Home / PROBLEMI DI CUORE / Memorie della mia ragazza triste

Memorie della mia ragazza triste

Ciao a tutti, la mia storia non è tanto diversa da qualsiasi altra. E’ nata 3 anni fa, si è evoluta e poi, da pochi giorni, è morta compiendo il suo naturale ciclo. A separarci 14 anni di differenza, in una finestra di vita, la sua, molto delicata: la post adolescenza (18 anni). Si è dedicata molto dapprincipio sia a me che alla relazione, più di quanto potesse fare qualsiasi altra sua coetanea, ma ad un certo punto, qualche mese fa, le prime avvisaglie: “credo che mi manchi qualcosa, vorrei uscire di più e farmi nuove amicizie”. Certo, dal mio punto di vista era come se stesse imputando alla nostra relazione queste sue forti sensazioni di occlusione, eppure lasciai che il tempo le permettesse di aiutarla, continuando a sottovalutare questo suo desiderio. Circa 3 settimane fa va in erasmus e passati i primi 4 giorni mi scrive di essere confusa, che la libertà e la serenità che ha trovato in quella dimensione lì non erano mai state così prepotenti nella sua vita, facendole, appunto, intravedere la possibilità di abbandonarsi ad un divertimento totale scevro da qualsiasi legame affettivo. Infatti, dopo una settimana da quella rivelazione, si appresta a inviarmi un messaggio risolutivo.

Non la condanno e allo stesso tempo non la giustifico. Dalla sua parte pende l’immaturità sentimentale dei suoi anni anagrafici (ora ne ha 21), voglia di fare nuove esperienze senza sentirsi legata da una relazione che la incatena e, comunque, la coscienziosità di parlarne con me in modo del tutto onesto e sincero. Mi ha lasciato, certo, e per me il dispiacere e la mancanza sono enormi. Riflettendoci però, come nella stragrande maggioranza delle coppie, quello che forse mi manca di più è il tempo che impiegavo in lei, con lei e/o per lei; quei minuti della giornata che ogni partner dedica all’altro in chiamate, messaggi, uscite, sesso, discussioni, viaggi. Non è quasi mai la persona che ci manca, ma, appunto, il tempo che prima trascorrevamo con lei e che oggi, invece, è libero e vuoto. La vera destabilizzazione, dopo la fine di un amore, è il troppo tempo in più a disposizione e l’incapacità di saperlo utilizzare. Spero sia felice e che in un angolino della sua mente mi dedichi un piccolo pensiero ogni tanto.

da: mcmlxxxii

4 Commenti

  1. Sono molto belle le tue parole, soffri per averla persa ma proprio per il vero significato della parola amore, hai fatto in modo che spiccasse il volo, rendendoti conto che mancava qualcosa nella sua vita.
    In bocca al lupo per il tuo futuro, sei una persona molto saggia, sono certo che avrai sempre un posto speciale nel cuore di lei

  2. Che dire, caro 1982, nella sfortuna sei stato fortunato a trovare una ragazza che, nonostante la giovane eta’, ha dimostrato molta piu’ maturita’ nel gestire il vostro rapporto di tante 40-50enni con alle spalle anni di matrimonio.
    Ti ha comunicato il suo disagio, ti ha parlato onestamente ed ha preso una decisione, magari affrettata dato che 3 anni assieme sono comunque tanti, ma almeno non ti resta come ultimo ricordo della vostra storia una fuoriosa litigata post-tradimento e il pensiero costante che mentre stava con te pensava ad un altro.
    Probabilmente piu’ in la’ nel tempo rimpiangera’ di averti lasciato, la fase del divertimento a 21 anni non dura in eterno e si comprende che c’e’ bisogno di qualcosa di piu’ profondo nella vita, io ad una persona cosi’ una seconda possibilita’ la darei sempre, per il rispetto che ha dimostrato.
    Capisco quello che ti manca, anche la sola presenza, l’esserci pur non dovendo fare nulla, i minuti passati pensando a lei quando e’ fuori, purtroppo per esperienza personale ho imparato che non spostano l’ago della bilancia, anzi.
    In bocca al lupo, tienici informati.

  3. Allora devi imparare questa lezione basilare: quando la tua ragazza decide di andare in Erasmus e te lo comunica, lasciala! Subito!
    La propria fidanzata all’Erasmus significa subire un tradimento al 99,9%
    E quasi sempre il tradimento è premeditato, quando decidono di fare l’Erasmus.

  4. caro amico, quoto in pieno quello che scrive Semakin. La tua ex compagna è stata molto più matura di tante donne che ci sono oggi giorno e pertanto devi apprezzare questa sua sincerità.
    Purtroppo ha anche ragione Rado, quando una giovane ragazza opta per il cammino dell’erasmus, stai pur certo che difficilmente potrà rimanerti fedele o non cercare altre storie.
    un abbraccio, se vuoi tienici informati come procede

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *