Home / RIFLESSIONI / Non credo più nell’amore

Non credo più nell’amore

Sono pronto a ricevere tutte le vostre critiche perchè so che ne riceverò, ma io non credo più nell’amore, anzi, più passa il tempo più vedo una società dove l’amore non esiste proprio. Ma quanta sofferenza quando finisce un amore? Si scrivono libri, testi, forum sul web. Tutti che stanno male per amore! Un pò mi viene da ridere perchè sono sempre più convinto che quello che noi chiamaiamo amore in realtà sia tutt’altro!

Posso definirla in tantissimi modi diversi: Bisogno, abitudine, necessità, e via dicendo, ma tutto questo non ha niente a che fare con l’Amore. C’è stato un momento in cui sono stato innamorato, avevo 19 anni (oggi ne ho 45). Credo che davvero il primo sia il vero ed unico amore, quella scintilla potente, quella sensazione nello stomaco, a si … le farfalle. Dopo il vero primo amore ci sono storie di sesso, di infatuazione sempre più veloce, di necessità di avere qualcuno al proprio fianco. Dimenticavo, si fanno pure figli in questo pseudo stato amoroso (tanto poi ci si lascia). Ma l’amore è davvero qualcosa di diverso, non si può amare qualcuno se non ci si ama davvero (da non confondere con egoismo e nascisismo). Sempre più donne di una certa età (diciamo dopo i 35 anni) cercano solo qualcuno affidabile, qualcuno che possa dare un minimo di garanzie. Sono finiti i sogni del principe azzurro, dei propri gusti personali, ci si accontenta del primo che arriva e, per non perdere tempo (l’orologio biologico gira inesorabilmente) ci si innamora. Amori forti (sulla carta) sventolati sui social come battaglie vinte in guerra.

Avete visto, ho un nuovo ragazzo. Sono innamoratissima, lui è diverso, è … chi ne ha più ne metta. Ma di cosa stiamo parlando? Bisogna semplicemente aprire gli occhi e vedere la realtà per quella che è. Bisognerebbe essere onesti e dire: cercavo qualcuno perchè non voglio stare sola (dopo chissà quante relazioni finite) ed ecco che grazie a lui non sono più sola. Sincerità dovrebbe essere il termine giusto in questi casi. Altrimenti questa parola unica, affascinante, meravigliosa come AMORE perde ogni significato. Facciamo crescere l’amore nei nostri cuori, forse solo allora ameremo davvero.

da: Giovanni

4 Commenti

  1. Hai riassunto in pieno il mio pensiero, e io di anni ne ho 22.L anno scorso tronco una relazione tossica, nella quale comunque entrambi giuravamo di andarci alla follia e che qualsiasi cosa sarebbe accaduta non avremo dimenticato mai quella relazione.io a distanza di un anno non ho iniziato nuove storie, non ho cercato di rimorchiare ragazze solo per scoparle , ho solo cercato di farmi nuovi amici. Oggi sono consapevole di non poter amare un altra ragazza, così presto poi. Per tutti gli altri è follia pura stare un anno a rimuginare sul passato, mi sarei dovuto trovare un altra o almeno fare sesso con altre. Invece io non riesco a immaginarmi con altre ragazze e ripetere quegli schemi relazionali.il motivo? Ero veramente innamorato. Lei si è rifidanzata immediatamente ( lei che più di me diceva di amarmi alla follia e che sarei sempre stato nel suo cuore) mi ha dato la colpa delle sue sofferenze,della nostra rottura e mi ha fatto passare con i suoi amici come un mostro. Ora sventola al mondo il suo nuovo amore che la rende felice, al quale sicuramente avrà detto mille volte le stesse cose che diceva a me.Si può dire chi ama davvero solo con la distanza. Quando non sappiamo cosa fare cerchiamo qualcuno che ci Renda felici e che ci faccia dimenticare l orribile persona, la quale magari si è consumata solo per renderci felici, con cui andavamo a dormire la notte, alla quale dicevamo di essere innamorati. A nessuno interessa essere sinceri, cercare di aggiustare e farà andare le cose, cercare di lavorare su un rapporto che sembra difficile. Poi cambiano compagno e tutti i problemi svaniscono,poi si ripresentano,cambiamo compagno e son di nuovo tutti felici.

  2. Ma quali critiche, io la penso alo stesso modo.
    Ricordo la mia ex ragazza super innamorata. che diceva di non aver mai provato tanto amore, mi ha lasciato anni fa perché il suo capo, 15 anni più grande e chiaramente benestante, gli ha fatto una corte spietata.
    Mollato, così, da un giorno all’altro e non mi ha rivolto più la parola.
    Poi è tornata a cercarmi quando fini con lui perché diceva che gli mancavo ed aveva fatto un grosso errore. In realtà il suo capo aveva un’amante, lei lo ha scoperto e lui l’ha lasciata.
    Come si può credere all’amore se quelle parole vengono cancellate di botto?
    Come posso fidarmi della prossima che mi dirà le stesse parole?
    Bisogna davvero essere fortunati per trovare un po di onesta sincerità.

    • È anche vero che spesso non ci accorgiamo della falsità delle persone…oggi purtroppo è molto difficile avere una relazione seria e duratura con qualcuno.Non c’è maturità,sacrificio,comprensione,rispetto per l’altro.Quando si presentano i primi problemi si sceglie di mollare tutto e andare via…a me è successo questo ma ci credo ancora nell’amore perché ho scelto male,nn era la persona giusta…piuttosto sono preoccupata del fatto che non sarà facile trovarla..

  3. Le relazioni tra uomo e donna, donna e donna, uomo e uomo, donna ed automobile hanno poco a che vedere con l’amore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.