Home / PROBLEMI DI CUORE / Ex anniversario, feste, malinconia

Ex anniversario, feste, malinconia

Salve a tutti, ho già usato in passato questo forum per sfogarmi. E penso lo farò di nuovo. Con l’arrivo delle festività è tutto uno schifo. Il 26 sarebbe stato anche il nostro anniversario, e non riesco s smettere di pensarci. Sarà il primo anno che non festeggeremo insieme, sarà il primo anno dopo tanti che non ho la pena di scegliere che regalo prendergli, che non stiamo facendo progetti per cosa fare il giorno del nostro anniversario.

Il primo anno che lui festeggerà il Natale con la persona con cui mi ha probabilmente tradita. Non riesco a non pensarci e non riesco a smettere di starci male. Non riesco nemmeno a smettere di chiedermi se mai gli verranno in mente certi ricordi. Se ci penserà, se gli dispiacerà e si sentirà un po’ in pena. So già la risposta in fondo… Sarà un bel no. Perché se no non avrebbe mai preso la sua decisione. Però il mio cuore è in pena. So che non merita che soffra ancora per lui visto come si è comportato e anche per altre cose durante la nostra relazione. Ma non riesco comunque a smettere. La mia testa mi dice una cosa ma il cuore purtroppo non le vuol dar retta.

da: Violet

32 Commenti

  1. Ohhhhh… come ti capisco. Tutto già sentito e provato. Sulla mia pelle.
    Un’anno fa era diverso, era perfetto (se non perfetto.. normale). Ora il vuoto. Nulla è come prima.
    E la cosa peggiore è pensare che lui/lei stia facendo/vivendo con un altra/o ciò che prima era solo vostro.
    E’ proprio questo il dolore che si prova dopo il distacco.
    Ma giustamente questo è anche un luogo per sfogarsi, buttare fuori ogni cosa e tentare di far capire a chi legge il proprio stato d’animo. E lo so perfettamente ciò che provi, ci sono passato. Ci siamo passati.
    Non resta altro da fare che ricominciare, da zero. Non ci sono alternative. La testa degli altri non può essere programmata a nostro piacere, ed anche fosse possibile… nulla sarebbe come prima.
    Devi imparare a gestire il dolore, non è facile lo so. Quel pensiero ricorrente, persistente, devastante ora è alla massima intensità. Ma col tempo diminuirà, prenderà meno il sopravvento durante la tua giornata.
    Ci vuole tempo si, ma anche la volontà e la forza di reagire. C’è in ognuno di noi, tutti l’abbiamo.
    Ci possono volere anche anni se non prendiamo subito in mano la nostra vita, un giorno scoprirai che non ne è valsa la pena perdere energia e soffrire così a lungo. Ma ora devi solo fartene una ragione e spostare la mente altrove. Uno sforzo che sembra disumano ma invece servirà a renderci più forti.

    • Lo so! Ci sto provando da tempo a riprendere in mano la mia vita.
      Ho provato a farlo sin da subito.. Appena ho “capito” che non sarebbe più tornato da me, ci sono giornate in cui sono riuscita addirittura a non pensarci.
      Per le feste sono sempre stata abbastanza malinconica di mio. Ci mancavano solo questi ricordi, purtroppo a buttarmi giù.
      Purtroppo nemmeno con tutta la buona volontà del mondo al momento riesco a scacciarli. So che devo prenderli come arrivano.
      So anche che NON VOGLIO impiegarci anni a dimenticare questo amore. Perché non se lo merita.
      Mi ha pure lasciato con un sms insomma….. Non dovrebbe meritarsi nemmeno una lacrima per l’anniversario mancato.
      Hai ragione Nolan comunque, nulla sarebbe come prima.
      È troppo il male che mi ha fatto. Grazie per la tua risposta 🙂

      • Le festività natalizie sono momento di crisi e “passione” per moltissime persone, soprattutto quelle sole o che si sentono tali. Credo sia la gioia dei bambini ma la tristezza di tanti adulti, c’è poco da fare. E per tanti motivi.
        Ho sofferto il Natale scorso perché il distacco era molto recente. Quest’anno dovrebbe essere diverso (la crisi si fa sentire meno) ma qualche ritorno al passato sarà inevitabile.
        Ho un’amica che sta attraversando la stessa tua situazione proprio ora. Le dico di pensare che chi se ne va prima o poi l’avrebbe fatto comunque, è solo questione di tempo. Un dolore che si prolunga inutilmente. Quindi prima si affronta… prima si guarisce, prima se ne esce.
        Pensa anche al fatto che un suo (ipotetico) ritorno ormai sarebbe inutile, vano. Perché ormai si è allontanato da te, in un modo o nell’altro, e tutto è stato compromesso. Lo riprenderesti con te? Lo perdoneresti? Sicuramente, anche fosse cambiato e deciso a restare… non vivresti più come prima, non sarebbe più la stessa cosa. Vivresti con la paura (concreta e costante) di una nuova “fuga”. Quindi pensa che hai perso ciò che dovevi perdere. E resti tu, la cosa più importante della tua vita. Tutto il resto è superfluo ora.

  2. Vi dico solo che quella Giuda della mia ex ha il coraggio di scrivere nel proprio stato di whatsapp frasi strappalacrime proprio riguardanti il ricordo durante le festività natalizie delle persone che non fanno più parte della nostra vita, cioè che ha nostalgia di qualcuno, in pratica.
    Siccome la cosa sicuramente non è riferita a me (sono passati più di 5 anni da quando ci siamo lasciati), mi chiedo quanto cazzo siano ipocrite ste persone egoiste a tal punto che fanno soffrire gli altri senza porsi troppi problemi, ma si dimenticano completamente di essere stati carnefici quando sono loro a soffrire.
    Cioè le sagge regole del “chi la fa l’aspetti” o “non fare ad altri ciò che non vorresti fosse fatto a te” non riescono proprio ad entrare nella testa di queste persone così egoiste e ipocrite.
    In fondo sono affari loro perché queste sono le regole base della vita e finché non le faranno proprie saranno persone eternamente inaffidabili e insoddisfatte.
    Generalmente chi si comporta in modo superficiale in età adulta poi e’ difficile che cambi col tempo.

    • J.J Bad è gente questa che passerà la vita a soffrire e far soffrire.
      Magra consolazione che soffrano loro, inaccettabile che continuino a far soffrire gli altri.
      Probabilmente la frase non è rivolta a te (sicuro non sia rivolta a qualcuno che è passato a miglior vita?) ma se è riferita ad un amore finito significa che qualcuno è scappato (conscio del pericolo) prima di farsi del male.
      Che è quello che spero di fare io in futuro, memore di quanto successo, se dovessi incontrare ancora simili individui…

      • Non mi interessa per quale ragione rimpianga qualcuno, se si tratta di persone vive o morte.
        Quello che non sopporto di questi soggetti e’ proprio come dice Violet, il loro cronico vittimismo, che esternano con ste frasi, sti aforismi. Compiono gesti da eterni immaturi e poi vogliono sempre dare questa immagine di persone che subiscono. Ma cosa cazzo subiscono che col loro egoismo asfaltano chiunque senza porsi problemi??

        Poi da quando ci sono sti social e’ terribile, basta postare una frase poetica per ripulirsi la coscienza. Una generazione di senza palle.

      • Sono riconosciuti come “narcisisti patologici”. Persone che mettono in mostra se stessi e la loro vita (sono egocentriche ed egoiste di natura) a discapito della vita (e della stabilità) degli altri. Si sentono sempre vittime del sistema o di qualcosa (che sanno solo loro) e non sono in grado di gestire rapporti di coppia (e neppure sociali). Continueranno a comportarsi in questo modo con chiunque si avvicini a loro. Non troveranno mai stabilità e pace. Bisogna imparare a riconoscerli ed evitarli…

      • Confermo Nolan. E’ proprio così….

      • J.J Bad hai proprio ragione….. Anche il mio ex dopo avermi lasciata per un’altra senza farsi il minimo scrupolo posta su facebook frasi strappalacrime che lo fanno apparire una persona bellissima, quando invece, come dici tu, mi ha letteralmente “asfaltata” , mi ha inflitto un dolore fortissimo e scrive a piede libero frasi bellissime su facebook…..Ipocrita!

      • Facebook e i social poi sono la rovina di questa società perché le persone false ci marciano, i social sono soltanto finzione, vetrina….eppure per chiunque ormai sembrano diventati importantissimi!
        Posso dirlo? In questo mondo ipocrita non mi ci ritrovo più.
        Eppure amo la tecnologia, ma non sopporto che venga (ab)usata come biglietto da visita. Questa non e’ evoluzione umana, ma solo inutile perdita di tempo.

      • J.J Bad non sai come condivido le tue parole. Facebook è per molti ipocriti ormai una vetrina. un “luogo” pubblico in cui apparire.
        Apparire perbene, umani, sensibili. Lo scopo per il mio ex è solo quello di piacere a tutti. Lui cerca solo consensi. Predica bene e razzola male. Ha trattato me dopo anni insieme come una scarpa vecchia da buttare, eppure su Facebook si dipinge come l’uomo perfetto … Ipocrita

      • Al di là di facebook che per la visibilità che offre e la mancanza di una controparte risulta ancora più irritante, la gente peggiore si è da sempre definita moolto sensibile…

  3. Nolan, si hai ragione, un suo ipotetico ritorno forse sarebbe vano, non lo so nemmeno io se lo riprenderei con me, mi ha dato segno di essere una persona senza cuore, e senza morale, al contrario di quanto ha sempre professato quando stavamo insieme, ha passato anni a dirmi che me lo avrebbe detto se si fosse innamorato un giorno di qualcun’altra, che MAI avrebbe potuto mettersi con un altra persona subito dopo avermi lasciata… (in realtà prima ci si è messo poi mi ha lasciata probabilmente), e cose varie, e addirittura è sparito, dopo una relazione lunghissima, mi ha lasciato con un semplice sms, senza dirmi nemmeno che non mi amava più, quello l’ho appreso dopo, se quel giorno non l’avessi telefonato io e gli avessi fatto sputare la verità fuori, sarei ancora ferma a suo “voglio una pausa perchè non lo so nemmeno io”. Non mi ha mai dato nemmeno una spiegazione dal vivo. e pensavo di meritare almeno di potergli dare uno schiaffo per come mi ha trattata.
    Quindi non so davvero se lo riprenderei con me, si è rotta la magia, non mi fiderei più di uno così.

    J.J.Bad,sai, anche il mio ex aveva la fissazione di queste frasi, ricordo ancora bene una frase che aveva nel suo stato, sul fatto che contassero solo le persone che restano, non quelle che se ne vanno… era ironico… il primo che se ne è andato è stato lui.
    E’ verissimo, soffrono tutte di vittimismo appena vengono abbandonate loro, ma non si preoccupano o ricordano di quanto dolore hanno inflitto loro agli altri. Anche lui è così, mi ha spezzato il cuore, eppure ha sempre fatto la vittima.

    • Mi fa sorridere (sarcasticamente) il fatto che ti abbia detto “se mi innamoro di un’altra te lo faccio sapere”. Come dire… “intanto ci sei tu, poi chissà”. Sarebbe più elegante evitare di dire certe cose.
      E comunque sappiamo che ciò è impossibile o estremamente difficile. Più facile buttarsi nella nuova storia e scappare a gambe levate dalla vecchia senza dare spiegazioni. Ci vogliono le palle per fare ciò che ha detto. Pochi le hanno.
      Queste persone saltano da una relazione all’altra senza remore e senza rimorsi. Probabile che chi ti ha sostituita venga sostituita a sua volta. E’ un “vizio” che non si perde più (e mai).
      Quindi pensa anche a tutto questo ogni volta che torna il ricordo di lui. Quando soffriamo pensiamo sempre e solo alle cose belle che ci hanno lasciato, mai a quelle brutte. E ci sono. Siamo pronti a fare un patto col diavolo per tornare indietro e fare il possibile per cambiare le cose (col senno di poi tutti i problemi sembrano risolvibili). Ma davvero, come detto, non cambierebbe nulla. L’esito negativo è prima o poi scontato.

      • Si, fa “sorridere” pure me, sopratutto perchè ero talmente accecata d’amore di non essermi mai resa conto che queste cose non si dicono nemmeno per scherzo in fondo…. la cosa che mi fa “sorridere” ancora di più è che lo abbia negato fino in fondo…. intanto che negava però postava le foto di loro felici sui social…. Io gli auguro che sia lui ad essere sostituito come un calzino bucato prossimamente…. solo per fargli capire come mi sono sentita io.
        Per il patto col diavolo ti do pienamente ragione, per fortuna ora ne sono uscita, ma se avessi potuto farlo sul serio lo avrei davvero fatto… fino a qualche tempo fa….ed è incredibile, perchè non avrei mai pensato di essere quel tipo di persona che si abbatte così.

  4. Lo dico appunto perché so come ci si annulla, come si cade davvero in basso e si perde orgoglio e dignità. Accecati da un sentimento che in fondo è malato, perverso. Ma a parole sembra facile uscirne, quando ci si è immersi anima e cuore invece è una battaglia quotidiana contro qualcosa di più forte.
    Resistere e non farsi sopraffare è una prova di vita, una sfida contro se stessi e gli altri. Ma si può vincere e riemergere. L’amore non è questo, il sentimento vero è ben altro. Abbiamo incontrato solo un benessere temporaneo che alla fine si è rivelato soltanto dolore. Penso che queste cose non capitino per caso, servono a renderci più forti, imparando a reagire e ad individuare persone sane. Che spesso poi pagano lo scotto di chi è arrivato prima e ci ha massacrato il cuore.

  5. Anche io passerò questo Natale da sola. Ho ancora in mente l’ultima vigilia passata insieme al mio ex a comprare i regali, c’è una canzone che ascoltai quel pomeriggio e che associo a noi in quel momento e se ci penso troppo mi viene da piangere… Ma non importa è già il secondo Natale senza di lui ed io vado avanti lo stesso per la mia strada. Mi chiedo che starà facendo lui, se ha trovato quello che voleva. Io non ho voluto sapere più nulla per non soffrire ancora di più. Ma intanto ho fatto cose belle per me, mi sono impegnata in tutto, la fine di questa storia non mi ha distrutta ed è questo ciò che ora conta e che mi fa andare avanti a testa alta.

    • Splendido, è il modo giusto per affrontare le cose, la vita. Sono dolori immensi che però accrescono la nostra forza interiore, la determinazione a non lasciarsi schiacciare dall’egoismo degli altri. L’amore è davvero saper anche lasciare andare chi non ci vuole più, bisogna saper mettere da parte odio e rancore ed iniziare tutto da un bivio che non avevamo mai pensato di incontrare. Brava Rosa, non è facile ma è la strada giusta.

  6. Fan tu hai scritto “Lo scopo per il mio ex è solo quello di piacere a tutti. Lui cerca solo consensi. Predica bene e razzola male. Ha trattato me dopo anni insieme come una scarpa vecchia da buttare, eppure su Facebook si dipinge come l’uomo perfetto”…. Non c’è descrizione migliore anche per il mio. Nonostante mi abbia trattato malissimo, mentito tantissimo… Lui si dipinge perfetto sia su fb, sia con le persone che frequenta. Sono sempre stata vessata da queste persone… E non mi ha mai nemmeno difeso, dicendo che avevano ragione in fondo e facendomi star male.

    Rosa ti invidio. A me la fine della nostra storia mi ha distrutto completamente. Solo ora però, dopo qualche mese mi sto rialzando e sto cercando di fare qualcosa per me.

    • Violet, è per la paura di distruggermi che ho cercato a tutti i costi di reagire. Tieni conto che il tempo aiuta sempre, a me sono passati quasi due anni e questo mi ha aiutato a raggiungere una maggiore serenità. Vedrai che sarà lo stesso per te

      • Io rimango interdetta quando tutti mi dicono stupiti che mi sto riprendendo alla grande… che altre persone ci avrebbero messo molto di più… Non so, voglio credere alle loro parole, anche se a me non sembra affatto così… però spero di superarla del tutto in meno di un anno… non voglio dedicare un pensiero in più a chi mi ha fatto stare così male…

    • Carissima Violet, ti capisco benissimo…. È proprio così anche il mio ex…. Nonostante mi abbia trattata malissimo, su facebook magicamente diventa l’uomo perfetto…. quello che scrive è unicamente finalizzato a piacere…. Dipinge se stesso come una brava, una bella persona e fa così (si finge quello che non è) anche nella vita reale…… Ho dovuto smettere di guardare il suo profilo facebook (anche se basterebbe un click…..) per non andare ad ucciderlo con le mie mani quando leggo le sue frasi…. Se posso darti un consiglio non seguirlo più su facebook, non guardare più nulla di quello che scrive…. So che è molto difficile (basterebbe un click e in un attimo si vedrebbe tutto!) , ma io da mesi non lo faccio più… E ho intenzione di non farlo MAI più. In fondo è proprio quello che lui spera….che io guardi e controlli, per farmi impazzire dalla rabbia!! Ed io questa soddisfazione non gliela darò più. Un abbraccio forte

  7. La cosa che noto in queste storie è che hanno sempre un denominatore comune, ossia la mancanza di coraggio da parte di chi impegna il suo tempo in attesa di qualcosa ‘di meglio’. Non so se la pagheranno, ovviamente servirebbe a loro per capire , ma aihmé queste persone di fanno ben pochi esami di coscienza. Ciò che noto, oltretutto è la assoluta incapacità di difendere la persona con cui si ha una relazione rispetto agli amici (anzi, non si tratta di incapacità, ma una vera e propria scelta). Personalmente vivo in un paese e le nipoti e la famiglia di questa persona quando mi vedono, girano la faccia da un’ altra parte. Violet fai un respiro profondo e prendi il meglio da ciò che puoi. Rosa dice una cosa davvero giusta: per la paura di distruggermi. Grande spirito di conservazione che a me è mancato per molto tempo. Ce la farai! Un abbraccio e auguri a tutti

    • Io non so nemmeno se sono stata impiegata come palliativo nel frattempo che cercava il suo “meglio”… è stata una storia lunga… Però si, nemmeno io ho mai capito l’incapacità/scelta di difendermi dalle critiche altrui… ha sempre risposto che ogni cosa sarebbe venuta a suo tempo, ma io al suo posto avrei preso a ceffoni chiunque onestamente..non avrei mai avuto paura di difendere la persona che amavo. Ancora meno capisco il perchè riferirmi sempre le critiche di proposito sapendo di ferirmi..all’epoca ovviamente non ci facevo caso, ero accecata d’amore..ora ne provo lo stesso purtroppo, ma è una cosa più realistica, mi sono almeno tolta le fette di salame dagli occhi.
      Mi dispiace ti girino la faccia dall’altra parte, alla fine però non perdi granchè a questo punto, dimostrano di essere persone immature…le classiche personalità da paese..che vanno lasciate perdere (abito in un paese anche io e ahimè tutto il mondo si assomiglia temo).

      Grazie a tutti per il vostro sostegno! Vi auguro Buone Feste e tanta serenità!

  8. Nel mio caso non mi difendeva perché venivano prima le opinioni degli altri, piuttosto della mia. Ovviamente io giustificavo tutto e mi davo molte colpe. Ora lui si tiene gli amici (e le amiche del gruppo che non vedevano l’ ora finisse tra noi) e chi deve andarsene sono io. Piuttosto umiliante e molto triste (della serie : gli amici si vedono nel momento del bisogno). La verità è che non sapeva come liberarsi di me e mi ha portato allo sfiancamento. 🙂 ‘gira pagina prima che puoi…tutto andrà per il meglio’, mi dico tutti i giorni. È dura, ma bisogna farcela.
    Auguri a tutti

    • Ciao a tutti, io stasera sono felice perché nonostante una situazione sentimentale veramente disastrata con più di una rottura alle spalle per le motivazioni più varie che non sto qui a spiegare (colpa mia colpa di altri non lo so neanche più ) ho passato una vigilia di Natale serena. Credevo di non saper stare da sola cioè senza amore, ma stasera ho affetto intorno a me, quello che mi basta, e mi sento bene. So che ci saranno ancora momenti in cui la nostalgia sarà struggente, in cui sognerò di riavere lui con me, ma so che sto percorrendo la strada giusta, coltivare piccole passioni e scrivere, parlare, riflettere su quanto ho vissuto, anche sui miei errori. Non sono più giovanissima,ma non è detto che non possa aver imparato qualcosa per una storia futura… se verrà, se no pazienza vivrò da mamma e coltiverò il mio lavoro e le mie passioni. Dico a chi è più giovane invece che sicuramente ci sarà una storia migliore per voi che vi farà dimenticare questa sofferenza… Il conforto che proviamo scrivendo intanto ci aiuterà a non sentirci tanto soli, infatti quando ho avuto le notifiche sui nuovi messaggi in questoforum ho sentito il bisogno di scrivere perché mi sento accomunata a tanti di voi. Auguri a tutte\i

  9. Sono persone ipocrite, non esistono malinconie per loro. O meglio, se esistono non si tratta di una forma di empatia, ma sempre del solito egoismo tipico di queste persone.
    Oltre a quello non riusciranno mai ad andare.
    Ormai la loro ipocrisia e il loro egoismo sono cosi scontati e regolari da risultare noiosi per quanto mi riguarda.

  10. È un po’ triste notare che la fine della storia della stra grande maggioranza delle persone è praticamente simile: anni di relazione, si viene lasciati con un “non ti amo più” senza tante spiegazioni, si viene a scoprire poi per vie traverse che la spiegazione c’è ed è un’altra persona, si soffre per le balle dette, il/la “carnefice” per pulirsi la coscienza e mostrarsi meno “mostro” di fronte alle persone iniziano il loro pubblico vittimismo e via discorrendo… Triste, molto. Considerando che loro vanno avanti, instaurano altre relazioni e chi è stato lasciato rimane con una cicatrice sul cuore pronta a riaprirsi ad ogni minima situazione che innesta un ricordo.

    • Cari J.J Bad e Mattia, quanto avete ragione.
      Egoiste e ipocrite, è proprio così, purtroppo. Oltre al loro egoismo e menefreghismo non riescono ad andare oltre, non ci andranno mai. È molto triste constatarlo.

      Parole verissime anche le tue, Mattia. Per chi lascia e ha già un’altra persona pronta (!) è tutto ovviamente molto, molto più semplice. Chi è lasciato, invece, è solo. Solo con il proprio dolore (ovviamente ha una famiglia vicino, fratelli, amici), ma soffre e deve contare solo su se stesso. Non è facile tirare fuori la forza per non lasciarsi inghiottire dal dolore e dalla solitudine, ma ognuno di noi qui sa che non c’è altra soluzione.
      È vero, è una cicatrice sul cuore, una ferita che in ogni momento, ad ogni ricordo, è pronta a riaprirsi. Si cerca di non pensare, è ovvio ma inevitabilmente il pensiero poi va là.
      Qualunque cosa faremo fra 3 giorni, ad esempio, anche se cercheremo magari di distrarci, di uscire, penso che a tutti noi il pensiero andrà al/alla proprio/a ex e alla serata che passerà lui/lei.

    • Si, sono tante le similitudini fra le storie raccontate qui.
      Molti individui cercano nella coppia la felicità e la soddisfazione personale. Come fosse una giostra su cui sali e ci stai finché ne hai voglia, quando ti sei annoiato scendi senza preoccuparti di nessuno.
      Evitano il dialogo, il confronto. Non costruiscono, distruggono pezzo per pezzo ciò che hai con fatica realizzato. Perché l’obiettivo principale risulta sempre il loro tornaconto, la loro! di felicità.
      E’ più facile chiudersi la porta alle spalle o cercare un nuovo partner che recuperare ciò su cui hanno comunque investito tempo e risorse. Senza contare cuore, testa, tempo e risorse che ha messo in gioco l’altro. E poi ti fanno passare pure per l’incapace che non è stato in grado di trasformare la loro vita, di renderla speciale, di valorizzarla. Perché in quel momento esiste il singolo, mai la coppia.
      Individui perversi, egocentrici, narcisisti che saranno capaci di instaurare sempre e solo rapporti di questo tipo. Distruggendo la vita di chi si metterà sul loro cammino.

  11. Ragazzi, auguro a tutti voi un sereno 2018.
    Ancora mi sto riprendendo dopo due anni.
    La mia storia é ovviamente molto simile alla vostra, io sono stata anche tradita più volte quindi sono stata annientata un po’ alla volta. Per di più mi sono anche trasferita all’estero per lui dove il caro ragazzo non ci ha pensato a lasciarmi da un giorno all’altro dopo tanti sacrifici e sogni infranti pur di stargli accanto.
    Ma io a modo mio gliel’ho fatta pagare:l’ho sputtanato ovunque quando ho saputo la verità raccontando tutto anche alla sua famiglia.
    Vuoi fare il figo? Impara a fare l’uomo e dí la verità. Non vuoi? Ci penso io a farlo sapere a tutti. Sapranno chi sei veramente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.