Home / SOFFRIRE PER AMORE / Ricominciare

Ricominciare

Buongiorno a tutti. E’ la prima volta che scrivo della mia vita privata, ma ho sentito l’esigenza di raccogliere una varietà di feedback. Ho 22 anni e tante emozioni contrastanti che non riesco a gestire. Da 3 mesi si è conclusa una relazione a cui ho tenuto con tutta me stessa, dopo quasi 3 anni. Non sono stati 3 anni particolarmente tranquilli, tutt’altro! Il primo anno è stato abbastanza tranquillo, con alti e bassi, ci siamo scoperti e abbiamo imparato ad apprezzarci. Poi mi ha lasciata e per un anno e mezzo il nostro rapporto è stato ambiguo e apparentemente insensato. Diceva di non amarmi ma di non volermi allontanare. Io provavo ancora un forte sentimento, e negandolo a me stessa accettavo quella situazione pur di stare in sua compagnia. Quindi per qualche motivo non sentiva di amarmi e di voler stare con me, ma continuavo a essere la sua crocerossina di cui era molto geloso. Dico crocerossina perchè è un ragazzo con molti complessi, e molte insicurezze. O almeno io l’ho sempre giustificato così.

Razionalmente direi piuttosto che era violento, era menefreghista, totalmente preso da se stesso e dai suoi presunti problemi (ipocondria). Non piaceva a nessuno delle persone a me vicine. Dopo un anno e mezzo di questo rapporto ambiguo in cui lui mi usava per colmare i suoi vuoti, in cui riceveva avidamente senza mai dare nulla, lui mi dice di avere un’altra. Non gli piaceva davvero, ma si era stancato di me, quindi preferiva uscire con nuova gente. L’ho accettato e ho iniziato anche io a vedere gente nuova. Per una serie di motivi, la mia autostima era a pezzi, e non credevo, non riuscivo a credere di poter meritare affetto e amore. Mi sbagliavo. Un ragazzo in poco tempo mi ha dato più di quanto non avesse fatto lui in anni. E ho iniziato davvero a provare qualcosa, ma senza mai un reale coinvolgimento. Stavo sperimentando. Com’era abbastanza prevedibile ritorna in scena colui che mi aveva mollata. E’ pentito, è una persona nuova, piange e dice di non perdonarsi la sua assenza quando eravamo insieme, il suo non esserci stato per me. Dice di amarmi. E io nulla. Non riuscivo a provare più niente. Non volevo allontanarlo per rancore, semplicemente mi sentivo svuotata di tutto ciò che potevo offrirgli. Io non sentivo più di esserci. Passano 4 mesi in cui continua a cercarmi e a parlare di quanto mi ama, e io infine cedo. Cedo pensando che non mi costava nulla constatare i suoi sentimenti. Torniamo insieme, riscopro e coltivo il mio amore per lui, in modo diverso. Niente prevaricazioni, solo rispetto. Dura appena 3 mesi e poi di nuovo il distacco, gli abusi, le parole crudeli…

Va via senza dire niente, si trasferisce all’estero, inizia una relazione con la sua amica e mi scarta. Ora, inevitabilmente mi sento un fallimento. Non mi perdono una relazione così. Non mi perdono questa mancanza di rispetto nei miei confronti.Ha assorbito tutte le mie energie.La responsabilità è solo mia. Io ho accettato una persona così complicata. Non mi sneto di condannarlo, inevitabilmente ho molta rabbia nei suoi confronti, ma non sono nessuno per giudicare. So che adesso non riesco ad amarmi. Mi guardo e non mi piaccio, non riesco a portare avanti i miei progetti, mi chiudo, perdo molto tempo. E poi vivo con la frustrazione che lui sia riuscito a fare ciò che io vorrei fare da quando ho finito il liceo: vivere all’estero. E vedo lui che va avanti e io ce rimango indietro. I risultati che otteniamo ogni giorno hanno un valore assai relativo. La gente di me dice costantemente che ho tantissime potenzialità. Eppure io non vedo niente. Studio Biotecnologie con profitto (almeno prima di avere questa crisi interiore), lavoro in teatro e studio recitazione, leggo, ho conseguito un master in formazione e PNL a soli 19 anni, sono di bella presenza e mi chiedono spesso di fare la fotomodella… Sto elencando queste cose non per vanto, ma perché è ciò che la gente mi ripete. Dovrebbero essere spunti per sentirmi meglio? Ma senza il mio dannatissimo equilibrio interiore, senza la sensazione di amarmi pienamente, nulla ha valore. Scusate la filippica. Ho molto divagato. E’ stato d’aiuto scrivere.

da: Emi

5 Commenti

  1. ciao Emi, proprio questa mattina ho scoperto questo sito ed ho scritto la mia storia complicata….in attesa che la mia venga pubblicata, ho letto la tua e mi sento di risponderti! Da quello che hai scritto, posso solo dirti che sicuramente come in tanti ti hanno già ripetuto, tu vali e anche molto! Non buttarti giù, hai semplicemente dedicato tutta te stessa ad una persona che non vale e non varrà mai nulla, e ti sei per questo fatta ingannare da lui! Guarda io ho 35 anni, e tutte le volte mi sono sempre fatto fregare in questo modo. Un po’ sono migliorato negli anni, mi sono leggermente “inacidito”, ma purtroppo le persone buone, come lo sei anche tu, sono destinate a soffrire più degli altri….Fatti forza e coraggio, vedrai che arriverà anche il tuo momento! un abbraccio e tanti auguri di buona pasqua!

  2. Ciao Emy, alcuni errori possono frantumarci l’autostima, farci credere di non valere nulla, non farci più provare i piaceri dela vita, ma senza accorgercene ci stanno cambiando per diventare una persona nuova.
    E’ così che ti sentirai un giorno, inaspettatamente ti sentirai diversa, migliore, più sicura. Tutto riacquisterà significato e colore.
    Devi dare tempo al tempo…e per favore, camcella il tuo ex una volta per sempre dalla tua vita.

  3. Sono molto felice di aver ricevuto le vostre risposte. Sono molto sensibile e cerco di capire sempre cosa spinge qualcuno a comportarsi in un determinato modo. Non mi sento di dire che è una persona orribile, ma si è comportato in modo orribile, proprio con me che gli davo amore senza pretese. Ho molto fiducia nell’importanza di questo momento buio. Questo crollo che ho avuto sarà sicuramente utile a stare meglio con me stessa. Un rapporto del genere mi fa capire molto di me. Ho scoperto che inconsciamente non credo di meritare amore (molto grave), ho scoperto che mi nascondevo dietro una figura per sfuggire a me stessa.. Adesso sono sola con me stessa. Non mi sento una persona delusa dall’amore. Mi sento una persona che deve imparare tanto, che deve amarsi a prescindere. Voglio sentirmi piena semplicemente apprezzando tutto ciò che mi circonda. Per adesso è difficile, mi manca le energie e ci sono molti alti e bassi. Avere il conforto di persone che non conosco è bellissimo, e lo sto sperimentando ora. Tutti hanno qualcosa da dare, da condividere. Credo nella bellezza del mondo e delle persone. Grazie.

  4. Ricominciare è la parola più giusta in questo caso. Sei incappata in un tipo che non faceva per te, conosci la PNL, io la Legge D’attrazione, e posso dirti che in qualche modo lo hai attratto tu questo ragazzo nella tua vita. Sicuramente inconsapevolmente, eppure è così.
    Allora dovresti chiederti perchè? Perchè un ragazzo che chiaramente non ti meritava è entrato nella tua vita? Perchè ci sei tornata quando tutto era finito? Quale parte di te non poteva fare a meno di lui?
    E’ importante comprendere questo, affinché tu non ripeta l’errore in futuro.
    In bocca al lupo e Buona Pasqua!

  5. Emi, le tue conclusioni dimostrano la tua maturità. Hai 22 anni, sei quindi molto giovane, ma di sicuro supererai questi alti e bassi e riuscirai a sentirti bene e meritevole d’amore. La penso come te, il mondo e le persone sono meravigliose, ma prima di tutto veniamo noi, il nostro modo di percepirci e di sentirci bene con noi stessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *