Home / PROBLEMI DI CUORE / Sono fianzato ma mi piace un altra

Sono fianzato ma mi piace un altra

Salve a tutti, mi chiamo Francesco ho 25 anni e da 9 anni sto insieme ad una ragazza PERFETTA!
Lei è bella, intelligente, simpatica, altruista insomma ha tutte le carte in regola per essere la ragazza della vita! Io e lei ci conosciamo fin da piccoli quando all’età di circa 17 anni abbiamo iniziato a frequentare la stessa compagnia. In questa c’erano io lei altre 2 ragazze e altri 2 ragazzi. A me fin da subito piacque una delle altre 2 ragazze non lei.
Ero innamorato perso per lei era bella, simpatica, affascinante e intrigante. Per non portarla per le lunghe questa ragazza era già fidanzata e a me ha sempre detto che quando si sarebbe lasciata con il suo ragazzo sarebbe venuta da me. Io ho atteso circa 1 anno e mezzo, poi dopo questo lasso di tempo, dove io intanto ho provato a conquistarla in tutti i modi, ho deciso di instaurare un finto fidanzamento con un’altra ragazza della compagnia per provare a farla ingelosire. Boom detto fatto il finto fidanzamento si trasforma in un fidanzamento ufficiale dopo circa 2 settimane. Praticamente scoprii che io a questa ragazza piacevo veramente e me non dispiaceva per niente sinceramente. Passarono i mesi e gli anni e io con questa ragazza ci stavo veramente bene e in più ero riuscito a dimenticarmi l’altra ragazza fantastico no?
Io intanto mi trovai un lavoro e la ragazza della prima cotta non la vidi più, perchè la compagnia si sciolse e ci perdemmo tutti di vista, fino al’anno scorso quando una mattina mi recai al lavoro come il mio solito e chi mi trovo che entra dalla porta della mia azienda?

La ragazza di cui ero follemente innamorato! Non potevo crederci tra tutte le aziende lei era li! A prima vista era rimasta la stessa anche dopo 8 anni, Subito ci fu un secondo di imbarazzo poi ci salutammo e ognuno alle sue postazioni. Appena andai nella mia postazione sentii come un colpo al petto e un acidità di stomaco che era da tempo che non sentivo. Nella mia testa e nel mio cuore riaffiorarono emozioni e ricordi che pensavo cancellati da tempo ormai! Queste sensazioni continuavano ad assillarmi giorno dopo giorno per circa 1 settimana.In questo lasso di tempo la mia mente pensava di tutto, mi facevo domande sulla mia storia attuale, mi facevo domande su me stesso, sull’altra ragazza insomma le più svariate cose.
Dopo una settimana di pensieri riuscii ad auto convincermi che era solo una cosa passeggera e che era un vecchia cotterella che riaffiorava dopo tanto tempo ma che si sarebbe risolta in breve anche perché io non la vedevo tutti i giorni questa ragazza per via dei turni differenti la vedevo solo 1 giorno a settimana. e fu cosi che tutto torno alla normalità. Il problema che questa cosa si ripete ogni santa e sacrosanta volta che la rivedo. Ogni volta magari facciamo 2 parole in più ma niente di che eppure io ogni settimana circa ci ricasco! Anche ora ho mille pensieri per la testa, sarei tentato di scriverle e di provare ad uscirci insieme( sempre se dovesse accettare) per vedere se è solo una cosa mia oppure provo veramente qualche cosa per le ma io anche il solo pensare di scriverle con secondi scopi lo considero un tradire la mia attuale ragazza e quindi sono in questo limbo in cui mi devo frenare ogni 2 minuti dal fare qualche cosa di stupido! Ovviamente di questa cosa ne ho parlato con 2 amici fidati che mi hanno dato opinioni diverse ma giuste. Uno mi ha detto di attendere che a lungo andare le cose si risolveranno in un modo o nel altro perchè devo riflettere bene su cosa fare. L’altro invece mi ha detto di guardarmi bene dentro perché se si stà con una persona da tanto tempo in teoria si dovrebbe a amare solo quella e non è del tutto normale innamorarsi di altre. Tra L’altro io questa ragazza la vedevo una volta alla settimana ma ora essendomi trasferito di sede volendo non la rivedo più ma ogni tanto faccio la pazzia di andare a salutare i miei vecchi colleghi e la rivedo la e tutto ricomincia!
Ecco questa è la mia storia raccontata in breve se qualsiasi persona avesse consigli da darmi sarebbero ben accetti perchè in questo momento non so più nulla, ne se amo ancora la mia ragazza attuale o se è diventata solo routine ne se mi piace veramente l’altra ragazza (di nuovo) e vale la pena di buttare tutti questi anni per provare a rifarmi una vita!

da: Francesco

15 Commenti

  1. Caro Francesco, stai facendo i conti senza l’oste.
    Ammesso e concesso che tu sia innamorato di questo tuo primo amore, che ne sai se lei ti ricambia o non ti ha manco per il culo?

    Comunque parlane con la tua ragazza e dille sinceramente che non sai più quello che provi per lei.
    Un po’ di solitudine ti farà bene.

  2. 9 anni sono tanti. tuttavia sei giovanissimo. Anzitutto ti fa onore il modo in cui ti sei comportato. Un nuovo flirt da emozioni e stimola la nostra vita come non riesce un rapporto stabile, ma questo vale sempre. Stai attento che spesso si idealizzano quelle che sono solo tentazioni per sentirsi ancora vapace di piacere e conquistare… Tieni però presente che con la tua ragazza ci stai bene, e che dopo 9 anni può solo migliorare; la nuova e’ una persona da scoprire, e spesso “rimani fregato”. Il mio consiglio? Se non ti manca nulla, dimentica questo capriccio e fai una bella sorpresa alla tua ragazza. Scegli l’amore, lascia perdere le tentazioni

  3. Il consiglio del tuo secondo amico è qualcosa di abominevole XD
    “se si stà con una persona da tanto tempo in teoria si dovrebbe a amare solo quella e non è del tutto normale innamorarsi di altre”

    Direi che è proprio il contrario… Con l’avanzare del rapporto entrano in gioco l’abitudine, la monotonia e le varie paure irrazionali (paura di rimanere da solo, paura di lasciare la strada vecchia per quella nuova ecc ecc).
    Inoltre si inizia a confondere l’affetto con l’amore, anche perchè la passione di solito dura 2-3 anni.
    Un altro fattore determinante è l’età, ovviamente… quando hai iniziato questa relazione eri giovanissimo.
    In sostanza è del tutto normale quello che ti succede.

    Anche il consiglio di marco ha poco senso secondo me (almeno per come lo ha posto)
    “Tieni però presente che con la tua ragazza ci stai bene”
    Non si sta con una persona perchè “ci stai bene”. Ti deve piacere, dare emozioni

    “Se non ti manca nulla”
    Un rapporto di convenienza? XD

    ” Scegli l’amore”
    Questo lo può sapere solo lui.

    Ora passiamo a ciò che dovresti fare.
    Hai due opzioni:
    La lasci morire o la coltivi.

    Il mio consiglio è di provarci, così puoi sapere ciò che realmente provi.
    Ogni volta che la vedi aumenta l’interazione (verbale/fisica) e vedi come reagisce.
    In pratica devi flirtare. Non verbalizzare nulla a parole (dichiarazioni, interesse ecc)
    Se vedi che c’è la possibilità, chiedile di uscire (magari con una scusa)

    Anche se non ci dovesse stare cerca di usare questa esperienza per capire che sentimenti provi verso la tua ragazza.

    Buona fortuna

  4. Non sono affatto d’accordo con te Stan.
    Tu dici:
    “Direi che è proprio il contrario… Con l’avanzare del rapporto entrano in gioco l’abitudine, la monotonia e le varie paure irrazionali (paura di rimanere da solo, paura di lasciare la strada vecchia per quella nuova ecc ecc).
    Inoltre si inizia a confondere l’affetto con l’amore, anche perchè la passione di solito dura 2-3 anni.”

    Detta così non vedo perchè ci sposiamo. Se la passione finisce dopo 2 o 3 anni, perchè non cambiamo partner ogni 3 anni? Io so, perchè lo so per esperienza, che se si ama veramente l’abitudine e la monotonia non arrivano così facilmente. Posso dirti che potrebbe arrivare forse dopo tanti anni, (sempre se arriva) ma è più collegata alla vita frenetica, alle bollette da pagare, ai figli e alle mille cosse da fare di cui non si ha poi tanto tempo.
    Il nostro amico qua ha 25 anni e non convive. La sua passione per la sua ragazza non dovrebbe essere arrivata nè alla monotonia nè alla paura di rimanere solo (a 25 anni?).
    Penso invece che questa passione risvegliata per la vecchia fiamma di un tempo, sia come una specie di relazione che non è stata mai nè consumata nè si è potuta sviluppare. E’ come se lui non avesse mai potuto provare una strada che lo attirava e non ha mai quindi potuto sapere dove lo avrebbe portato. L’idea che mi viene più spontanea è quella di vedere dove lo porta questa strada perchè finchè non lo farà forse non sarà mai sicuro di quella che ha preso a suo tempo e sta percorrendo ancora adesso. Ma è difficile prendere una decisione di questo genere. Significherebbe lasciare la sua ragazza. Quindi ci penserei bene. Opterei per conoscere meglio la ragazza, magari Francesco si accorge che lei non è tutto quell’oro che ricordava di conoscere. Spesso infatti nella maggior parte dei casi, è l’immaginazione che ci fa pensare che la persona desiderata sia come vorremmo fosse (quindi su questo invece sarei d’accordo con Sten nel cercare di conoscerla un po’ di più e provarci in maniera blanda per vedere come reagisce).
    E’ pur vero comunque che sono pochissime le coppie che si mettono insieme a 16 anni e resistono e finiscono con un “finchè morte non ci separi”.
    In ogni caso auguro a Francesco di trovare la strada giusta per lui.

    • mmmm non conosco la tua età ma forse è meglio guardare il mondo che ti sta attorno.
      O forse non ne hai avuto la possibilità?
      Bisogna ragionare più concretamente su queste cose…

      Non è più come una volta, le relazioni adolescenziali hanno vita breve… crescendo poi si cerca qualcosa di più profondo.
      La maggior parte delle persone che si trascina in relazioni pluriennali , nate in giovane età, hanno perso di vista l’amore.
      Sviluppano una malsana dipendenza affettiva. La loro felicità dipende da quella del partner. Hanno pochi amici (o nessuno) e scarsi interessi personali.

      • Guarda che io il mondo l’ho visto da tante angolazioni e di età ne ho parecchia.
        Non capisco che vuoi dire. Ho già detto nella fine dell’intervento che le relazioni cominciate in così giovane età raramente sono definitive. Hai ribadito la stessa cosa mi sembra.
        Mentre invece non ero d’accordo su questa cosa della passione che si esaurisce in tre anni. Capisco che oggi i giovani non siano destinati ad avere amori a lungo termine come ai miei tempi, ma se dovessimo dar retta a te, ogni tre anni dovremmo cambiare partner, perché (sempre secondo te) quello che prima era amore di sicuro diventa affetto. Ora anche Marco mi sembra che sia d’accordo con me.
        Non mi trovo d’accordo nemmeno nella tua visione di amore adolescenziale, a parte il fatto che di solito non è destinata a durare per sempre. I giovani d’oggi gli interessi li hanno, hanno parecchi amici, e non hanno dipendenza affettiva come dici tu. Posso dirlo perché ho un figlio di 18 anni e a parte l’esperienza con lui, la vedo anche attraverso i suoi amici e quelli che hanno la stessa ragazza già da alcuni anni. Insomma non si può far di tutta erba un fascio, e quindi forse alcuni saranno come dici tu, ma altri no.

        • eeeeh direi che sei della vecchia guardia.
          Beh oltre che a vederla esternamente, hai anche una realtà un po’ ristretta da osservare. (figlio e amici)
          Io ho 25 anni e mi sono spostato altrove per fare l’università.
          Ci vivo in queste situazioni.

          Io non ho parlato di adolescenti. Ma di gente che trascina una relazione, nata presto, per molti anni. Quindi quando iniziano ad entrare in gioco i fattori negativi oramai si parla di uomini maturi.
          Ho estremizzato un po’ troppo la cosa, ma il succo è quello.

          Comunque sei grandicella per credere ancora nei buoni sentimenti 😀

        • Allora la società moderna di oggi è basata sull’egoismo, l’egocentrismo, e il narcisismo. In una società così di posto per l’amore ce n’è ben poco e per questo molte storie sono purtroppo destinate a finire presto o si trascinano per paura della solitudine. L’amore quello vero, bè l’ho provato io e forse lo ha provato qualcuno “grandicello” come dici tu, ai miei tempi. Comunque penso che ancora qualcuno che abbia ancora dei sani sentimenti o principi ci sarà e lo stesso Francesco e Marco me lo hanno confermato. Ho già suggerito a Francesco che se non ha benedetto questa ragazza quando a suo tempo lo ha rifiutato perché per questo motivo ha incontrato la sua attuale ragazza qualche motivo ci sarà.
          Comunque hai detto bene la paura della solitudine non è per i 25 anni ma per le persone un pochino più mature. Ma qui si parlava di Francesco un ragazzo giovane con la vita davanti. Può ancora rischiare, può ancora decidere per il suo destino. Personalmente credo che né la ragazza attuale, né quella che ritrovato siano la persona che sarà per un po’ quella più definitiva nella sua vita, ma questo con sicurezza potrà saperlo solo lui.

        • Ah in ogni caso se io sono troppo in là con gli anni per credere ancora nei buoni sentimenti, tu sei troppo giovane per aver davvero un bel bagaglio di esperienza e di vita. Insomma forse la verità è nel mezzo, ma comunque davvero solo perché l’ha detto qualche scienziato che dopo tre anni la passione finisce non è detto che sia vero. Io per esperienza personale posso dire che non è vero. E se vogliamo dirla tutta gli scienziati di oggi potrebbero essere gli stregoni di domani visti dai noi del futuro. In ogni caso se oggi in alcuni la passione dopo tre anni finisce non è perché sia fisiologica, ma è perché sono la superficialità e l’egoismo che caratterizzano i nostri rapporti con l’altro sesso.

  5. Ma caro Sten, Daniela ha risposto per me (cfr cambiamo partner ogni 2 anni). Circa il flirtare, posso concordare con te a patto che si lasci il partner. Mi sovviene il dubbio che tu non abbia amato. Se amo la mia compagna, le tentazioni muoiono sul nascere nel giro di 2-3gg, e spesso si trasformano in spunti che portano a gesti che ravvivano il rapporto (da cui il mio consiglio di fare una sorpresa alla fidanzata, magari una cena, o un week in una spa ecc). Il tentativo di capire meglio va fatto verso la partner, non verso la tentazione. Se si arriva al punto di voler flirtare con la tentazione, allora vuol dire che dentro sappiamo che con la partner e’ finita, e quindi chi e’ uomo con la U lascia la compagna indipendentemente da come va il flirt. Ecco vedi sten, le persone non sono oggetti che rispondono a principi di convenienza economica. Ti auguro che la tua compagna, ogni volta che sarà attratta da qualcuno, ci flirta per capire se conviene… come al banco ortaggi del supermercato. Onestamente trovo abominevole il tuo consiglio, ecco! Spesso le tentazioni sono delle grandi illusioni, nelle quali si vede chissà cosa, donne bellissime che dopo tre scopa*e ti rendi conto che hanno 3000 difetti estetici, che hanno una voce insopportabile, che hanno un modo si ragionare che ti urta, ecc. Tentazioni. Nulla di più! Voglia di sentirsi ancora attraenti e capaci. Quando non sono tentazioni, ma colpi di fulmine, amori attesi da una vita, manco ci si pone l’interrogativo: ci si butta a capofitto come se non co fosse un domani.

  6. Salve a tutti e grazie per il tempo che mi avete dedicato! Purtroppo o per fortuna mi rivedo molto nelle parole di Daniela che penso abbia preso in pieno i miei sentimenti e da dove provengono.
    Nella storia mi sono dimenticati di dire che la ragazza, dopo avermi detto finita la relazione con il suo ragazzo sarebbe venuta da me, appena si è lasciata ne ha trovato un altro dopo circa 5 giorni e ovviamente non è passata da me! Quindi questa cosa secondo me non mi è mai andata giù e ho paura che questo ritorno di fiamma sia dovuto anche al non aver mai digerito questa cosa! E che quindi ora abbia il desiderio di provare una strada che non mi è stato permesso di percorrere.
    Comunque avete ragione nel dire che dovrei provare a conoscerla per rendermi veramente conto di cosa provo. Il problema è che anche quelle volte che la vedo parliamo e chiacchieriamo tranquillamente e io guardo lei di nascosto e anche lei l ho beccata più di una volta che mi guarda di nascosto e appena mi giro magri mi fissa un secondo poi distoglie lo sguardo. Per farvi un esempio in settimana sono andato a cena con i miei ex colleghi e ovviamente lei era lì e siccome io mi diletto con giochi di prestigio con le carte lei ha iniziato a farmi foto e video ma non essendo scemo io vedevo che le foto me le faceva anche quando non mi stavo esibendo e sono questi suoi comportamenti che mi spingono ad essere più interessato!
    E sul fatto di conoscerla meglio il mio è un fattore psicologico! Mi spiego meglio: ogni volta che la vedo vorrei chiederle qualche cosa per vedere come si comporta se le fa piacere la mia presenza parlare con me ecc ecc.. il problema è che mi metto nei panni della mia ragazza che se venisse a sapere che io “ci provo” con questo altra ragazza penso potrebbe sentirsi giustamente presa per il c…. tra l altra ovviamente loro due non si sopportano moltissimo a dire la verità quindi! Cioè io appena vorrei domandare qualsiasi cosa penso a come mi sentirei io se la mia ragazza facesse la stessa cosa e allora mi blocco perché io sono uno che pensa sempre di non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te…

    • Per me un uomo che “tiene in mano” per capire se l’altra ci sta, non e’ un uomo. Punto. Se mi sento attratto da un altra, io inizio a pormi interrogativi sulla mia storia, cerco di capire cosa manca e che margini ci sono per “togliere gli strati di monotonia”. Volete mettervi nella testa che l’atteggiamento più squalificante per uomo o donna che sia e’ proprio vivere l’amore come una “bilancia della convenienza”??? Quindi ogni volta che si prova un’attrazione bisogna fare il discorso “mo ci provo, vedo se conviene, se si lascio, se no torno all’ovile come se nulla fosse successo”. Mah! Prendete in giro voi stessi prim’ancora che il partner.

      • “Se mi sento attratto da un altra, io inizio a pormi interrogativi sulla mia storia”

        Amico, siamo esseri umani. è normale provare attrazione per altre persone al di fuori del partner.

  7. Francesco, trovo lodevole (e anche di Marco) che ci siano ancora ragazzi che hanno dei sani principi. In un periodo dove ognuno pensa solo a se stesso sentire che qualcuno ancora segua il dettame di non fare agli altri quel che non vorresti essere fatto a te, è veramente meritorio.
    Detto questo e alla luce di quel che hai aggiunto, cioè che lei avrebbe dovuto mettersi con te, dopo essersi lasciata con il fidanzato, ma si mise con un altro, ho proprio la sensazione che sia lo smacco a non essere stato digerito. Questa ragazza ti ha illuso, ti ha fatto capire che le piacevi, e invece se è messa con un altro. Una strada quindi che non hai potuto percorrere, perché rifiutato.
    Devo dire che normalmente dopo 9 anni, anche se è stata una cosa che ti ha fatto soffrire, non dovresti pensarci più. Se tu fossi innamorato perso della tua ragazza, avresti dovuto benedire il fatto che la tipa di adesso non ti avesse scelto, perché fu a causa sua che tu hai avuto la possibilità di metterti con la meravigliosa ragazza con cui stai ora.
    Quindi chiediti perché non ti è venuto questo pensiero in testa. Oppure domandati se piacere a questa ragazza ritrovata non sia una sorta di rivalsa al fatto che a suo tempo lei non ti avesse scelto.
    Insomma io credo che se ti analizzi bene e ci perdi tempo a riflettere, tu riuscirai a scoprire se c’è qualcosa che non va con la tua ragazza storica. Con quella vecchia avevo suggerito non di flirtare, ma di conoscerla meglio (anche se capisco che è difficile non flirtare o non sentirsi in colpa) perché sono passati 9 anni. Le persone in 9 anni cambiano, a volte in peggio a volte in meglio, e tu forse non la conoscevi nemmeno allora. Forse, se ti ci fossi messo insieme a quel tempo, magari dopo tre mesi vi sareste lasciati per incompatibilità di carattere. Così invece non lo sai. Vorrei anche aggiungere che spesso le persone si idealizzano. Soprattutto in una storia come la tua, visto che lei rappresenta l’angolo cui non hai mai potuto svoltare per vedere cosa c’è dietro.
    Insomma io direi di far trascorre un po’ di tempo, perché solo riflettendo bene e vedendo dentro di te, riuscirai a capire quale delle due vuoi veramente. Ricorda che non si amano due persone contemporaneamente. Di solito o non si ama nessuna delle due o per una si prova affetto e per l’altra amore.
    Sei ancora molto giovane. Potresti volere qualcosa di diverso che non comprende né l’una né l’altra.
    Vorrei farti notare anche che hai esordito parlando della tua attuale fidanzata dicendo di lei che è “perfetta e con tutte le qualità che possono far di lei la ragazza per la vita”. Non hai detto: “Sono innamoratissimo di lei”.
    Ti racconto un aneddoto. A un mio amico cui chiesi qualcosa della sua fidanzata, lui mi rispose: “E’ la ragazza da sposare”. Non disse “è la ragazza che amo”. Non la sposò e io capii subito da quella frase che non era la donna giusta.
    Con questo non voglio influenzare il tuo giudizio, ma farti riflettere. Le qualità di una donna (o di un uomo) purtroppo non sono un deterrente per cui un ragazzo/a possa innamorarsene. Fosse così magari!

  8. Ciao a tutti ho letto molto attentamente la tua storia e devo dire che sono perfettamente d’accordo con marco e Stan. Ad una mia amica e’ successa più o meno la stessa cosa,il suo innamorato aveva una compagna con la quale conviveva da 7 anni,quando incontrava lei si creava sempre quella situazione di imbarazzo e si piacevano entrambi molto profondamente. Lui dopo 2 anni e tanti incontri ha cercato sempre di reprimere questo interesse,perche’ teneva alla sua compagna,ma dopo un po’ non c’e’ l’ha fatta piu,e si sono messi insieme, nel mentre quando era ancora con la convivente,usava termini in pubblico per descrivere la propria situazione sentimentale da far venire i brividi,considerava il suo un rapporto di MUTUO-SOSTEGNO.
    Ma come si fa a dire una cosa del genere??quasi se una persona deve stare con un’altra per pena,o sostegno. La cosa è che gli uomini non accettano il rischio, l’amore e’ rischiare, la vita è una e non si può stare con una persona a vita, solo perche’ si prova un grande affetto e immenso bene. Amare significa altro altrimenti si rischia di vivere in una costante di infelicità. A te la scelta caro Francesco.