Home / PROBLEMI DI CUORE / Sto impazzendo, aiutatemi a capire

Sto impazzendo, aiutatemi a capire

La mia é una storia un pò lunga, spero abbiate voglia di leggerla ed aiutarmi.
Tutto é iniziato due anni fa con il mio collega di lavoro. Io ero fidanzata da molto e lui sposato. Dopo un lungo corteggiamento abbiamo iniziato una relazione. Inizialmente ci vedevamo a lavoro tutti i giorni e privatamente una due volte al mese. Tanto per passare qualche ora insieme e fare sesso. Questo é durato per diversi mesi, nessun effetto collaterale. Poi c’é stato un periodo lungo circa tre mesi che non ci siamo più visti. Alla prima occasione libera abbiamo passato un giorno insieme a fare sesso, e la sera (entrambi avevamo i partner fuori per lavoro) gli ho chiesto di restare da me, ma lui mi ha detto di voler tornare a casa. Aveva bisogno di star solo. Li ho deciso di chiudere la storia perché io me ne stavo già innamorando. Lui é tornato chiedendomi di non negarci un’altra possibilità e la sera stessa abbiamo fatto l’amore per la prima volta. Ora anche le giornate a lavoro le passavamo ad amoreggiare, messaggi, chiamate; bugie con i rispettivi partner ufficiali pur di riuscire a vederci. Nel mese di settembre dell’anno scorso lui aveva casa libera ed io son rimasta a dormire a casa sua. Il giorno dopo uscendo di fretta da casa sua ho dimenticato il vestito da notte. Gli ho fatto notare di non trovarlo più, ma lui mi ha detto che non dovevo preoccuparmi, che a casa sua non c’era. Qualche giorno dopo la moglie l ha trovato. Hanno discusso e lui le ha raccontato una bugia a cui lei ha creduto. Nei giorni successivi lui mi ignorava ed io l ho lasciato fare, dicendomi che era un uomo sposato. Dopo una decina di giorni é tornato a chiedermi perché ero così distante, che quei giorni gli erano serviti per capire quanto non potesse più fare a meno di me. Intanto io ho deciso di dare le dimissioni a lavoro. E gli ho anche detto che andavo via perché soffrivo troppo a non poter vivere pienamente quella storia, che sapevo di essere la seconda scelta. (La sua risposta fu sei arrivata nel tempo sbagliato)
 Mi restavano solo tre mesi con lui poi sarei partita per un anno, per un altro continente. Abbiamo ricominciato a vederci. Ormai regolarmente, ogni giorno, passavamo molto tempo insieme. L ultimo giorno che abbiamo lavorato insieme, ci siamo detti ti amo, per la prima volta, dopo due anni. Due settimane dopo, la sera prima della mia partenza abbiamo fatto l’amore, piangendo, entrambi. Anche quando sono partita, abbiamo continuato a sentirci, vederci su Skype, scriverci, ed era una sofferenza per entrambi, ma lui mi diceva che dovevamo avere pazienza che voleva me; ma era in debito con la moglie (perché straniera) e doveva prima assicurarle un futuro. Io intanto ho chiuso il mio fidanzamento lungo più di dieci anni. Dopo circa tre mesi, mi scrive che ha parlato con la moglie, le ha detto che tiene a lei, che sul lavoro sono una coppia perfetta  e lei le ha detto che sa che lui non la ama più però preferirebbe non divorziare. Allora mi scrive (testuali parole): non riesco neanche ad immaginarmi sposato e stare con te. Alche io gli ho risposto di cercare di recuperare il rapporto con la moglie. E lui dopo una serie di messaggi mi scrive,sono stato malissimo, pensavo fossi già a fare progetti insieme, hai frainteso. lo scenario che vedo é che io voglio stare con te, noi saremo una coppia, ma devo assicurare un futuro a lei. Da quel momento tutto é cambiato. Nessuna chiamata (sempre troppo impegnato,per via dell’attività che aveva aperto proprio in quei giorni), I messaggi sono diventati sempre più freddi ed incostanti, ed anche alle mie richieste di chiarezza mi diceva di non preoccuparmi, che nulla era cambiato. Dopo circa due settimane mi ha confessato che dopo quella conversazione qualcosa in lui é cambiato; che (testali parole) mi ama con la pace nel cuore, ma non abbiamo certezze per il futuro. Che quello che prova con me, non l ha mai provato con nessuna, che sono ancora costantemente nei suoi pensieri e tutto gli ricorda di me. Ma mentre nei mesi precedenti pensarmi gli dava dolore ora vi trova pace. Cosa devo pensare? Vuole stare con me? Devo chiederglielo? Devo chiudere definitivamente questa storia? Vi prego aiutatemi sto impazzendo.

da: Disillusa fox

13 Commenti

  1. Le storie con uomini sposati sono sempre troppo incasinate. Il fatto è che questi uomini non sanno nemmeno loro quello che vogliono. Parliamoci chiaramente, se lui voleva te avrebbe già da tempo lasciato la moglie (ahimè molti mariti lo fanno).
    Ma se lui perde tempo, ti dice cose che potrebbero essere anche non vere (io avrei dei dubbi che la moglie gli ha detto che non vuole divorziare).
    Credo sia un modo per continuare da parte sua una situazione difficilmente gestibile.
    Credo anche che anche se la lascia per te non starai mai bene con lui, sempre preoccupato della ex moglie, di quello che fa…
    Il mio consiglio: lascia perdere questa storia!

  2. Che brutte ste storie. Tu fidanzata e lui sposato che iniziate una relazione di sesso a discapito dei vostri partner. Vi innamorate, continuate a fare sesso, anche a casa sua probabilmente aletto di sua moglie, ma malgrado questo non lasciate i vostri mariti e mogli.
    Non giustifico il tradimento ma sicuramente è più giustificabile quello da una botta e via piuttosto di quello che dura anni.
    Se è durato così tanto è perché non amavate i vostri partner ed indipendentemente se la vostra storia fosse continuata o meno, dovevate quanto meno lasciarli…sai, per rispetto.
    E per finire lui è il classico uomo che non lascerà mai la moglie, ma quanto ci vuole a capirlo!!!

  3. Marina, si vede che non ti è mai capitato nulla di simile. Non puoi dare questi giudizi sommari senza conoscere le persone. Per te tutto è uguale, eppure molte coppie sono in crisi. Io anche sono sposata e mi sono innamorata di lui, un mio collega di lavoro sposato. Che posso farci? Mi devo sparare se è capitato? Pensi sia facile mollare un matrimonio con un uomo che ancora mi ama, ma che chiaramente non amo più?
    No, non è facile affatto e sto male, non volevo vivere questa situazione ma è capitato.
    Se potessi domani andrei a vivere con lui, ma abbiamo anche una coscienza e non vogliamo fare male hai nostri rispettivi partner. Sappiamo che prima o poi questa situazione arriverà ad un epilogo, nel bene e nel male…
    però un consiglio, non giudicare le persone che si trovano in questa situazione come delle male persone, ha volte abbiamo più sensibilità di altre!

  4. Io credo che per lui sei perfetta come amante. Ogni vota che deve prendere la decisione di mollare sua moglie credo che si fa mille paranoie ed il risultato è che non credo la lascerà mai. Quindi ho accetti questo ruolo oppure (consiglio) mollalo!

  5. Io sono completamente d’accordo con Marina. Non penso che questo uomo sia innamorato della moglie altrimenti nn avrebbe iniziato un rapport con te, e come tu non eri innamorato del tuo ex l’hai lasciato ed è stato difficile, lui non l’ha fatto e questa cosa parla più forte di ogni azione che poteva fare. Penso che fondamentalmente lui abbia dei sensi di colpa e per questo motivo quando la moglie trovò il tuo vestito da note lui è sparito, ma poi alla fine la carne era debole e ha continuato questo rapport con te, pur che non abbia avuto le palle a chiudere con la moglie. È un vigliacco perchè un vero uomo non si comporta in questo modo. Ma ricorda che adesso comunque tu non ci sei più e tu eri la tentazione sua, mi dispiace ma non vedo nessuna conclusion positive a questa storia e non penso che lui ci tenga quanto ci tieni tu. Forse aveva anche perso la testa per te, ma non abbastanza per lasciar la moglie e se chiudi il rapporto quanto tempo passerà finché non si mette con un’altra, sempre essendo sposato? O ammettiamo che le cose vadano a gonfie vele tra di voi e lui lascia la moglie un giorno e vi sposate voi, come farai a vivere con il dubbio che forse farà a te quello che ha già fatto a lei? Il mio consiglio? Dimenticalo! E fai la tua vita. Nuovo continente? Nuova vita! E non lasciarti mangiare dai demoni del passato ma pensa a voltare pagine soprattutto adesso che hai cambiato aria. Fai la miglior cosa per te stessa credimi!

  6. Quante storie simili, uomini che promettono ma poi non lasciano le mogli. Non dico che non può amarti ma se fosse amore vero lascerebbe la moglie. Gli fai più comodo come amante, d’altronde credo che il sesso funziona tra di voi.
    Riacquista la tua dignità, esci da questa storia!

  7. Non ho problemi a giudicare normalmente, figuriamoci in questo caso.
    Da quello che hai raccontato mi viene solo da farti una domanda: con che faccia chiedi aiuto a gente che, si presume, scrive qui perché soffre per amore, quando certamente tu ed il tuo amante fate parte della moltitudine di persone che rappresenta la vera causa di molte delle sofferenze che in questo forum vengono raccontate?
    Anni di storia con un compagno, lo tradisci scientemente per due anni, lo molli (immagino senza dirgli la verità ma magari buttando lì una scusa qualunque)e adesso vieni qui a chiedere aiuto perché soffri!!!!
    Nessuno scrupolo per la moglie, nessuno scrupolo per il tuo fidanzato…..non condanno il gesto, il tradimento, il sesso nel letto di una coppia, ma la volgarità con cui non scrivi nemmeno una riga sul tuo ex e su sua moglie, a sto punto fortunati nell’avervi perso per strada.
    Volgare, lo trovo semplicemente volgare.
    E per tutti quelli che certamente cominceranno a sbrodolare frasi su quanto ingiusto sia dare giudizi etc etc, ricordo che molto spesso i problemi d’amore ci sono perché purtroppo esistono fin troppe persone egoiste che a voi, come a me, non hanno pensato mentre ce la mettevano in quel posto, quindi penso di poter dire che la storia qui sopra sia stata scritta esattamente da una di loro!

  8. Io penso che sia molto ingiusto iniziare un rapporto con una persona sposata, anche perché non è bello pensare che se tu stessi nella posizione della moglie (o marito). A me dispiace moltissimo per la moglie, il tradimento non è bello. Io sono stata tradita e per anni non riuscivo a fidarmi più di nessuno. Ma per rispondere anche a Stefano mi piacerebbe ricordarti che questo sito è per gente che soffre per amore, pur che le circostanze di Disillusa Fox sono diverse dalla norma sta sempre e comunque soffrendo per amore no? Io credo che le persone che iniziano un rapporto con una persona sposata sono egoisti, e quando avete iniziato il rapporto era proprio questo – perché eravate entrambi fidanzati/sposati e non l’avete fatto per cercare l’amore che non trovavate a casa, ma per puro egoismo, per passione sessuale e basta. Poi tu ti ci sei innamorata e hai lasciato tuo marito, ma lui non ha fatto la stessa cosa. E non penso che lo farà mai perché è molto più facile in questo modo. Poi anche se la lasciasse immagina come sarebbe il vostro rapporto? Riusciresti mai a fidarti di lui considerando le circostanze in cui vi siete messi insieme?
    Il mio consiglio è di chiudere questa storia, metterci una pietra sopra, andare avanti e non fare mai lo stesso errore. Se una persona è sposata stacci alla larga, e se dice di essere infelice allora digli di lasciare la moglie PRIMA di iniziare un rapporto. Il mondo sarebbe un posto più bello se facessero tutti così

  9. Per rispondere ad Irene: NO, non credo che questo sia soffrire per amore!
    Legittimo innamorarsi di un collega, mentre si è sposati o fidanzati, ma chi, in queste condizioni non considera il dolore che procura al compagno, dell’amore ne sa poco e spesso è animato solo dal principio egoistico del soddisfacimento del piacere immediato, senza responsabilità alcuna.
    L’amore è un sentimento adulto; qui di adulto c’è ben poco.
    Ora, certo che riconosco la possibilità che queste situazioni creino sofferenza; ovvio, quando il piacere fine a se stesso finisce oppure incontra degli intoppi nasce la frustrazione ed il dolore, ma questo non è soffrire per amore. L’amore è un sentimento ben più complesso che, se ti avvolge, ti consente proprio di allargare i tuoi orizzonti nella direzione dell’altro (non solo l’amato); qui, dell’altro, non c’è nemmeno il pensiero, visto che i due amanti si comportano come un tutt’uno egoistico e che esclude i rispettivi compagni.
    Se noti, Irene, nel racconto di Disillusa non c’è nemmeno una, una sola parola d’amore, nemmeno che riguardi il collega…….forse tanto SESSO. Ma se è questa la questione che non si cerchi aiuto qui, almeno; sarebbe come se Disillusa chiedesse aiuto all’ex….assurdo!!….o quantomeno fuori tema!

  10. Concordo con quanto detto da Stefano anche se bisognerebbe andare ancora più a fondo e scoprire perché sempre più persone si tradiscono e si lasciano senza minimamente pensare a quanto questo farà male al partner di turno. Ci si lascia con poche parole, non conta quasi nulla quello che si è fatto e costruito nel tempo. No, tutto cancellato e spesso in maniera molto brutale, perché se disillusa nel suo racconto non parla minimamente di come possa aver reagito il suo ex di fronte alla sua decisione…è perché non gli importa davvero! Sarà dispiaciuta, ma la vita va avanti.
    E’ su questo che focalizzerei l’attenzione, cioè come è possibile diventare così freddi e cinici nei confronti di chi si è amato?

  11. Completamente d`accordo con Matt e Stefano. Disillusa,amore e`rispetto, e` fiducia, e` desiderio di completarsi l`un l’altro, e` gioire e soffrire INSIEME. Ma di che stai parlando.ENTRAMBI SENZA RISPETTO DEI VOSTRI RISPETTIVI COMPAGNI. Ma in che razza di mondo viviamo, abbiate almeno la compiacenza e il coraggio di concludere un rapporto di vita e poi fate i vostri giochetti e siate ONESTI con chi vi ha regalato il proprio mondo. GODETE PURE MA ABBIATE IL CORAGGIO DI RISCHIARE, non si puo` essere codardi e sereni. Scusatemi sono cosi dura perché soffrire x amore e` quando ti crolla il mondo e non sai perché`, e` quando vuoi proteggere la tua famiglia e non hai risposte, quando l` amore x tuo marito e tua figlia e` lacerante e non comprendi xche tuo marito si e allontanato da casa. Ti fai 1000 domande e non hai risposte, e magari spero di no, stai 2 anni ad aspettare che si avvicini a te mentre magari io sto lottando x capire e aiutarlo e come voi lui se la spassa!

  12. Certo che siete bravi tutti a giudicare. Io vivo una storia simile, ho un compagno e l’amore della mia vita è sposato con 2 figli. E mai e poi mai io vorrei lasciare il mio compagno e/o vorrei che lui lasciasse sua moglie e i suoi figli. Rinunciamo alla nostra felicità in favore di altre persone che comunque amiamo, e che non devono soffrire a causa nostra. Certo, perchè non è una cosa che abbiamo cercato, è capitato. Io un giorno l’ho incontrato per caso, ci siamo guardati negli occhi per la prima volta e dopo due ore, in cui abbiamo passeggiato come se ci conoscessimo da sempre, ci siamo detti che ci amavamo. Che colpa ne ho se stavo passeggiando per la strada e mi sono imbattuta nell’uomo della mia vita?
    Io ho un compagno che amo, forse di un amore diverso, dopo tanti anni. Lui mi ama e l’amore della mia vita ha due figli e una moglie ai quali rendere conto.
    Siete tutti del partito “o tutto o niente”…. io non voglio lasciare il mio compagno perchè so che gli spezzerei il cuore, e lui uguale con la sua famiglia. Questo vuol dire che dobbiamo rinunciare a questo dono che ci è stato fatto e non vederci più? Non basta rinunciare ad una vita insieme, alla normalità delle coppie, a dire al mondo quanto ci amiamo? No, dobbiamo rinunciare all’unica cosa che ci tiene ormai in vita.
    Quanta crudeltà nelle parole di chi ci giudica.

    • Io la penso come te…la vita è una..però credo anche che se siamo innamorati di un’altra persona, togliamo anche al compagno/ moglie, la possibilità di essere felici pure loro. Sicuramente entrambi avete problemi con il partner, altrimenti non vi innamoravate. Penso anche che chi “vede” un’altra persona, sicuramente ha parecchie mancanze in casa propria. Non bisogna x forza puntare il dito sempre a chi tradisce, purtroppo quando ci sono dei problemi, può succedere come potrebbe succedere anche al partner. La cosa più giusta, sarebbe lasciare il compagno/ moglie..ma è ovvio che è più facile a dirsi che a farsi, specialmente x gli uomini che tendono a tenersi tutto, se poi ci sono in mezzo dei figli, ancora peggio.