Home / PROBLEMI DI CUORE / Pausa di Riflessione
Perché da qualche mese la mia donna è cambiata fino a chiedermi una pausa di riflessione. Non riuscivo a credere alle sue parole ed ho pianto come un bambino

Pausa di Riflessione

Salve a tutti, mi complimento per il sito e mi presento. Mi chiamo Francesco, ho 43 anni, convivo con una donna che amo da morire ed ho la fortuna di avere un bellissimo figlio. Perché allora scrivo in cerca di aiuto? Perché da qualche mese la mia donna è cambiata fino a chiedermi una pausa di riflessione.

Non riuscivo a credere alle sue parole ed ho pianto come un bambino. Mi ha detto che non sa più cosa prova per me e questa pausa di riflessione le chiarirà le idee. Mi ha quindi invitato ad andare a vivere in un altro mio appartamento, altrimenti non sarebbe possibile per lei riflettere su noi due. Sono passati 15 giorni e da allora ci sono stati giorni tranquilli, giorni in cui ho solo pianto, giorni piani di speranza e notti piene di paure. Ho cercato di continuare con la mia vita, e ci sono riuscito a malapena e poi lei mi ha chiamata qualche giorno fa, ma era una chiamata solo per dirmi come sta nostro figlio e che ha ancora bisogno di tempo per riflettere. Pensavo che dopo due settimane avesse un po’ le idee chiare, invece ha detto che ci sta pensando, ed io non riesco a darmi pace. C’è un altro nella sua vita? Non lo so. Che cosa gli stia succedendo è la domanda che mi continua a rimbalzare nella mente. Come è possibile che abbia dimenticato quanto amore c’è tra noi? Come è possibile che lei sappia quanto io stia soffrendo e non venga in mio soccorso? Quanto tempo dovrò ancora aspettare?
Vorrei sapere se qualcuno di voi ha già avuto problemi come il mio, e come è finita dopo la pausa di riflessione.

Da: innamorato

4 Commenti

  1. Mi sembra di aver letto la mia storia. Mi piacerebbe dirti che tornerà ma se parlo in base alla mia esperienza la pausa di riflessione equivale a dire che è finita.
    Pensavo anche io che lui sarebbe tornato, che avrebbe sentito la mia mancanza e che prima o poi mi chiamasse per chiedermi perdono. Credo di aver sofferto per 2-3 mesi, mesi pieni di speranza e di incredulità. La verità è che mentre io soffrivo lui già aveva un’altra storia e probabilmente l’aveva già da tempo.
    Quello che avrei dovuto fare io era scappare da quel dolore subito, ma a quel tempo non ci riuscivo, era più forte di me continuare a sperare in un suo ritorno.
    Ho perso 4 mesi della mia vita soffrendo come un cane mentre lui era beatamente tra le braccia di un’altra.
    Quando una persona amata che ti dice che vuole una pausa di riflessione ti sta dicendo che è finita, solo che non ha il coraggio di dirlo. Non ha il coraggio perché dopo promesse d’amore, parole piene d’affetto non c’è la fa, è semplice. Se poi l’esperienza che farà la tua ex la porterà a comprendere che l’unico che davvero la ama sei tu, tornerà sui suoi passi!

  2. La pausa di riflessione si prende perchè probabilmente si è deciso di non continuare ma non si ha il coraggio di dirlo schiettamente. Normalmente inizia proprio così, per un certo periodo ci si comincia a comportare diversamente ma senza dire che cosa non va. Poi la doccia fredda!
    Lo so che fa male, ma nel tuo caso c’è un figlio di mezzo e questo potrebbe rappresentare l’elemento che le farà cambiare idea in futuro e tornare con te, almeno questo è ciò che ti auguro di cuore.

  3. Le donne possono amare alla follia ma quando decidono di chiudere sono davvero crudeli. La pausa di riflessione diventa quel periodo di mezzo tra la sua scelta di lasciarti ed il momento in cui ti spiattellerà in faccia ogni possibile scusa per lasciarti definitivamente.
    In questo caso più tu fai, più lei si allontana da te. Lo ha già messo in preventivo che farai di tutto per riconquistarla, quindi ti do un consiglio, non inzerbinarti, non supplicare il suo amore, perchè l’amore c’è o non c’è.
    Anzi, inizia a fare l’opposto, cioè pensa a te stesso ed a stare bene perchè lei sta facendo lo stesso in questo momento.
    Come si dice, morto un papa se ne fa un altro, avrai nuove opportunità, ma un consiglio, la prossima volta concediti ma mai in maniera totale. Dopo tante inculate ora mi concedo solo se lo meritano

  4. Ciao Francesco,
    anch’io adesso sono nella tua stessa situazione, anzi forse un passo avanti in quanto ormai siamo alle carte della separazione.
    sono sei mesi che vivo nell’inferno, ho fatto di tutto ma come hanno detto anche gli altri, il troppo fare spesso poerta ad allontanare ancora di più le persone.
    Ormai vedo solo odio, e parole cattive.
    Mi sento mortificato, fallito, ho pianto e continuo a piangere nei momenti di sconforto.
    Pero hai un figlio, attaccati a lui, fallo il centro della tua vita.

    Non so cosa accadrà in futuro ne a te ne a me ma credo in una cosa, “oggi vivi sulle azioni del passato, ma il fututo è fatto dalle azioni che farai oggi” non mollare cambia, lotta pensa positivo…
    Un abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *