Home / RINASCERE / Riuscire ad amare di nuovo?

Riuscire ad amare di nuovo?

Buongiorno a tutti ragazzi, amici ed amiche. Quello che sto per scrivere, brevemente, è il riassunto della mia vita, degli ultimi anni. Leggendo forse, in un primo momento potrà sembrare che non centri nulla con questo forum ma vi posso assicurare che ci entra, eccome!!
Sono sempre stato un ragazzo timido, ho avuto poche esperienze, ma quelle che ho avuto sono sempre state direi di discreto livello, anche sessualmente parlando.
Fino ad arrivare ai 25 anni, quando incontro la mia attuale moglie.
Lei bellissima, desiderata e corteggiata da molti, riesco però io solo a colpirla e ad uscirci insieme.
Un paio di uscite, fino ad arrivare alla prima volta a letto insieme.
La desideravo molto, e non volevo far brutta figura, e chiaramente è successo proprio così. Nessun movimento, nulla di nulla. Figuraccia totale.
Ed io che ci tenevo così tanto a lei, ho avuto la classica ansia da prestazione.
Passano qualche giorno, nuova occasione con lei, e ancora figuraccia assoluta!!
Non potevo permettere una cosa del genere, io già ero innamoratissimo di lei e non riuscivo a dimostrarlo. Lei che pensava di non essere abbastanza attraente e così via.
Sono andato di corsa dal medico che mi ha prescritto per superare questo problema di ansia un inibitore della pde5, insomma il classico farmaco che si usa in questi casi.
E finalmente sono riuscito a far l’amore con lei, a farle vedere quanto l’amavo, ma vi dico che era tutto molto meccanico e non naturale come dovrebbe essere.
Per farla breve, vi dico che da allora, non sono più riuscito ad uscire da questo circolo vizioso. Dentro di me, sapevo e sentivo che qualcosa non andava, visite da specialisti diversi, analisi su analisi, sempre con lo stesso esito: “blocco di tipo psicologico”.
Ma io mi chiedo, quale blocco psicologico? Da allora, e sono passati 12 anni, ho provato di tutto, tutti i tipi di farmaci possibili, intrugli vari, radici di ogni tipologia, tutto quello che viene venduto in farmacia o nel web l’ho provato, e vi potrei fare nomi e dire se funzionano o meno.
Tutto questo per dirvi che quando si arriva ad un caso di disfunzione erettile anche in giovane età, difficilmente se ne viene fuori indenni. Dottori e specialisti nulla possono contro questa patologia, i farmaci certo ti aiutano, ma solo momentaneamente, appena smetti di usarli il problema si ripresenta. Infatti come vi dicevo sono 12 anni che vado avanti con i farmaci, per riuscire ad amare mia moglie e non dico una estranea, sto parlando di mia moglie la donna che mi conosce meglio di chiunque altro al mondo.
Per questo vi dicono, se tentano di propinarvi in qualunque caso, per qualunque cosa, blocco psicologico, credeteci fino ad un certo punto!!
Se dovessi fare una botta di conti, di quello che ho speso in farmaci in questi 12 anni, senza esagerare troppo, forse mi sarei comprato quasi un appartamento.
E anche se il problema trattato, è sempre più diffuso anche fra i giovani, i farmaci sono costosissimi e lo stato non ti aiuta come dovrebbe, anche se un farmaco del genere si potrebbe tranquillamente definire come un “salvavita”, o quasi almeno. Non è certo questo il forum dove polemizzare, mi sono solo lasciato andare ad uno sfogo personale.
Ragazzi, ho quasi 37 anni, e non so se potrò più riuscire ad amare in modo naturale la mia compagna.
I farmaci mi stanno rovinando la salute, lo stile di vita e così via.
Aspetto solo l’arrivo dell’andropausa. Almeno in quel caso potrò dare la colpa all’età, senza dover prendere continuamente farmaci di nascosto.
Un caro saluto a tutti

da: Anonimo79

un commento

  1. Mi spiace per la tua situazione e spero davvero che ne venga fuori ma è la TUA situazione e dire ” se tentano di propinarvi in qualunque caso, per qualunque cosa, blocco psicologico, credeteci fino ad un certo punto!!” è disinformare . In moltissimi casi si tratta davvero di problemi di quel genere e te lo dice un ipocondriaco semi pentito. Sono passato da ogni malattia e da ogni sintomo solo grazie all’autoconvinzione. La testa può giocare davvero dei brutti scherzi.
    Ad ogni modo in bocca al lupo