Home / AMORE FINITO / Non Riesco a Dimenticare il Mio Ex

Non Riesco a Dimenticare il Mio Ex

Vi chiedo se vi è mai capitato di non riuscire a dimenticare un vecchio amore e alle volte di dover fare i conti con un po’ di nostalgia? E’ strano perché l’ho lasciato io, anche in maniera fredda (non lo meritava) ed adesso dopo 3 anni mi manca tantissimo. Ho un altro uomo adesso eppure il mio pensiero va sempre a lui, come se era lui il mio uomo che dovevo sposare. Non riesco a dimenticare il mio ex!

È una sensazione sgradevole, mi rende triste per giorni interi, perchè anche se ci sto provando con tutte le mie forze io non riesco a dimenticare il mio ex. Anche a voi dopo anni che è finita la vostra storia vi è mancato terribilmente il vostro ex? Vorrei tanto capire se quello che mi capita è normale o se invece questa mancanza significa che era lui l’uomo della mia vita.

Da: Nicoletta

16 Commenti

  1. Mi sa tanto che sei ancora innamorata di lui, o probabilmente il tuo attuale ragazzo ti sta facendo rimpiangere l’ex.
    Che vuoi farci, d’altronde lo hai lasciato tu!

  2. Sí che mi é capitato! L’ho lasciato io e sono stata per un anno e mezzo con un altro ragazzo che improvvisamente, mentre in un primo momento credevo di amare, mi rendo conto che non amo piu, e penso sempre e continuamente il mio ex. Preciso che in questo arco di tempo io e il mio ex ci siamo sentiti spessissimo… Adesso finalmente che avevo capito che era lui il mio vero grande amore e che voglio lui, sai che fa? Mi dice che ha bisogno di tempo per capire,!!! Che non é piu sicuro di amarmi…
    Ti consiglio di non fare il mio stesso errore, se ti rendi conto di amarlo ancora e sai che puoi recuperarlo, ripreditelo subito! Io sto soffrendo le pene dell’inferno!!! Prego come na pazza per trovare serenità e per riavere il suo amore come una volta! 10 anni non si dimenticano dall’oggi al domani!

  3. non si scordano nemmeno due mesi……………..io sto ancora male per la mia ex sono 4 mesi che cerco di farle capire che non sono l’uomo che si è immaginata
    ma che sono migliore.abbiamo cominciato tutti e 2 con la paura di amare ed è cominciata male.sono bloccato voglio lei non riesco a rasserenarmi sono 4 mesi che soffro da quando mi ha lasciato e non mi ha mai dato una possibilità non vuole vedermi da gennaio e ci stò da schifo lettere fiori appuntamenti mi ha detto non voglio vdederti non venire è inutile,leggendovi ho cominciato a soffrire e a pensare a lei ho lacrimato pianti di dolore,vi capisco benissimo ma quando si tratta di me mi domando ancora perchè soffro per lei?perchè la amo e si è rotto tutto x lo stupido orgoglio e paura di amare…..

  4. …e ora Faber… a distanza di mesi?…. Io sono nella tua situazione 🙁

  5. ………. da quasi 3 mesi

  6. Ho letto che il dolore per la perdita del partner è paragonabile ad un lutto. L’ho letto come consequenza dell’enorme dolore che ho provato a seguito della rottura con la mia ex fidanzata. Non credo davvero di aver mai provato un dolore così intenso, da cancellare tutto il resto, dove non c’è più nessun interesse e davvero non importa più se vivere o morire.
    Adesso, dopo due anni di distanza posso dire che tutto passa. Credo che non tutti soffrano per amore, ma oslo coloro che hanno vissuto davvero questo sentimento. Però se ne esce, non so come e ne quando, ma ad un certo punto ho iniziato a vedere la realtà da un’altra prospettiva, la vita ha ripreso vigore, un altro partner ha suscitato in me emozioni che credevo avessi cancellato dal cuore.
    Ci vuole tempo, davvero l’unica medicina in questi casi, e soprattutto bisogna fare, anche quando non si ha voglia. Fare di tutto, distrarsi, viaggiare, dipingere, sentire musica, camminare in una nuova città, fare attività fisica, oziare un intero giorno, ma fare di tutto è un ottima soluzione per smettere di soffrire per amore e ricominciare a vivere. E poi il fare ti porterà dentro nuove esperienze di vita.

    • sono 3 mesi che la mia ormai ex mi ha lasciato, ed ho provato proprio quel dolore che si puo’ paragonare ad un lutto, adesso dopo 3 mesi mi capita ancora di ripiombare in depressione/nostalgia/sensi di colpa/sconforto e non so come uscirne, mi sono rivolto persino ad uno psicologo,per capire cosa ci sia in me che non va, ma le tue parole sono quelle che piu racchiudono la soluzione a questo trauma..
      Spero con tutto il cuore di arrivare un domani ad arrivare alla serenita’ che hai tu adesso

  7. Anche io sono stata lasciata dal mio splendido ragazzo. Lo amo ancora, non riesco a dimenticarlo, fa parte della mia vita.
    Sappi che anche se tu non tornerai, io ti amerò per sempre, perchè ormai tu fai parte di me.
    TI AMO FRANCESCO…..tua Luna

  8. Entrambi 34 anni, 5 anni di relazione a distanza. Avevamo fissato le nozze tra 6 mesi. Prima mi dice che forse è meglio riflettere sulla nostra scelta, perchè non mi vede convinta (in effetti avrei preferito la convivenza). Ma quando eravamo arrivati a questa decisione io ne ero ormai convintissima ma lui ha continuato a darmi questa stupida giustificazione pur di non sposarmi. Insomma, alla fine di una serie di litigi abbiamo deciso di prenderci una pausa.
    Non l’ho sentito per un mese, poi ripresi i contatti, litigando e rinfacciandoci le peggio cose del mondo sono riuscita a perderlo: non mi vuole più, vuole stare solo, non vuole sentirmi e mi sono giocata anche la possibilità di un semplice incontro di chiarificazione. Ora non mi vuole, e non devo illudemi neppure per il futuro, perchè ora è cambiato e non vuole più una vita con me. Io sono un errore a cui avrebbe dovuto mettere rimedio almeno un paio di anni fa.
    Non è l’unica cosa che mi ha rinfacciato ma anche di averlo trattato sempre da secondo, dopo il lavoro e le mie ambizioni personali. Non lo era, ma ho sempre creduto che potesse aspettare: ero certa del nostro rapporto e della sua solidità, dunque potevo permettermi il “lusso” di realizzarmi anche in altro, certa che non lo avrei perduto.
    Sono a pezzi, peggio di così non potrei stare: non mangio, non dormo, vivo con il cuore in gola e gli scrivo in continuazione, sperando che a forza di insistere lui cambi idea, ma è evidente che non la cambierà ed io non riesco a dimenticarlo.

    • Non mollare..dai non avrebbe tutti i torti scusami, io mi metto nei suoi panni poerello…tu invece di scrivere come fanno tutti, vattelo a riprendere, come facevo io. Se vuoi qualche cosa te lo vai a prendere contano i gesti non le parole.
      Puoi dire ti amo, ma va dimostrato.

  9. @andre, difficile dimostrare ad una persona che non ti vuole più vedere ne sentire, una persona ha quando gli sei sotto casa non ti apre, che quando ti risponde al telefono sboffa, diversamente è se ti dà un piccolo spiraglio per entrare, ti dia modo di “dimostrare”, non credi?

    Tu sei andato a prendere qualcuno che voleva farsi riprendere, altrimenti puoi insistere fin che vuoi, non era amore.

  10. Pensa che io ho lasciato il mio ragazzo per colpa dei suoi…. perchè non mi volevano…. al massimo lui mi nascondeva dai suoi… e anche se l ‘altro giorno aveva reagito ma niente…più passavano i mesi più abbiamo peggiorato per la situazione e allora lo lasciato… ma sono due mesi che rimpiango e non c’è la faccio avere nuove relazioni…quando ci siamo lasciati non ci siamo più parlati ed era anche un mio amico…spesso vado nel suo profilo e vedo alcune foto di noi due…e quando le ho viste mi sono sentita veramente male..perchè lui mi ama ancora e solo che purtroppo c’è il muro che ci divide che il muro sarebbero i suoi…non so che fare…io ho provato anche ad accettare la situazione ma c’erano troppi “blocchi” per noi due….vorrei tanto andare da lui e di ritornare assieme ma dopo ho paura di soffrire ancora per la situazione….ma perchè i parenti o gli amici ecc ecc…si intromettono !?!?!? Questa cosa mi fa imbestialire a bestia ! Visto che anche loro hanno avuto delle relazioni !

  11. Nicoletta, se lo hai lasciato tu, lui deve studiare il motivo perchè lo hai lasciato. Il motivo risiede nell’uomo e non nella donna. La donna lascia l’uomo perchè percepisce che deve tradirlo, che deve dargli lezioni e l’uomo che viene tradito deve abbozzare e lasciare la porta aperta al dialogo. Il problema è solo suo ma egli non si guarda allo specchio e vive in un sistema sociale dove crede che il sistema sia pieno di amici ma il sistema lo cambia, lo modiifca e lo frega. Sta a lui capire le due facciate che lo fanno formare come uomo o che lo distruggono. Una di queste facciate ha a che fare con il rispetto degli altri e la libertà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *