Home / PROBLEMI DI CUORE / Non ti amo più

Non ti amo più

Sono stato lasciato dalla mia ragazza 5 mesi fa. Abbiamo entrambi 27 anni e ci siamo amati ininterrottamente per 8 anni e mezzo. Mi lascia una sera dicendomi “non ti amo più”. Nella stessa sera tramite messaggio mi rivela che le piace un altro. Il giorno successivo mi chiede un’ incontro ed io accetto. Spende tantissime parole positive per me, dice che valgo tantissimo e che non mi merita e che ora potrò fare qualsiasi cosa che mi piace e andare in qualsiasi parte del mondo (tutto tralasciando il fatto che fino al giorno prima dicevamo che ci saremmo amati per il resto delle nostre vite e avremmo costruito un futuro insieme). Io le chiedo chi fosse il tipo e lei in un primo momento mi dice che “se le cose andranno bene lo scoprirai”. A quel punto mi partono i neuroni e mi incazzo chiedendole di rivelarmi il nome del tizio così da poterlo evitare nel caso in cui l’avessi incontrato per strada, al bar o in qualsiasi altro posto sulla faccia del pianeta. Alla fine me lo rivela e la discussione si chiude con me che le dico di non volerla rivedere mai più.
Ho amato questa persona ( ormai non ritengo più che sia una persona) volendole bene. Il nostro legame ( il mio legame a lei) con gli anni passati insieme si è sempre più rafforzato. Ci innamorammo anni fa e lei perse il padre nei primi tempi in cui eravamo insieme. Le sono stato vicino, ho sofferto con lei e per lei. Ho fatto scelte nella vita ( scelta della sede universitaria sia alla triennale che alla magistrale ) per starle vicino, per essere sempre presente nel caso di bisogno e perché l’amavo. Sarei potuto andare ovunque, avrei potuto fare qualsiasi cosa e non l’ho fatto per lei, per noi. Per 8 anni inoltre abbiamo frequentato le stesse amicizie ( eravamo anche compagni di scuola) ed ora mi ritrovo ad uscire con gli stessi amici e tra loro, a volte, c’è anche lei. Fortunatamente le ferie sono terminate e sto per ritornare nella città in cui sto terminando gli studi.

Lei purtroppo vive  nello stesso paese in cui vivono i miei genitori ed ogni fine settimana quando ritorno a casa, per me, è inevitabile pensarla. I primi mesi dopo la rottura l’ho cercata almeno una volta a settimana contattandola e chiedendole di vederci, la risposta è stata sempre la stessa “ non mi sembra il caso ecc..” e negli ultimi  due mesi l’ho contattata 2 volte solo per vomitarle addosso tutto quello che non le ho vomitato il giorno in cui mi ha lasciato ( infantile lo so, ma ho perso la lucidità in quel momento). Ho iniziato a frequentare nuova gente nella città in cui studio, esco spesso ma non ho avuto la voglia di buttarmi con qualcuno anche avendone avuto occasione. Sono ancora fermo a chiedermi il motivo per il quale dopo tanti anni,  da un giorno all’altro,  lei mi abbia lasciato.

Mi chiedo come non mi sia accorto di nulla e come abbia fatto la persona della quale mi fidavo e che ho rispettato per tutti questi anni a lasciarmi e mettersi subito con un’altro senza chiedersi in questi mesi come stessi io. Sono “fesso” lo so. Inoltre quando stavamo  insieme abbiamo sempre parlato del fatto che nel caso in cui uno dei due avesse smesso d’amare l’altro sarebbe stato giusto comunicarlo ( almeno io ho sempre detto questo); e così è andata. E così mi ha lasciato. Ora sono solo, sentimentalmente parlando, con una grande amarezza per quello che è stato.

da: Porfirio

5 Commenti

  1. Ciao , ho avuto una storia simile alla tua, ti capisco perfettamente, so cosa provi mi dispiace dirtelo ma il prggio deve ancora venire, so che è difficile per te ma non sentirla più perché ogni sua risposta o peggio non risposta ti fa stare peggio , purtroppo le persone sono egoiste pensano prima a se stessi dobbiamo farcene una ragione… io ti auguro di ritrovare la felicità in breve tempo so’ la tempesta che hai ora dentro , perché a suo tempo l’ho avuta anche io, ti senti ingannato , hai srecato tempo ed energie per lei con tanto amore e ora che non gli servi più ti ha gettato via senza riguardi…. ecco un’altro ragazzo che ha creduto nell’amore… bella illusione ora dopo aver letto il tuo sfogo mi hai convinto che non esiste questo sentimento. Amico hai tutta la mia comprensione , soffrirai ogni giorno di più ma ti auguro di poter dimenticare , ti auguro ogni felicità ed ogni bene te lo meriti quello che ci è stato portato via non è solo il cuore o il sentimento , esseri come lei ti corrodono fino al midollo e ti lasciano la desolazione dentro, per quanto possano valere le mie parole ti capisco. Ciao.

  2. caro amico, benvenuto nel club. E’ sempre la stessa storia. All’improvviso salta fuori un “non ti amo più”, o “merito di meglio”, oppure “rifatti una vita senza di me, è meglio”.
    Classico. Nel senso, significa che un altro c’è sempre stato, nel limbo, in attesa. Poi quando hanno avuto la certezza che quest’altro avrebbe costruito qualcosa con loro, allora loro lasciano. Senza pietà. Senza ritegno.
    Mi spiace per quello che stai vivendo, ma fidati di quello che ti dico. Tieniti la testa più impegnata possibile, ti aiuterà a non pensarla. E, cosa piu importante, chiodo scaccia chiodo. Anche se ti sembra brutto dirlo e/o pensarlo, trovati una disposta ad una semplice avventura. Vedrai che ti sentirai meglio subito dopo.

  3. Cosa impariamo :
    – Le donne si staccano dalla precedente liana solo se ne hanno già una nuova e solida per le mani (dove per solida intendiamo che offra un avanzamento economico, di status o altra natura)
    – Si sentono autorizzate a liquidarti senza la benché minima parvenza di empatia, anzi pretendono che si prenda la cosa in maniera assolutamente serena e naturale (il “ragazzo tranquillo” in questo senso è una manna dal cielo, molto facile da scaricare). Il retropensiero è “Io me lo merito” “Io valgo di più” , questo senza spesso avere niente di reale da offrire in una relazione mal di testa e drammi a parte .
    -quando ti si dice “se le cose andranno bene lo scoprirai” o cazzate analoghe ti si sta fondamentalmente degradando all’amichetta di confidenze , personalmente lo vedo come uno dei tanti giochetti psicologici perpetrati alla fine di una relazione per demolire l’autostima dell’ (ex) partner . A quel punto hai solo da alzarti , liquidare la signorina e ratto come il folgore andarti a fare una birra coi tuoi amici , senza alcun tipo di rimpiato non stai lasciando niente di importante alle tue spalle
    – MAI MAI MAI fare delle scelte per compiacere la tua partner . Tra le scelte di merda che puoi fare nella tua vita questa è in assoluto la peggiore. Pensa al tuo benessere , al tuo miglioramento ai CAVOLI TUOI il resto , se vorrai, verrà in seguito . Non preoccuparti , hai tempo , il nostro orologio biologico scorre più lentamente e generalmente si invecchia come il buon vino .
    Hai 27 anni e tutto il tempo per realizzare qualsiasi cosa tu desideri. Quello che ti consiglio è NON BUTTARTI IMMEDIATAMENTE IN ALTRE RELAZIONI , invece di buttare tempo provvedendo agli svaghi , al supporto economico ed emotivo , all’irraggiungibile benessere di qualche idrovora di attenzioni CONCENTRATI SU TE STESSO : riprendi lo strumento che suonavi a 16 anni, esplora nuovi interessi, viaggia , fai del bene, coltiva le amicizie . Le possibilità sono infinite , adesso sta a te

    • Mi dispiace davvero tanto.. anch’io sono stato lasciato dalla ragazza proprio oggi per colpa di un altro ragazzo.. spesso le ragazze non si rendono conto della scelta che fanno.. e io ci piango anche, è quella la parte orrende di tutto questo. La ami, la fai sentire unica è importante.. e questo è il risultato.

  4. “E di lei, che fu la nostra vita, chiediamo: “ah, come stai?”….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.