Home / PROBLEMI DI CUORE / La amo o gli voglio bene?

La amo o gli voglio bene?

Ciao a tutti, mi permetto di scrivere qui sperando in un aiuto, un sostegno. Il mio dubbio è se amo davvero mia moglie o se in realtà gli viglio solo un gran bene. Il punto è che io credo di essermi innamorato solo una volta nella mia vita, avevo 21 anni e per quella ragazza sentii davvero quelle che si chiamano farfalle nello stomaco. Mi lascio per un altro dopo 6 anni di relazione e da allora sono stato con diverse ragazze, fino ad arrivare a mia moglie, ma non ho più sentito un sentimento così forte, al punto tale da dubitare sulla parola stessa “AMORE”.

Siamo sposati da 3 anni, stiamo bene insieme ma quando lei mi ripete tutti i giorni che mi ama è che è felice io gli rispondo anche io ti amo … ma non sento davvero queste parole. Gli vorrei dire, ti voglio bene, non voglio ti passi nulla di male, farei di tutto per farti stare bene ma ti amo? Non lo so, credo ti voglio bene. A quel punto quale potrebbe essere la sua risposta? Lasciarmi?!

Ho paura ad essere onesto con lei o davvero quello che provo è un’amore diverso, di seconda fascia? Guardandomi attorno penso che questo capiti a molti, ed a dire la verità vedo più coppie insieme per un impegno preso, età ed obblighi che per amore. Non so se sono solo pessimista, mi piacerebbe dire a mia moglie TI AMO e sentirlo davvero dentro. So che però gli voglio un gran bene e malgrado tutto questo mi fa stare male.

da: Giovanni

5 Commenti

  1. Gli vuoi bene e non la ami! Scusa se sono brusco ma è evidente che non ami tua moglie. Secondo me l’origine del tuo modo di essere nasce dalla tua ex. Non so bene quanti anni hai e quindi da quando non stai più con lei, ma è chiaro, eri innamorato della tua ex. Quell’amore che ti fa volare e sentire le farfalle allo stomaco, esatto!
    Adesso no, sei freddo, un ghiaccio, non provi emozioni ma sei diventato un essere razionale come tanti.
    E’ vero, in giro è pieno di coppie come la tua, dove l’amore non esiste, ma questo non vuol dire nulla.

    In realtà mi dispiace per te che non sai più cosa sia l’amore, forse perché hai smesso di amare te stesso. Non è una frase fatta, amare se stessi è la base, solo allora sarai capace di amare gli altri, e forse anche tua moglie.
    Te lo auguro

    • Ciao Stefano, ho pensato e ripensato alla stessa cosa. Non saprei, forse da allora non sono più riuscito ad innamorarmi davvero.
      Una settimana fa ad una cena con tre amici avevamo bevuto un po e si sa, In Vino Veritas. Allora quasi per gioco ho chiesto a loro se amassero le loro mogli e sai, a volte imbarazzati a volte sorridendo hanno detto che vogliono un gran bene alle loro donne ma l’amore…chissà cos’è.
      Sarà stato un caso o molti vivono così?

  2. Ma sessualmente ti attrae?

    • Ciao Stany, sessualmente funzioniamo bene, almeno credo. Ma allo stesso tempo non so se questo possa far capire se la amo o meno.

      • L’attrazione fisica è alla base,per me. Se non ti senti più attratto,se non ti stimola,significa che è finita la chimica che inizialmente fa mettere assieme due sconosciuti.
        Quello che conta molto è anche l’affinità di vedute sulle cose della vita e la condivisione di esse; pur mantenendo gli spazi personali riservati a se stessi ,per non formare quelle coppie che io chiamo”cozza” (sempre aggrappati l’uno all’altra). Ma se senti che non l’ami nonostante tu stia bene con lei è forse perché sei ancora innamorato dell’altra. Col tempo ti passerà. Se invece diventa un peso e ti vergogni addirittura della tua attuale compagna,beh…allora,lasciala che non merita questo; ma anche tu! Cerca un’altra donna che tu senta di amare veramente,e soprattutto che ti ami.
        Auguri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *