Home / SOFFRIRE PER AMORE / Amo ancora il mio ex

Amo ancora il mio ex

Ciao a tutti ho 16 anni e amo il mio ex ragazzo solo che lui non so cosa prova per me, gli ho mandato una lettera ma ancora nessuna risposta. Ogni giorno che passa lo amo di più lui è sempre nel mio cuore. Non so cosa fare. Lui scappa da me, l’ultima volta che l’ho visto gli ho detto che lo amo ma lui niente. Lui mi ha lasciato per la differenza di età ma io non gli credo, perché nei suoi occhi c’era tristezza. Vi prego rispondemi al piú presto. Grazie a chi mi risponde sono una ragazza molto disperata.

da: Francesca

2 Commenti

  1. Quanti anni ha lui? Se scappa per paura della differenza di età forse è perché davvero il problema esiste

  2. Cara Francesca, mi chiamo Giulio e ho 26 anni. Come ragazzo, posso dirti di essermi innamorato di donne molto più grandi. Non ho carenze affettive verso mia madre nè alcuna patologia psichica. Diciamo che l’amore capita. Durante questi innamoramenti (uno corrisposto davvero ma l’altro sempre camuffato e “deriso” da lei) ho capito una cosa fondamentale. La differenza di età c’entra moltissimo. Con la persona che mi corrispondeva ci siamo lasciati sia per il mio lavoro (che mi ha portato lontano) sia perché ho capito che non era “vero” amore. Corrispondevano i nostri bisogni: io una donna molto comprensiva e non isterica come le mie coetanee di allora, lei un ragazzo tranquillo, capace di sognare e con una freschezza interiore che la faceva sentire “viva”. Fin qui tutto ok, se due persone stanno bene la differenza non è importante. Però lo diventa nel momento in cui capisci che l’altro diventa un motivo per non guardarti dentro, per non prenderti la responsabilità della tua solitudine e infelicità. Sì, lì capisci che non è amore. Quando c’è gelosia, quando c’è possesso. Quando ti accontenti delle briciole dell’altro purché ci sia, “a tutti i costi”. E questo è terribile. Perché accontentarsi è, ancora, non ascoltare quella parte di sè che è terribilmente infelice. Nel secondo caso, poi, mi sono accorto che lei aveva questo tipo di problemi, che nonostante la sua età e la sua professione non è mai (ma proprio mai) riuscita a prendere di petto davvero. L’ho lasciata a malincuore. Ora si consola con un narcisista. Uno dei suoi molti amanti. Eppure, anche a me, ogni tanto, nei suoi occhi, qualcosa, m’era parso… Fatti forza piccola, non è facile. Ma ascolta questo tuo dolore, è il migliore di tutti i consiglieri del mondo. Un saluto, Giulio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *