avere il coraggio di tagliare ogni contatto con qualsiasi donna, moglie compresa. Stare da soli per un certo periodo, che può essere più o meno lungo. Probabilmente solo questo ci permetterà di fare un “reset” completo dei nostri sentimenti e a questo punto forse potremmo essere più lucidi e pronti per capire che direzione prendere….

        • E’ quello che gli avevo consigliato io ma erano passati già tre anni dal primo tradimento.Lui dice le stesse cose, che era innamorato di una donna che non esiste. Ora ha deciso di mollare il lavoro e dedicarsi all’azienda che la moglie ha tirato su grazie ai finanziamenti fatti dal marito. Credo sia anche questo uno dei motivi per cui non molla. Vuole lasciare qualcosa di concreto alla prole. Dopo questa decisione ho, dopo avergli motivato le varie ragioni, deciso di tagliare i ponti con lui. Mi voleva bene, lo so, ma non è bastato. Ora ho solo paura che questa decisione lo porti ad una rovina anche sul piano economico, visto che è tutto intestato a lei. Chissà come andranno ora i rapporti visto che lavorano insieme, invece prima lui usciva di casa la mattina e tornava la sera perché lavorava in un’altra città.
          Ma ha fatto le sue scelte, ed io ho dovuto, anche per il suo bene, lasciarlo libero di seguirle.

        • Tu sei stata davvero ammirevole, immagino la sofferenza nel prendere questa decisione.
          Ma tu, sinceramente, pensi che lui possa essere felice con la moglie? E non parlo dell’azienda, ma del fatto che una donna che ha tradito il marito possa rendere ancora felice il marito. Per me la cosa che conta è questa, io desidero solamente avere al mio fianco una donna che mi ami e che anch’io possa amare senza riserve. E un tradimento come questi di cui parliamo, programmati e prolungati nel tempo, minano irrimediabilmente questo tipo di fiducia reciproca.
          Io purtroppo lo sto capendo solamente ora, dopo anni di confusione mentale totale e ormai temo sia troppo tardi per cambiare qualcosa. O no?

        • Io credo che nella vita non sia mai troppo tardi per cambiare. Purtroppo c’è solo una cosa che ci blocca, la paura dell’incerto. Probabilmente la forza che ho per andare avanti proviene dal fatto ho deciso di vivere una vita mia lontano dalla famiglia che ho avuto contro di me i primi anni, finchè non si sono abituati all’idea che io volessi essere indipendente. Ho studiato, ho lavorato tanto e finalmente ho un lavoro abbastanza stabile dopo 20 anni. Bisogna stare bene con se stessi per fare scelte simili, altrimenti si rischia di tornare indietro. Io ho sempre desiderato avere un uomo al mio fianco, come tutti del resto, ma deve essere una persona in grado di scegliermi ogni giorno e rispettarmi sempre. L’amore può finire, ma il rispetto è una scelta.

        • In fondo, ci speri sempre.

  18. Mau, l’amore può finire ma il rispetto è una scelta!
    Giustissimo, se si vuole sfasciare una famiglia la mancanza di rispetto è la causa idonea, ed il tradimento, ripetuto, perpetuato nel tempo, ne è il miglior viatico! La Pina di Fantozzi, pur nel suo minimalismo emotivo e di trasporto sessuale nei confronti del marito, non avrebbe potuto tradirlo: lo stimava!
    Purtroppo, vista la caducità della vita, siamo alla ricerca continua della passione che, quasi per definizione, ha una durata limitata ed è soggetta ad altri fattori, non ultimo il rispetto; quello della quotidianità, che si manifesta col supporto reciproco e la suddivisione dei ruoli e dei compiti,che ci fa vedere l’altro come “socio” per il quale comunque proviamo attrazione.
    Purtroppo, quando cala l’attenzione, la condivisone,la comprensione, l’aiuto reciproco, anche la passione e l’attrazione si spengone e, a vent’anni, assecondando gli ormoni si cerca altrove; a cinquanta, nel ristagno generale, dovrebbe appunto, sopravvivere almeno il “rispetto”.

    • Scusami, ho scritto Mau … Maria!

      • La cosa che mi chiedo è dove va a finire tutto quell’amore giurato. Non posso credere che si smetta sul serio di voler bene ad una persona. Boh… forse sono io quella strana in questa vita fatta solo di opportunismo. Grazie comunque a tutti per il confronto.

        • Dove va a finire tutto quell’amore giurato? Non lo so, So solamente che il concetto di amore non è uguale per tutti noi. Ne diamo un significato assolutamente diverso, ma purtroppo ce ne rendiamo conto spesso troppo tardi. Faccio un esempio personale: a mia moglie una volta, a pochi giorni dalla mia scoperta del tradimento, dopo che aveva rinunciato a negare tutto perché le evidenze erano troppe, ho chiesto come avesse potuto fare una cosa che sapeva avrebbe messo in crisi il nostro matrimonio. Lei mi ha risposto che credeva che io l’avrei perdonata in ogni caso. Cioè, lei pensava che io fossi talmente innamorato da perdonarle tutto. E a tutt’oggi lei mi rimprovera proprio questo, di non aver saputo capirla e perdonarla. Vedi, questo è un concetto di amore completamente estraneo a me. Il mio concetto prevede che se ami qualcuno non faresti mai nulla che potesse fargli del male, anche se non ne venisse mai a conoscenza. Perché comunque gli “toglieresti” qualcosa. Forse, come dici tu, sono io quello strano…

  19. Ci posso mettere la mia di storia. Io parto dal contrario sono il “terzo”. Lei mia ex collega (tutti e due siamo sposati da oltre dieci anni e con figli) ed io abbiamo avuto una storia durata poco più di un anno. Ad un certo punto lei ha detto che la sua bambina più piccola (5 anni) aveva problemi gravi comportamentali e lo psicologo che li seguiva le ha detto che la bimba sentiva l’assenza della famiglia. A quel punto, di comune accordo, abbiamo deciso di restare solo amici (non avevamo la forza di separarci anche se si vedeva che ciò che lei provava per me stava sfumando di giorno in giorno). Un mesetto dopo questa decisione che a me è costata cara (perchè la amavo e la amo ancora) il marito riceve una lettera (pare anonima, ma chi me lo ha detto non è entrato nei dettagli) nella quale, con dovizia di particolari e di prove veniva messo a conoscenza della nsotra storia. So solo che dopo una “separazione” brevissima, credo un mesetto sono tornati assieme. Quindi credo si possa perdonare….

  20. io vorrei solo sapere come fare a smettere di pensare alla mia ex moglie. Sono passati due anni ma continuo a chiedermi se sta bene e se non potrei riprovare a fidarmi di lei.
    2 anni fa scoprii che mia moglie mi tradiva con un suo collega sposato con figli e ci siamo separati, nel mentre della separazione è rimasta incinta di lui ed ora si ritrova a vivere da madre single con la speranza che lui possa lasciare la moglie.
    Ultimamente stavo provando a rifarmi una vita con un altra donna ma quando lo ha saputo mi ha dato segni di gelosia. Certo può essere solo perché sperava di tenermi buono come ruota di scorta ma come potrei fidarmi. Io sarei disposto a crescere il figlio come mio ma se poi ricomincia tutto di nuovo con quell’uomo o con qualcun’altro?
    io sto continuando la mia nuova storia ma questo pensiero fisso mi tiene e in scacco e non riesco ad innamorarmi di questa nuova donna che invece mi dimostra quotidianamente quanto mi ama.

    • Io vorrei sapere invece perché iniziate le storie con le persone se ancora non siete sicuri sui vostri sentimenti per le ex compagne. Ma da soli non riuscite proprio a stare? O vi sembra più carino prendere in giro delle persone nuove?

  21. Non pensavo che un giorno avrei fatto parte di un club, ed invece eccomi qui anche io, Tradito da mia moglie nel peggiore dei modi, cioè con un mio amico, o almeno quello che consideravo tale.
    Sapete, si usciva tra famiglie, lui un amico dell’università e non ci siamo mai separati. sempre insieme, vacanze comprese.
    Un mese fa stavamo in un villaggio vacanza, tre famiglie insieme, gli amici di sempre. Vi giuro non avevo mai capito nulla, che ci potesse essere qulcosa tra di loro. fatto sta che avrei dovuto partecipare ad un torneo di calcetto ma mentre giocavo ho fatto una storta. Mi fermo e torno in camera e già avete capito cosa ho scoperto.
    Vedere mia moglie a letto con lui è stato devastante. Stavo quasi per svenire. La scena era squallida, lui che viene per aiutarmi a risollevare, lei che inizia a piangere … il caos.
    Ovviamente nel giro di mezzora tutte il villeggio era a conoscenza di tutto, sua moglie compresa.
    L’ho mollata, ma sto malissimo.
    Ho letto tantissime vostre storie e mi chiedo anche io se è possibile davvero superare il tradimento di lei.
    Mi ha confessato che questa relazione era nata solo da qualche mese ma non gli credo, anzi, adesso faccio tanti collegamenti con il passato.
    Ma abbiamo una bambina di 5 anni, volevo che crescesse in una famiglia unita.
    Si dice penstita, che è stato il più grande errore della sua vita ma io non so che fare. Vorrei perdonarla, ma ho paura…

    • Che tu abbia paura è normale. Come puoi capire da tutte le esperienze che avrai letto è quasi impossibile arrivare a un perdono vero.
      Recuperare la fiducia nei confronti di una persona che ti ha tradito è davvero un’impresa che forse nemmeno il mitico Eracle sarebbe riuscito a vincere. Quello che è successo a me, e che assolutamente non so dirti se sia la cosa giusta, è stato diventare molto più cinico. Ho smesso di credere nell’amore “vero”, quello romantico. E se solamente comincio a pensarci di nuovo mi sento la persona più stupida del mondo. Anche per le persone che conosco e che apparentemente hanno una bellissima relazione con la compagna o il compagno tendo a pensare che sia tutto effimero e che anche per loro finirà presto. Non mi riconosco più, però ad oggi è quello che provo. Mi concentro su altre cose…
      Un abbraccio

1 3 4 5