Home / PROBLEMI DI CUORE / Si può amare e non rischiare?

Si può amare e non rischiare?

Domanda forse retorica ma ne ho passate di delusioni per non temere sempre il peggio. Dopo una batosta dietro l’altra, che anche economicamente mi hanno piegato in due, trovo un’altra donna stupenda. Ci amiamo alla grande ma adesso tutte le paure passate mi assalgono. Troppe volte ho sentito parole e promesse d’amore, troppe le volte che l’amore sarebbe stato per sempre. Aspettate che mi correggo altrimenti pensate che ho avuto decine e decine di amori. Parlo di ben 4 volte, ed adesso a 47 anni, mi trovo di nuovo ad essere innamorato.

Il punto è: rischio di nuovo o meno? Ma allo stesso tempo, si può amare e non rischiare? Lei è una donna separata con un figlio, si trasferirebbe da me anche domani ma non vuole solo convivere, vuole che ci sposiamo, e qui nasce il problema. Mantengo già una moglie ed un figlio ma prima era diverso, Ho un’azienda e fino a qualche hanno fa le cose andavano bene, oggi sto raschiando il fondo, e malgrado questo non ho mai perso la dignità. Ma se mi sposo di nuovo e mi da il benservito, che faccio? Mantengo anche lei e io vado a vivere sotto i ponti?

Lo so che l’amore è l’amore, che dovrei pensare che stavolta sarà per sempre, ma sono rimasto già scottato una vota. Quindi il grande dilemma, da una parte il mio cuore innamorato che farebbe tutto per lei, dall’altra la mente razionale che mi blocca. Ed eccomi qui a scrivere ad una platea sconosciuta in attesa di conoscere e vostre impressioni sulla mia storia. Buona giornata a tutti!

da: Leo

6 Commenti

  1. I tuoi sono dubbi legittimi. Purtroppo non viviamo nel mondo delle favole dove tutto va come vogliamo noi. Fai bene ad avere paura, perchè io credo che bisogna sempre e comunque tenere i piedi per terra (per quanto poco). Innamorarsi e librarsi in un mondo fatto di rose e viole spesso non è sufficiente per sentirsi “appagati” per un periodo e poi vivere quella cocente delusione, quel dolore terribile che è il mal d’amore. Cioè, ne vale la pena? Io credo di no. Esiste un limite.
    Se ora tu hai avuto la fortuna di innamorarti di nuovo non ti dico di alzare le saracinesche e chiuderti a vita monastica, ma nemmeno di metterti le fette di prosciutto sugli occhi. Goditi la storia, ma andandoci con i piedi di piombo.
    Vedo e sento spesso di troppe, troppissime donne che partono in quarta, sposiamoci, amore mio, voglio dei figli, e poi dopo un po’…. sparisce tutto. COnfondono infatuazione con l’amore, invece io credo che dell’amore non sanno un bel niente. Lo dico da donna. Ho visto e letto di troppi bravi ragazzi che hanno sofferto e soffrono, perchè alla fine le loro fidanzate tutto a un tratto si sono rese conto di “non amare più”. Può succedere, per carità. Ma non se hai già in tasca un altro. Non se hai una concezione sbagliata dell’amore.

    Ma veniamo a te. Parli di avere un’azienda, quindi hai delle precise responsabilità, per non parlare di una ex moglie e un figlio.
    In nome di quello che hai passato, non farti prendere troppo la mano. Vivi la tua storia d’amore, ma senza impostare tutto subito sul “per sempre”. Perchè niente è per sempre. Si vive giorno per giorno, assaporando quello che ci viene dato.
    Non so da quanto stai insieme a questa donna, ma perchè intanto non iniziate una convivenza? E credo che parlarle per esporle i tuoi dubbi sia la cosa migliore per unirvi e impostare una solida relazione. Se è una donna matura (come la vostra età presuppone) capirà.
    Ma io mi sento caldamente di consigliarti di tutelarti, almeno per il momento.
    in bocca al lupo.

  2. Queste donne non le capirò mai! perché dovreste sposarvi quando già avete avuto alle spalle un altro matrimonio con figli? Perché lei non accetta la semplice convivenza? Non pensi che dietro questo si nascondano le sue vere intenzioni, cioè che se domani finisce lei si è tutelata economicamente? Io la vedo così, se si ama si ama e basta, e soprattutto dopo un matrimonio alle spalle si può convivere benissimo, poi a te la scelta..ci sei già cascato una volta, te lo perdoneresti se succedesse di nuovo?

  3. Rischia…..e falle leggere questa discussione.
    Se si spazientisce….molla; sembra esagerato ma davvero se una persona ti ama non ha senso ti metta in una condizione così rischiosa; se proprio vuole sposarti che scriviaste chiaro che nel caso di divorzio lei non sarebbe interessata al mantenimento……

  4. Sai Stefano, quando gli ho provato a dirle che bastava la convivenza lei si è stranita. Dice che non può vivere con un uomo senza sposarlo, è più forte di lei. Diciamo che lei la mette sotto un punto di vista dei “valori” della famiglia. Il punto è che non posso parlarle apertamente del discorso economico so già che mi risponderebbe. frasi come: per chi mi hai presa…oppure, allora non mi ami davvero, etc.
    Qui nasce il problema, se sono sincero inclino il nostro rapporto d’amore.
    Però i dubbi si fanno sempre più forti e credo che se capiterà di nuovo il discorso glielo dirò.

  5. amore e rischio, due parole che non dovrebbero essere accostate, dovrebbero completamente opposte, ma nella nostra società come si fa a non porsi il tuo dubbio?
    La cosa peggiore è che il dubbio è riflette le tue paure. Paura non di amare, paura di finire al lastrico! Oggi è così, se sbagli in amore ne paghi le conseguenze. Non si tratta per gli animi nobili dolo di soffrire per amore, ma di rimetterci con la propria tasca, e li son dolori.
    Io, al posto tuo, non lo farei! Se vuole convivere bene, altrimenti ognuno a casa propria!

  6. Si parla spesso di Amore , ma il significato e’ sfuggente, almeno al sottoscritto. Quindi ho cercato di guardarmi dentro e caprie cosa vuol dire. Gesù dice che dobbiamo amarci l’un l’altro. Gesu’ nel Vangelo parla in generale, del prossimo quindi questo dovrebbe andar bene per tutti i tipi di Amore possibili. Ma di che amore si tratta e dove sono i limiti? Ma se quello che dice Lui deve andar bene per tutti deve essere un amore altruista, che non vuole il possesso ma che lascia l’altro libero. La stessa liberta’ che nell’atto di creazione il Padre ci ha dato. La liberta’ di scegliere e di poter scegliere di sbagliare. e invece leggo sul giornale troppo spesso numerosi casi di violenza dentro le mura domestiche: mariti o fidanzati gelosi che uccidono o maltrattano le loro “amate”. la parola Amore è quindi troppe volte abusata. Ritengo che se si vuole amare, bisogna essere disposti anche a soffrire. Che l’amore deve essere un sentimento eterno che nulla a che vedere con i sentimenti annacquati che spingono le coppie a fare tentativi di convivenza “finchè durano”….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *