Home / Matrimonio in crisi / Mio marito mi tradisce con una straniera

Mio marito mi tradisce con una straniera

Da tempo mi ero accorta che non andava più con mio marito, un mese fa gli avevo scritto una lettera che si concludeva con l’augurio di felicità insieme all’altra donna, di cui ancora io non sapevo in realtà l’esistenza. Ma ero convinta che ci fosse, chiamatela sesto senso o ciò che volete, lo sapevo. Malgrado negava sempre lo messo alle strette e lui candidamente mi ha risposto di sì. Mi ha detto che è straniera che spesso non è qui e che in realtà si sono visti poco, ma che lei gli dà la passione. Continua ad insistere che tra noi non è cambiato niente, che la differenza è solo nella mia testa, ma io gli ho detto che quella che lui chiama differenza ha un solo nome, e cioè tradimento.  Il nostro problema è che stiamo continuando a vivere nella stessa casa, dice che lo fa per nostra figlia, non vuole che soffra la nostra separazione.
Mi sono ridotta a zerbino davanti a lui, ho pianto tutte le lacrime del mondo, ma non ho ottenuto che l’effetto contrario, in quanto mi diceva che più insistevo e più lo spingevo nella direzione opposta.
Del resto lui continua a farsi gli affari suoi, e continua a mentire dicendo di andare dove invece non va. Tanto che, qualche giorno fa, gli ho chiesto come possa essere così falso. E del resto, se è stato in grado di mentirmi per anni, un certo grado di falsità deve pur averlo, considerato anche che mi aveva detto che, se sapeva che sarei stata così male, avrebbe continuato a tacere per altri 10 anni. Dopo essere passata attraverso un dolore che non credevo potesse esistere, ora sono nella fase della nausea, ed il solo stare nella stessa stanza mi provoca disagio. Nonostante questo, vorrei che lui tornasse, ma che lo facesse davvero con convinzione e che chiedesse scusa per tutto il male provocato a me ed a sua figlia.
Adesso basta, ho sproloquiato anche troppo. Aggiungo solo che da tempo mi sono tolta la fede, mentre lui continua a portarla. Vorrei solo svegliarmi domani e rendermi conto che tutto questo è solo u incubo.
Grazie e buona giornata.
da: Sabrina

4 Commenti

  1. Cara Sabrina, quello che hai vissuto è davvero difficile da comprendere per chi non è mai stato tradito. Da moglie tradita ti capisco e capisco anche la tua richiesta, che per molti è un assurdità, di rivolerlo comunque a tuo fianco.
    Mio marito è tornato dopo essersi invaghito per una collega e dopo che era andato via di casa.
    Non lo ho accettato subito, mi ha supplicato per 6 mesi. Ecco, questo è il mio consiglio. Se un marito vuole tornare dopo un tradimento deve sudare 7 camice. Se quando tornerà, perchè molti tornano, lo accetterai a braccia aperte, sarà il tuo più grande errore.

  2. Ciao Sabrina, se ti tradisce italiana o straniera non fa nessuna differenza. Dici che è molto tempo che avevi sospetti che poi sono stati confermarti ed allora mi chiedo, perché non lo lasci tu? Perché deve essere lui a lasciarti?
    Qui non si tratta del bene dei figli perché se questo è il panorama famigliare è meglio farli crescere da genitori separati.

  3. Ho notato anche io che sottolinei il fatto che questa ragazza con cui tuo marito ti tradisce sia straniera… Ma cambia qualcosa? Fa più o meno male? Mi dispiace molto, immagino sia difficile averlo in casa ben sapendo come lui si comporta con te. Non ho da dare consigli, ma cerca bene di pensare a cosa è meglio per te, perchè hai diritto di ritrovare la serenità ed averlo sempre accanto non è un buon modo per ritrovarla

  4. Che sia straniera o no, la colpa del tradimento non è dell’altra è di tuo marito. Ora mi chiedo, se ti ha tradito, se ha confessato, se ha detto che con quella prova passione (e con te brutto bastardo?), se si fa i cavoli suoi, se sta usando la tua casa come un albergo, che te lo tieni a fare? Bè a tutto c’è un limite. Gli piace tanto l’altra? Che ci andasse e non tornasse più. Che te ne fai di un uomo che calpesta la tua personalità, il tuo amore, i tuoi sentimenti e non ha rispetto di te? Ora capisco che io non sono te e che forse gli vuoi ancora bene, ma davvero, quell’uomo non merita che tu ancora lo tenga in casa. Sta a casa per tua figlia? Ma che insegnamento dai a tua figlia se un uomo può permettersi di trattare così sua madre? Insomma la figlia (non so quanti anni abbia) deve imparare che se si sta con un compagno lo si deve fare con amore e per amore. Se questo si permette di umiliare così la persona che ha promesso di amare, non è amore. E allora che tua figlia impari che un matrimonio non è quello che vuole fare vedere a sua figlia tuo marito. Lo dico per esperienza diretta. Il mio l’ho mandato via. Meglio sole che con un profittatore che non aveva più né amore né rispetto di me. E i miei figli adesso vivono sicuramente meglio senza aver per casa uno che aveva anche tolto, con il suo umore storto, l’armonia che c’era in casa quando lui non c’era.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.