Home / RINASCERE / Voglio andare avanti e disintossicarmi del mio ex

Voglio andare avanti e disintossicarmi del mio ex

Salve a tutti, dopo circa 3 anni torno a scrivere su questo forum per chiedervi qualche consiglio.
Ho da poco chiuso una storia con un ragazzo che ho amato alla follia, pur sapendo che si trattava di un amore non esattamente corrisposto.
Durante questi tre anni di storia, di tradimenti ne ho subìti una marea, ma lo amavo molto e a volte lasciavo perdere, altre decidevo di chiudere la storia,
ma dopo 10/20  giorni lo ricontattavo per chiarirci e ricominciare.
Da settembre ho preso atto che questa storia mi stava logorando internamente, ero esausto della falsità, delle sue assenze frequenti, sbalzi di umore..
ho provato quindi a disinnamorarmi, a cercare di sopprimere quei forti sentimenti che avevo per lui.
Dopo varie crisi e riappacificazioni che si sono susseguite negli ultimi mesi, giusto un mese fa ho deciso di chiudere in modo definitivo.
Ho quindi cancellato tutto di lui, ho provato a conoscere altra gente, a dedicarmi ai miei hobbies, al lavoro e devo dire che per qualche settimana tutto è funzionato alla perfezione,
del mio ex non me ne fregava nulla.
Purtroppo lavoro a 100 metri da casa sua, e per quanto evito di vedere la sua casa e i luoghi che frequentavamo, un paio di giorni fa è capitato che l’ho visto passare in macchina.
Devo dire che mi è crollato il mondo addosso, mi è sceso il magone…  ho quindi ricominciato a spiargli i social, e avevo anche la tentazione di scrivergli che mi manca,
ma per fortuna ho resistito.
Io mi son documentato sulle strategie per dimenticare un ex, e applicandole direi che almeno finché non l’ho rivisto hanno funzionato bene.
Tuttavia adesso sto nuovamente giù, lo penso costantemente… ho molta paura di ricadere nuovamente nello stesso vortice di sofferenza che poi mi portava a chiedergli, o addirittura a supplicargli, un altra possibilità.
La decisione è stata ferrea e voglio che rimanga tale, se mi ricontatta voglio senza ripensamenti dirgli NO, voglio che non mi passi per la testa l’idea di contattarlo.
Vorrei chiedervi se avete qualche suggerimento per disintossicarmi totalmente del mio ex. Se avete avuto esperienze simili come le avete risolte? Dopo quanto tempo?

da: Joem84

5 Commenti

  1. Ciao Joem, guarda ci sono passata di recente e ti capisco benissimo. Ti racconto la mia esperienza.
    A differenza tua la mia è stata una storia di un anno finita perchè vengo lasciata per un’altra, scoprendo di lei un paio di settimane dopo e anch’io lo supplicavo di ricominciare e di chiarirci su quello che fra di noi non funzionava.
    L’inferno per me iniziò un mese prima della rottura dove lo vedevo distante e menefreghista nei miei confronti, poi il tunnel senza fine per tutto il mese a seguito della rottura, dove lui mi cercava ma si vedeva palesemente che lo faceva tanto per, solo per non sentirsi in colpa di lasciarmi sola al mio dolore.
    E’ stato un incubo logorante dove non vedevo mai l’uscita, fino a quando non decisi di dire NO al continuare a sentirci perchè non vive più. Presa questa decisione di chiudere definitivamente i ponti e con la rabbia che mi avvelenava ogni giorno che passava, anch’io cancellai ogni cosa di lui, pur di non ripiombare nel baratro e stare di nuovo male. I quattro mesi che seguirono questa mia decisione furono molto duri; ero convinta della mia decisione, ma la mente tornava sempre a lui, certe volte lo sognavo di notte, quando qualcuno dei miei amici mi informava di cosa lui stesse facendo diventavo nervosa e volevo subito evitare il discorso.
    E’ stato un calvario che ha iniziato a fare meno male via via che il tempo passava e con la mia caparbietà di convincere me stessa che “lui era morto”, quindi di non tornare mai indietro sui i miei passi. Per non cedere più all’amore ho dovuto ingigantire i suoi difetti e tutto il male che mi aveva fatto, l’inutilità dei miei sacrifici per lui, praticamente trasformare l’amore in odio puro.
    Questa è stata la mia disintossicazione; cancellare ogni traccia di lui, impormi su me stessa e sui miei obiettivi da raggiungere, andare avanti e vedere lui per quel che era veramente; una piaga, un insetto che ha sporcato il parabrezza della mia macchina che devo quindi pulire, nulla di più. Poi anche gli amici mi hanno dato il loro man forte, standomi vicini, uscendo insieme e non tirando più fuori il discorso.
    Ad oggi sono 10 mesi che è finita e posso dire di essermi quasi totalmente ripresa, anche se non ancora al 100%; alle volte mi capita di ripensarci, soprattutto negli ultimi tempi la mia mente va a cosa ho perso pur di stare con lui, più che aver perso lui, però devo dire con meno intensità. Ora se qualcuno fa dei riferimenti a lui non sono più presa così emotivamente come prima; riesco meglio a controllarmi e ad essere calma.
    In breve i primi mesi sono stati i più difficili di tutti e ci è voluta tutta la mia volontà per non piegarmi e la cosa è andata migliorando dopo un bel po’ di tempo.
    Tieni duro, Joem, non ti abbattere e non piegarti a nulla.
    Essendo solo un mese che è finita, è più che normale che tu sia ancora innamorato e soffra tanto, ma tranquillo che passa; prenditi tutto il tempo che vuoi per digerire la cosa, vedrai che starai molto meglio e nel frattempo datti soddisfazioni, che all’inizio non ti sembreranno un granchè, ma dopo un po’ ne saprai apprezzare il duro impegno con cui le hai ottenute.
    In bocca al lupo

  2. Cara Joem, ti capisco molto bene…… Ho vissuto una storia molto simile alla tua e devo dirti che anch’io ho messo in atto tutte le strategie per dimenticarlo, o meglio per accantonarlo nella mia mente. Secondo me il tempo che impieghiamo per riuscire a stare meglio è proporzionale all’intensità con cui amiamo (abbiamo amato) Lui resterà sempre nella nostra mente, sta a noi impegnarci per andare avanti e dare possibilità a nuove persone più meritevoli di entrare nel nostro mondo

  3. Vi ringrazio per le vostre risposte, ci sto provando, non è semplice affatto, stocercando di distrarmi, di pensare ad altro…ma ci soffro, ci soffro tanto spesso.. Io spero che non passi troppo tempo, vivró il dolore che mi tocca vivere ma vorrei andare avanti al più presto.

  4. Ciao joem. Mi chiedo sempre perché queste persone così profondamente ipocrite volano così bass: la risposta è che sono totalmente autocentrate. Vedi…un appiglio ce l’ hai: pensa sempre che ques t a persona non ha fatto molto per evitarti il dolore più profondo, ma ha ottenuto tutto ciò che voleva da te. È dura, lo so ma ci va tanta pazienza, poi lentamente v vedrai le cose da un’altra pro. UN abbraccio. .

  5. Quello che hai scritto come titolo del tuo post, devi tenerlo sempre bene a mente.
    Devi davvero prenderla come una disintossicazione e quando si cerca di uscire da una qualsiasi dipendenza, basta poco a ricascarci.
    Hai fatto benissimo a cancellare tutto, devi intraprendere un vero e proprio percorso, farti aiutare.
    A me è successa la stessa identica cosa poco fa e credimi che ogni giorno è una lotta per non aprire i suoi social, per non scrivergli, ma una grande soddisfazione a fine giornata.
    Ti sono vicina, forza e coraggio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *