Home / SOFFRIRE PER AMORE / Sto meglio da sola, non provo più niente per te

Sto meglio da sola, non provo più niente per te

Salve a tutti amici di abisso.
Mi è successo quanto segue:
Tre anni e mezzo fa conosco questa ragazza per puro caso scoprendo in seguito di avere delle amicizie in comune con lei.
Per qualche mese cominciamo a sentirci su fb spassionatamente e senza impegni.
Ci accorgiamo entrambi che siamo simili sulla maggior parte degli aspetti delle nostre personalità; alla fine decidemmo di vederci da soli; dopo una passeggiata e una bella chiacchierata ci sedemmo su una panchina e ci scappa un abbraccio e poi un bacio.
Una settimana dopo ci fidanziamo.
E’ una ragazza molto dolce, proveniente da una asfissiante repressione e apprensione familiari, i suoi genitori sono ultra rigidi nonostante lei avesse l’età di 21 anni; non la lasciavano uscire sempre, e le poche volte che succedeva, sarebbe dovuta tornare a casa massimo per le 23:00 di sera, forse anche prima.
Dopo un mesetto che stiamo insieme, lei ne parla ai genitori di ciò, e in seguito, dopo diversi sacrifici, riesco a tirarla fuori da quell’apatia e depressione asfissianti, facendole ottenere molta più libertà; le faccio conoscere gente, la faccio ubriacare, e fare esperienze le quali non ha mai fatto prima svezzandola anche sessualmente.
La nostra storia procede alla grande, litigi quasi inesistenti, solo qualche volta e per stronzate insignificanti. Avevo il piacere di trascorrere le ore con lei, nonostante non ci vedessimo tutti i giorni causa i 44km che ci separavano.
Io non piaccio alla famiglia, soprattutto alla sorella maggiore, la quale lei ha idealizzato come modello di vita da seguire (una gattara fighetta, superba e presuntuosa, sposata con un sagliocco figlio di papà viziato, non avente nemmeno figli che fa una vita logorante a 42 anni suonati, sempre sbattuti sugli aerei tutto l’anno a causa del lavoro, diverse volte arrivati alla separazione causa l’incapacità del marito di autogestirsi, soprattutto a livello economico, infatti sono pieni di debiti).
I suoi genitori sembra che con il tempo avessero cambiato idea.
A febbraio di quest’anno costei va in Erasmus in Spagna, nel frattempo continuiamo a sentirci assiduamente in cui le dico pure di uscire di casa e fare epserienze e conoscere gente dato che aveva cominciato a chiudersi in casa anche lì per tre mesi( cose che le dicevo di fare anche qui in Italia); a maggio vado a trovarla lì e le cose continuano ad andare bene, si portano avanti gli stessi medesimi progetti per un futuro insieme all’estero.
Quando ritorno in Italia, lei una decina di giorni dopo va a farsi il Cammino di Santiago di Compostela, ci impiega una settimana, nel frattempo io parto per l’Irlanda a lavorare; Ci continuiamo comunque a sentire assiduamente e a condividere la nostra quotidianità.
A luglio, il giorno prima del suo compleanno lei vuole andare ad un concerto che si teneva a 80km di distanza da dove stava lei ma non aveva nessuno che l’accompagnasse o che le facesse almeno compagnia; io le dico che non è il caso perché sarebbe stato comunque pericoloso in generale e sarebbe potuta succedere qualsiasi cosa; le dissi inoltre che fosse stato meglio se sarebbe uscita lì in città dove stava a farsi qualche birra in un pub, così anche se si fosse fatto tardi sarebbe comunque stata a 2 passi da casa.
Lei non ascoltò una virgola di quello che le dissi, ignorò totalmente le mie parole e le mie preoccupazioni, si fece 5km a piedi sul ciglio di un’autostrada per prendere il bus che portava alla città dove si teneva questo concerto, e alla fine riesce a tornare a casa solo alle 5:00 della mattina dopo.
Io incazzato nero per l’accaduto, nonostante lei mi fa partecipe di tutti i suoi spostamenti non la rispondo; le mando solo gli auguri per il compleanno.
Due giorni dopo, vedendo che lei non si accinge minimamente a chiedere scusa per il suo egoismo e strafottenza nei miei confronti, alla fine le scrivo io ed in modo brusco, dicendole che se voleva fare quel caxxo che le pareva, girasse i tacchi e se ne andasse affancv1o!!!!
Lei di pronta risposta “Va bene, me ne vado affancv1o”, da lì si comincia a litigare sul fatto che lei preferisce lasciarmi piuttosto che scendere a compromessi con me e stare male, e preferisce starsene da sola (anche se in realtà insieme a mestava da dio).
Poi rivela che ci stava pensando già da un pò di tempo a questa cosa.
Non c’è stato verso di farle cambiare idea, allora le auguro buona fortuna per la vita futura e che se avesse capito l’errore che stava commettendo sarebbe potuta tornare da me.
Non ci sentiamo più. Nonostante io vengo a sapere che non se la stava passando bene a livello interiore, magari per questa vicenda o per i cambiamenti suoi personali non la contatto.
All’inizio di agosto io ritorno in Italia perché causa questa storia, causa l’ambiente sociale che c’è lì non me la stavo passando più bene e per il nervosismo non dormivo più di notte.
Una volta atterrato, vengo a sapere che lei era tornata dalle Erasmus ormai finite, e la contatto per vederci e parlarne di persona; Lei rifiuta alche io prendo l’auto e vado fino a casa sua; Quando mi vede diventa rossa come un peperone, ma nonostante ciò lei irremovibile dalla sia decisione “…sto meglio da sola, non provo più niente per te…” e diceva anche che l’erasmus non centravano nulla e che sarebbe potuto succedere anche qui in Italia; le chiedo anche se ci fosse un altro ma lei dice di no e che non avrebbe avuto alcuna ragione per tradirmi.
Ad un certo punto vedo che era tutto inutile, e allora la saluto, saluto i genitori e me vado.
La sera stesso la richiamo in cui mi sfogo, usando parole non offensive ma pesanti, dicendole anche lei quando spegne fb, instagram e tutti gli altri social a cui è iscritta, non è nessuno, non esiste.
Le riauguro buona fortuna e buona vita e riattacco il telefono.
La faccenda finisce qui.
Lei non mi ha eliminato dalla sua lista di contatti sul suo profilo nonostante mi aspettassi che lo facesse, ma mi ha messo nelle restrizioni e mi limita quello che posso vedere, addirittura ad alcune sue foto ha cambiato più volte le impostazioni, infatti diverse volte le vedevo e diverse no.
Vedo che è tornata alla vita asfissiante di prima appresso ai genitori, quella stupida bigotta ignorante della sorella, e si fa i selfie con sua nipote che è un’adolescente; nonostante nelle foto si fa ritrarre con un sorriso smagliante (ma in alcune si vede che ha lo sguardo spento e non la luce negli occhi che aveva quando stava insieme a me).
Questa storia ha scioccato tutti, miei amici, familiari, e anche quei suoi 2 amici che ha lei; Mia made e la sua si continuano a sentire di rado; cosa che prima non succedeva.

Alla luce di tutto questo, non so cosa le sua accaduto nel suo cervello; ma nonostante ciò, so bene che è una brava ragazza, dolcissima e per niente cattiva, e vorrei riprendermela; ne sono ancora innamorato e non credo che lei non mi ami più come mi ha detto.

Qualcuno/a esperto/a ha suggerimenti da darmi?

da: Gelstat

11 Commenti

  1. Gli amori a distanza non funzionano!
    Già è difficile con la frequentazione quotidiana.
    Comunque ha un bel caratterino: 5 km a piedi, Di dove è, bergamasca, calabrese.
    Quanti anni avete?
    Magari non ha nessun altro, ma i presupposti per trovarselo,ammesso ritorniate assieme, ci sono, se continuerai a lavorare fuori dalla vostra terra.

    • Storia a distanza relativamente, perché lei una volta laureata mi avrebbe raggiunto per vivere insieme.
      E’ campana, ma questo atteggiamento lo ha tirato fuori dopo quel fottuto cammino di santiago, prima non si era visto, aveva anche paura di parlare e conoscere gente di persona.
      Sarà stata la botta improvvisa di libertà incondizionata che le avrà fuso i circuiti.
      Perché tra noi andava tutto alla grande, e dico tutto.
      Mah, non so più cosa pensare…

      • Evidentemente è portata per le “camminate”…
        Il caratterino ce l’ha! Credo che sia una persona che pur di non darla vinta va contro i propri interessi; e ne ho una accanto così:e non cambiano….Bisogna “tenersele” così! Testarde ed impulsive; sono da assecondare,non si possono cambiare.

  2. E da quale pulpito viene questo verdetto? Gli amori a distanza non funzionano? Chi sei tu per sputare certe sentenze? Un maestro di vita? Un esempio da seguire? Qual’è il tuo background per essere così esperto in materia?
    Gli amori a distanza funzionano spesso meglio degli altri, è l’amore quello che conta Stany!

    • Sei bergamasco o calabrese?
      Perché tincazzi tanto?
      E tu chi sei?
      Sai definire la parola “amore”?
      Infatti s’è visto nella fattispecie ,come funziona bene,la distanza…….
      Valentino….non so se ti puoi considerare un esempio di vita o,qualcuno vicino a te ti possa considerare tale; io dico quello che mi pare ,dove mi pare,e quando voglio

      Tecapi?

    • LOL!! Madonna che reazione! Ti senti punto nel vivo forse??
      Gli amori a distanza sono chiaramente più a rischio, perché si devono confrontare con realtà differenti!
      E’ logico !!

  3. In tutto ciò non mi ha eliminato dai suoi amici di fb, e mi cambia le restrizioni ai suoi post e foto di continuo.
    Inoltre a tempi alterni pubblica canzoni che ricordano il nostro periodo insieme e che le ho anche passato io.

  4. Stany, tutti sui forum possono dire quello che vogliono ed ahimè in questo risiedono tanti mali.
    Io replico ad una tua affermazione che reputo NON vera.
    Se puoi dimostrare che gli amori a distanza non funzionano spiegati perché molte coppie stanno insieme malgrado l’enorme distanza, spesso nazioni differenti.
    A proposito, non sono del nord ne del sud, sono di Roma.

    • Sai perché funzionano,allora? Ciascuno ha la propria storia parallela,lontana dalla possibilità di controllo ,e si tira a campà! Del resto, il tradimento è molto diffuso nei luoghi di lavoro,siano essi vicino alle famiglie dei traditori che, per evidenti motivi, in percentuali più alte,in quelli lontani.
      Ciò non esclude che la fedeltà sia presente nelle relazioni tradizionali , che in quelle “in trasferta”….

  5. Mi dispiace molto. È terribile sentirsi dire “non provo più niente, non ti amo più”. Spero sempre che la cosa sia reversibile. Chi lo sa, con il tempo… Online ho letto di tutto: gente che non torna più e gente che invece torna e si ritrova. Ti suggerirei di non pressarla o rincorrerla, altrimenti forse fai peggio. Prova a sparire per un po’ e vedi che succede. Magari cercala più avanti.

    • Infatti è ciò che sto facendo, ormai è un mese che sono sparito…
      Ma comunque è una situazione surreale, e non credo che sia vero ciò che mi ha detto.
      Non penso ci sia un altro, che magari abbia conosciuto lì, è introversa e priva di iniziative sessuali.
      Io credo l’abbia detto per levarmisi dalle scatole al più presto possibile.
      Dalle foto che mette si vede chiaramente in volto che sta attraversando un periodo di confusione ed ha lo sguardo spento e il sorriso finto.
      Vedrò fra 1 mesetto o 2 quello che toccherà fare…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *