Home / PROBLEMI DI CUORE / Una totale confusione

Una totale confusione

Ciao a tutti, sono una ragazza di 21 anni che ha appena lasciato il suo ragazzo. La situazione mi distrugge, ci sto davvero male. Il rapporto che abbiamo è stupendo non mi sono mai sentita così importante per qualcuno e io ho donato il mio cuore e tutto ciò che era possibile a questa persona. Oggi credo di non amarlo più, l’intimità non va più, sto con lui credo di stare bene e subito dopo dentro di me sento qualcosa che mi blocca, come se stessi sbagliando tutto, come se io stia mentendo a lui e a me stessa. È possibile che ora mi manca da morire? È dato dal fatto che è difficile dimenticare tutto così?! Io non voglio che finisca ma dentro di ne sento che qualcosa che non va. Come capisci che non ami più? A qualcuno è capitato? Tengo troppo a questa persona e non voglio che soffra. Aiutatemi a capire.

da: Marta

21 Commenti

  1. Se ci tieni, davvero impegnati e non buttare tutto all’aria, dai se va tutto bene qual è il problema?
    Vuoi altro? La libertà?
    Dai che sono fasi, l amore non è infatuazione tutta la vita, è altro.
    Non fare come tante altre.
    Se sei ancora in tempo fatti forza e pensa a cose nuove da fare con lui
    La tua metà.
    Non si butta via la gente.
    E sii più ottimista.
    Vi auguro un in bocca al lupo

    • Ci ho provato a far funzionare le cose, ho fatto di tutto, ma puntualmente ho la stessa sensazione. La sensazione che provo un grande grandissimo affetto ma nulla di più. Non so se mi sbaglio, ma anche non avere un intimità con lui mi crea problemi perché mi sento puntualmente in difetto verso lui.

      • Non mettere le cose in mano al tempo…
        È normale, le farfalle nello stomaco spariscono e rimane l affetto, è giusto così ma non devi sentirti in difetto, anzi specie in intimità, dunque se è questo il problema a mio avviso è tutto risolvibile, anzi potrebbe essere anche meglio di prima, fatti forza, non mollare, parlatene a fondo dico io e arrivate a risolvere questo problema, non è per niente difficile se ci tenete, non buttare tutto, parlate e ditevi ogni cosa anche la più piccola, e vedrete che sarà tutta un altra cosa, superate questo momento e poi sarete anche più forti.
        Questo è l augurio che vi faccio.

  2. Marta, sei così giovane. Solo il tempo credo possa aiutarti a capire. Prendetevi una pausa, una pausa in cui non vi sentite, non vi vedete e cercare di capire meglio voi stessi. Questa pausa deve avere un limite, parlatene assieme, che sia un mese, due mesi, o di più. Questo non lo so. L’importante è che ci sia un limite e fondamentale, che non ci sia nessun altro/a in mezzo ora fra di voi. Altrimenti la prova non avrebbe senso farla, perché il risultato sarebbe credo scontato.
    Quello che stai provando credo possa essere normale alla tua età, a me è capitato di essere lasciato dalla mia ex storica alla tua età, e ci ho messo più di un anno per riprendermi.
    Lei come te, non sentiva più nulla verso di me, e così abbiamo preso strade diverse.
    Io credo che comunque un tentativo dobbiate farlo.
    in bocca al lupo e un abbraccio

    • Non ci sentiamo da un po di giorni, lo penso spesso ma non mi manca in quel senso, non ho voglia di correre da lui. Forse il tempo mi darà le risposte che mi servono ed è solo un momento… spero di capire presto

  3. Non mettere le cose in mano al tempo…
    È normale, le farfalle nello stomaco spariscono e rimane l affetto, è giusto così ma non devi sentirti in difetto, anzi specie in intimità, dunque se è questo il problema a mio avviso è tutto risolvibile, anzi potrebbe essere anche meglio di prima, fatti forza, non mollare, parlatene a fondo dico io e arrivate a risolvere questo problema, non è per niente difficile se ci tenete, non buttare tutto, parlate e ditevi ogni cosa anche la più piccola, e vedrete che sarà tutta un altra cosa, superate questo momento e poi sarete anche più forti.
    Questo è l augurio che vi faccio.

    • Hai perfettamente ragione e l’ho pensata anche io così fino a pochi giorni fa, ma è da un mese che ne parliamo e la situazione rimane sempre la stessa. In fondo credo che la “colpa” sia mia e non sia giusto per lui credere che per me non sia abbastanza bello, o che forse non faccia abbastanza per me. E la cosa che più mi fa pensare è che a 21 anni e dopo un anno di storia sia possibile trovarsi in questa situazione? Ho paura che più si vada avanti e più sia peggio

  4. Mah, io non vi conosco e da fuori è difficile giudicare certe cose ma mi chiedo, come fate a non trovare una soluzione e a buttarvi dietro questa situa?
    Capisco che l ago della bilancia lo muovi tu e che avrai i tuoi timori e sensazioni, mah, siete giovani, vi volete bene, cosa altro volete?
    La vita è una sola, usate questo bene che vi volete per divertirvi e fare cose nuove, non incartarti in questi pensieri e paurie, avete tutti e due in mano un tesoro infinito, godetevelo e vivetevelo, che il tempo passa…
    Cosa aspetti, e vai avanti con positività, scrollati queste paure e fatevi del bene a vicenda, voi che potete!
    Un abbraccio

    • Ti ringrazio tanto per tutti i tuoi consigli e per il tempo che mi hai dedicato, un abbraccio grande

      • Marta dentro di te sai che non lo ami più. Che il tuo amore è più di grandissimo affetto e amicizia che amore. Se poi non riesci ad avere intimità mi sembra proprio che non è il caso di insistere. So che è difficile fare del male a chi si vuol bene, ma più insistete, più vi sentite, e peggio è per lui. Io non sono mai per insistere, l’amore non viene a comando, probabilmente sei cambiata dentro di te o siete cresciuti in maniera diversa. Succede. Poteva accadere a lui, che non ti amasse più, ma invece è successo il contrario. Non lo hai fatto apposta. Non hai colpa. Ma l’avresti secondo me se tu continuassi a voler per forza sforzarti a illuderlo che tutto si può mettere a posto.
        Quindi il mio consiglio è di lasciarlo andare adesso e di continuare la tua vita, perchè più andresti avanti e più gli faresti del male.

  5. Tu “non lo ami più” e il tuo ragazzo soffrirà di sicuro.
    Come minimo per pareggiare i conti devi soffrire anche tu allo stesso modo nella vita prima o poi.
    Allora è solo allora sarai più obiettriva e sincera anche con te stessa.

    Se il tuo lui ora ti lasciasse perché si accorge di non essere amato, ci scommetto un milione di dollari che ti ritroveresti ancora innamorata persa di lui.

    Umiltà, cazzo. La gente non lo capisce che per avere una relazione sana bisogna essere umili d piantarla di mettere sempre se stessi al centro di tutto??

    • Io credo che il tuo commento sia al quanto fuori luogo. Da ciò che leggo capisco che tu non abbia letto bene ciò che ho scritto. Io non sto con lui e nel frattempo mi faccio queste domande, è una persona che a malincuore ho già lasciato per evitare che soffra stando con me che in questo momento non gli posso dare ciò che merita. Credo che a 21 anni sia lecito avere certi dubbi, e quando qualcuno capisce di non amare più non ha mai colpe se stoppa tutto sul nascere. Credo inoltre che la poca umiltà ce l’abbia tu per arrivare ad augurare ad una persona che neanche conosci, per altro una ragazza di 21 anni, di soffrire nella vita. Forse sei rimasto scottato in qualche situazione e questa storia ti tocca particolarmente. Ti auguro una buona vita!

      • Non è affatto fuori luogo. Perché stai sulle difensive?
        Non hai capito un’acca di ciò che ho detto.
        Tutto quello che tu stai elencando e’ la soluzione classica e banale, quella che ti suggeriscono tutte le persone che lasciano e non vogliono prendersi responsabilità.
        Io sono rimasto scottato nella vita come tutti prima o poi, e tutti coloro che rimangono scottati fanno i conti con se stessi e coi propri trascorsi.
        Ma non con le frasi fatte come fai tu ora, bensì con l’umiltà di capire che la filosofia banale non funziona quando vieni lasciato.
        Certo che è normale che alla tua età ci si lasci, e va anche bene così.
        Ti sto solo suggerendo di riflettere sulle parole che usi.
        Che sono perfette. Troppo perfette. Copia/incollate.
        Quindi non vengono dal tuo cuore. Sono vuote.
        Se ti trovassi al posto del tuo ex lo penseresti anche tu.
        Rifletti su questo.

  6. Ora il tuo commento è chiaro e sinceramente lo apprezzo molto.. Se puoi o vuoi darmi qualche consiglio mi farebbe piacere.

    • Io non posso consigliare nulla, soprattutto perché ormai quel che è fatto e’ fatto.
      Cio che mi dispiace di queste discussioni e’ che chi le cerca non ha ancora capito se ha una idea tradizionale di matrimonio e fidanzamento oppure se al contrario preferisca la libertà e la trasgressione.

      Bisogna essere chiari nella vita, prima di tutto con se stessi e poi di conseguenza con gli altri, se non si vuole perdere la stima e la dignità.

      Sostanzialmente non serve a nulla aprire queste discussioni che sono solo una ricerca più o meno inconscia di espiazione per le sofferenze che si ha causato. Denota solo una immaturità che ti rende inaffidabile.
      I nostri gesti parlano per noi, non le nostre chiacchiere, questo devi imprimertelo nella mente.

      Saluti.

    • Io non posso consigliare nulla, soprattutto perché ormai quel che è fatto e’ fatto.
      Cio che mi dispiace di queste discussioni e’ che chi le cerca non ha ancora capito se ha una idea tradizionale di matrimonio e fidanzamento oppure se al contrario preferisca la libertà e la trasgressione.

      Bisogna essere chiari nella vita, prima di tutto con se stessi e poi di conseguenza con gli altri, se non si vuole perdere la stima e la dignità.

      Sostanzialmente non serve a nulla aprire queste discussioni che sono solo una ricerca più o meno inconscia di espiazione per le sofferenze che si ha causato. Denota solo una immaturità che ti rende inaffidabile.
      I nostri gesti parlano per noi, non le nostre chiacchiere, questo devi imprimertelo nella mente.

      Saluti.

  7. Io non posso consigliare nulla, soprattutto perché ormai quel che è fatto e’ fatto.
    Cio che mi dispiace di queste discussioni e’ che chi le cerca non ha ancora capito se ha una idea tradizionale di matrimonio e fidanzamento oppure se al contrario preferisca la libertà e la trasgressione.

    Bisogna essere chiari nella vita, prima di tutto con se stessi e poi di conseguenza con gli altri, se non si vuole perdere la stima e la dignità.

    Sostanzialmente non serve a nulla aprire queste discussioni che sono solo una ricerca più o meno inconscia di espiazione per le sofferenze che si ha causato. Denota solo una immaturità che ti rende inaffidabile.
    I nostri gesti parlano per noi, non le nostre chiacchiere, questo devi imprimertelo nella mente.

    Saluti.

  8. Io continuo a non capire il tuo accanimento, bisogna essere imparziali invece tu secondola prendi troppo sul personale. Non sai nemmeno cosa ci siamo detti e come mi sono comportata. Bo fai te!!

    • Ma se sono stato più generico che generico non si può!
      Sei tu che stai continuando a vederla come un accanimento personale.
      Io sono stato chiaro, se continui a sentirti colpevolizzata quando io non lo sto facendo, significa che non hai ancora gli strumenti di umiltà cui ti parlavo.

      Ma lo vedi che in questo sito (che si chiama soffrire per amore, te lo ricordo) la maggior parte della gente che scrive e’ sofferente perché è stata lasciata?
      Sai a sta gente della tua filosofia da manuale e delle tue frasi fatte cosa gliene frega? Non lo sai? Quando ti troverai al posto della vittima invece del carnefice lo capirai. E ti sveglierai tutta sudata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.