Home / AMORE FINITO / Non riesco ad accettare che lui ama un’altra

Non riesco ad accettare che lui ama un’altra

E’ passato un anno da quando mi ha lasciato il mio ex ed ho saputo che sta con un’altra e che è davvero innamorato. Lo so, la mia può sembrare solo retorica e non può essere compresa, ma fino a quando sapevo che era single anche se con grande difficoltà mi sentivo tranquilla, ma adesso non riesco ad accettare che lui ama un’altra. Provo rabbia, delusione, forse anche odio, per quanto è brutto dirlo.

Mi sto facendo del male di proposito guardando le loro foto su Facebook, spero di convincermi che è finita davvero con me, ma poi c’è quella piccola convinzione che se lui sapesse ancora quanto lo amo, forse tornerebbe con me. Sto vivendo così male questa situazione, vorrei che tutto fosse diverso … ma mi sto illudendo e non riesco a guardare in faccia alla realtà!

Da: Lisa

79 Commenti

  1. So che sono passati mesi dall’ultima conversazione, ma sono nella stessa situazione e vorrei davvero sapere se alla fine questo dolore si supera…
    Mi ha lasciata dopo 4 anni e dopo neanche un mese sta già con un’altra, che fa parte del suo ambiente, associazione e mai potrà essere solo un’avventura, come tutto dimostra.

  2. Ciao, io dopo otto anni, ho rifatto l’ amore con lui, fino a pochi mesi fa neanche ci saltavano adesso mi ritrovo con le farfalle nello stomaco.
    non voglio consolare nessuno ne so cosa capiterà domani ma volevo condividere questo momento meraviglioso con voi. quando tutto sembra perso o finito succede sempre qualcosa che ribalta tutto.
    Un grande in bocca Al lupo a tutte.

  3. Lui, unico amore della mia vita; Io, un’altra delle tante fidanzate da portare a casa.
    Ho 24 anni e lui 27. Siamo stati insieme 5 anni e mezzo, ma c’è di più. Siamo già stati insieme una volta, io avevo 16 anni e lui 19; la nostra prima storia è durata 1 anno, lui ai tempi mi lasciò per un’altra ragazza con cui ha fatto una storia di un anno e qualche mese circa. Poi siamo tornati insieme; in quell’anno io non ho toccato ragazzo, perché continuavo a sentirmi con lui… Con cui a quei tempi tradì l’altra con me diverse volte.
    Cioè un gran casino, che non fa di me una gran persona… ma sono da sempre stata convinta che fosse lui la mia persona, che fosse lui a migliorarmi. Da sempre agli antipodi: io quella razionale, più riservata, chiusa, taciturna, tutta cervello (per quello che m’è rimasto…); lui quello sensibile, dolce, romantico, dalle grandi gesta e i paroloni romantici. La nostra seconda storia è finita questo luglio e io ancora adesso sento di non riuscire a uscire dall’incubo. E’ stato lui a lasciarmi, di nuovo… incerto dei suoi sentimenti, dall’oggi al domani. Ora è insieme ad un’altra, di nuovo, e questa volta purtroppo ho avuto anche il dispiacere di conoscerla. Mi lascia il 6 luglio e sta con lei dal 9 luglio… è stato lui stesso a dirmelo, per “rispetto” mio, mi ha dato delle spiegazioni… avevamo grandi progetti, per questa estate e per il futuro prossimo… si parlava di convivenza, matrimonio. Tra l’altro lui è il fratello della mia migliore amica, che si è tirata subito fuori dalla cosa, della quale sento un enorme distacco a causa della situazione orrenda. Mi manca tutto. Una persona, che mi sono accorta di aver idealizzato, che ha tradito di nuovo la mia fiducia spudoratamente, senza scrupoli; un’amica, che si è allontanata; la sua famiglia, che era la mia seconda famiglia… ad oggi non credo più che lui sia la mia persona, anche se tante volte mi chiedo cosa avrei potuto fare per non farlo andare via da me in questo modo, perché ho seguito la testa e il mio cuore ad oggi fa fatica a ricomporsi. Lo scoraggiamento è forte, come la rabbia e la delusione. Ma la cosa che più mi preoccupa è che non mi vedo tornare. Sono da sempre stata molto determinata, pretendo molto da me stessa e do sempre il massimo; ma da luglio non ci sono più. Ho poca voglia, sono svogliata, ho perso la mia bussola; il mio confidente numero uno, il mio amante, tutto… la cosa mi ha fatto così male, che gliene ho dette tante, ci sono andata giù pesante… mai successo nella mia vita. Non avrei mai pensato di poterlo odiare così; ma ho visto tutto il mio mondo, che era il suo, andare in frantumi, sparito così dall’oggi al domani. E subito mi sono vista sostituire, di nuovo, come se in me alla fine non ci fosse proprio niente di speciale, anche se a sentirlo uno non l’avrebbe mai detto… ho già letto di grandi dichiarazioni d’amore che mi hanno fatta completamente a pezzi.
    Mi chiedo: è normale che io sono ancora così ridotta come uno straccio dopo 5 mesi? Cosa posso fare per ripartire? Mi sento ferma, col cuore a pezzi e trasformata dalla testa ai piedi, ad oggi in peggio purtroppo.

    • Si, è normale che tu sia cosi ridotta, anzi non è normale che non lo sia lui.
      Il tuo dolore è comprensibile e come puoi vedere siamo in molte ad averlo provato.
      Se ci fosse un pozione magica per poter dimenticare penso la berremmo tutte quante, sarebbe fantastico, ma purtroppo nella realtà dei fatti la pozione magica siamo noi con la nostra volontà.
      So perfettamente di dare consigli che io per prima non seguo, ma ti posso dire che dopo 5 mesi dalla rottura io stavo malissimo come te, e anche ora dopo un anno non sto una meraviglia. Si alternano momenti di felicità e spensieratezza e momenti in cui ti torna una nostalgia incredibile e pensi a cosa hai fatto per meritarti tanto dolore.
      Dicono che si soffre i primi mesi e poi tutto passa.
      Forse lo dice chi non ha mai sofferto per amore.
      Non voglio scoraggiarti con questo messaggio ma solo farti capire che non sei sola e che magari starai male per un altro po’ di tempo ma alla fine ci riderai su. Tutte quante ci rideremo su. Tutte quante andremo avanti e conosceremo sicuramente un’altra persona in grado di poterci dare quello che il nostro ex non ci ha mai dato.
      Adesso si è troppo tristi per poter pensare a un futuro migliore ma stai sicura che arriverà.
      Prendi in mano la tua vita, fai cose che non hai mai fatto prima, ma non pensare a lui o alla sua nuova storia.
      Con lei è felice? E che ti frega! Era felice anche con te, e non potrai mai sapere se lo era più con te che con lei.
      Molte cose non possiamo saperle.
      Impara a vivere senza di lui, e impara ad essere completa con te stessa senza il bisogno che ci sia lui a completarti.
      La vita va avanti e tutto scorre.
      Tra qualche mese mi darai ragione.
      Ti auguro il meglio. Buona fortuna.

  4. Disperata.
    So che è passato più di un mese dall’ultmo commento in questo articolo, ma ho bisogno di aiuto, e se qualcuno potesse darmelo gliene sarei infinitamente grata.
    Vi spiego la situazione in breve. Stavo con il mio ragazzo da un anno.. Non è molto in confronto a molte altre storia.. Ma, credetemi, é stato un anno intenso. Proprio a causa dalla durata relativamente “breve” della nostra storia, eravamo ancora innamorati come se fosse stato il primo giorno (o almeno.. Io lo sono ancora). Piccolo dettaglio.. Io sono di Milano e lui é di Palermo.. Ci ha sempre fatto male questa distanza.. Ma in un modo o nell’altra l’abbiamo sempre superata. Eravamo veramente felici. Ci siamo fatti tante promesse. Frequentiamo entrambi il quinto liceo..e i piani erano davvero promettenti: a settembre lui sarebbe venuto a frequentare l’università a Milano e saremmo stati finalmente insieme.
    Accade questo.
    I miei si decidono a regalarmi un biglietto per andare a Palermo 4 giorni. Felicissimi.. Dopo tanti mesi.. Davvero appagante.
    Una settimana prima della mia partenza iniziano i problemi. Lui mi parla troppo di una sua compagna di classe.. Arriva addirittura a dirmi che durante la lezione l’ha abbracciata per riscaldarla.. Io, persona esageratamente gelosa, non ci vedo più.. Scenata di gelosia. Lui si incazza, sparisce per un giorno dicendomi che devo farmi curare.
    Torna il giorno dopo, ci calmiamo, mi dice che mi ama, che vuole me.. Mi illude un’altra volta.
    Il giorno dopo sono di nuovo gelosa. Mi netto in testa che lui vuole lei.. Anche perche lei é li con lui.
    Inizio a sbagliare.
    Inizio a dirgli che lui vuole lei.. Inizio a dirgli di dichiararsi, di andarsela a prendere. Lui non nega niente. Io impazzisco. Insisto, gli ribadisco che lui vuole lei. Mi dice “si”. Io muoio. Mi manca l’aria, rimetto. Mi sento davvero distrutta. Ora lo imploro di dirmi che non è vero.. Di dirmi che vuole me. Non lo fa. “voglio lei” é l’unica cosa che dice. Io penso davvero di morire. Lo scongiuro di stare con me, di pensare a quanto lo ho reso felice e a quanto potremo essere felici fra 3 giorni quando io andrò da lui.
    Non ne vuole sapere.
    Mi dice “devo farlo.. Preferisco essere rifiutato ma devo farlo”.
    Io sono davvero disperata.
    Fra 3 giorni ho il volo per Palermo.. E non ne sono mai stata così triste. L’ho implorato comunque di vederci.. Ma lui non ne vuole sapere. Dice che mi vuole bene, che non vuole vedermi soffrire.
    Io sto male come un cane..
    Mi mannca l’aria, il respiro.. Non dormo di notte, non mangio.. É tutto così logorante…
    Non so cosa devo fare. So di dovermelo dimenticare.. Ma veramente non ho più forze.
    Aiutatemi…

    • Elisabetta in parte ti capisco.
      Mi sono lasciata da un anno con il mio ragazzo dopo una relazione di tre anni, e lui dopo soli tre mesi si è fidanzato con un’altra. Penso potrai immaginare benissimo il mio dolore. Lo amavo alla follia e ti confesso che anche adesso lo penso spesso, penso a quanto eravamo felici insieme, era per entrambi il primo amore, litigavamo spesso ma sapevamo di essere perfetti l’uno per l’altra. Mi diceva che ero la donna della sua vita e che non avrebbe avuto senso la sua esistenza senza di me.
      Mi ricordi la mia storia perché quando lui mi lasciò all’inizio disse per i troppi litigi, in seguito disse di non amarmi più.
      Lì tutte le mie certezze erano crollate.
      Gli dissi che era impossibile, che non potevo crederci.
      Continuai a cercarlo, e dopo pochi giorni mi disse di provare interesse per un’altra persona (di cui, come te, già sospettavo).
      Ed ecco che da lì cominciò il mio calvario.
      Non mangiavo, non dormivo, non studiavo.
      In più li vedevo sempre insieme. Non nelle foto, ma proprio dal vivo. Li vedevo felici. Lui sorrideva e io invece morivo ogni giorno.
      Non posso dirti che sarà una passeggiata. Avrai i tuoi momenti di crisi, di pianti, di isolamento da tutto e da tutti. Penserai a loro insieme e la cosa ti ucciderà.
      Solo il tempo guarirà queste ferite. So che può sembrare scontata come frase, ma non c’è niente di più vero.
      Ci sarà un momento in cui lui sarà semplicemente un ricordo. Un bellissimo ricordo ma farà parte del tuo passato.
      Non pensare di non essere nessuno per lui. Questo è un errore che spesso facciamo tutti. Spesso le storie finiscono per mancanza di coraggio o semplicemente perché si decide di prendere strade più semplici.
      Se tu pensi che la vostra storia sia stata importante, lo è sia per te che per lui.
      Purtroppo gli uomini (non tutti ovviamente) hanno il vantaggio di dimenticare prima di noi, di consolarsi in fretta e di riuscire a buttarsi tra le braccia di un’altra persona. Ma ti posso assicurare che il tempo dara’ risposte anche a lui.
      Tu adesso vai avanti, esci con le amiche, fai nuove amicizie, non stalkerarlo sui social perché fidati ti faresti solo del male.
      Ritorna ad essere felice. Dobbiamo essere in grado di essere la nostra felicità. Questa non dobbiamo affidarla a nessuno. Dobbiamo essere forti da soli. Trova la forza in te stessa e vedrai che cosi facendo la tua prossima relazione avrà sicuramente un lieto fine.
      Ti abbraccio e ti auguro buona fortuna.

  5. Incontro perfetto lui mio cliente inizia a corteggiarmi e io ci sto al corteggiamento inizia a piacermi…dopo mesi di frequentazione ci fidanziamo tutto bello fino a quando non scopro che sente la sua ex e che la chiama per sapere come sarà sta come se il rapporto non fosse mai finito(l’ho saputo al tel da lei quando l’ho costretto a chiamarla davanti a me) dopo tante settimane lo perdono ma non serve a nulla!lui mi ha fatto perdere la fiducia e per di più mi dice che dovrei essere sicura di me stessa dopo che è stato lui a farmela perdere morale:l’ho lasciato nonostante lo ami ancora perché nella nostra storia ormai c’era l’ombra di questa ragazza!!!sto male perché è un non andare avanti mi sento insicura e una ragazza che deve essere paragonata sempre a qualche altra donna io vorrei essere l’unica per il mio uomo!!!consigli??

  6. Il mio cuore è a pezzi.
    3 anni. Gli ho regalato 3 anni della mia vita… 2 dei quali lui ha avuto un’altra. Ma non potevo dire niente, perché noi non stavamo insieme, non eravamo niente. E poi lei c’era da prima di me…
    Lui, l’uomo che non deve chiedere mai. Quello sempre perfetto, freddo, duro, affascinante, il classico scapolo 40enne…
    Un anno fa, circa, mi dice di aver scelto me, che lei non la vede più… ma continua a sentirla. Da brava paranoica comincio a rendergli la vita impossibile, perché volevo che smettesse anche di sentirla ma lui non voleva. “Non puoi impormi di fare qualcosa che non voglio fare!” mi rispondeva.
    In questo anno mi ha portata al mare, in montagna, in moto, all’Ikea (lontano dalla mia città), in alcuni paesi qui vicino… ma mai una volta siamo andati in giro nella nostra città. Mai. Mai una cena, una passeggiata, una birra. E se mi incontrava la sera, con gli amici, mi dava un bacio sulla guancia.
    A me però andava bene tutto! Per me lui era un dio, a letto avevamo un’intesa incredibile, mai provata in 33 anni! A me andava bene tutto.
    Ma le mie paranoie hanno preso il sopravvento. Due settimane fa decido di chiudere, tutto, basta. L’ho pure insultato, e me ne pento profondamente. Lui non fa una piega. Niente. E sparisce.
    Provo a frequentare un ragazzo più giovane di me, un ragazzo che da mesi mi veniva dietro, un ragazzo profondamente innamorato di me… ma niente, non ci riesco. Riesco ad allontanare anche l’unica persona che teneva veramente a me, che avrebbe fatto di tutto per me.
    Ieri sera impazzisco. Alle 2:30 decido di andare verso il suo ufficio, il posto dove portava me, quello che per me era il nostro posto.
    Era lì. La luce accesa di fuori, la sua macchina parcheggiata. E io lo conosco bene: non era solo.
    Fosse stato per me avrei spaccato tutto. Fortunatamente non ero sola in macchina, c’era una mia amica, altrimenti mi avrebbero probabilmente arrestata.
    Ora sono qui, a piangere da ore. A pensare che io ancora sto in questo stato mentre lui invece ha già trovato la mia sostituta… o semplicemente è tornato da quella di prima.
    Non riesco a trovare un modo per uscirne, sono senza forze. Non vedo vie d’uscita.
    Non ha mai voluto me, ora lo so. Dovrò usare quello che ho visto ieri sera come incentivo per staccarmi definitivamente e capire, una volta per tutte, che non glien’è mai fregato niente di me, di noi.
    Ma per il momento vorrei solo sparire.