Home / SOFFRIRE PER AMORE / Sono infelice ma non riesco a lasciarlo

Sono infelice ma non riesco a lasciarlo

Salve a tutti,
due anni fa circa conosco il mio ragazzo e dopo qualche mese di frequentazione in amicizia, decidiamo di metterci insieme. All’inizio tutto bene, benissimo, ci sentivamo, ci vedevamo (non tutti i giorni, ma comunque regolarmente ogni settimana), messaggi dolci da parte di entrambi, insomma una coppietta normale!
Dopo qualche mese sento che lui si raffredda, diventa meno dolce, meno disponibile, sempre più nervoso per i suoi problemi (ha un rapporto pessimo con la famiglia e a quell’epoca non lavorava), fino ad arrivare a quest’ ultimo periodo in cui mi tratta veramente male. Io dal canto mio, vedendolo costantemente incavolato, ho sempre cercato di stargli vicino, comprenderlo e giustificarlo, ma sono arrivata ad un punto in cui mi sento logorata da questa situazione. Dopo un anno e mezzo di storia non mi sento amata e apprezzata (paradossalmente mi sentivo più amata i primi mesi!), anzi ho iniziato a sentirmi rifiutata e considerata come se fossi uno zero.
Ho 21 anni, e prima di lui (27) non avevo MAI incontrato un ragazzo che mi piacesse davvero (lui invece ha già avuto altre relazioni). Una volta che decido di impegnarmi perchè penso di aver trovato un ragazzo per cui valga la pena farlo, mi ritrovo a passare giornate intere a piangere e a chiedermi “perchè non mi ama? perchè non gli interessa farmi stare bene?”. Razionalmente penso solo che dovrei lasciarlo considerato come sto vivendo da un paio di mesi a questa parte.. e ci ho provato. Purtroppo non ci sono mai riuscita. Ogni volta lui mi ha detto “non è vero che non me ne frega niente di te”, “non ti voglio lasciare”, “ho paura di perderti” e simili (non ci siamo mai detti ti amo ancora), ed io come una polla, OGNI VOLTA, annebbiata dall’angoscia di perderlo per sempre, sono rimasta con lui. E’ davvero possibile stare con una persona e dirle che si tiene a lei senza riuscire a farla sentire amata, apprezzata, insomma, senza riuscire a dimostrarlo (e non mi riferisco al “ti amo”)?
Dice di tenere a me e di non volere nessun’altra, eppure: mi critica in continuazione, mi dice sempre cosa dovrei e non dovrei fare, si arrabbia molto e talvolta ha attacchi di rabbia per delle vere e proprie cavolate (ma guai a farglielo notare perchè si arrabbia ancora di più!), non sa accettare i consigli e le opinioni altrui se diverse dalle sue perchè sono finalizzate solo a svantaggiarlo (nella sua ottica malata ovviamente), non mi fa mai un complimento, o non mi dice mai una cosa “carina” in maniera spontanea, ma soprattutto, e questa è la cosa che mi fa più male di tutte.. non vuole mai parlare della nostra situazione.
Mi è capitato più volte di piangere anche davanti a lui quando ho cercato di spiegargli come vedo io le cose fra di noi, e come sto vivendo questo periodo.. e lui si innervosisce, dice che sono pesante e paranoica, che lo opprimo (???). mi sembra che non gli interessi nemmeno ascoltarmi, ecco. Nè tantomeno gli interessa “consolarmi”. Poi però ogni volta che arrivo al limite e gli dico che forse è il caso di lasciarsi, perchè non sembro piacergli più di tanto, ritira fuori la tiritera di prima, mi dice che sono la sua unica cosa bella (affermazione che fra l’altro mi mette un po’ di pressione), che non vuole stare con nessun’altra.. ed io che sono innamorata ci ricasco e cerco di sopportare tutto in nome dei bellissimi momenti che ho passato e ogni tanto capita ancora di passare quando sono con lui.
In fondo penso davvero che lui si sia quantomeno affezionato a me, e probabilmente davvero mi vuole bene, solo che sicuramente non sa dimostrarlo granché bene. Poi mi chiedo, può questo affetto evolvere? O è forse questo il suo modo d’amare? Ho tanti dubbi e incertezze. Da una parte la convinzione di lasciarlo, perchè mi sento infelice., dall’altra la terribile paura di perderlo, perchè nonostante tutto sento di amarlo e di volerlo nella mia vita.

Grazie a chi ha avuto la pazienza di leggere tutto e mi risponderà 🙂

Da: thibe

5 Commenti

  1. Riprendo questa tua frase:
    mi ritrovo a passare giornate intere a piangere e a chiedermi “perchè non mi ama?
    Non pensi che alcune coppie siano semplicemente incompatibili? Io credo che lui si senta molto più grande di te, e ti tratta come una bambina alla quale devi spiegare tutto. Ma quanto resisterai ancora. Soprattutto quando dici che è meglio non fargli notare che è incazz… perché altrimenti peggiora…io credo che questa non sia vita.
    Purtroppo quando siamo innamorate riusciamo a sopportare l’inverosimile e forse la tua giovane età ti porta a pensare che in fondo ogni ragazzo sia così…ma ti assicuro che ci sono ragazzi fantastici e comprensivi in giro. per quanto riguarda poi che fino ad adesso non hai trovato ragazzi che ti piacciono ti ricordo che hai solo 21 anni, e sai quanti ne troverai in futuro?!

  2. Sai che c’è Thibe, che quando ci innamoriamo non riusciamo a cogliere i veri segnali che decideranno l’andamento della nostra storia d’amore. Nel tuo caso è evidente che non ti attende nulla di buono, anche perché un tipo così non potrà che peggiorare visto come ti tratta adesso. Se poi quando tenti di lasciarlo lui fa marcia indietro è perché ha paura di perderti di stare solo, ma a quanto pare non ha paura di non rispettare i tuoi sentimenti.
    Fossi in te, in poche parole, lo manderei a quel paese e mi godrei i 21 anni!

  3. Un consiglio immediato: LASCIALO IMMEDIATAMENTE! Lascialo prima che succeda di peggio! Ma poi diciamocela tutta, l’inizio di un rapporto è sempre pieno di amore, dolcezze, regali, entusiasmo, sesso, e poi si sa con il tempo queste cose si affievoliscono. Ma come pensi che le cose possano migliorare dopo?
    Immagina, stai male adesso, non ti piacciono molti dei suoi atteggiamenti, è nervoso, scattoso, e che vuoi di più, che ti allunghi le mani addosso?
    LASCIALO!!!

  4. Poi vi lamentate che siete infelici…
    21 anni una vita davanti e sei li’ a farti trattare male…
    mah….!!!!

    Ti passa la voglia di trovarti una ragazza quando leggi ste cose!!

  5. Quanto ti capisco! Anche io non sono riuscita a lasciare il mio ragazzo, fino a quando sono arrivata al limite. Siamo stati insieme 4 anni. E’ entrato nella mia vita in maniera solare, è piaciuto a tutti, la mia famiglia ed ai miei amici. lasciò la sua ex fidanzata per me dopo 2 mesi che ci frequentavamo. All’inizio tuto bene ma poi cominciano i problemi. Perde la sua sicurezza economica visto che va in cassa integrazione e comincia ad essere sempre nervoso. Mi urlava per ogni piccola cosa ed ogni tanto gettava e rompeva gli oggetti di casa per il nervosismo. In quei momenti pensavo che mi facesse anche del male, ma fortunatamente non è mai arrivato a tanto.
    Poi resto incinta e lui mi minaccia che dovevo abortire altrimenti mi avrebbe lasciato. Ho fatto il più grosso errore nella mia vita abortendo ed ho i rimorsi di coscienza tutti i giorni.
    Poi siamo andati a convivere ed i problemi sono aumentati. Sempre più nervoso, schizofrenico e quando gli dicevo che lo avrei lasciato…piangeva come un bambino. Infine la beffa, scopro che di nascosto sentiva la sua ex con messaggi pieni d’amore. Avevo capito che il suo modo di fare era dovuto al fatto che non riusciva a stare con la persona che veramente amava e pur di non stare solo aveva intrapreso la nostra relazione.
    Da li, non so come, ho trovato la forza di lasciarlo, contro tutto e tutti. Ho avuto la mia famiglia contro ma non mi è importato niente. E’ passato un anno da allora, ha continuato a cercarmi ma io non gli ho più risposto. Adesso ho un nuovo ragazzo e credimi, ogni giorno sto rinascendo.
    Non fare il mio errore, non trascinarti in questo incubo, mollalo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *