Home / SOFFRIRE PER AMORE / lo amo ancora e non so che fare

lo amo ancora e non so che fare

Ciao a tutti sono una ragazza di 30 anni.
Nella vita ho avuto gravi lutti, la scomparsa di mio padre e di mia sorella. A 16 anni lavoravo per aiutare mia mamma, all’età di 18 anni ho conosciuto lui l’amore della mia vita. Era in fase di separazione io l’ho aiutato in tutto. Io so che mi amava mi chiamava sempre amore! A settembre del 2012 abbiamo iniziato a litigare sempre di più…io gli ho rinfacciato alcune cose e lui se le è legato al dito. Viviamo nella stessa casa con o nostri piccoli di 5/8 anni. Non abbiamo più intimità non dormiamo insieme e non mangia quello che preparò io. Mi rimane a casa esce con i bimbi, non ci parliamo da quasi 2 anni non vuole che lo guardo,  gli parlò ma nulla, ma io lo amo ancora e non so che fare …l’anno prossimo il mio bimbo farà la comunione ed io sto male
Lo amo e mi manca ma non c’è verso di nulla aiutatemi voi.

da: Marianna

8 Commenti

  1. Che situazione! Come si fa a vivere da due anni insieme senza parlare, senza guardarsi. E come odiarsi ma allo stesso tempo non interrompere una relazione che non ha più senso. Posso capire che lo ami ma questa non è vita ma una tortura. Poi dipende d ate, se vuoi continuare a vivere così continua pure, ma sarebbe meglio per entrambi mettere un bel punto e finirla qui. Ognuno per la sua strada, sempre prendendosi cura dei figli, ma almeno questo permetterebbe ad entrambi di avere un nuovo amore.

  2. Ma i figli sono i vostri o di precedenti relazioni?
    E perché mai non lo mandi via di casa?
    E come si fa ancora ad amare una persona così fredda? Bel casino!

  3. Non capisco i due collegamenti che fai. Da una parte parli della tua triste infanzia e dall’altra della tua relazione che non funziona. Innanzitutto mi dispiace per ciò che hai passato ma non c’entra nulla con il presente. Qui parli di un uomo che non ti parla da ben due anni ma che convive con te!!! Questa è una situazione insostenibile che non porta a nulla. Una cosa è un litigio, il non parlarsi per qualche giorno al massimo, ma tu dici che sono ben 2 anni che non vi parlate e che non vuole che tu lo guardi.
    Ed in tutto questo continuate a vivere sotto lo stesso tetto. In tutto questo dici di amarlo, ma evidentemente chi non ti ama più è lui. fattene una ragione, parlagli dopo due anni e diglielo che così non si va più avanti e se questo significa separarsi…ben venga.

  4. Io ho cercato di resistere quanto più potevo con il mio ormai ex marito. Una situazione simile alla tua, anche se avevamo una convivenza più civile della tua in quanto ci parlavamo, affrontavamo i problemi insieme, ciò che non facevamo più era amarci. Era finito da parte sua l’amore ma non il bene che mi voleva. Beh, dopo 6 mesi di questa strana convivenza me ne sono andata. Stavo scoppiando, non c’è la facevo più a vivere con quell’uomo che amavo e che non aveva più niente da darmi. E’ stata dura ma è stata la mia salvezza. Non so come fai tu a resistere in questa situazione, è davvero assurdo quello che vivi.
    Ti auguro tanta felicità!

  5. Non puoi delegare la tua felicità a qualcun altro e dal tuo post sembra che la tua vita sia stata decisa dai brutti eventi e per questo non è colpa tua ma degli eventi che ti sono accaduti.
    Molte persone hanno sofferto per molte ragioni e non per questo stanno li a giustificare la propria situazione con ciò che hanno vissuto.
    Credimi, è molto meglio affrontare la vita, cercare di essere felici che stare li a dire che non è possibile per questo o quello.
    Se poi non c’è la fai cerca un aiuto, ci sono tanti mezzi oggi per ritrovare il proprio benessere psico-fisico.
    Per quanto riguarda tuo marito, ma che ci fai ancora insieme?

  6. MOLLALO E SCAPPA VIA! Alla fine scoprirai che il tuo non era vero amore ma bisogno di non sentirti sola!

  7. Matt non mi sembra che questa ragazza abbia raccontato i suoi lutti x cercare una giustificazione alla situazione che sta vivendo ma forse per raccontare in poche righe chi è lei. Cosa ci fa ancora in casa con suo marito? Magari non ha i soldi per trovare un altro appartamento o magari sa che se ne va il padre dei suoi figli non lo vede più manco col binocolo anche se per noi che siamo esterni a questa storia potrebbe sembrare un epilogo migliore. Non si può giudicare con leggerezza una situazione che non si vive e nn si conosce, la gente scrive su questi blog per trovare una parola di conforto e una valvola di sfogo, e dire che uno racconti i propri lutti per giustificarsi o autocommiserarsi mi pare eccessivo. Cmq perdere una sorella è un dolore talmente enorme che anche se si celasse dietro questo per non affrontare i problemi di tutti i giorni io non riuscirei a fargliene una colpa

    • Brava non si può giudicare in due piedi i problemi sono tanti può essere amore verso di lui oppure perché a due figli anche per motivi economici e anche perché a perso dei familiari importanti ma nel suo cuore lo sa solo lei quello che sta passando ti posso solo dire fatti aiutare da un esperto che farai il tuo passo e un consiglio che in questo momento sto vivendo la stessa situazione ma ti ripeto ai bisogno di aiuto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *