Home / SMETTERE DI SOFFRIRE / Dipendenza affettiva, brutta cosa

Dipendenza affettiva, brutta cosa

Salve a tutti, per caso torno su questo forum e ho voluto rileggere il mio post che scrissi qualche anno fa: “Sono denunciabile per stalking?”  pubblicato il 9 dicembre 2015.
Devo dirvi che oggi, nel rileggere quel racconto ho provato un po’ di angoscia, non mi riconosco assolutamente, come ho potuto essere così? Come ho potuto farmi trattare in questo modo?  Il bello è che ero talmente preso da questo ragazzo, ero talmente cieco, che dopo qualche mese di frequentazione in amicizia gli chiesi di riprovarci nuovamente, e così la storia si ripeteva, con nuovi tradimenti da parte sua e nuovi polpettoni amari per me.
Avevo già capito che il mio era un problema serio, ero un dipendente affettivo. Non potevo minimamente immaginare una vita senza di lui, lo volevo così com’era, con tutti i suoi difetti e con tutto il veleno che mi somministrava. Soffrivo la sua lontananza, la sua assenza, quando decideva di allontanarsi non avevo pace.
Io non sapevo più cos’era la felicità, l’autostima era sempre a terra, l’umore dipendeva quasi sempre dal suo, ero devastato. Ormai il sentimento che provavo per lui lo riconoscevo solo come un disturbo, una dipendenza da cui guarire.
Dopo due anni di “storia” decisi quindi di dissociarmi da lui, di pensare di più a me stesso,  dedicarmi di più alle mie passioni, fare palestra, dedicarmi maggiormente al lavoro, conoscere altre persone. Cominciai quindi ad allontanarmi, a scrivergli di meno, a vederci di meno. Non fu affatto facile, ma alla fine ebbi il coraggio di chiudere e voltare pagina.
Purtroppo qui su questo forum leggo diverse storie molto simili alla mia, vi sono vicino.
Spero che la mia esperienza in qualche modo possa esservi di aiuto. Se realizzate che la persona che amate sta giocando con voi, vi consiglio di scappare subito, di farvi coraggio e chiudere, perché con persone del genere perdete solo tempo e salute.

da: Joex84

5 Commenti

  1. Non so se hai letto la mia storia, ma il tuo racconto mi dà speranza! Ce la faró….

    • Non credo di averla letta, magari se me la puoi indicare leggo volentieri la tua storia.
      Comunque stanne certa che ne uscirai anche tu da questo tunnel, arriverà quel giorno in cui il sole splenderà anche per te, e capirai che potrai essere felice anche da sola.
      Io non ti nego che ogni tanto sento la nostalgia dei momenti passati assieme, ma se prima soffrivo adesso riesco a gestire meglio la situazione, semplicemente penso ad altro, oppure penso ai momenti negativi che il mio ex mi ha fatto vivere, e tutto passa.

    • Ho appena letto la tua storia, purtroppo non tutta, ma da quel che ho percepito direi che abbiamo vissuto una esperienza molto simile. Se mi permetti ti consiglierei di non fare il mio errore: non perderci tempo (e salute) per persone cosí. Ho capito che una persona che ti ama non riuscirebbe mai a negare il sentimento, o se per rabbia dovesse dirti che non ti ama poi ritornerebbe sui suoi passi. È più facile fingere di amare che fingere di non amare.
      Il mio ex ogni giorno diceva di amarmi, mi chiamava amore e mi dava dei baci appassionati, ma poi era lo stesso che da punto in bianco mi pugnalava alle spalle quando voteva.
      Purtroppo esistono persone che si divertono a giocare con i sentimenti delle persone, o forse lo fanno senza rendersene conto… Certo è che da queste persone è meglio starsene alla larga, di annullano pian piano, poi quando si stancano vanno a cercare qualche altra “preda”
      Pensa a te stessa, amati e la vita ti sorriderà, anche senza di lui.
      Un abbraccio.

      • Io sto letteralmente impazzendo ho conosciuto un 75enne in una chat ed ora L ho lasciato da 4 mesi perché lui sposato L ho lasciato per ben otto volte …. ma non c’è l h a faccio senza di lui

  2. Mi spiace Roberto, immagino benissimo cosa intendi quando dici che stai letteralmente impazzendo, ci son passato anche io. Capisco che non riusciresti ad immaginare una vita senza la persona che ami, nemmeno io riuscivo ad accettare una vita senza il mio ex, tant’è che lo assecondavo in ogni cosa, accettavo e perdonavo i suoi tradimenti. Per dirtene una, poco prima che la storia si concludesse avevo scoperto per caso su fb la foto del mio ex che abbracciava un suo “amico” in tenda in spiaggia, erano seminudi e la foto risaliva a qualche notte prima, un ferragosto. Immagina che colpo ho subito. Io chiesi delle spiegazioni ma ciò nonostante non riuscivo a mollarlo.
    Io mi sentivo comunque sconfitto, senza stima, a pezzi in questi 4 lunghi anni.
    Ti giuro quando ho preso il coraggio di chiudere la storia ci ho sofferto, tanto. Il pensiero che la persona che hai amato non abbartiene più alla tua vita è esattamente come subire un lutto. Ma non mi son lasciato abattere, ho cercato di seguire un percorso che mi portasse verso la guarigione, verso la rinascita.
    Ho cercato di occupare la mente per tutta la giornata, lavoro, palestra, acquisti on line, fotografia, ecc ecc. Certo, il pensiero inevitabilente stava quasi sempre a lui, ma cercavo di concentrarmi sui tradimenti subiti, su quanto è stato crudele con me il mio ex nonostante lo amassi davvero, su quanto son stato preso in giro, su quanto ha giocato con i miei sentimenti… E cosí magicamente i pensieri positivi che avevo di lui, quelli che spesso mi portavano a spiargli i social, o addirittura a scrivergli, svanivano come bolle di sapone.
    Io purtroppo non conosco il tuo caso specifico, ma se mi permetti ti consiglierei di trovare anche tu il modo di liberarti la mente e non stare dietro a nessuno, o sperare in storie impossibili. La vita è quella che stai vivendo adesso non quella che sogni. Cerca di frequentare gente, come me cerca di dedicarti di più ai tuoi hobbies, al lavoro, fai attività fisisica, ottimo anti depressivo… Ti giuro la soluzione è dietro l’angolo devi solo avere in po di coraggio e volontà. Ti verranno i momenti di nostalgia ma saprai gestirli meglio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.