Home / SOFFRIRE PER AMORE / Una storia infinita

Una storia infinita

Sono venuta a conoscenza del sito proprio per la mia situazione sentimentale. Vorrei anche io condividere questo mio dolore che va avanti da anni ormai, sperando di ricavare qualche risposta positiva. Mi presento, sono una ragazza di 27 anni e da 10 sono “felicemente” fidanzata con un ragazzo di 33. Ci siamo conosciuti che eravamo veramente bambini. Abbiamo condiviso tantissimi momenti importanti, siamo cresciuti insieme e ora non riusciamo a dividerci. Un 3 anni fa abbiamo avuto una crisi profondissima per un tradimento inaspettato. La colpa? la mia. Purtroppo per una serie di mancanze da parte sua io mi sono fatta abbindolare da un uomo molto meschino, nonché suo cognato.

Lo so, sono stata una cretina, e ad oggi ancora non riesco a perdonarmelo. Ho pianto, ho avuto seri problemi a livello psicologico, ansie su ansie, insonnie ed eccomi qui ancora incapace di prendere una decisione. Vi lascio immaginare che scalpore quando tutti seppero della storia (finita per fortuna sul nascere). Una famiglia distrutta, la mia vita massacrata dalle critiche e dai dolori. Io lasciai entrambi ma dopo nemmeno un anno tornò il mio ragazzo. Diceva che non riusciva a vivere senza me e così ci iniziammo a risentire. Incontri assidui che alla fine ci portarono di nuovo ad unirci. Per farla breve, ora io e lui siamo tornati insieme e il cognato di nuovo con la sorella di lui. La sua famiglia non può vedere né me e né lui. Vieta il figlio di incontrarmi e io chiaramente la sua famiglia non la vedo da quando è successo il tutto.

Non sto qui a raccontarvi i minimi particolari, altrimenti mi dilungherei un po’ troppo. Insomma io e lui avevamo ritrovato il nostro equilibrio che ora viene distrutto continuamente dalla sua famiglia. Lui non riesce a stare senza me e la sua famiglia e si trova tra due fuochi, incapace di fare una scelta(tutte le decisioni le ho prese sempre e solo io). Una storia veramente tortuosa e difficile. Tutto questo l’ho creato io con le mie mani ed ora non so come uscirne. Accetto qualsiasi critica e qualsiasi suggerimento/consiglio. So bene quello che ho fatto e ad oggi ancora non riesco a perdonarmelo. So che lui mi ama tantissimo e che io ci tengo a questa storia anche se non sembra dato il tradimento. Fatto sta che questa storia è diventata un tabù e non si dialoga più. Il mio cervello è pieno di quesiti a cui non riesco a dare risposta.

Perché l’hai tradito con quello? Vuoi lasciarlo o starci tutta la vita nonostante le grosse difficoltà? C’è la farai a superare i continui scontri? E se magari con un altro ti trovassi meglio? E se ti trovassi peggio? E se non troverai nessuno? Ultima nota, purtroppo negativa. Dopo 10 anni di fidanzamento viviamo lontani, io sto ancora studiando e lui ha iniziato a lavorare in una città lontana da dove abito. Riusciamo a vederci soltanto nel weekend di nascosto poche ore. Viviamo due vite completamente separate e diverse, e questo sicuramente non contribuisce in modo positivo sulla nostra storia, ma nonostante ciò non riusciamo a separarci. Sappiamo che ci sono grossi problemi tra noi ma né io e né lui riusciamo a mettere un punto a questo legame. Perché ? Grazie a chi risponderà

da: P-

12 Commenti

  1. Ciao, non credo dovresti criticarlo lui ha il cuore diviso tra te e la sua famiglia non vorrei essere al suo posto , dopotutto tutto questo è colpa tua se lui è tornato lostesso dovresti ammirare l’amore che ti concede non trovare difetti , ammiro quel ragazzo , credo che il tradimento sia uno dei dolori più grandi , ma lui mette prima di tutto il suo amore per te , sei fortunata e non sai quanto! Non lo troverai un altro così su tutto il pianeta, al posto suo ti avrei lasciata , invece lui è li che non sa rinunciare a te sii felice perché ti è concesso il vero amore darei tutto per avere quello che hai tu buona fortuna.

    • Ciao Massimo, grazie per aver risposto. Io so bene quello che prova lui per me ma il fatto di non aver perdonato ancora al 100% mi manda in crisi. Io so che lui è un ragazzo d’oro, ma questa storia ci sta mandando veramente all’esasperazione. Tu non hai idea di quante pressioni e ostacoli ci sono da parte della sua famiglia, da togliere il fiato!! Non riesco ad essere felice perché non viviamo “liberi” (non possiamo andare in vacanza insieme se non di nascosto, non possiamo farci vedere insieme, non posso mettere foto nostre sui social network…). Non siamo liberi di viverci la nostra storia e questo non è giusto. Io capisco di aver sbagliato, ho pagato, ma fino a quando dovrò sopportare? Lui non è in grado di fare chiarezza con me e loro e per questo io vorrei lasciargli un po’ di tempo per riflettere, sbaglio?

  2. “Purtroppo per una serie di mancanze da parte sua io mi sono fatta abbindolare da un uomo molto meschino, nonché suo cognato”
    Senti , io odio questo genere di ca**ate , dal profondo. Mi sta sulle balle il diffuso uso di scaricar barili sull’altro . Da ambo le parti, sia chiaro.
    Il buon dio o chi per lui c’ha dotati di raziocinio e di una lingua : quando si hanno problemi se ne parla.
    Ciò detto , traspare che ci tieni a questa storia e sono con te.
    Uno dei motivi per i quali la mia ex non mi ha mai voluto presentare ai suoi, a parte il mio essere, di fondo, un poco di buono, è che non voleva ingerenze di sorta e col senno di poi posso capirla perfettamente. Molto in breve, per quanto spesso e volentieri il papà e la mamma (e lo zio , e il cuGGino di secondo grado) sbaglino a causa del troppo amore nei nostri confronti, dovrebbero lasciarci liberi di fare cagate e crescere per i cavoli nostri . Voglio dire, è la VOSTRA situazione e siete ben più che maggiorenni. E non ti credere che non so di cosa stai parlando, son cresciuto nel profondo sud e mi rendo conto di quanto possa essere pesante non avere il placet del parentato; mi si sono aperti gli occhi quando ,sedicenne , mia madre mi strappo a mani nude un piercing appena fatto perché “non era decoroso”. I “vaffanculo” a volte sono il più grande gesto d’amore (proprio innanzi tutto) . Buona vita

    • Ciao Rado, grazie anche a te per la risposta. Io con quella frase non ho voluto giustificarmi, ASSOLUTAMENTE!!! So di aver sbagliato, so di essere stata una persona molto molto cattiva e so di aver distrutto una famiglia ma veramente mi sono pentita e non so come uscirne. I sensi di colpa mi stanno mangiando il cuore. Penso che nella vita si fanno degli errori ed è giusto pagare!! Io ho pagato e sto pagando te lo assicuro. Io ho distrutto loro, ma loro piano piano stanno distruggendo me e ci stanno riuscendo!! La cosa più grave di tutte è che stanno distruggendo loro figlio, invece di proteggerlo!! Non possono influenzare e decidere loro per il suo futuro. Se volesse farsi una famiglia con me, quella sarà rappresentata da me e lui non dai genitori. Io ho provato a parlare con loro, ho mandato una lettera, ma la risposta la sapevo e non è stata positiva , anzi, mi hanno detto di lasciare subito il figlio e di rifarmi una nuova vita!!! Io so che loro si sono sentiti umiliati da quello che io ho provocato ma sono passati ben 4 anni dall’accaduto e tutto è rimasto come prima, se non peggio!!! Io non so più come comportarmi, non so più cosa fare…ho il cuore spezzato!!!

      • non ti giustificare, non sono un prete e capita a tutti di fare merdate. Io sono il campione. Quello che conta è cosa intendi fare dopo. Non posso che dirti di dimostrare coi FATTI alla sua famiglia (se davvero è una parte indispensabile della vostra relazione) quello che vali; per farlo però hai bisogno che LUI ti aiuti e te ne dia la possibilità. Parlane-con-lui , a cuore aperto e senza omettere niente se ci tiene a te col tempo tutto andrà bene.
        Pace e fertilità

  3. Devi chiarire a te stessa quello che vuoi altrimenti il dubbio ti resterà sempre. Non saper decidere è tipico di chi non sa bene cosa vuole. Lui è un ragazzo ammirevole, se io scoprissi che la mia fidanzata mi tradisce (soprattutto con mio cognato), beh non ci penserei due volte a mandarla a quel paese.
    Quello che ti consiglio è chiarirti con te stessa quello che vuoi. Se non avessi nessuna paura del futuro, se qualsiasi scelta tu faccia andrà tutto bene, tu resteresti con lui o lo lasceresti?
    Spesso dobbiamo scansare le nostre paure per vederci più chiaro!

    • Ciao Cristiano. Purtroppo quella che ha sempre preso le decisioni sono stata io. In questo momento vorrei che entrami fossimo felici ma non so dove cercarla questa felicità. Lui non mi aiuta in questo, non mi aiuta a fare la scelta, non si sbilancia e non apre il suo cuore. Io so che è stato ferito in modo grave e mi chiedo se ancora non mi ha perdonata perché continua a stare con me? Io se non avessi l’ostacolo famiglia andrei avanti senza problemi. Se potessi vivere liberamente il mio amore continuerei a stare con lui. Siamo giovani e non ci meritiamo di soffrire in questo modo.

  4. Se sei convinta del tuo amore, offriglielo giorno dopo giorno senza remore e senza limiti. Della famiglia fottitene: tu e lui siete la vostra famiglia. Quando lui capirà di potersi affidare completamente a te verrà tutto più semplice e naturale.

  5. ciao io sono nella situazione opposta, lo amo ancora troppo ma lui non ne vuole piu sapere anche se non ci sono stati tradimenti ma ti posso dire che tutti sbagliamo e se lui è riuscito a perdonarti è perché ti ama piu della sua vita. Tendiamo a dare per scontate le cose e le persone a volte, io ti consiglio di tenertela piu stretta che puoi una persona cosi, non so cosa darei purché il mio lui mi ami come lui ama te. Pensaci, pensa a come sarebbe la tua vita senza di lui…e difficile trovare persone che ci amano incondizionatamente…

    • ciao Sami. Guarda io non capisco se per lui sia vero amore. Certo è che se ha perdonato una cosa così grave di sicuro ci tiene molto a me e alla nostra storia. Il tempo ci aiuterà a trovare la nostra strada. Ti ringrazio per la risposta e in quanto a te, se lui non ne vuole sapere cerca di voltare pagina, anche se è molto ma molto difficile, ma devi trovare la forza di farlo per il tuo bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *