Home / PROBLEMI DI CUORE / Amare un uomo sposato

Amare un uomo sposato

Non avrei mai pensato di scrivere un post con questo titolo, cioè Amare un uomo sposato, però è successo. Tre mesi fa ho conosciuto un uomo, il classico colpo di fulmine. Bellissimo, colto, dolce, intelligente, l’uomo perfetto insomma, ma è sposato! Stiamo vivendo una storia fatta di una passione travolgente, ci vediamo una volta a settimana e facciamo l’amore per ore e ore, con una tenerezza mai provata prima. Poi lui torna a casa e ovviamente non posso chiamarlo. Ci sentiamo quasi tutti i giorni al telefono, io lo sento che anche lui è coinvolto, ma non possiamo uscire allo scoperto ne condividere nulla di più. Lui ha moglie e figlia, quindi. Quando non lo sento mi manca da morire, non riesco nemmeno a mangiare. Continuo a ripetermi di tornare con in piedi x terra, che queste storie non hanno futuro, che voglio e merito di più che queste briciole d’amore. Vorrei uscire con altri uomini, per distrarmi e darmi altre opportunità, per smettere di pensare sempre e solo a lui.

Ma la sola idea di essere sfiorata da mani che non siano le sue mi fa ribrezzo. Non so se questo è amore, di certo è una grande passione. Ma com’è difficile viverla! Lui mi ha detto fin dall’inizio, vedendo che entrambi siamo così presi, che non può garantirmi nulla, e non vorrebbe mai farmi soffrire. Abbiamo deciso che dovrebbe essere solo ottimo sesso, ma sappiamo entrambi che non è così. Poi mi dico che è presto, troppo presto x pensare ad un futuro insieme, che gli uomini sposati raramente lasciano la moglie,  ma qualcuno lo fa. Non sono più una ragazzina, entrambi abbiamo passato i 40 anni, mi merito una relazione come si deve, e anche lui. E mi sento come se avessi 15 anni!

Farfalle nello stomaco, notti insonni, ansia e batticuore quando lui sta arrivando a casa mia.

da: lover

 

Sommario
Amare un uomo sposato
Articolo
Amare un uomo sposato
Autore
Nome autore
Soffrire per Amore
Logo

126 Commenti

  1. Scusate il messaggio è partito incompleto. Per farla breve: l’ho lasciato poichè all’inizio della relazione io gli chiesi solo questo: “se un giorno il sentimento dovesse cambiare dimmelo, ti prego non farmelo capire con subdole bugie” Ebbi la sua parola. Negli ultimi mesi lo sentii sempre più distaccato, addirittura seccato, iniziarono le bugie, le ore irreperibili, etc, insomma prese a comportarsi proprio come una volta lui stesso mi disse, si comporatno gli uomini quando hanno un’altra. Avevo capito tutto, persino chi era l’altra. Lo pregai per mesi di dirmi la verità, dissi che preferivo che lui mi lasciasse se non mi amava più, piuttosto che mentirmi, NO, per lui tutto bene, ero io che facevo menate e che credevo che avesse un’altra donna e davanti alla mia insistenza, disse che non stavo bene di testa. Non ho scelto di amare quest’uomo e mai sarei andata con uno sposato, non ho mai pensato che lui dovesse lasciarla moglie per me, ma visto che questo amore mi aveva travolto, avevo chiesto solo onestà tra noi e quel poco di tempo che il destino avrebbe voluto. L’ho amato totalmente, sinceramente, l’ho aiutato in tanti momenti tragici sul lavoro, gli ho preststo soldi poichè stava per fallire, gli regalai pc e stampante per poter ritrovare lavoro, nonostante la malattia, presi aerei anche per un solo giorno pur di vederlo. Ma sapete che c’è? La colpa è solo mia, ho chiesto onestà ad un disonesto, sentimento puro ad un calcolatore, fedeltà nei sentimenti ad un traditore seriale, chiarezza ad un uomo sporco. Lo amavo perché si presentò in modo opposto a quello che in realta è ed anche perchè alcuni suoi pregi erano quelli che io ho sempre cercato in un uomo: sicuro di sè, intelligente, ironico, intellettualmente onesto, risoluto, mi capiva anche se non parlavo, profondo e anche fisicamente era quello che ho sempre desiderato. Ma, ingenuamente e stupidamente, non ho ascoltato la mia coscienza che mi diceva: “come può un uomo che tradisce da sempre la moglie (con una donna addirittura per 15 anni, asserendo che era la vera donna della sua vita) un uomo che architetta scuse inimmaginabili per poter tredire, che manda sms all’amante davanti alla moglie, che dice alla moglie non ti lascerò mai, non riesco a immaginare la vita senza di te e poi esce e dice all’amante: “finalmente tu, sei la mia vita. Un uomo che alla fine ti offende, ti umilia, ridicolizza e che alle migliaia di volte in cui gli chiedi: “mi ami, mi desideri ancora” lui risponde con ignobili: NON LO SO. Come pretendi che un uomo del genere possa essere onesto con te. E come può una donna intelligente, continuarlo ad amare, quando capisce che quest’uomo non è più quello che aveva fatto credere? Quest’uomo nonostante vanti eccezionali doti di seduttore, è incapace di amare, è ipocrita, infido al punto da dire: “non è colpa mia se non amo più mia moglie, però ho dei principi e la famiglia non si sfascia, quindi resterò insieme a lei cadesse il mondo, fino alla fine. Si la tradisco, ma se non glielo faccio sapere non le faccio del male, se glielo dicessi si la farei soffrire. Sono un brav’uomo perchè mi sacrifico e ho rinunciato alla vera donna della mia vita per mia moglie e la mia famiglia” Ma allora, onestà, dignita, rispetto, non hanno alcun valore, LA FAMIGLIA NON SI TOCCA, NON SI DISTRUGGE, non importa se però si basa su menzogne, ipocrisie, inganni. Ecco, io ho amato un “uomo” così ed è solo mia la colpa, perchè non ho capito in tempo che uno così, seppur mi sembrava quello che ho sempre desiderato, in realtà è solo un cesso. Spero di uscirne un giorno e che quello che ho vissuto possa servire ad altre donne.

    • Mamma mia come ti capisco.
      Ho una storia con un uomo sposato con figlia.
      Anche io non sono sola.
      Ci conosciamo da 15 anni e già allora ci vedevamo, ma lui si stava per sposare con l’attuale moglie.
      Lui diceva di amarmi ci vedevamo tutti i giorni ma diceva anche di non poter lasciare la moglie.
      Così si sposò ma dopo 15 giorni tornò da me e continuammo a vederci per ancora 1 anno, poi io sparii per farmi una vita e perché non avevo un futuro con lui e iniziavo a starci veramente male.
      Negli anni ogni tanto si è fatto vivo ma ho sempre resistito a ogni sua proposta.
      Ora sono 2 anni che ci frequentiamo, alti e bassi, lui lunatico io sto male.
      Ci sono momenti in cui ti adora e ti fa toccare le stelle altri in cui ti ignora senza motivo.
      Certo lui si giustifica dicendo di essere fatto così..ma non ha senso.
      Nel frattempo ho scoperto che lui ha avuto una storia con una collega e che tutt’ora dopo 5 anni si sentono. Mi ha raccontato un po’ di cose ma dice che non si frequentano più…be’ non ci credo.
      Nonostante lui dica di volermi bene e di essere incasinato ma che quando siamo insieme gli sembra di tornare indietro nel tempo. Dice di avermi sempre pensato e desiderato talmente tanto non sembrargli possibile siano passati così tanti anni.
      Concludendo: ci sto male quando non si fa sentire, ci sto male quando mi dice queste cose, quando mi dice che la sua vita fa schifo e che dovrebbe cambiare tutto ma non può. E’ anche sottomesso dalla collega-amica-credo amante ufficiosa.
      Ma come si fa a vivere così? Ma come si fa ad avere moglie, amante e amichette?
      Ma come faccio a non riuscire a staccarmi da lui? Sono proprio una stupida!
      Eppure al cuor non si comanda.
      Ti capisco…non sai quanto
      Non dormo non mangio sono diventata ansiosa

      • Cara Sara sinceramente mi dispiace che tu sia incappata in un essere così egoista e irrequieto. Perché non lo lasci? In tutta la tua lettera non c’è un solo motivo per cui tu debba perdere tempo dietro a quest’uomo. Prova a rileggere quel che hai scritto come se lo avesse scritto un’altra e poi pensa a che consiglio daresti a questa persona. Immagino che anche tu saresti d’accordo nel prendere la rincorsa e allontanarsi il più possibile da questo uomo.
        Analizziamo i punti: lui ti diceva che ti amava ma ha sposato un’altra. Poteva non sposarla. Mandare a monte il matrimonio. Ma non l’ha fatto. Dopo 15 anni si ripresenta. Ovvio che in te rivede la sua gioventù e spensieratezza e te lo ha detto pure (ma tu credi che ti ami, invece per lui stare con te è solo un modo per tornare indietro nel tempo). Ha anche un’altra amante!
        Scusami ma uomo peggiore non potevi incontrarlo. Ma cosa ci vedi in un uomo così egoista che si fa i cavoli suoi e si sollazza con tre donne senza amarne nessuna? Fosse per me quest’uomo dovrebbe essere solo preso a calci nelle palle. Possibile che una persona come te non trovi un uomo migliore di questo da amare (e guarda che ci vuole poco a trovarne uno migliore…)? Perché ti devi sminuire dietro un tipo simile? Ti esorto a mandarlo a quel paese e a pensare che se al cuore non si comanda al cervello e alla propria dignità invece si. E mi spiace ma credo che sia anche un tipo insoddisfatto e smidollato. Se la vita come se l’è costruita non gli va bene, che se la cambi. Ma davvero io ci vedo uno che non ha nemmeno le palle per farlo. Oppure uno che gli piace solo lamentarsi con te per farsi poi consolare. Scusa la durezza di questo mio commento, ma mi sento sminuita come categoria femminile quando permettiamo a simili uomini di trattarci come uno zerbino.

        • M ha fatto bene a me questa tua lettera, sino otto volte che torna da sua madre. Ci ha lasciato ancora a me e nostra figlia. Ma come si fa ad essere cosi cretini e mamme egoiste e cattive come queste, non c è giustizia.
          Sono sempre pronta a perdonare ma dopo otto volte checcosa vuoi che cambi. 22 anni di convivenza e di martirio. Speriamo che ce la faccio stavolta ad uscirne per sempre, stupida io che per amore di mia figlia e della famiglia credevo cambiasse ma dopo un po che torna c’è sempre sua madre avanti a me. E me lo dice e ricorda sempre…meglio la madre che io

        • Cara Leda, la pazienza ha un limite. Se per ben otto volte questa persona ha fatto avanti e indietro con sua madre, credo sia ora di lasciarlo andare. Dice che è meglio sua madre? E lascialo da lei e non riprendertelo più! Devi essere forte, ti devi impuntare. Perchè se tu lo fai per la famiglia, che famiglia ti ha dato uno che non fa altro che tornare da mammina? E non prendertela con la mamma. Se siete insieme da 22 anni lui non è un ragazzino ma uomo adulto. Se il cordone ombelicale non l’ha ancora tagliato ora non lo taglierà mai.
          Tra l’altro non è educativo per tua figlia. Se lei si fa idea che essere una famiglia è quella che ha visto finora potresti rovinarle il rapporto che potrà avere con i futuri uomini. Perchè o diventerà troppo remissiva oppure troppo intransigente. Ricorda che non dobbiamo essere uno zerbino per l’uomo che amiamo ma solo donne che li amano e da cui sono contracambiate. Il rapporto che hai tu con il tuo convivente non è paritario. Lui ti usa e tu ti fai usare. Lascialo andare e non riprendertelo più. Per te stessa, per tua figlia. Ti auguro per questo nuovo anno di ricominciare una nuova vita.

        • Sono un uomo, le storie che ho letto mi turbano non poco, vedo donne bisognose di affetto, ho detto affetto, che si fanno maltrattare, prendeteli un’attimino piu decisi che siano amanti o no. Chi a moglie e amante via, chi ha la mamma a seguito via, chi ti fa attendere una risposta manco fosse il presidente della repubblica via, fate una cernita.L’amante è amante e deve fare il dovere di chi da momenti di gioia, se è sposato prendete ciò che può darvi e pretendete il minimo sindacale, altrimenti via!

      • Le nostre storie sono tutte.uguali. Si comportano tutti allo stesso modo. Io lo sto vivendo ora.
        Ora mi sta trattando con indifferenza, facendomi morire dentro. Mi sento persa, mi sento distrutta. Scoprire che è stato tutto una menzogna solo per il suo divertimento.
        Stavo pensando di lasciarlo, ma non lasciarlo e basta, di dire tutto alla moglie

    • Posso contattarti? Come faccio ?

    • Maria cristina Nicoletta

      Come è andata a finire? Hai fatto il ritratto di quello che credevo essere l’uomo della mia vita. Io ho sfasciato la mia famiglia per lui e lui nel costringere a sganciare ha usato la stessa tattica con tel e messaggi semore più diramato nel tempo. Fini all’altro ieri diceva di amarmi.,abbiamo entrambi passato i 50 lui sposato senza figli meridionale come me.Paolo adesso per tutto.e non solo metaforicamentet

    • Rosy, ho pianto leggendo la tua storia. Anch’io ne ho vissuta una analoga per quasi 4 anni, gli ultimi tempi lui era cambiato, diceva di avere problemi in famiglia ma io ho sempre avuto il dubbio che avesse un’altra. E’ finita perché mio marito ci ha smascherati. Lui e’ letteralmente sparito. Mio marito, che lo conosce, mi ha perdonata e da’ la responsabilità a lui. Ma io non riesco ad uscirne, non mi do’ pace, mi pongo mille domande, avrei voluto che lui parlasse con me anziché dire al telefono “e’ meglio che non ci sentiamo più” e sparire completamente. Sono finita in terapia ma so già che certe cose lasciano il segno per tutta la vita. Un una relaziona con im uomo sposato porta troppo dolore…..sappiatelo.

  2. Ho scritto qui, quasi un anno fa, anche la mia esperienza e ciò che penso delle storie con uomini sposati.
    Innanzitutto vorrei chiedere la cortesia a chi interviene, in questo forum, solo per dare giudizi “fuori luogo” sul “rispetto del vincolo del matrimonio…etc etc” …di evitare perchè, leggendo le singole storie, non mi sembra affatto “il forum delle RUBAMARITI”! Si tratta di donne serie alle quali capita, perchè CAPITA, di incontrare e di innamorarsi di un uomo impegnato. In genere non lo programmiamo anticipatamente!!!
    Credo che questo forum nasca dal bisogno di confrontarsi su un tema comune….di supportarsi e di sostenersi attraverso le proprie esperienze. Bocciati i giudizi “fuori luogo”: non è questo il forum adatto.
    Quando ho cominciato la mia storia con un uomo sposato, alcune amiche mi hanno detto “vedrai che saranno lacrime…sarà un bagno di sangue!” ed io ho risposto loro che “nessuna storia ci da la garanzia di un felice esito e di un VISSERO FELICI E CONTENTI”, io che mi ero separata da poco più di un anno dall’uomo che ho più amato nella mia vita, dopo 18 anni insieme, inaspettatamente. Ho cominciato quella storia, probabilmente perchè in quel momento era di una storia “non troppo impegnativa” che avevo bisogno…è capitata, ed è capitato anche che me ne sia innamorata. Insomma può capitare a chiunque, anche a quelle mie stesse amiche che mi dicevano “a me non capiterà mai!!!”.
    Le storie purtroppo finiscono e fa un male tagliente sopportarne la perdita e l’assenza.
    Le lacrime, il dolore, la solitudine….sono sentimenti che comunque fanno parte di molte storie, a prescindere che si tratti di storie con uomi impegnati.
    Le storie con uomini impegnati fanno probabilmente più male perchè non si ha la possibilità di viverle pienamente, perchè, nonostante le promesse e le illusioni, i mesi trascorrono…fino a diventare anni, anni di attesa e aspettative, anni di solitudine in momenti che sarebbe più bello condividere con chi amiamo…ma che non è possibile perchè “lui è con la moglie…”. La passione e i momenti meravigliosi e unici cominciano a dare spazio, nel tempo, a sprazzi di lucidità nei quali ci si comincia a sentire una seconda scelta, anzi una seconda NON scelta, perchè questi uomini in realtà una scelta non sono proprio capaci di farla. La scelta dobbiamo farla noi, per noi stesse: la scelta di amarci più di quanto amiamo loro. Perchè se questi uomini ci hanno messo al secondo posto, noi invece dobbiamo assolutamente pretendere, a partire da noi stesse, di stare al primo posto! E’ una scelta che va fatta, prima o poi, perchè gli anni scorrono senza nemmeno rendersene conto, e insieme ad essi scorre l’amore per noi stesse che abbiamo accantonato per qualcun altro che comunque non lo merita, perchè ci ha messo al secondo posto, posizionate lì come un sopramobile. Ed è di questa IMMOBILITA’ che dobbiamo avere la forza di liberarci!
    A volte si diventa dipendenti affettivamente da qualcuno e legami di questo genere sono difficilissimi da slegare, ma la vita per fortuna è molto altro: ci sono gli amici, c’è il lavoro, ci sono le proprie passioni che bisognerebbe rispolverare e tirare giu dalla soffitta, per riscoprirci, ritrovarci, rinascere, rinnovarci.
    E’ un processo doloroso ma credo sempre che valga la pena attraversarlo.

  3. Cerco bellissima donna sposata che non voglia lasciare suo marito proprio come me che non voglio lasciare mia moglie per poterci amare
    E condividere l’amore che haime’ per vari motivi
    Non è più possibile con il proprio coniuge.
    non e’ ipocrisia e’solo voglia di continuare questo assurdo gioco che e’ l’amore che da tanta felicita’, ma che il matrimonio spesso logora e usura.

    • Quello che cerchi è solo sesso! Che idea contorta hai dell’amore! Sei sposato e se cerchi un’altra persona è perché non ami tuo moglie. Poi la vuoi sposata, così da non fare troppe richieste. Quel sesso che stai cercando lo trovi nelle strade di tante città, dove tante povere ragazze sono costrette a prostituirsi..

    • Onore al povero Cupido che dicendo la verità si è condannato! Hai tutto il mio rispetto, concordo in pieno con quello che dici o “chiedi”. Purtroppo capita di dover evitare una separazione per 1000 motivi , capita di aver bisogno dell’emozione dell’amore perchè è l’unica condizione per attaccarsi a questa misera vita. Non siate così bigotte, potete scegliere di accondiscendere o meno, compatibilmente alle emozioni che vi provoca un uomo sincero e, magari, pure affascinante!
      E’ bello essere innamorati ed è profondamente triste non esserlo più.
      Se fosse per me il matrimonio andrebbe debellato come una malattia! Quando siamo giovani ci sembra tutto eterno ma non è affatto così. Sono fedele solo perchè non sono attratta da nessuno…

  4. Ho bisogno di aiuto. Frequento un uomo sposato da 2 anni, dopo 2 mesi che usciamo insieme confessa alla moglie questo amore. Lei sa tutto di noi e io e con lui ci vediamo tutte le sere.
    Non si ferma a dormire da me, ultimamente gli ho detto che sono stanca di questo rapporto cosi turbato, mi ha risposto non c’è la faccio a lasciare mia moglie perchè mi sento in colpa se le capita qualcosa. Ma non riesce a lasciare me perchè è innamorato e sta bene.
    Io non so che fare, mi sento presa da lui e cerca sempre di accontentarmi. Non so se rimanere come siamo o allontanarmi piano piano.
    Vi prego chi sa dirmi qualcosa, chi ci è passato? Grazie a tutti voi.

    • Sara, dopo anni vissuti come amante di un uomo sposato mi senti di dirti…LASCIALO TU!
      Lui non ti lascerà mai ne tanto meno lascerà la moglie. Una parte di te non vuole perderlo, ha paura delle conseguenze, non vuole restare da sola, ma la parte più vera di te sa già cosa deve fare. devi solo seguire quella voce che ti incoraggia a finire questa relazione, sarà dura all’inizio ma fidati, sarai premiata in futuro.

  5. anche io ho una storia con un uomo legato. la storia e’ complicata perché lui ha un bimbo piccolo. Abbiamo provato mille volte a lasciar perdere, ma e’ difficilissimo, purtroppo non riusciamo a far meno l’uno dell’altro.

  6. Lover, mi trovo nella tua stessa situazione; lavoro come domestica presso una famiglia con una signora disabile e il figlio che ha una azienda Agricola… mi sono innamorata follemente dell’altro figlio, che lavora qua ma abita in paese con la sua famiglia (moglie e 2 figli in età scolare). Il mio è stato un colpo di fulmine, questo uomo mi ha colpito il primo giorno che l’ho visto al colloquio e poi, poco dopo aver iniziato a lavorare, me ne sono innamorata sempre di più; in 10 mesi di lavoro e conversazioni la conoscenza si è approfondita e il mio amore è aumentato ma rimasto nascosto a causa di quella fede…. ma con l’inizio dell’estate mi si è risvegliato l’istinto sessuale, ormoni impazziti, insomma, non ce l’ho più fatta e, prima in modo subliminale poi in modo aperto e “teatrale” mi sono dichiarata! Lui sulle prime si è trattenuto, mi ha abbracciata, consolata, fatta sfogare, ma poi, essendo anche lui evidentemente attratto da me, ci è cascato.
    Da allora è iniziata una storia clandestina che dura più o meno 3 settimane, un periodo breve ma intensissimo, infuocato!!! Abbiamo parlato tantissimo di tantissime cose, riso e scherzato insieme, lavorato, collaborato e spt flirtato alla grande.
    Non sono mai stata in tutta la mia vita così innamorata, appassionata, presa, cotta, stravolta, felice… già però è una felicità parziale e velata di malinconia ed angoscia sottile. Lui mi ha manifestato attrazione, stima, affetto, ma non mi ha mai detto “ti amo” o cose del genere. probabilmente per non illudermi per non farmi soffrire.
    Tuttavia io sento, il mio intuito mi dice che anche lui è coinvolto e non solo sessualmente; credo di aver colpito e in parte catturato anche la sua parte emotiva. Nonostante questo sono altrettanto consapevole della situazione, del fatto che lui non può e non vuole lasciare la sua famiglia (spt per I figli e la casa, visto che la moglie è quello che è), c’è di mezzo il patrimonio, l’infanzia dei bambini, I doveri di padre, le responsabilità. I principi morali, l’educazione, la reputazione, il buon nome della famiglia e della azienda. Se si venisse a sapere la cosa scoppierebbe uno scandalo, un casino, un pandemonio. Certo, io nelle mie fantasie sogno che lui molli tutti, che fuggiamo insieme lontano dove nessuno ci conosce ma poi penso… e quelle povere creature???
    No… il massimo che posso avere sono questi incontri segreti nell’ambito del lavoro ma ora ci sono problemi in azienda e non è detto che lui continui a lavorare qua…. e allora credo che finirebbe tutto. E io adesso avrei anche l’opportunità di trasferirmi in un altro paese dove una mia amica sarebbe disposta ad ospitarmi e aiutarmi a trovare lavoro…. e io non so cosa fare. Alla sola idea di non poterlo mai più rivedere mi sento morire, l’idea di avere una storia con un altro, semplice utopia!!!
    Non riesco a staccarmi, non riesco a trattenermi, mi accontenterei anche di vederlo di tanto in tanto solo per quello ma ho il terrore che lui non accetterebbe, che lui approfitta adesso finché si può fare le cose in modo tranquillo ma non sarebbe disposto a inventare sotterfugi e bugie per combinare incontri extra chissà dove… allora penso che per lui non ne varrebbe la pena… non so neanche io cosa si può fare in queste circostanze, ma TI CAPISCO. Non biasimarti… amare non è una colpa, semmai devi valutare se è il caso di andare avanti ad oltranza costi quel che costi o allontanarsi per non soffrire di più un domani io sono portata ad essere ottimista, fiduciosa, ma non mi faccio illusioni, cerco di essere anche realista e ragionevole. Non è facile venire a patti con i propri sentimenti, trovare una mediazione, un accordo tra la propria parte emotive e la propria parte morale e logico-razionale

  7. anche io amo follemente un uomo legato, la nostra storia e’ cominciata per caso. quando ci siamo conosciuti anche io ero legata, ma piu’ giorni passavano e piu’ mi rendevo conto che quest’uomo era diventata droga.abbiamo provato a fare a meno l’uno dell’altro , ma senza risultati. io personalmente sono la donna piu’ felice del mondo, forse come non lo sono stata mai.

  8. Anche a me è accaduto di innamorarmi di un uomo sposato. Lui non mi ha mai nascosto di essere ancora innamorato o comunque fortemente legato alla moglie. Io me ne sono innamorata così, incondizionatamente, forse prima ancora che lui si accorgesse di me! Giustificava la nostra forte attrazione come “chimica”… Ho passato un anno a sperare che quella “chimica” si trasformasse o si rivelasse Amore…. ma inutilmente! Ho soprasseduto tutte le volte che quella “chimica” sembrava aver cambiato “formula” e mi sono fatta star bene tutte le giustificazioni sommarie che mi dava o che da sola ricercavo. E continuavo a rimandare l’inevitabile consapevolezza che i nostri destini non si erano né si sarebbero mai incrociati, perché così Dio vuole. Parlo di Dio, ma so bene che quello che ho fatto è sbagliato! Ho sbagliato perché ho amato troppo lui e troppo poco me stessa. Io credo che i matrimoni possano finire e che è giusto così, in molti casi. Ma questi debbono finire nella piena consapevolezza dei coniugi, senza forzature esterne. Io sapevo che il loro non sarebbe finito, lo sapevo bene, né ho mai desiderato il contrario. Mai avrei voluto cagionare la sofferenza alla moglie, vittima ignara del nostro egoismo, o peggio ancora alle loro creature innocenti! Volevo solo che lui mi ricambiasse, per riuscire ad accettare il nostro destino… Stargli lontano per me era impossibile. Per lui molto più facile. Mi sono fatta forte di questo e sono riuscita a rispettare il punto che lui tentava da sempre di mettere. Ora c’è il silenzio totale. Questo mi fa supporre che lui è sereno della sua scelta e che non senta affatto la mia mancanza. Ma mi va bene così, perché voglio che sia sereno e felice. Io invece avverto un vuoto incolmabile. un indicibile sofferenza. Ti capisco Rosi: ho 34 anni, eppure sento che la mia vita è finita. Non c’è più nulla che mi interessi. Niente. Il vuoto totale. Solo un grande dolore accompagna costante i secondi, i minuti, i giorni che passano. Mi manca da morire e no ho nemmeno la speranza di rivederlo un giorno, perché per lui io non ci sono mai stata veramente.

    • Mi dispiace che ne soffri così tanto… ma sei giovane e ne uscirai. Hai sbagliato e tu stessa lo riconosci… ma te ne sei accorta troppo tardi. Hai detto una cosa giustissima… i matrimoni possono finire… ma nn deve esserci nessuna forzatura esterna. Se un amore fosse davvero finito nn si perderebbe tempo a tenere due piedi in una scarpa. Si riflette da soli per non ferire e non tradire la fiducia di nessuno… E solo quando si prende una decisione e la si comunica si ha il diritto di ricominciare un’altra vita. Non è giusto arrecare sofferenza a chi ignaro di tutto ama e continua a fidarsi di chi ha accanto… riflettiamoci prima di iniziare una storia e creare le basi per un innamoramento….
      Comunque sbagliare è umano… perseverare è diabolico… E per fortuna non è il tuo caso. Sii orgogliosa della scelta che hai fatto… Hai messo da parte il tuo egoismo e spero che Dio ti possa ripagare presto con un Vero Amore… solo tuo.

      • Luisa, le tue parole sono un conforto. Ho appena chiuso una storia d’amore perché calpestava i miei sentimenti facendo la st… con un altro nonostante fosse già sposata. Io forse ho la colpa di averla amata, ma lei sicuramente nel suo cuore è buia e sola, visto che l’altro la illude da oltre 10 anni e il marito non la guarda neppure. Mi spiace, ma anche nel dolore, è meglio dire di no. Per farne stare bene una non possono soffrirne mille.

    • Ciao,
      Sembra scritta da me questa lettera!!
      Io sto attraversando ora il tuo stesso calvario..
      Silenzio totale, ho chiuso io, dopo due anni a fare l’amante a salvare il suo matrimonio e lui non ha mosso un piede. Silenzio.
      Premetto che ho bloccato i contatti social e gli gli ho chiesto io di non chiamarmi piú, ero stanca del suo continuo ‘noi’ (suo con la moglie), stavo impazzendo dalla gelosia, e ora…impazzisco dal dolore!
      Spero tu ne sia uscita…
      Un abbraccio

      • io sono quasi 6 anni che vivo una storia con un uomo sposato e lo sono anche io.
        Tutto sbagliato lo so. Io vivo la mia vita coniugale da convivente. Io amo solo lui. Non so come andrà a finire. Un casino.

  9. Ma perché non vivete queste storie senza pensare a nulla? Perché fate progetti? Vivete il presente e godetevi la persona con cui vivete una passione travolgente! Non razionalizzate! Il corpo non sbaglia!

    • Enrico, io sono stata moglie tradita, e quando l’ho scoperto oltre a tutte le bugie che mi ha raccontato per parecchio tempo (di altra natura), l’ho mandato fuori casa. Ho avuto a che fare con una amante che addirittura mi ha telefonato e si è lamentata con me del fatto che mio marito l’avesse lasciata e andasse dietro a un’altra. Questo quando già lui viveva fuori casa. Ora a parte la cosa che era diventata quasi comica perché era assurdo che questa tipa si lamentasse con me di essere tradita con un’altra (perché quanto la tradiva con me era legittimo ed era concesso?), e che pretendesse da me che lo rimettessi in riga riprendendomelo, posso comunque capire che l’altra donna faccia progetti. E’ palese che dividersi un uomo non è nelle corde di nessuno, e tutte vorremmo avere la persona che amiamo vicino tutti i giorni (trascorrendo ogni festività e le vacanze con lui) con una situazione sentimentale chiara.
      Perciò quel che mi fa rabbia sono questi uomini che sfruttano la condizione di essere sposati, per poter ottenere le attenzioni e i “favori” di due donne contemporaneamente. Ovvio che esistano eccezioni, ma a parte rari casi, purtroppo quel che vedo in giro sono solo dei bastardi che si lamentano con le amanti delle mogli descrivendole come arpie, quando queste sono invece solo persone normali che amano ancora l’uomo che hanno sposato e vengono ingannate esattamente come le amanti. Le mogli arpie, sono veramente poche, credete a me, e se vi dicono che non fanno sesso con la consorte, mentono spudoratamente. Insomma quel che voglio dire, che forse è vero, qualcuno sarà veramente intrappolato in un matrimonio sbagliato (ma di conseguenza anche la moglie è intrappolata nella stessa rete e quindi sarebbe il caso di parlarne e trovare una soluzione anche per i figli essendo convinta di quanto non sia educativo farli crescere nella menzogna e in un matrimonio senza amore, che tanto se ne accorgono), ma sono veramente pochi. Gli altri sono solo dei bastardi cui piace tanto avere un bell’arem tutto per sé.

      • Sono d’accordo con te. Anch’io moglie tradita dopo 22 anni di matrimonio felice e sottolineo felice sono stata tradita. L’ho lasciato andare perchè non voglio essere io la seconda scelta di un uomo a cui ho dato tanto amore il calore di una famiglia. Non ho più voluto soffrire volevo amarmi. È lui che ha fatto la scelta sbagliata. Compatisco le donne che per scelta si legano ad un uomo impegnato consapevoli che se anche le mogli li lasceranno il loro cuore sarà sempre legato alla famiglia che loro hanno scelto di avere.

    • Io ho conosciuto un uomo (sposato) per lavoro ed è nata un bellissima amicizia. Ho sempre immaginato, ancora dal inzio, che a lui interessava il sesso, perchè nonostante fosse sposato aveva una pessima reputazione e ci provava con tutte le donne che capitavano (cosa poi confermata nei anni). Nonostante sapessi queste cose, amavo parlare con lui, mi ascoltava e mi capiva, l’intesa èra pazzesca. Abbiamo cominciato a uscire a cena, sempre più spesso. Dopo qualche mese lui mi invitò a passare un weekend insieme ed io l’ho rifiutato, lui insisteva che non èra per fare sesso ma per “conoscerci”. Dopo il silenzio per vari mesi, abbiamo ricominciato a vederci. Un altra decina di cene insieme e siamo finiti a letto. Un po’ per curiosità, un po’ perchè vedevo lui un uomo molto siccuro di se con gli altri, ma sempre insicuro con me, atentissimo, dava segni di “innamoramento”. Io li ho detto chiaramente che non voglio coinvolgimenti sentimentali per non soffrire, che non ho bisogno di bugie, che va bene se è solo sesso e cosi via. Nonstante questo, già al secondo incontro da letto è scattato il “ti amo” da parte sua (da mia solo il silenzio), e poco dopo il “facciamo un figlio insieme” e cosi via. E io ridevo e li dicevo che non mi va di essere presa in giro, e comunque non lo prendevo sul serio. Poi lui insisteva che ha “lasciato” le altre, che ha solo me, che non vuole altre donne, che non la fa più con la moglie, solite cazzate che leggo qui che raccontano tutte le altre. Tanto che 3 mesi dopo èra in vacanza con la moglie e mi scriveva di quanto voleva venire via e che non sa cosa inventarsi. Poi ovviamente i 10 messaggini al giorno e ogni tanto, raramente qualche chiamata. Ci si vedeva quasi tutte le settimane e a volte anche 2-3 volte nella stessa settimana, e a certi punti per me èra difficile da gestire. Spesso riuscivamo anche a passare tutta la notte insieme. Agli inizi ci si vedeva anche soltanto per bere una cosa insieme, ma principalmente andavamo a letto tutte le volte che ci incontravamo. Ci siamo anche riusciti a passare un weekend insieme. E più passava il tempo e più lui faceva progetti con me, mi parlava di comprare una casa insieme, di fare figli, di dove andremo in vacanza, di come mi farà conoscere suo figlio, i suoi genitori, i suoi amici e cosi via. Al inzio non volevo farmi illudere, ma lui continuava rassicurarmi di quanto fosse innamorato, mi mandava centinaia di messaggi con “ti amo” e “ti voglio” e cosi via, e io dicevo che non voglio che lui lascia la sua famiglia, che è sbagliato, e cosi via mai lui insisteva che èro io la vita per lui… e pian pianino mi sono fatta trascinare e ci sono cascatta, mi sono innamorata (forse lo erò prima ma non volevo farmi coinvolgere). Insomma, a un certo punto l’ho messo alle strete, e li ho detto: se quello che dici è vero faciamolo. Avevo paura ma èro anche 99% convinta che sarebbe scappato. E purtroppo avevo ragione, ha tirato fuori tutte le scuse del mondo: che la sua moglie è depressa e non può lasciarla ora, che ha qualche problema di lavoro e vorebbe concentrarsi per risolverla ma che comunque in gioro di 1 anno sarebbe “libero”, che i suoi genitori sono anziani e li deve stare vicini, etc. Concludendo con “forse meglio restare amici”. Non riuscivo a crederci… Poi ci siamo rivisti e la storia sta ancora continuando, sono passati altri 2 o forse 3 anni, abbiamo litigato tante altre volte (perchè lui tira sempre pacco, l’ultima volta abbiamo prenotato per passare un weekend insieme e ha cancellato 3 giorni prima senza una spiegazione vera, aveva delle circostanze atenuanti, i soliti “problemi di lavoro” ancora in corso dopo 3 anni). Però è la quarta o quinta volta che lui cancella più o meno sul ultimo un viaggio o una possibilità di passare del tempo insieme fuori da letto, io lo accuso che non è sincero, che è solo sesso e preferirei saperlo, lui si arrabbia solo perchè io le penso, e poi non ci si parla per settimane, ci si rivede, e ci si fa di nuovo sesso… E questa la nostra storia…
      C’è da dire che lui continua a dire di “amarmi da impazzire”, che fa sesso solo con me, che sono la sua donna, che il nostro rapporto non è solo sesso, ma da 2 anni ci si vede esclusiviamente per scoppare, una volta al mese, le cene insieme sono diventate 2-3 al anno, non esistono regali quasi di nessun tipo e cosi via… Io lo amo ma non ci penso minimamente di passare la vita con un simile uomo, cerco di vederlo quando veramente mi va, non prenderlo troppo sul serio… lui insiste con la storia del figlio ogni volta che scoppiamo, ma non parla più del futuro. Ho trovato proprio un pazzo, eh? O forse solo uno che ha capito cosa bisogna dire ad una donna per poterla avere quando li va… Non ho mai capito e forse non capirò mai se lui prova qualcosa e cosa di preciso, i segnali che da sono contrastanti, a letto è tutto sempre bellissimo e non vuole mai che me ne vada subito dopo, vuole stare li a parlare o farci le coccole e mi chiede di dormirci insieme ogni volta che c’è questa possibilità (ultimamente purtroppo riesco a vederlo per 1-2 ore, non di più).

    • Concordo si soffre di meno se non si hanno aspettative, ti fa ridere? Ridi,ti fa stare bene, bene, non fa più niente, ciao!

  10. Quante storie simili alla mia. Ho 43 anni sposata con 2 figli ormai grandicelli. Dopo 15 anni di matrimonio 3 anni fa incontro Lui, occhi terribilmente tristi freddo come il ghiaccio rigido…ma di una bellezza. Capisco tutto, la perdita di una sorella (mia amica di infanzia) lo ha demolito. Con qualche messaggio, a distanza di qualche mese decide di bere un caffè con me, la moglie in vacanza con la bimba. Quel pomeriggio un temporale fortissimo ma noi eravamo presi da tutt’altro, dalla vita dal raccontarci tutto, lui piange e io ascolto ciò che mi racconta. Passano i giorni, i mesi, un pomeriggio mi dice “ti fidi di me?” si rispondo, chiudo gli occhi e mi bacia.
    Così inizia la nostra storia, un matrimonio organizzato tra parenti, un rapporto con la moglie conflittuale e via dicendo. Io nel frattempo entro in una crisi profonda, guardo mio marito e non capisco più nulla…ma con mio marito va tutto bene!! No che non va, io quel Lui lo cerco lo voglio lo desidero. Tra di noi molte confidenze, tenerezze baci e arriviamo al limite del fare l’amore, ma qualcosa mi blocca e quell’istante blocca tutto. Nel frattempo la moglie si accorge di qualcosa, lo blinda lo lega a casa lo sorveglia lo controlla. Così non possiamo più vederci..sms mail chat. E’ passato un anno e mezzo e il tempo per me non c’è più stato, per paura perché non lo so o forse non lo voglio ammettere.
    10 giorni fa una mail, mi chiede il silenzio…io mi sento morire, gli mando un ultimo messaggio e poi lascio aspetto e aspetto…fa male, trattengo tutto lacrime comprese, mi concentro ma sono ancora in attesa. Ho perso tutto di Lui e tanto di me, tornerò a sorridere e mi rialzerò. A Lui auguro tutto il bene possibile. Grazie per avermi ascoltato e un abbraccio a tutte voi.

  11. Mamma mia quanto egoismo!!! Io.. io e solo io… degli altri? “Chissene”… calpestare la gente come se nulla fosse. Senza contare l’ingenuità di credere a tutto quello che la persona sposata racconta… sono sempre tutti in crisi… poi non di rado lasciano le amanti perché la moglie è incinta. Sarà lo Spirito Santo?
    Vergogna!

  12. ciao a tutti, ho 34 anni, convivo e ho un figlio da 1 anno circa frequento un’altra donna che nel momento in cui ci siamo conosciuti era sposata ed ha 2 figli, coi mesi lei si è lasciata con il marito per vari problemi e la storia nostra ha continuato ad andare avanti con più forza…sogni;promesse ect ect ect.
    Giustamente è arrivato il momento che lei volesse delle “certezze”, perché nonostante le promesse, la situazione di stallo mia familiare non cambiava, nonostante alcune discussioni forti con la mia compagna, nel momento in cui però ho deciso di affrontare la situazione, cambiando notevolmente la gestione del rapporto familiare, è cosi che lei, l’altra, che io non ho mai definito l’altra, ma l’Amore della mia Vita, l’unica che ho mai amato cosi ha iniziato ad avere paura, non appena ha visto che ciò che ha sempre sognato ed immaginato con me si stava per avvicinare.
    Adesso sto male, non so che fare? il rapporto a casa comunque non va e non per lei, ma non andava già prima. Voglio aiutare me stesso; la mia vita e quella di mio figlio, perché cosi con la mia compagna non può comunque andare!!!

  13. Ciao, anche io sono una donna nelle vostre condizioni!!! La mia storia è durata 10 anni, oggi ne ho 48 e lui 60! Stesso copione già descritto da voi: gli ho dato amore,comprensione,pazienza,tempo,ho sfasciato il mio matrimonio, servile come una stupida geisha!!!! Due anni fa aspettavo un figlio e mi ha lasciata x l ennesima volta sola..la gravidanza è andata male e lui intanto è scappato in Spagna dalla figlia…e quante ancora ne ho sopportate!!! Mi parlava della moglie sciatta e brutta e bla bla bla! Conclusione 10 giorni fa mi dice di essere confuso e OK gli dico,i giorni no capitano a tutti e poi comincia a dileguarsi come ha fatto altre volte,forse aveva un viaggetto da fare con la moglie cozza! Io mi arrabbio gli dico basta e lui risponde vabbe’! Capito? 10 anni e lui dice solo vabbe’ Decido di eliminare contatto telefonico e chiudere la chat…lui dopo 6 giorni mi scrive un messaggio con 3 punti interrogativi????? E dopo un giorno un altro messaggio con l iniziale del mio nome “ro”…. E stop!!!! Io resisto,vorrei dirgliene quattro, ma continueremo a fare il suo gioco. Care amiche io soffro molto,ma sto capendo che questi uomini esistono perché noi li facciamo esistere!!! Noi sbagliamo ad illuderci e a fare le crocerossine x opportunisti senza rispetto!!! Forse è tardi x rinsavire ma io spero di farcela!!! E auguro a tutte noi di farcela perché tutta l energia che abbiamo buttato era vita che potevamo dedicare a qualcuno che davvero ci ama!!! Forza a tutte!!!!

    • Il mio ex amante è tornato all’attacco dopo 6 anni. Non sono più interessata a lui, perché ho incontrato l’uomo della mia vita, però il desiderio di vendetta c’è e lo sto facendo rosicare. Magra consolazione, lo so, ma provo una soddisfazione impagabile a vedere che ora è lui che sta male per me!!

    • Ciao Laura commenti possiamo sentirci ho il tuo stesso problema

  14. Qui c’è uno dei due che all’inizio è stato molto scorretto.
    O lui non te l’ha detto, o tu lo sapevi e l’hai voluto comunque.. Poi ovvio la passione parte e non ci si ferma, ma prima di fare i “danni” ci vuole l’onestà, e mi sembra che manchi.
    Soprattutto se avete passato i 40, perchè non siete più ragazzini.

  15. Ho letto una buona parte dei commenti, alcuni li ho ritenuti di un elevato grado di ipocrisia. C’è chi scrive di essere inciampata nell’amore di un uomo sposato, che l’ha resa felice, che le ha fatto toccare il celo con le mani. Beh vi posso dire che è una sfaccettatura dell’amore che solo l’uomo sposato può essere in grado di farvi provare, non perchè sia bravo, ma perchè viene scambiato in piccole e concentrate dosi giornaliere. Non crediate che la convivenza sia della stessa intensità d’amore che provereste da amanti. Odio leggere che l’uomo stia sfruttando la donna come amante, è una meschina menzogna, la donna, ma anche l’uomo non è stato sodomizzato, semplicemente ha provato un’emozione e prova emozioni che nell’ordinario non riuscirebbe a provare, per cui dovrebbero portare avanti la relazione fino all’esaurimento della passione. Per esperienza personale vi racconto che io da sposato sono stato mollato dalla mia amante, per ben 4 volte fino all’ultima di un anno fà. Lei nel frattempo ha avuto un’altra storia con un tizio che conosceva di vista. vi assicuro che lo ha mollato dopo 5 mesi, era un surrogato. Ma non è stato il primo, solo il quarto in tre anni dopo i varri tira e molla. ma vi posso assicurare che (parole sue) non erano neanche da prendere in considerazioni come compagni o fidanzati, pur essendo single. Ho letto giorni fa e sottoscrivo in pieno, che in questa società si sono persi alcuni valori, tra questi uno importante è sacrificarsi per amore, vogliamo tutto e non ci accontentiamo più di nulla, neanche ottenere il 100% del nostro amante, lo vorremmo tutto per noi, ma siamo certi che dopo nulla varia? Vi assicuro che la mia ex amante mi ha lasciato 4 volte, non ci vediamo più, oggi è una donna depressa che non riesce più a provare emozioni forti, non sa più cosa sia la passione, non conosce più la complicità, l’eros e non sa cosa sia il dialogo con un uomo, quelli che ha conosciuto se ne sbattono dei suoi problemi. L’amore non conosce etichette, è una sensazione unica che non sempre ritorna nella vita, pensateci prima di emettere dei giudizi!

  16. Ho iniziato una relazione extra coniugale..ma dopo 5 mesi ho il coraggio di lasciare il mio compagno nonostante 2 figli piccoli..continuo la relazione con quest’uomo 12 anni piú grande di me sposato con 2 figli grandicelli…lui lascia la moglie dopo qualche mese della mia separazione e va a vivere da solo,sempre vivendo nell’oscurità, ma pensavo ormai che la cosa fosse fatta e che un altro po’ di pazienza e avremmo potuto vivere la nostra storia liberamente,ma dopo 3 mesi che lui era andato via da casa,ci ritorna dicendomi che la moglie è depressa,che ha problemi economici e che i figli non li parlano più..inizialmente non ho accettato tutto questo,non rispondevo più a nessun msg e poi dopo un mese ci sono ricascata…dopo mesi ancora mi dice di aver pazienza,che non vuole perdere i figli,ma che di conseguenza non vuole perdere me,che soffre nel vedermi cosi e che sa che io adesso mi trovo con una famiglia sfasciata x colpa sua,ma sa che vuole me e ci riuscirà ad avermi come dice lui….non so più che fare..ormai non mi sta più bene questa situazione ma di conseguenza non riesco a staccarli da lui…io non ho lasciato il mio ex compagno x continuare a fare l’ amante….vorrei solo la forza do riuscire a mettere una pietra sopra definitivamente.

  17. Io vivo una situazione uguale e sono sconvolta da leggere in quanti siamo! io non ne conosco di persona donne e uomini che vivono queste relazioni o forse mi chiedo non ne parlano con sincerità.
    Ho 33 anni, un anno fa ho incontrato un uomo che ha una compagna da 10 anni e una figlia che ora ha 2 anni e mezzo.
    Ero sul punto di lasciare il mio ex, padre di mia figlia che ora ne ha 4, che infatti poi ho lasciato.
    Stesse dinamiche, lui un po scappa poi mi allontano io ecc.
    Io da maggio vivo con mia figlia in un bell’appartamentino vicino a quello del mio ex con cui ho creato un buon rapporto quasi di amicizia, dico quasi perché non è proprio che ci raccontiamo tutti i nostri problemi ma ci sosteniamo, aiutiamo, passiamo del tempo insieme con la bimba ecc.
    Lui vive in un’altra città ma viene spesso per lavoro e a volte si ferma per giorni, giorni in cui dorme qui a patto che arrivi quando mia figlia già dorme ed esca prima che la svegli, a meno che la bimba non sia dal padre ovviamente.
    Solo un mesto fa mi ha chiesto di presentargliela e lo abbiamo invitato a cena come uno dei miei innumerevoli amici amiche colleghi che frequentano casa nostra, una casa abituata a ricevere amici e parenti.
    In questo anno penso di essermi occupata principalmente di risolvere i miei problemi personali, vivo a Milano che è una città che ti costringe a guadagnare tantissimo per poter fare una vita minimamente dignitosa, ed io essendo freelance, devo lavorare tanto, a volte la notte, ed occuparmi di mia figlia, della casa, dei gatti ecc.
    Nell’arco di tutto questo anno però sono stata perdutamente innamorata di quest’uomo di cui sono amante, che dal principio era terrorizzato di quello che provava per me, di perdere tutto, mentre ora oltre a quella paura si è aggiunta principale quella di perdermi. Col passare dei mesi ogni volta che sento la sua mancanza mi arrabbio. E quindi lui, se prima si tratteneva dal dichiarare quello che sentiva ora è più espansivo e presente. Credo che soffra molto, credo che soffra più di me, che almeno sono libera e sincera. Dice di pensarmi continuamente, e quando facciamo l’amore è per entrambi una magia mai provata con nessuno, di questo sono certa.
    Ma credo anche che ami in qualche modo anche la sua fidanzata, con cui ha costruito molto, e so cosa vuol dire mettere i figli prima di tutto quindi non riesco a non comprenderlo.
    Ci sono stati momenti in cui mi ha detto di pensare di mollare tutto per me, momenti che sono arrivati dopo che io ho sofferto tanto e sperato in un futuro insieme.
    Ecco in quei momenti io mi congelo dalla paura,. Penso che forse non funzionerebbe, che sarebbe logorato dalla mancanza della sua ex e dalle complicanze nel vivere la figlia più quotidianamente, penso che non ha la più pallida idea di cosa voglia dire davvero affrontare quello che ho affrontato io, che logorerebbero il nostro rapporto certe emozioni…temo anche che chissà magari finirebbe come sono sempre finite tutte le mie storie, penso che perderei la mia libertà, la libertà di fare quello che mi viene in mente di fare senza averci affianco un uomo geloso o dover stare a casa a preparare la cena nei giorni senza bimba..insomma io non posso che tacere quando lui mi dice così, e far trapelare tanta paura, raggelandolo ulteriormente nella sua condizione.. dapprima gli dicevo di non essere pronta di nuovo a fidanzarmi, ma ora dopo un anno, di recente ho capito che quello che mi spaventa davvero è altro.
    Mi spaventa il fatto che lui sia un uomo che lascerebbe la sua fidanzata solo se ci fossi io ad accoglierlo.
    Mi spaventa il fatto che lui non abbia mai pensato di lasciarla per rispetto a lei, per rispetto a se stesso, per rispetto a sua figlia che vive in un ambiente in cui non regna l’autenticità.
    Anche a mia figlia piacerebbe tanto che io e il suo papà tornassimo insieme, disegna famiglie con mamma papà e bambini e di sicuro a volte gli manco io a volte gli manca papà.
    Ma è felice sempre, e io credo di darle il massimo aiutandola a diventare una persona autentica che manifesta le sue contraddizioni o le contraddizioni che si vivono con l’etica sociale.
    Mi piacerebbe che imparasse spontaneamente a non logorarsi dai sensi di colpa da adulta, che trovi sempre il modo di perdonarsi e dirsi la verità per quanto possa apparire obliqua li per li.
    Ora non so cosa succederà, io sento che non finirà l’attrazione che sentiamo io e lui e sarà difficile smettere di vedersi, mi risulta davvero complicato anche uscire con altri uomini, a volte ci provo ma poi sparisco perché non si avvicina mai minimamente alla magia quello che trovo nel rapporto con gli altri uomini, seppur intelligenti, talentassi, buoni e belli.Questa è la prima volta che scrivo in un forum spero di essere stata utile a qualcuno

    • Ciao Viola,
      mi trovo anche io nella stessa condizione solo nella parte d lui. Mi sono innamorato di questa meravigliosa donna dove lei è libera e io sposato. Sono quasi 6 mesi che siamo insieme passando per un periodo di disperazione perché lei voleva lasciarmi per i sensi di colpa… solo che ogni volta che ci vediamo non ci stacchiamo l’uno dall’altro ed e diffide per me e per lei … lei è innamorata quanto me e stiamo bene insieme… mi piacerebbe vivere una vita con lei ovviamente il transito è sempre lento e pieno di insidie non le ho promesso nulla ma se sarò ben supportato potrebbe essere una sorprendente e piacevole sorpresa per noi.

  18. Io vivo la vostra situazione da un anno è bello stare insieme senza staccarsi mai. Ma dopo si torna alla realtà e ci si sta male.

  19. Questa situazione è assurda, mi chiedo come sia potuto succedere. Io sposata senza figli perché nn ero pronta e lui sposato e più grande di dodici anni di me ma con due figlie. Lo stesso paese lo stesso corso io un negozio lui ne ha altrettanto uno e ogni giorno anche a distanza di pochi metri lo vedo ma nn posso stringerlo a me e baciarlo. E’ una sensazione terribile fingere tutto questo, in più poi mi tocca vedere la moglie. Non so più dove sbattere la testa io lo amo e nn posso lasciarlo andare dal mio cuore

  20. sonono anna 40 anni dopo 2 anni che sono stata l’amante di un uomo sposato,ora siamo felicemente sposati ,vuoi sapere la strategia,mi facevo vedere in giro con lui ed ho mandato sms anonimi dalla cabina alla ex moglie del mio lui,finchè non ci ha scoperti,e lei lo ha buttato fuori di casa chiedendogli il divorzio,se non sei tu a smuovere le acque,nessun marito lascerà mai le sicurezze familiari,devi esere tu a smuovere le acque,se il tuo lui una volta scoperto dirà alla moglie che sei solo un avventura allora vyol dire che sei stata solo una dei suoi passatempi e vale la pena lasviare le tende,solo provicando una situazione forte,si sapà la verità altrimenti rimarrà di adeguarsarsi a fare l’amante a vita,sveglia! buona fortuna e tanta felicità a tutte.l’audacia premia,devono essere questi uomini e le loro mogli a svergognarsi ed a pagare dazio non voi! anna

    • Complimenti un altra maestra di vita … w la vida! 😂😂😂😂😂😂😂
      Non è che l’uomo non lascia la moglie bisogna vedere veramente cosa c’è dietro tutto questo, penso che lui te ne abbia parlato di questo… dietro la rottura di un matrimonio ci sono tanti fattori come soldi, figli solo per citarne alcuni come appunto anche situazioni difficili… d’altronde non ci si sceglie ci si incontra non pensò che vi avete puntata la pistola l’uno con l’altro…
      non condivido ciò che hai fatto ne lo condivido come consiglio…mi dispiace…
      Se avresti avuto a che fare con me con tutto l’amore che potevo avere per te avresti infranto uno dei principi che si chiama rispetto e ne potrei aggiungere altri… io mi sarei separato ma neanche tu mi avresti più visto…

      • Condivido con sagittario66

        • non mi interessala tua condivisione,ci sono uomini che quando non vanno d’accordo con la moglie anche con 800 euro al mese preferiscono vivere in convento o lontano da leui e uomini che per amore vero sono disposti anche a sfasciare una famiglia che non sono le mure domestiche,mio marito vede i suoi figli quando vuole e non ha rinunciato al ruolo di padre ,un uomo che ama un’altra donna se non lascoa la moglie è perché le vuole ancora bene o c’è un tacito accordo fra coniugi che ognuno fa la SUA VITA ,MA SALLVA LA FACCIATA. HO SOLO FOTOGRAFATO LA Realtà E PORTATO LA MIA ESPERIENZA PERSONALE,DEI GIUDIZI E MORALSMI NON SO CHE FARMENE

        • Elisabetta tu hai seguito il tuo cuore, la mia condivisione era per le donne che nn hanno rispetto nn su di te,anzi ti ammiro per la forza che non ho io. Auguri

  21. Se un uomo si preoccupa cosa comporta una separazione, allora non intraprendere una relazione fuori dal matrimonio. Non basta dire sono sposato, la mia famiglia non la lascerò mai, per sentirsi corretto, perché se si è corretti non si cercano altre donne e se ha un problema ne parla con la moglie,alla fine i perdenti sono le mogli e le amanti che si contendono un uomo ma che non si può definire tale.

  22. D’accordo con te Serena, alcuni uomini sono falsi ed ipocrite,ma anche molte donne sono ingenue e fragili e si fanno trattare poco più di prostitute e da ingenue ed è per questo che dico a tutte svegliatevi! Oltre alla mia esperienza personale sono anche cancelliere in tribunale e di separazioni ne vedo ogni giorno in udienza,ho visto uomini separarsi con genitori malati di alzhaimer e figli disabili, nessun uomo starebbe con una donna che non ama più o li maltrattano. Ho visto mariti dormire in convento e mangiare alla caritas pur di non stare accante a loro.
    Se un uomo lascia una moglie per incompatibilità di carattere,a maggior ragione dovrebbe farlo se ama un’altra donna! Sapete perché alcuni vi tengono come amanti e non vi sposano o vengono a convivere con voi? perché non vi ritengono degne di questo ruolo o perché sono ancora innamorati della moglie.un uom,o sia che sia innamorato della consorte o ci stia solo per comodo e comunque da biasimare non credete!
    La moglie.i figli i genitori,i cognati eccc. sono scuse che vi propinano per tenervi buone, perché non vi amano, i divorzi, le seconde nozze ed i nuovi nuclei familiari sono in crescita esponenziale.
    Parlo con cognizione di causa, e non è vero che è solo roba da famiglie ricche, tirate fuori gli attributi, non raccontatevi e non fatevi raccontare bugie! Buona vita a tutte

    ux amante ed operatrice del diritto