Home / SOFFRIRE PER AMORE / come non ferire una ragazza

come non ferire una ragazza

Sto per lasciare la mia ragazza e so che la ferirò tantissimo. E’ da tempo che vorrei farlo ma il solo pensiero che una persona che mi ama possa soffrire a causa mia…mi fa male davvero. La mia ex ragazza mi lascio dopo 7 anni insieme e lo fece nella maniera più brutale, mi mollo e sparì per sempre!

Ho sofferto da cani, ho criticato il modo in cui mi ha trattato ed adesso mi trovo a vivere qualcosa di simile. So che quello che ci lega è troppo grande per dirle…è finita ma se vuoi restiamo amici. E’ impossibile! So che soffrirà tanto ed io non voglio! Ma non so come non ferire i suoi sentimenti ed uscire da questa storia?

Qualcuno di voi ci è passato in qualcosa di simile? Come e cosa avete fatto per non ferire una persona innamorata?

da: Raffaele

 

28 Commenti

  1. E aggiungo: scusate ma J.J.Bad mi ha fatto capire che per fortuna la mosca bianca non sono solo io che a fare i discorsi che fa lui (ti giuro con le stesse parole!) vengo guardata come fossi un alieno!!! Comincio a pensare che ci “vogliano” così divisi, perché socialmente ci sono molti vantaggi: intanto distruggere alla base i valori della famiglia crea confusione e PAURA, l’unione fa la forza e insieme si ha il coraggio di ribellarsi socialmente a qualcuno che da solo spesso non hai la forza di combattere. Poi c’è che il consumismo porta sia la presunta classe di psicologi che coach ecc ecc (per carità mi sono fatta aiutare anche io quindi non sto sostenendo la loro inutilità, ma sto estremizzando e generalizzando) ci preferiscono divisi perché “two is megl che one”; sarebbe bello se durante le crisi, ma anche regolarmente, andassimo tutti a fare un check up da un bravo terapista di coppia (e pensare che prima si andava dal parroco). In ultima istanza… Beh, nessuno insegna più cosa sia l’umiltà, il pensiero proattivo, la volontà, il coraggio! C’è troppa offerta, offerta di tutto di cibo di beni, troppa offerta di rapporti sociali!!! E le persone ne sono così inebriate che stanno diventando stordite, e dimenticano che l’Amore non è irrazionale, ma è la cosa più difficile e potente che si possa ottenere! Ricordatevi che l’iniziato per essere tale deve superare delle prove dure, e che i percorsi di crescita sono sempre in salita, il resto sono fughe per non guardarsi dentro, principalmente da se stessi! Se nella Storia e nei secolo tutti i grandi citano l’Amore è proprio perché conoscerlo non è cosa facile e da poco, e saperlo riconoscere richiede aver fatto prima un grande lavoro di conoscenza personale. Il fatto che ci si rifugi dietro l’irrazionalità ed il trasporto denota maggiormente che non si è in grado di (non razionalizzare) ma consapevolizzare i propri sentimenti, ed attribuirgli un senso logico. Il discorso è molto ampio ma sono sempre più convinta che la vera svolta sarebbe si, mantenere il divorzio come legge (grande conquista!), ma, visto che come al solito siamo arrivati ad abusarne, io lo rivincolerei a: il divorzio è possibile SOLO se ci sono EVIDENTI casi di maltrattamento, abuso, violenza, droga ecc., così magari il 90% delle coppie che sembravano sul punto di scoppiare, non avendo via d’uscita, sarebbero “costretti” a concentrare la stessa quantità di energia che ora spendono x distruggere ed abbandonare (oltre a ritirarsi su dopo), per far rinascere l’amore, e tutti si risveglierebbero dal sogno malato che stanno facendo vedendo finalmente tutto con gli occhi di…. Adulto!!!

  2. J.J.Bad complimenti! che enfasi nelle tue parole! Le condivido! è raro sentire un UOMO parlare dell’amore con la A maiuscola!…credo all’Amore vero..eterno senza promesse ma fatto di atti concreti reali! un Amore litigioso ma forte..istruttivo mai distruttivo…che sappia farti crescere e darti la forza…l’Amore si coltiva …lo si cura…ci si sta dietro….avere pazienza e voglia….che si intrecci con la passione ma non lo si confonda con quest’ultima!…l’Amore è energia!!!!!

  3. Mi permetto di entrare in questa discussione per dire che la penso come JJ BAD. Anche se posso condividere quei commenti che dissentono dal suo punto di vista credo che BAD focalizzi l’attenzione su un altro aspetto.
    Davvero si può smettere di amare una persona che si è amata per anni? Tralasciando quei casi di maltrattamenti di ogni tipo che giustificano la fine di un amore, negli altri casi cosa fa smettere di amare una persona?
    E’ normale che dopo l’innamoramento scattino tutta un’altra serie di fattori che ci legano alla persona amata, l’affetto, la condivisione di un progetto di vita, in molti casi i figli, la voglia di superare insieme gli ostacoli della vita. Questi formano l’ossatura di una relazione eppure con il tempo le separazioni aumentano anche con la presenza dei figli.
    E tutti quelli che si lasciano danno quasi sempre le stesse giustificazioni. Con il tempo lui è cambiato, non sentivo più per lui l’amore di una volta, voglio sentirmi libera, cerco un partner che mi comprenda e via dicendo…
    Risultato? Una società fatta di separati, in molti casi con figli che devono pagare la scelta dei genitori, la ricerca spasmodica di un nuovo partner, la ricerca fugace di libertà, ma soprattutto L’INSODDISFAZIONE.
    Basta vedere chi si è lasciato dopo una lunga storia ed adesso ha un altro partner. All’inizio tutto splendido ma alla lunga gli stessi problemi di prima se non di più. Ed ecco che allora ci sono quelli che già hanno alle spalle molte separazioni, figli con diversi partner, la confusione totale.
    Credo che questo fenomeno è collegato strettamente al nostro nuovo modo di vivere. una società che corre, dove tutto passa di moda frettolosamente, dove ogni bene ha sempre di più un’utilità marginale minore rispetto al passato. Credo sia legata alla ricerca di una felicità che non riuscendo a raggiungere personalmente la deleghiamo al partner che difficilmente potrà colmare le nostre paure ed incertezze. Credo che siamo legati a delle mode, alla voglia di fare quelli che tutti fanno e quando non possiamo farlo…allora è meglio cambiare tutto.
    Non lo so se c’è una soluzione o se il futuro ci darà sempre più relazioni brevi, molto partner, figli di qua e di la, insoddisfazione. O forse il futuro è già adesso!

  4. Vi ringrazio per l’apprezzamento e sono contento che (anche nel virtuale) ci siano altre persone che la pensano come me! Anche perchè è difficile negare che le oggi giorno le cose stiano in questo modo.

  5. Beh che dire….. io sono stata lasciata senza avere un confronto….. senza una motivazione…. senza una telefonata…. un sms….. cosi sparito nel nulla. Dopo giorni arriva un sms: nn chiamarmi piu che sono tprnato con la mia ex….. che dire…. fantastico. Da un suo amico vengo a sapere che nn e’ vero della ex… ma di lui nessuna notizia. Si sta male…. ma male davvero ragazzi….. grazie!

  6. L’ho lasciato io dopo 6 anni e mezzo, lo amavo ancora, ma lui non voleva risolvere i suoi problemi e io mi ero consumata x lui per cercare di aiutarlo a risolverli. Il mio era amore vero ma lui mi faceva violenza psicologica, ogni anno, dai primi anni, non voleva toccarmi, mai, ancor ad oggi non so perché. Lui sembrava il ragazzo perfetto, ma forse non lo era! Gli sono rimasta accanto da più di un amica per 2anni sperando che la separazione gli facesse bene per capire e prendersi le sue responsabilità nel rapporto.. Invece no. Dopo 2anni mi dice vedo altre persone. E dopo un mese scopro che sta con la mia amica, la stessa che mi ha sempre consolato. Era vero amore il suo? ho dubbi sul fatto che mi abbia mai amati visto che dopo 9 anni mi ha trattata come un estranea, sparendo nel nulla, non avendo nemmeno il coraggio di dirmi come stavano realmente le cose, senza rispetto x tutti gli anni insieme…

  7. Io non lascerei mai la mia ragazza…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *