Home / SOFFRIRE PER AMORE / Mi sento in colpa!

Mi sento in colpa!

Buonasera a tutti.
Due anni fa conobbi il mio primo ragazzo, prima di lui mi limitavo ad uscire per brevissimi periodi con ragazzi che richiedevano solo una notte di sesso.
Quando lo conobbi iniziammo a sentirci come amici, successivamente nacque un interesse molto forte da parte sua mentre da parte mia non scattò nulla.
Ogni volta che uscivo con i miei amici mi teneva il muso, quando uscivamo non ero abbastanza stimolata dai suoi discorsi rimandendo zitta in auto  mentre lui piangeva e si dimenava per questo “amore” prematuro non corrisposto.
Nonostante tutti questi allarmi, decisi di proseguire la storia finché una sera un suo amico (che non considera neanche tale) inizia ad offendermi  (dopo quattro mesi di conoscenza in cui stavo iniziando a provare qualcosa), gli tengo il muso come una bambina per giorni finché coerente col tutto  decido di troncare.
Mi arrivano migliaia di telefonate dove lui piangendo mi implora di tornare ma io risposi che non era scattato nulla e che non mi andava di prenderlo in giro. Mi fece una gran paura perché lo sentivo a telefono vomitare e mi diceva di voler morire. Mi sentivo una grande stronza e presa anche dal fatto che fondamentalmente prima di lui nessuno mi aveva fatto una corte così sfrenata decisi di proseguire sperando che scattasse qualcosa. I mesi passavano ma le cose peggioravano, lui continuava a farmi offendere dagli amici e io stanca del fatto che non provavo quasi nulla lo lascio dicendogli anche che devo migliorare delle cose nella mia vita e che conoscendomi gli avrei scaricato tutta l ansia…. Iniziò a piangere  così  forte in auto  che fece finta di voler schiantarsi contro un palo (ragazzi non vi dico bugie), iniziò ad inviarmi foto dove lui stava male e che si  graffiava. Ma io non volevo tornarci, lui mi implorò Intanto la nostra vita sessuale (essendo vergine) e non stimolata  si limitava al.sesso orale. Per questioni personali cado in depressione e divento così grassa da vergognarmi di uscire cosicché lui inizia a starmi accanto, con le buone e con le cattive. Ma io non riesco a riprendermi, lui peggiora mi tradisce (una sola volta rivelandomelo sibito) mi mette al.secondo posto rispetto agli amici… Stavolta sono io che vedo tutto nero e inizio a creare un rapporto di dipendenza da lui (che schifo!)  e a non lasciarlo.
Finché stanco di tutto lo fa lui e dopo due giorni va a letto con un’altra.
Mi sento in colpa è mi faccio schifo con me stessa e con lui per averlo preso in giro in tutto questo tempo ma anche del fatto che non mi sia innamorata dal principio con un ragazzo fondamentalmente buono come lui…

da: Alice

8 Commenti

  1. Alice, la tua storia è un po’ confusa, ma quel che ho capito è che, tra di voi tutto c’era, meno che l’amore. Lui intanto è una persona psicologicamente instabile, con gravi problemi e sinceramente avresti dovuto staccartene subito. Hai detto che non è mai scattato qualcosa fra voi, perché quindi mettertici insieme? Perché insisteva tanto, perché si metteva a piangere, perché si feriva da solo e vomitava al telefono? Non ti ha fatto pensare che questo tipo non fosse affatto normale? E come è successo che hai cominciato ad avere una relazione di dipendenza?
    Io ti consiglio una cosa: lascialo proprio andare. Le persone malate come lui ti fanno sentire in colpa quando questa non ce l’hai, ti accusano del fatto che sei hanno fatto qualcosa di male (tipo il tradimento) la responsabilità è tua. Alice, quando uno compie un’azione è solo lui il responsabile di ciò che fa. Credo che questa persona abbia trovato terreno fertile con te, che invece riesci a farti soggiogare dalla sua personalità malata.
    Ribadisco di lasciarlo andare via e se possibile, ti conviene farti aiutare da uno psicologo. A dir la verità quello da far curare di più, e parecchio pure, è lui, ma visto che tu devi trovare dentro di te la forza per lasciarlo andare e per non diventare una sua vittima o capro espiatorio, forse ti conviene chiedere aiuto.
    Ti auguro di liberarti presto di questo tizio e di ritrovare la tua serenità.

    • Daniela anche io sono instabile mentalmente e spesso cado in depressione avendo una bassissima autostima. Venne a crearsi, successivamente, un rapporto di dipendenza perché non avevo più nessuno e nonostante io non provassi un briciolo di amore per lui non riuscivo ad essere sincera con lui che intanto mi stava accanto. Mi sentivo una merda lasciarlo andare, ricollegandomi al fatto che non ho per niente stima di me stessa ho sempre e tuttora pensato che avevessi problemi per non essermi innamorata di lui.
      Ho iniziato a chiedermi : prima volevano solo usarti ora che hai trovato un ragazzo meraviglioso lo mandi a cagare? Fai pena!
      Comunque sì diede la colpa a me sul fatto che mi tradì… Mi incolpo’ del fatto che prima di lui stetti con un altro ragazzo (un bacio) che si verificò quando noi non stavamo neanche insieme ne’ ci frequentavamo! -.-

      • Vedi che hai bisogno di aiuto? Intanto devi pensare a te stessa. E non hai colpa se non ti sei innamorata. Sinceramente lui è sicuramente molto più instabile di te. E mi dispiace ma l’amore non porta sempre amore. Fosse così facile tutti saremmo innamorati e felici. E comunque fattelo dire quel ragazzo ha compreso che in te c’era della depressione latente e che avrebbe potuto facilmente manipolarti. E’ un po’ come quando si trova la relazione tra vittima e carnefice. Per intenderci un uomo violento non si trova certo una lottatrice di Sumo come fidanzata, ma una che è in grado di manipolare e che creda che le botte che lui le dà se le meriti. Quel ragazzo in te ha trovato terreno fertile. Credimi non è amore. La gente malata non può amare perché sta talmente male da pensare solo a se stessa. Non lo fa neanche per cattiveria, è che ha tanti problemi che non ci riesce.
        Incolparti per un solo bacio dato a uno quando ancora nemmeno lo frequentavi è da pazzi. Darti la colpa dei suoi tradimenti è follia. A letto con l’altra c’è andato lui e lui si è goduta la ragazza, tu non eri davvero contenta. Insomma cara Alice ribadisco comincia a pensare un po’ a te stessa. Cerca di curare questa tua dipendenza da questa persona e allontanalo da te. Non commiserarti, non ti far trattare come uno straccio. Sei una persona e hai una dignità tua. Mandalo a quel paese e vivi la tua vita. Se continuerai a frequentarlo non potrai far altro che sprofondare sempre di più nel baratro che lui ha scavato per te. Non ti far usare mai da nessuno e cerca un appoggio professionale che sappia aiutarti.

      • MI sta venendo in mente quando doveva andare a lavoro il mattino presto e mi diceva dormi con me (in un letto piccino) e lui pur di dormire male stava accanto a me e mi accarezzava mentre io volevo dormire solo bene.
        Perché?! Perché?!
        Ora che è andato via mi chiedo perché non sia scattato l’amore?

      • Era molto presente materialmente ma non mi importava, il suo.essere costantemente “signore” non litigando con chi lo meritasse ma andando sempre contro me mi aveva stancata.
        Ogni volta che uscivamo insieme si programmava l uscita: venerdì con gli amiciSabato con lei…mai una volta che avesse detto:trovo questo film interessante lo andiamo a vedere?
        Asettico davanti agli animali che ha imparato ad amarli grazie a me…. insomma non volevo basarmi sulle attenzioni che mi dava ma sul suo carattere che sinceramente trovavo insipido

  2. Comunque credo di soffrire del complesso Bordeline…

  3. Alice lascia fare il mestiere di psicanalista a chi lo sa fare e fatti aiutare da uno di loro. In ogni caso a me sembri una persona con pochissima autostima portata molto alla depressione. Ma non sono uno psicologo e posso aver detto una cavolata. Piuttosto ti vedo statica e ancora troppo dipendente da quel ragazzo e non ne sei nemmeno innamorata. E comunque lascia perderti il chiederti perché non è scattato l’amore. Ma come poteva scattare con uno instabile e pazzoide come lui? Tu alla fine sei molto più sana di lui. Convincetene. Lasciarlo e non sentirlo più sarà il tuo primo passo verso la tua guarigione.

  4. ciao Alice,

    non fartene una colpa se non provi lo stesso
    sentimento, capita, lui invece di comportarsi da
    bambino dovrebbe essere più responsabile e comprendere il tuo stato d’animo prendendo la decisione di stare lontani e capire se in realtà tu veramente non provi nulla per lui; l’altro problema è lo stato mentale che da come ho letto non è proprio dei migliori quindi per non peggiorare sia la tua che la sua di situazione, consiglio di stare in compagnia di persone tranquille e stabili psicologicamente, possono aiutare a ritrovare un po di serenità persa a causa di questo amore non corrisposto e un po matto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *