Home / PROBLEMI DI CUORE / Meglio solo?

Meglio solo?

Mi sono separato da pochi mesi con mia moglie, una donna buona e ottima madre di nostro figlio  ventenne, c’erano molti problemi. Tiene molto alla pulizia e all’ordine e io non sono un uomo delle caverne, ma neppure un precisino. Poi, molto più grave, è anaffettiva, nel senso che pur volendomi bene non è mai stata generosa in gesti di affetto, coccole e ancor di più nel fare l’amore. Negli ultimi 10 anni dormivamo in stanze separate e non facevamo più l’amore.  Eravamo di fatto separati in casa e io ho iniziato a frequentare altre donne di nascosto.
Dopo alcune relazioni di breve durata ho conosciuto una donna meravigliosa, poco più giovane di me.
All’inizio mi sembrava troppo perfetta per essere vera e tutt’ora mi stupisco che ricambi il mio amore. Lei è bella, simpatica,intelligente e spesso è imbarazzante capire che quando siamo fuori molti uomini mi invidiano.
Ci conosciamo da 3 anni e stiamo insieme da 2 e mezzo. Non viviamo ancora insieme, ma di fatto io sono quasi sempre da lei.
Ci amiamo tantissimo, ma ovviamente quando ci si conosce meglio saltano fuori i problemi….
Lei è passionale e dolce, adora come me le coccole, ma …in quanto a pulizia e ordine da dei punti a mia moglie!
Per intenderci mi riprende spesso per come lascio la salvietta appesa, o se nel lavandino c’è un frammento di dentifricio ( non sono perfetto,ma  non sono uno che non tira l’acqua nel water o lascia le mutande sporche in giro). Mi ha chiesto di fare la pipì seduto così non si schizza (???) e l’ho accontentata.
Da 2 settimane siamo nel suo nuovo appartamento, tutti mobili nuovi, super ordinato e a volte mi sento un elefante in una cristalleria.
Da un paio di giorni è entrato in vigore l’obbligo di riporre le scarpe in cantina al rientro e salire con le ciabatte.
So che possono sembrare sciocchezze, ma io da ragazzo ho vissuto in una famiglia molto permissiva, senza tante balle e quindi già con mia moglie era dura e adesso…di nuovo!
Aggiungo che  sono una persona fragile che tende a somatizzare e ho notato che ultimamente lo faccio di più e a volte sto davvero male!
Lei invece ha un carattere molto forte e spesso litiga con persone con cui è stata amica fino a ieri.
Mi sento perduto perchè la amo e lei mi ama,ma non so come fare a gestire la situazione.
Per giunta mi chiedo, pur non  essendo lei una maniaca della pulizia, se due persone con evidenti problemi psicologici come noi due siano fatte per stare insieme.
Non voglio certo tornare con mia moglie con la quale sono in buoni rapporti, ma mio figlio ( che ovviamente vedo meno) mi manca tantissimo e mi sono accorto che sto veramente bene con lui, quando sono da solo o con amici a cui non devo dimostrare nulla.
da: Joe

7 Commenti

  1. Non so te, ma io per essere amato farei di tutto, inoltre un po di ordine non guasta fai vedere che la ascolti (non dico zerbino per carità) ma rispetto. Comunque secondo me dovevi lasciare tua moglie subito senza tradirla di nascosto… ma a tuo figlio ci pensi? spero…

    • Mio figlio è il primo dei miei pensieri.
      E voglio bene anche a mia moglie: non è colpa sua se è anaffettiva.
      Quando l’ho “tradita” non avevamo rapporti da più di 6 anni.
      Non lo dico per giustificarmi. So di avere delle colpe,ma è stata lei a lasciare me,quando molti anni prima mi ha di fatto costretto a spostarmi nella stanza di fianco.
      In quel momento,che risale a più di 15 anni fa,il nostro matrimonio è finito.
      Ho tentato più volte di parlarle e lei mi ha detto che le cose sarebbero migliorate,ma non è stato così.
      Non sarei mai stato capace di andarmene via quando mio figlio era piccolo ed è stato uno strazio anche a adesso che ha più di 20 anni. Mi manca moltissimo,nonostante lo senta tutti i giorni e lo veda spesso.
      Posso aggiungere che non ho mai cercato l’avventura o la scopata,ma l’amore perchè ad un certo punto mi sono reso conto che il mio cuore era libero.
      Il mio attuale problema,oltre ai sensi di colpa che sento nei confronti di mia moglie e di mio figlio,è che non so quanto io e la mia attuale compagna,che amo moltissimo,siamo davvero fatti l’uno per l’altro.
      O forse più semplicemente sono io che non sono adatto alla vita di coppia…

  2. Ma perché andare a vivere insieme? Non potreste amarvi ognuno a casa propria?

    • In realtà da quando mi sono separato ufficialmente abitiamo in 2 appartamenti a pochi km di distanza.
      Ma di fatto io quasi tutte le sere sono da lei dove ceniamo oppure usciamo insieme e poi dormiamo nel suo letto. Per me dormire finalmente con la donna che amo è un sogno divenuto realtà.
      Da un paio di settimane stiamo tentando di vederci più da morosi e quindi un paio di giorni non ci vediamo,per avere dei nostri spazi.
      Ieri sera lei è uscita tardissimo dal lavoro e siamo stati in pizzeria,poi a casa sul divano a guardare un film del cavolo… Quei momenti insieme,il poterla accarezzare e coccolare sono meravigliosi.

      • ciao Joe, quanto ti capisco. Sono sposato da pochissimo, poco più di due anni ma molto spesso mi chiedo quanto potremo durare assieme.
        Primo perché io adoro come te l’amore, l’affetto, le coccole e lei nulla! L’unica cosa che le interessa sono lo shopping ed i regali, e per elemosinare un po’ di affetto l’unico modo sono appunto i regali.
        Non ne posso più, ti dico la verità….Per cui, se siete felici assieme, anche se non è maniaca della cucina, dell’ordine o di qualunque altra cosa, goditi questi momenti e se lo ritieni necessario andate anche a vivere assieme.
        Hai diritto alla tua felicità, al 100%
        ti sono vicino

      • Grazie Davide.
        Anche io ti sono vicino.
        Io voglio ancora bene a mia moglie perchè mi ha reso padre di un figlio che adoro e perchè so che non è colpa sua se è inibita. A suo modo mi ha amato tanto quanto io ho amato lei.
        Se con tua moglie non c’è intesa sotto il piano affettivo mi dispiace dirti che col tempo potrà solo peggiorare,ma te ne sarai accorto anche da solo.
        Prova a parlare con lei,a spiegare quanto ti manchino il suo amore e il suo affetto…
        Io invece temo che vivere con mia moglie per più di 20 anni e prima con una mamma buona,ma apprensiva in modo esagerato abbiano fatto di me un uomo inadatto alla vita di coppia.
        Non so come sarà il mio futuro,ma per il momento è con questa dolcissima donna,forse vivendo più da morosi che come coppia,perchè mi sto accorgendo che ho bisogno di tempo anche per stare da solo o dedicarmi ai miei interessi che spesso non collimano coi suoi…

      • Joe, da donna che è stata sposata per parecchio tempo, io ti consiglierei di vivere da solo e continuare a fare il fidanzato. Più che altro per collaudare questa tua nuova relazione. Vedi finché si fanno le cose di nascosto e si è clandestini penso che tutto fili liscio, ma ecco che una volta andati a vivere insieme escono fuori le manie e anche alcuni problemi che prima non si erano visti. Ti dirò che io odio le persone perfettine, quelle con le pattine, maniache dell’ordine e della pulizia fino all’ossessione. Ma d’altra parte non bisogna vivere in un porcile e un po’ d’aiuto in casa, o già che ognuno si metta a posto le sue cose fa faticare di meno la donna che di solito è quella che si occupa di tenere una casa pulita e in ordine. Quindi meglio optare per il momento a vivere ognuno in casa propria. Tu imparerai a tenere un po’ più in ordine la tua casa e a provvedere da solo a i tuoi bisogni e anche a prenderti un po’ i tuoi spazi e lasciare a lei i suoi. Sono sicura che rispettando così il modo di vivere di ognuno potrete godervi questa relazione più a lungo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *