Home / RINASCERE / Amore e Orgoglio

Amore e Orgoglio

Dalle storie che leggo e da quelle che sento tra i miei amici non riesco a capire come e perché molte persone, per amore, accettano di essere trattate malissimo dal proprio partner. E’ come se non avessero più orgoglio, stima di se stessi.

Perché molti pensano che la propria felicità possa dipendere solo da quella persona? Perché si crolla psicologicamente così tanto per amore?

Avete qualche esperienza da raccontare?

da: Viviana

7 Commenti

  1. Io credo che l’amore è quel sentimento che spinge due persone a rispettarsi, a provare affetto in modo reciproco. Quando invece genera sottomissione, rinuncia, io non credo che si tratti più di amore.
    Io non sarei disposta per nessuna ragione a logorare il mio orgoglio per amore. Ma il mio è solo rispetto per me stessa e verso il mio compagno.

  2. L’orgoglio non ha niente di proprio; altro non è che il nome dato all’anima che divora sé stessa. Quando questa sconcertante perversione dell’amore ha dato il suo frutto, essa porta ormai un altro nome, più ricco di senso, sostanziale: odio.

    Georges Bernanos, L’impostura

  3. Succede di farsi trattare male nonostante si sia in un rapporto d’amore eccome, ma non in maniera improvvisa, gradatamente: solitamente viene usato il classico atteggiamento del bastone e della carota.
    Chi lo attua? Di solito chi non ama veramente. Come ci si accorge che il patner che amiamo è quello sbagliato e bisogna lasciarlo andare?
    Proprio quando si prende atto di questa cosa, che l’amore ci fa soffrire e quindi è un controsenso portarlo avanti.
    L’amore non è privo di rischi e tutti sappiamo che le sorprese sono sempre possibili, quelle brutte intendo!
    Di storie di brutti amori ne abbiamo tutti da raccontare, ma è davvero meglio dimenticarle; l’esperienza non ci rende più guardinghi, le persone non sono mai uguali,cambiano sempre. Alla fregatura non c’è rimedio se non accorgersene per tempo e andarsene via prima possibile.

  4. Quello che hai detto e’ secondo me purtroppo Viviana una delle cose più brutte che esistano nei rapporti di coppia, molte persone stanno una vita a sentirsi soli , incompleti , credono di non bastarsi e questo porta al problema che hai detto tu, nel senso che una volta trovata una persona , si accetta quella situazione perché pensano di aver trovato il loro posto nel mondo, di sentirsi “utili” e questo pensiero fa decaadere completamente l’amor proprio..
    Io come al solito predico bene e razzolo male, perché anche io pur di non lasciare andare una persona che non mi amava , ho calpestato letteralmente la mia dignità di uomo, e posso dirti vari motivi per cui l’ho fatto ,ma quello principale e’ che non volevo tornare a sentirsi solo , speravo di potere amare io abbastanza per tutti e due, ovviamente la bella persona che avevo accanto vedendo di stare con un ” pollo” come il sottoscritto se ne approfittava in tutti i modi.
    Ti dico e’ una cosa che vorrei capire anche io , non ho mai avuto problemi di autostima o altro però sono caduto anche io nella trappola,io credo che sia una cosa umana..
    Conosci la frase ” le donne hanno la capacità innata di aggrapparsi al coltello che le trafigge”, ? Non credo che si riferisse solo alle donne
    Marco

  5. Vedi Viviana, tu ne fai una questione di orgoglio ma quanto la persona che ami ti molla, a quel punto l’orgoglio va a farsi friggere. Tutto viene messo in discussione. Dove ho sbagliato, perché ho sbagliato, perché lei pensa che un altro possa renderla felice?
    Non è facile essere mollati senza soffrire. Poi ricorda, chi viene lasciato di solito “ama”, chi viceversa lascia non si può certo dire che sia ancora innamorata.
    Per questo chi molla è razionale, non ragiona più con i sentimenti ma con la logica. Chi molla viceversa non riesce a non risentirne psicologicamente, ed ahimè ne risente notevolmente la propria autostima.

  6. “Per Averti”:
    “per averti farei di tutto, tranne perdere la stima di me stesso. E se è questo che tu mi chiedi, io ti perdo ma stavolta resto in piedi”.
    Adriano Celentano

  7. Amore e orgoglio non vanno d’accordo. Se tu hai molti amici che per quello che loro definiscono amore vengono trattati come degli stracci, dovresti chiedere loro perché questo accade.
    Io sono dell’opinione che questo non è vero amore ma qualcosa che si avvicina. Alla base di questi tipi di amore c’è scarsa autostima, e l’illusione che la propria felicità possa dipendere solo dagli altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *