Home / SOFFRIRE PER AMORE / Sono denunciabile per stalking?

Sono denunciabile per stalking?

Salve a tutti, desidero condividere con voi la mia storia e magari ricevere qualche vostro consiglio su come affrontare la questione.
Comincio col dirvi che si tratta di una storia gay avuta con un ragazzo di 26 anni che qui lo chiamo A, io ne ho 31.
Conosco in chat questo ragazzo, mi piace, messaggiamo un po’ per conoscerci. Mi interessava conoscerlo di persona ma ho voluto aspettare un po’ per capire che tipo era, mi turbavano molte incompatibilità caratteriali e di stile di vita. Io sono un tipo tranquillo e non amo molto le discoteche, lui é molto frizzante, ama ballare e la vita mondana. Ma nonostante ciò lo apprezzavo per questo e credevo mettesse un po” di brio alla mia vita noiosa.
Dopo un paio di mesi e messaggiate su whatsapp decisi di cedere al suo ennesimo invito ad incontrarci e ci conoscemmo.
Passammo una bellissima serata a parlare di noi per conoscerci, lui mi piaceva, era dolcissimo. Decidemmo quindi di frequentarci e dopo qualche incontro di stare assieme.
Purtroppo durante la frequentazione c’erano cose strane che capitavano ma non ci davo molto peso.
Un paio di mesi fa sono iniziate le prime crisi, lo beccai sulle chat per cercare incontri focosi e quindi decisi di lasciarlo. Purtroppo colto dalla nostalgia e dai sentimenti cedetti alla sua volontà di recuperare il rapporto.
Qualche settimana dopo parte a Roma, ed iniziò a farsi sentire di meno, a cancellarmi da Facebook e ad allontanarsi. Feci anche io lo stesso. Al suo ritorno mi scrisse chiedendomi scusa, voleva che recuperassimo il rapporto. Io ero non ero interessato e quindi non ci siamo sentiti per una settimana. Succede che lo trovo per caso in un negozio e mi chiese di vederci per chiarirci, io accettai, anche perché ero ancora molto preso da lui.
Facemmo pace e decidemmo di tornare assieme fissando dei paletti di acciaio.
Le cose andarono abbastanza bene, mi dava prova che stava cambiando e che di lui potevo fidarmi.
Purtroppo due settimane fa riparte e questa volta a milano. Nonostante tutte le promesse e le raccomandazioni dal secondo giorno cominciò a farsi sentire di meno, fino a sparire.
A sto punto ho voluto chiudere combattendo con i sentimenti e il dolore. Per quanto cercavo di fregarmene pretendevo una spiegazione a ciò che gli é successo. Quindi lo per un paio di giorni gli scrissi diversi sms, lo chiamai diverse volte, gli scrissi su Facebook ma nulla. Quindi lo lasciai perdere.
Avendo un cuore debole purtroppo gli scrissi qualche giorno più avanti qualche messaggio per invitarlo a pensarmi, a pensare a quanto soffrivo e di chiamarmi per capire cosa é successo. Ma nulla.
La mattina seguente mi arriva un messaggio che mi dice di lasciarlo stare perché adesso convive felicemente con un altro ragazzo, al prossimo messaggio mi avrebbe denunciato per stalking. Nonostante il colpo ricevuto decisi di lasciarlo perdere e andare avanti. Purtroppo qualche notte fa, in un momento di crisi, l’ennesimo, non son riuscito a trattenermi di scrivergli che sto andando avanti e che comunque, nonostante tutto ciò che mi ha combinato gli voglio bene, di non sparire dalla mia vita.
Il giorno dopo mi chiama, rispondo ciao, dal suo compagno con tono molto aggressivo mi riempie di offese e di minacce assurde. Mi ha detto che stava per andare a denunciarmi per stalking. Sinceramente sono abbastanza tranquillo con me stesso perché credo abbia avuto la stessa reazione che avrebbe chiunque al mio posto. Anche se mi sarà scappato forse qualche messaggio “fuori le regole” comunque son sicuro di non aver mai minacciato il mio ex, non é da me, buona parte dei miei messaggi erano solo mirati a farlo ragionare su ciò che mi stava facendo.
Comunque io ho registrato la sua chiamata, in caso dovessi ricevere qualche denuncia penso di potermi difendere.
Mi frullava l’idea di scrivere un messaggio finale per avvisare i due quel che volevo solo parlare in modo civile e che comunque la chiamata minatoria é stata registrata, inoltre di aprire gli occhi al mio ex per il nuovo compagno, perché per come mi stava aggredendo non mi pare molto pacifico, per giunta so che ha fatto tagliare di netto al mio ex ogni rapporto con alcune sue conoscenze.

da: Joex84

9 Commenti

  1. Joex mi dispiace tantissimo della tua situazione.
    Da una parte sono contenta che questa storia sia finita, da quello che ho letto non reputo il tuo ex una persona fedele. Persona altamente priva di rispetto. Dall’altra invece mi dispiace tantissimo per te, so cosa stai passando e la situazione non e’ facile.
    Rimani pure tranquillo, se tu non hai offeso con parole pesanti che possono essere state registrate non hai nulla da temere. Non credo che il suo compagno attuale ti denunci, il caso implica delle testimonianze vocali valide e in più’ una penale richiede anche un tot di soldi. Lui l’avrà fatto solo per spaventarti per far si che sii alla larga dal tuo ex.
    Lo so che sara’ dura per te ma credimi che una persona che ti ha trattato in questa maniera e’ meglio perderla che trovarla.
    Cerca di staccarti da loro in tutto e per tutto, continuare faresti solo del male a te stesso e basta. Lascia che vivino la loro vita….
    Tu cerca di farti forza , vedrai che incontrerai un altro ragazzo che ti amera’ e ti rispettera’ , cosa che non ha saputo fare il tuo ex .
    Ti abbraccio forte, Alena

  2. Dubito molto che tu sia denunciabile per stalking. Ricorda che molte donne che erano veramente state perseguitate da mariti/fidanzati/amanti in maniera molto più pesante pur avendo denunciato le persone, contro di loro non è stato possibile fare molto finchè le poverine non sono state ammazzate. Quindi tu, che oltretutto sei stato più che corretto, non hai proprio motivo di preoccuparti per niente.
    Ti racconterò anche un episodio che è accaduto nei nostri uffici: una collega, ritenuta l’amante, ma non era certo e io ne dubito molto, di un altro collega è stata picchiata a sangue dalla moglie e la figlia di quest’ultimo mentre lui guardava. Bè nonostante la denuncia della malcapitata con tanto di foto del pronto soccorso (e sangue che colava dei graffi sul viso), denuncia in cui c’erano il nome e cognome delle persone che l’hanno picchiata a tutt’oggi queste due pazze ancora non sono state nemmeno arrestate (e sono passati anni). Questo vuol dire che qui in Italia si può fare di tutto perché tanto non vieni arrestato…

  3. Scusa ma il tuo ex compagno, per come lo descrivi, oltre ad essersi comportato come una merda, è pure mezzo matto. È ovvio che la storia della denuncia per stalking è una cazzata per allontanarti, per cosa ti dovrebbe denunciare, per un messaggio? Lo so che è dura accettare il fatto che la persona a cui tieni è un coglione (scusa la schiettezza ma è vero), ma davvero certe persone è meglio perderle che tenersele. Pensa un pò se fosse durata di più, pensa quanto ti avrebbe fatto soffrire ancora (non che ti abbia fatto soffrire poco, poverino)! Ti auguro più fortuna la prossima volta e soprattutto di evitare sti ragazzini che a 26 anni si comportano come 15enni

    • capirai , la maggior parte dei ventiseienni sono ancora preadolescenti. Io per primo ero una capa di cacchio. Troppe menate per la testa! A LAVORARE LA TERRA!!11!!1!

  4. Salve a tutti, grazie davvero per i vostri consigli. Vi chiedo scusa se ho pubblicato due volte la stessa storia (l’altra ha il titolo Mai innamorarsi della persona sbagliata), purtroppo credevo non fosse staa pubblicata per un mio errore e l’ho riscritta.
    Comunque io ero e sono andato avanti, ma al momento che stavo riuscendo a cancellarlo dalla mente è successo che mi ha scritto un messaggio per chiedermi scusa, dicendo che è uno stronzo.
    Io l’ho ignorato, ma tra chiamate e messaggi ha voluto a tutti i costi sentirmi e chiedermi scusa. Mi ha rassicurato poi che non mi hanno denunciato e che comunque ha chiuso col suo nuovo compagno in quanto anche lui si era accorto che era molto geloso, possessivo e forse anche violento. Mi ha confermato che il tizio gli ha fatto chiudere molte sue amicizie e che provava molto fastidio anche quando riceveva una chiamata dai suoi, quindi dopo qualche giorno se n’è scappato. Con molta freddezza ho provato a farlo ragionare su cosa mi ha fatto e su quanto è immaturo, è scoppiato in lacrime, riconosceva che ha sbagliato tutto e che vorrebbe cambiare. Mi ha detto inoltre che mi vede come una guida, mi ha promesso che ascolterà i miei consigli e che molte cose cambieranno per lui. Mi ha chiesto di perdonarlo e cancellare questa brutta parentesi ma ho solo accettato di rimanere in amicizia. Purtroppo riconosco che per il bene che gli voglio, nonostante tutto, non mi va di abbandonarlo, vorrei aiutarlo a mettere un po’ di sale nella zucca.
    Sicuramente mi consiglierete di tagliare in tronco con lui e avete pienamente ragione, ma vorrei arrivare a quella meta con la coscienza che gli abbia dato qualcosa nella sua vita.

    • Che vuoi diventare, la sua mammina?! Che si assuma le responsabilità delle proprie cazzate, soffra come un cane una volta allontanato dagli amici e dalle persone importanti e che impari da sé come abbiamo fatto un po’ tutti!

  5. Joex84 come ti avevo predetto (in un commento in quell’altro post) quel ragazzo è fuggito da chi lo aveva imprigionato. Naturale che se era scappato da te (che lo trattavi bene e con rispetto), se ne andasse anche dall’altro che era super possessivo e pure violento. Da come ne parli è un ragazzetto un po’ troppo volubile e superficiale. Hai fatto bene a non rimetterti con lui. Certo se vuoi fargli un po’ da guida cercando anche di mettergli un po’ di sale nella zucca va bene, ma sei veramente anche troppo buono. L’importante comunque è non ricaderci. Sei troppo maturo per lui e davvero meriti qualcuno che sia meno testa matta. Ti auguro ogni bene possibile.

    • Grazie Daniela e Rado, effettivamente riconosco di esser stato troppo misericordioso con questa persona. In genere non sono così, ho chiuso storie e rapporti per molto meno.
      Non so cosa mi sia successo con questo ragazzo, la sensazione che mi ha sempre dato, e che mi hanno confermato amici suoi, é che le stronzate non le fa in malafede, ma spesso perché troppo ingenuo, si fida troppo facilmente di chi nemmeno conosce, quindi se uno che ha visto solo due volte nella vita gli propone di convivere con lui promettendogli un lavoro, lui accetta. Inoltre l’assidua frequenza di locali a tema lo porta ad essere molto superficiale e volubile, caratteristiche tipiche purtroppo di chi sta immerso in questi ambienti.
      Dopo l’ultima vigliaccata che mi ha combinato ho notato in lui una voglia di cambiare e di maturare. Buon per lui. Apprezzo che mi tenga come un riferimento, e su questo ci credo perché torna sempre da me, ma non posso fargli da tutore, più che qualche consiglio non posso dargli nulla.
      Grazie ancora a tutti, buone feste.
      Daniela, ricambio il tuo augurio col <3 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *