Home / AMORE FINITO / Perché non Riesco a Lasciarlo?

Perché non Riesco a Lasciarlo?

Ci conosciamo da 7 anni e da 3 conviviamo, è stato lui il mio primo e grande amore. All’inizio tutto bello, anche le nostre discussioni erano divertenti e finivamo sempre a far pace a letto.

Ma da un anno non è più come prima, le nostre discussioni sono piene di odio e di rinfacciamenti. Da un po’ ormai non parliamo nemmeno più, ci conosciamo talmente bene che sia io che lui sappiamo cosa risponderemo alle nostre domande. Mi chiedo perché non riesco a lasciarlo?
All’inizio c0era un’attrazione incredibile, non potevamo vivere senza stare insieme ed adesso stiamo bene solo quando stiamo lontani l’uno con l’atro.
Stiamo sempre zitti. é come se ci fossimo stancati, ma andiamo avanti per inerzia e non abbiamo il coraggio di dircelo, o meglio io non ho il coraggio! Io non riesco a lasciarlo perché ho paura di stare male dopo senza lui, che per me è un punto fisso.
Lui me l’ha detto- siamo realisti, non ce più nulla tra noi, perchè stiamo andando avanti? Per abitudine? L’unica soluzione è lasciarci!
E allora finalmente avevo trovato la forza di lasciarlo e sono tornata a vivere dai miei due mesi fa.
Ma poi sembrava fosse successo qualcosa in lui, mi ha supplicato di tornare, mi ha impietosito, piangeva, mi ha riempito di attenzioni così sono tornata da lui ed almeno per il primo mese siamo stati divinamente.
Poi, come se tutta l’energia si fosse esaurita è tornato ad essere quello di sempre e tutto è tornato di nuovo ad essere grigio.
Adesso non so più che cosa fare, avrei voglia solo di scappare lontano, via da tutto e tutti.
Devo liberarmi di quella persona vuota e triste che è diventata.
Devo tornare ad essere la ragazza spensierata, libera e felice che ero prima di conoscerlo, anche non ricordo più come ci si senta ad essere davvero liberi.
Ma nonostante tutto c’è un leggero filo invisibile che ancorami tiene legata a lui e non riesco a liberarmene.
Continuo quindi a torturarmi, a chiedermi perché non riesco a lasciarlo. Vorrei tanto sapere quale sia la giusta cosa da fare ma la prima a non saperlo sono proprio io

Da: Lory

7 Commenti

  1. Ho visto un film, Le ali della libertà, dove tra i due c’è un dialogo molto significativo. Se clicchi su questo link capirai di cosa sto parlando.
    http://www.youtube.com/watch?v=USKxQFQsCLg&feature=related
    Sai Lory, siamo spesso combattuti su quale sia la giusta cosa da fare, non è mai facile decidere se lasciare o meno, soprattutto nel tuo caso dove lui è stato il tuo unico uomo.
    In bocca al lupo

  2. Lory, la dura verità è quella che sai dentro di te. la storia è finita e se continui così ti farai solo del male, e lo farai anche a lui perchè i sentimenti che vi legavano adesso non ci sono più.
    Devi essere forte e prendere la decisione di lasciarlo definitivamente. Scusa se sono cruda, ma io la vedo così.

  3. Se posso esserti di sollievo posso solo dirti che vivo la tua stessa situazione.Ho una storia da 5 anni. Una sorta di convivenza. Sono sempre stata in secondo piano, sempre scontata, sempre io che sbagliavo. All’inizio tanti complimenti, attenzioni, sorprese ed adesso nemmeno…ma che sei carina. Negli ultimi tempi ogni cosa che non andava era colpa mia ma io ho resistito perché mi sentivo davvero innamorata.
    Finché due mesi fa ho conosciuto a lavoro una persona che si è interessata a me e mi ha saputo dimostrare di tenerci davvero. Non è successo nulla tra noi..ancora. Mi piace parlare con lui ma non so se è amore. Solo che quando la vedo a lavoro non capisco più niente.
    Sono terribilmente confusa. Ho sempre pensato che mi sarei sposata con il mio ragazzo, ma ora non so più se lo amo. Non so come andrà a finire, però il nuovo ragazzo mi ha aperto un nuovo mondo, ma non lo conosco bene e non vorrei si rivelasse un falso.

    • praticamente stai dicendo che adesso che c’è un altro trovi la forza di lasciarlo viceversa non lo avresti fatto.
      Ma sei sicura che invece tutti i difetti del tuo ragazzo sono usciti fuori da quando ti piace un altro?
      Dici che sto tizio ci tiene davvero ma non sai se poi è un falso. Brava, cerca di capirlo, cornifica x qualche tempo il tuo ragazzo finchè non ne sarai sicura e poi quando lo lascerai ricordagli…che lui…è un stronzo che ti ha trattato male. Ma si può essere davvero così falsi?
      A questo punto non ci capisco più niente!

  4. ciao
    io non so se voglio lasciare mio maritoagioni?
    cmq so che un giono sì e uno no..sembra che io abbia deciso di lasciarlo
    cmq..sn molto infelice
    le ragioni?e chi lesa
    sarebbero tante..15 anni,un figlio..tanti ostacoli x noi…tante cose brutte dette,tanto rancore..bo
    non si finisce nemmeno oiu a letto x far pace,se non qualche volta
    sto malissimo e cerco conforto

  5. Stessa situazione. Convivo da 3 anni e rotti, quando avevo 16 anni stavo con un ragazzo gelosissimo che non mi lasciava uscire (se mi si abbassavano i pantaloni a scoprire un po’ il sedere quando eravamo IN CASA diceva che dovevo coprirmi xke mio padre e mio fratello potevano vedere). Quando ho conosciuto il mio attuale ragazzo glie l’ho raccontato e gli ho detto che odiavo la gelosia restrittiva e lui mi ha risposto che potevo uscire quando volevo con lui, che non era come il mio ex e che lui era geloso solo se andavo in discoteca senza di lui, cosa che x me andava bene siccome, nonostante la fiducia, nemmeno a me farebbe piacere saperlo in discoteca senza di me. Andando avanti era geloso ma in modo normale ma ora dopo 3 anni mi fa scenate se gli dico che vado dal tabacchino. O andiamo insieme o va da solo ma io da sola non posso..e ovviamente se io resto a casa si fa le paranoie che mi sento con chissà chi via telefono. Solitamente sento o mia madre ovina mia amica, l’unica che mi è rimasta visto che ho perso i contatti con tutti i miei amici da quando sto con lui. Siccome siamo nella stessa situazione mi sin fatta le stesse domande e non so cosa fare. Senza di lui sto male ma con lui va male quindi x ora non faccio nulla e aspetto..ci sono delle colte che mi viene voglia di mandarlo a quel paese ma se poi fosse peggio? Senza contare che se lo lasci e poi ci ripensi non è detto che lui ti dica di si. Io ti consiglio di aspettare ancora un po’ e di fare chiarezza, prenditi tempo se ti accorgi che prorpio non ha senso allora è meglio chiudere senno non rischiare di perdere una persona cosi importante.

  6. Oh ragazze ma quale persona importante??? Ma vi rileggete dopo aver scritto? Cosa c’è di peggio che stare con una persona che vi rende infelici? La solitudine di certo è meglio che stare con persone di questo genere.
    Rispondo prima a Lory.
    Cara Lory se ti sei accorta del collega è solo perché non provi più amore per il tuo attuale compagno. Altrimenti non ti saresti guardata intorno. Che il collega sia la persona adatta o no poco importa (se sono rose fioriranno). La questione importante è che bisogna prendere una decisione e non rimanere stabili in balia del vento. Lory sei una persona che ha il libero arbitrio non una che subisce le scelte di altri. Se quest’uomo con cui stai non va più bene te ne devi andare e devi fare ciò che hai fatto a suo tempo: cioè andare via di casa. Sarà doloroso ma è necessario. Lo stesso tuo compagno aveva detto che tra voi non c’era più niente e ha fatto male a farti ritornare sui tuoi passi. L’abitudine non è amore e comunque non avete un futuro insieme e lo sai benissimo. E’ l’unica cosa da fare (anche per lui che sa che continuare a stare insieme non vi fa bene). Prima anche di arrivare a tradirlo che è una cosa orribile da fare a una persona con cui c’è stato qualcosa prima. Tra l’altro convivere senza amore porta a litigi terribili e odio. Chi te lo fa fare? Vai via e ricomincia a vivere (e lo farà pure lui).
    Per Elisa.
    La tua situazione è molto più brutta di quella di Lory. Il tuo fidanzato si è rivelato peggio di un talebano. Sicuro si dispiace di non poter farti andare in giro portando un burga. E siamo entrati nel 21° secolo. Ma siamo pazzi? Ti sta facendo terra bruciata intorno: non puoi uscire da sola a fare la spesa, parlare con le amiche, e da come si comporta fra poco ti vieterà pure di parlare con tua madre (sto esagerando ma potrebbe arrivare a farlo man mano che la sua malattia peggiorerà, perché se non te ne sei accorta quell’uomo è malato). Ti rendi conto che devi scappare da quella prigione al più presto? Ma vuoi continuare a vivere la tua vita con un carceriere? In carcere hanno la loro ora d’aria e sono chiusi lì dentro perché hanno fatto qualche reato, ma tu cosa hai fatto? Ribellati. Vattene e mandalo a quel paese. Un uomo che vieta la libertà alla sua donna non ama, ma vuole solo possedere. Tranquilla non sentirai mai la mancanza di una persona così. E riprenditi la tua libertà (e insieme la dignità) che è la cosa più preziosa che una persona possa avere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *