Home / CRISI DI COPPIA / Mia moglie ha un calo del desiderio

Mia moglie ha un calo del desiderio

Ciao a tutti, scrivo qui sperando in un aiuto. Sono sposato da 7 anni e stiamo insieme da 11. Nell’ultimo anno ho vissuto una drastica diminuzione dei rapporti sessuali con mia moglie. Quelle poche volte sono stato sempre io a prendere l’iniziativa, lei sembra non averne più voglia. Ho pensato che può essere dovuto ad un calo del desiderio, ma le mie paure vanno oltre.

Lei è cambiata nei miei riguardi da quando ha cambiato lavoro, da quel momento ha cambiato anche look, è sempre più attenta al suo trucco, va in palestra e sinceramente tutto questo mi piace perchè è diventata più attraente, ma … non vuole più farlo con me. L’ultima volta è stato 2 mesi fa!!! Da allora trova ogni scusa possibile per non farlo. E se in realtà avesse un altro? Questa situazione mi sta stressando, ho paura che se faccio qualche facile supposizione lei prenda la palla al balzo per dirmi ciò che non vorrei mai sentire…cioè che è finita e che non mi ama più.

da: Francesco

19 Commenti

  1. Consiglio personale: stai attento alle frequentazioni di tua moglie, soprattutto alla palestra. Non essere ossessivo ma prendi le tue precauzioni, controllala e cerca un po’ di capire che succede. Un po’ di sana gelosia non fa male, anzi, proprio in assenza di gelosia del partner certe volte le persone fanno delle cavolate pazzesche…

    • Grazie Sonia, come ho risposto anche a Manu io ho paura di parlargli francamente perché la situazione è abbastanza palese, eppure stiamo fingendo di non accorgercene. Io ho timore che si stia vedendo con un altro e so che mentirebbe. So anche che alle mie richieste mi risponderebbe molto male (lei è molto diretta come donna).
      In tutto questo c’è la mia debolezza, perché so che dovrei parlargli, ma temo le conseguenze

  2. Io ti consiglio di trovare l’occasione, magari davanti all’ennesimo rifiuto di tua moglie, di parlarvi apertamente. Supporre che lei possa avere un altro e cominciare ad essere più guardingo, fidati, ti porterà a diventare paranoico. Io personalmente, nella mia situazione, quando ho fiutato che questo amico non era tale, ho voluto confrontarmi con lei. Ci stai male ugualmente, ma parallelamente hai anche un motivo che nel tempo ti aiuterà a risalire dal baratro in cui se dovesse essere tutto vero, cadrai. In bocca al lupo, chiaro che ti auguro sia solo un momento passeggero

  3. Esperienza personale, che ovviamente non vale per tutti: dopo anni di matrimonio mi è passata completamente la voglia di farlo con mio marito. Non perché avessi un altro, ma i problemi che abbiamo dovuto affrontare mi han fatto vedere cose di lui che mi han fatto perdere stima e allontanare, pensavo fosse solo un momento transitorio. Ma così non è stato. Ti consiglio di parlarle, nel mio caso non ne abbiamo mai parlato vuoi per la mia paura che non capisse, vuoi per la sua incapacità di mettersi in discussione e siamo arrivati al limite. È andata a finire che ognuno ha preso la propria strada.

    • Grazie del tuo commento Manu, il problema è che ho paura. Forse lei sta aspettando questo momento proprio per dirmi che non funziona più tra di noi

  4. Francesco, io credo sinceramente che in lei ci sia qualcosa che non vada. Una donna può avere un calo del desiderio, anche un calo brusco, che può dipendere da mille fattori. Però in quel caso non si fa bella, non si trucca, non va in palestra… Lo so che sono l’ultima persona al mondo che può dare consigli sentimentali, perchè anche io sono in crisi, in una profonda crisi, perchè sto tradendo il mio uomo. Però tu cerca di non essere come lui: non darle vinte tutte alla tua donna, non berti tutte le spiegazioni superficiali che lei ti somministra, sii geloso, sii guardingo, e soprattutto parlale. Non aver paura di una sua risposta, perchè molte volte, quando i nostri partner non ci fanno mai domande, è proprio allora che una donna inizia a fantasticare, a inseguire sensazioni ed emozioni, a tradire. Cerca di non essere paranoico, ma stai attento. E soprattutto non avere timore di indagare, altrimenti comunque questa storia finisce così

    • X SONIA
      Cara Sonia, per mia esperienza personale, sono sempre stato molto geloso, attento ai particolari, ho sempre indagato senza essere però paranoico e tutte le volte sono sempre stato tradito, e di conseguenza preso in giro. Proprio in questo caso ti accorgi di quanto sia volubile l’animo femminile. A voi non ve ne frega niente se il vostro uomo vi apprezza, vi corteggio anche dopo tanti anni di fidanzamento o di matrimonio. A voi, piace il “nuovo”, vi piace il brivido della caccia molto di più che a noi uomini. Se vi mettete in testa di tradire, tradirete sempre e comunque anche se il vostro uomo vi parla e vi fa capire di essersi accorto di qualcosa. Mi spiace essere così diretto, ma i fatti parlano da soli. Ora sono sposato, non da molto, da un paio di anni e mi sto accorgendo che al 99% mia moglie ha una relazione fuori casa. Non mi cerca più, se la cerco io al 99% delle volte mi rifiuta oppure cerca di incolpare me supponendo che sia IO ad avere una relazione extraconiugale. Tutto questo addirittura mi ha portato a numerosi episodi di disfunzione erettile anche a soli 36 anni. E’ chiaro che prove non ne ho, ma ho smesso anche di cercarle. Tanto sono dell’idea che quando una donna si mette in testa di essere troia lo sarà sempre e comunque, pur sapendo di sbagliare e pur sapendo che con il suo comportamento ferirà molte persone. Ho letto molte storie di questo forum, e la maggior parte parlano di donne che tradiscono!! Per questo, ancora una volte ti dico che i fatti parlano da soli. Tu stessa stai ammettendo di tradire il tuo uomo e per quanto lui possa averti fatto male, questo non e’ un buon motivo per tradire. E’ invece un buon motivo per lasciarlo eventualmente, in modo che capisca di aver sbagliato e di averti persa per sempre.
      un caro saluto ed in bocca al lupo per tutto

      • Ciao Davide, mi dispiace per le tue disavventure, però credo che dovresti farti anche tu un esame di coscienza.
        Pensi che se una donna vuole tradire lo farà fregandosene di tutto e tutti, ma ti sbagli.
        Chi tradisce…tradisce soprattutto se stesso. Sarà costretto a mentire, fingere ma credimi, ci sono sempre i rimorsi di coscienza. Ma non fare differenze di sesso, questo capita sia per uomini che per donne.
        Nel tuo caso però, se le tue donne sono portate al tradimento, non è perché tu non ti consideri degno d’amore? Forse hai problemi di autostima?
        Forse pensi che tua moglie ti tradisca, ma forse è solo una tua paranoia?

      • X DAVIDE E FRANCESCO

        No, Davide, il mio uomo non mi sta facendo nulla di male, sono io che sto facendo del male a lui. Ho raccontato la mia storia a questo forum, quindi se vuoi la puoi leggere. Infatti ho premesso che sono l’ultima persona al mondo in grado di dare consigli.

        Per Francesco: se hai paura di chiedere, perchè il solo fatto di chiedere ti fa avere la certezza di averla persa, allora di fatto hai già perso. Il timore reverenziale nei confronti del partner significa che tu sai già che lei ti sta mentendo. Il mio fidanzato ha fatto per mesi così con me, e mi stava perdendo: mi schivava, mi ignorava, mi ignorava quando io mi facevo bella per andare a incontrare un altro, mi ignorava quando per ore non gli rispondevo al telefono, quando lo riempivo di bugie. Ora io lo so che la colpa è mia, ma se lui non avesse fatto così, forse io non sarei arrivata al punto in cui ero arrivata. E in cui purtroppo sono tornata

      • ciao Sonia, come vedi siamo ritornati al punto. STai ammettendo di essere tu a fare del male a lui e naturalmente…..naturalmente la colpa è del tuo lui che ti ignorava e ti schivava….posso garantirti che saresti finita con l’altro anche se il tuo lui fosse stato più geloso. Purtroppo è così, è matematico, è come una equazione: invertendo l’ordine dei fattori, il risultando non cambia!!

      • Sono d’accordo e vorrei aggiungere che quando un uomo ha il solo sospetto che la sua compagna lo stia tradendo o che pensi ad unun’altro scatta una cosa strana, senti quella tua metà come “sporca ” nel senso che non rieci nemmeno a sfiorarla la eviti come se fosse contagiosa non so spiegare bene perché ma fa questo effetto.

      • Davide, io penso che la tua posizione, come molte di quelle degli utenti di questo forum, dipenda dal fatto che voi non vi concentriate sul dare un consiglio alle persone, ma vogliate solo raccontare la vostra storia in cerca di solidarietà. Ho premesso che non sono la persona adatta a dare consigli a Francesco, ho premesso che la colpa dei miei tradimenti è solo mia, ma, nonostante ciò, tu mi attacchi. Io cerco di dare consigli, cerco di fare capire a Francesco come una donna si sente quando ha accanto un partner ridotto a uno zerbino… Poi non mi piace generalizzare, e non mi piace avere a che fare con persone che generalizzano sempre

      • Sonia ti prego, ha fatto bene a scrivarti allora e probabilmente se sapesse la verità ti caccerebbe anche di casa…. Non addossate agli altri colpe vostre, chi tradisce è chiaro che lo fa perchè qualcosa nel rapporto si è rotto, per colpa di entrambi, ma prima di tradire forse è il caso di parlarne… Ho preso sempre le tue parti, capisco che anche tu possa soffrire, ma non eccedere nel girare sugli altri le tue colpe

      • No, Alberto, non addosso a nessuno le mie colpe, sono solo le mie… Dico soltanto che se un uomo si riduce così, a non guardare in faccia la verità, ha già perso la partita. Il caso di Francesco mi ha fatto pensare, e ho ritenuto che era il caso di scrivergli qualcosa. Vorrei, con tutti i miei errori e le mie colpe, aiutarlo. Tutto qui

      • ciao Isa, il tuo punto di vista mi ha molto colpito. Io credo però che chi tradisce la coscienza non ce l’ha, chi tradisce è troppo meschino e pensa solo e solamente ai propri interessi (il godimento personale).
        Ti dico la verità, non credo di avere problemi di autostima, o almeno se li ho non me ne sono mai accorto. Anzi, mi considero una persona “speciale” , una di quelle da trovare e da tenersele strette. Sarà forse che a 36 anni ho avuto solo 2 storie importanti ed una avventura con una donna appunto sposata (una di quelle che vanno bene solo per il sesso e basta). E forse è proprio per questo che ho avuto a che fare solo con donna che mi hanno tradito e basta, forse perché sono troppo buono e si sa che le donne preferiscono gli stronzi e bastardi dentro. Della serie trombami e fammi male.
        A parte il mio sfogo personale, non voglio offendere nessuno naturalmente….
        saluti

  5. “Ora io lo so che la colpa è mia, ma se lui non avesse fatto così, forse io non sarei arrivata al punto in cui ero arrivata. E in cui purtroppo sono tornata”

    Cioè ma ci rendiamo conto delle cazzate che vi frullano per la testa?
    Il tuo uomo è mai stato disonesto con te? Ha mai avuto dubbi sul suo amore per te?

    E allora perchè cerchi di scaricare a lui colpe che sono soprattutto tue?
    Io non voglio dipingerti come un mostro, ma è ora che vi prendiate la responsabilità delle vostre azioni invece di crogiolarvi su luoghi comuni come “la colpa è di entrambi” oppure “se si comportava così e cosa non lo tradivo!”.
    Siate oneste con voi stesse prima di tutto, prima di dare consigli quando non siete nella posizione di poterli dare.
    Donne italiane, mi chiedo…quand’è che CRESCETE???

    • Hai ragione. Non sono cresciuta. Non mi prendo le mie responsabilità, faccio cazzate. Per questo chiedo aiuto e, nel mio piccolo, cerco di darlo. Quindi Francesco occhio, che se lei fa così, se si trucca e va in palestra, probabilmente ti tradisce… Fattelo dire con una buona dose di certezza. E tu reagisci, cerca di capire e nei limiti possibili di fermarla.

  6. Cambia anche tu. Vai in palestra, se già lo fai aggiungi un altro corso, cambia taglio dei capelli, comprati qualche camicia nuova, fatti anche tu un look più accattivante, insomma rinnovati… ma senza allontanarti, cerca solo di invertire l’atteggiamento di elemosina e sciatteria e piagnisteo che percepito leggendoti (perché sono convinta che come lei si sta rinnovando, vuol dire che eravate appiattiti e ormai non più curanti del vostro aspetto entrambi, seduti su certezze che non sono mai tali). Non rincorrere, stai alla giusta distanza, mantieni un equilibrio stabile (cioè non fare lo zerbino per non perderla, ma nemmeno il controllore) cerca che sia lei ad iniziare a vedere che forse sta perdendo qualcosa… e a riavvicinarsi perché tu non puoi certo obbligarla, deve semplicemente “scegliere te di nuovo” e se lo farà fate in modo di non adagiarvi sugli allori della promessa “per sempre” fatta sull’altare… che poi diventano spine! In bocca al lupo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *