Home / PROBLEMI DI CUORE / Rinunciare a un amore per la distanza

Rinunciare a un amore per la distanza

Sono giorni che non faccio altro che pensare alla mia situazione e questo non fa che aggravare le mie crisi d’ansia. Sto vivendo una storia a distanza da quasi 4 mesi, io vivo in Italia lui all’estero. Dopo anni di relazione stabile e duratura ho chiuso con il mio ex perché mi sono innamorata di questa nuova persona. Ho sempre demonizzato le storie a distanza, non mi sono mai piaciute pur non avendone mai vissuta una. Finché ho incontrato “lui” che mi ha letteralmente sconvolto la vita. Non ho voluto troncare senza darci una possibilità, ma mi accorgo ogni giorno che passa che questo tipo di relazione mi sta uccidendo. Io che ero abituata a vivere la mia precedente relazione in tutta la sua quotidianità, ora mi ritrovo a dover passare le mie serate su Skype per sentirci vicino.

Facciamo di tutto per vederci, ci amiamo ma io non è così che voglio vivere un rapporto di coppia. Sto male perché sento di aver trovato la mia “persona” e non vorrei perderla. Tanto meno doverci rinunciare a causa di questa maledetta distanza. Purtroppo, per ragioni di studio, non posso trasferirmi all’estero. Viceversa, lui essendo precario in un istituto di ricerca prova in tutti i modi a tornare in Italia con risultati nulli.

L’unica sua speranza di stabilità rimane l’estero. A me tocca stare qui per altri 5 anni. Oltretutto sto soffrendo di attacchi d’ansia e questa situazione non aiuta al mio benessere psicofisico. A volte penso che dovrei chiudere questa storia. Provare a “dimenticare” e riprovare col mio ex a ricostruire la nostra storia. Con lui c’erano progetti di convivenza e vivevamo una storia stabile e concreta. Forse questa è stata solo una parentesi. Ho paura di perdere tempo dietro un’utopia. Ho bisogno di certezze, questa instabilità mi sta logorando. Ogni giorno è più pesante del precedente. Cosa devo fare?
Grazie a chiunque leggerà e risponderà.

da: Sara

3 Commenti

  1. La situazione che stai vivendo non è molto facile. Vivere una relazione a distanza non è mai molto semplice. Da una parte mi sento di consigliarti di lasciare questa relazione, ti do questo consiglio perché in realtà stai avendo attacchi di panico. Dall’altra parte invece quello che ti consiglio è di continuare questa relazione perché tu lo ami. Però è chiaro, se continua stare male non è che una unica soluzione lasciarlo e per quanto farà male all’inizio poi ti renderai conto che e stata la migliore scelta che potrei fare.

  2. Ciao Sara, io ho dovuto rinunciare ad una relazione a distanza. Io di Bologna lui di Milano, apparentemente molto vicini ma nella pratica molto lontani. Ci vedevamo quasi tutti i weekend però con il tempo la situazione è diventata impossibile da sostenere. Io volevo di più, ma c’è sempre qualche problema legato soprattutto l’aspetto economico. Così ho iniziato a minacciarlo che se le cose non fossero cambiate le situazioni sarebbe finita e purtroppo è stato così. Per quanto pensavo di amarlo una sera con le mie amiche ho conosciuto un tizio.
    All’inizio lui non era vero amore però anche lui vedeva la possibilità di uscire da questo incubo che diremo. Grazie questa relazione ho avuto la forza di lasciare il mio amore. Non è stato semplice fatto male dentro ferirlo. Ma le mie amiche avevano visto più lungo di me avevano organizzato tutto per farmi conoscere un altro ragazzo perché volevano che io smettessi di soffrire. A distanza di 2 anni non posso dirti se ho fatto la migliore scelta. Penso ancora a lui ed a volte mi manca tantissimo ma di una cosa sono sicura, non potevo vivere più così.

  3. Se c’è vero amore non esiste distanza. Si fanno salti mortali, si cambiano programmi e progetti pur di stare insieme. Quando questo non accade allora l’amore non era così forte da reggere “la distanza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *