Home / SOFFRIRE PER AMORE / Io non rido più

Io non rido più

“Gli uomini probi fanno del bene alla gente ponendosi come esempio da imitare, mentre io ne faccio proponendo me stesso come esempio da evitare.” Come diceva  il sommo Michel De Montaigne…

Anche se effettivamente non so se ne ho fatto, o almeno così credevo, giudicate voi, magari sono solo un coglione e basta, la mia storia è semplice, non starò a tediarvi più di tanto.
Conobbi la mia, ormai ,ex compagna circa una anno fa, ci siamo piaciuti subito, lei è più vecchia di me, con un figlio a carico e una situazione un pochino difficile con l’ex, per quanto riguarda gli alimenti…eh già! I soldi…non faranno la felicità, ma figuratevi senza…
Io faccio due lavori per mantenermi, per pagare il mutuo della casa e aiutare i miei genitori, pensionati e anziani, non ho mai avuto bisogno di chiedere aiuto a nessuno, ma ammetto che ogni tanto una spalla su cui piangere l’avrei gradita. Questa signora è entrata nella mia vita come un raggio di luce, mi ha stimolato moltissimo sotto tanti aspetti, era stupendo  avere una prospettiva di un futuro con qualcuno come lei. I due lavori mi assorbivano molto tempo, così cercavo di incastrare i miei orari con i suoi, nel senso che li avevo modificati per vederla…lei , del resto, avendo l’affidamento congiunto aveva orari stabiliti, così ci vedevamo quando era libera, non ho mai mancato un appuntamento, anche se arrivavo col fiato corto.  Una donna da sola e con un figlio, con una situazione economica non facile…beh diciamo che non le ho mai fatto tirare fuori il portafoglio, sembra brutto da dire, ma l’ho aiutata e ho sempre pagato tutto io, anche in vacanza e se a casa aveva bisogno di qualcosa c’ero io.

Lo rifarei di nuovo, l’ho fatto con il cuore, l’ho fatto per qualcuno che amavo, vederla felice per me era il regalo più grande, mi sentivo  ebbro di questo sentimento.  Lei mi diceva che era felice e serena, che nessuno l’aveva mai trattata così bene e che si diceva fortunata ad avermi incontrato. Purtroppo le cose non sono durate, i due lavori, lo stress, gli orari così stretti,  il dormire poco, due settimane di vacanza in tre anni…in pratica ho avuto una disfunzione erettile…i maschietti più sfortunati sanno di cosa parlo…
Naturalmente a letto le mie prestazioni calarono drasticamente, ma invece di comprensione ho trovato dure critiche e  molta pressione, che non ha fatto altro che aumentare il mio disagio, così sono corso ai ripari consultando uno specialista e facendo molti esami, prendendo ferie dal lavoro naturalmente e nei ritagli di tempo.
Ad analisi fatte il dottore mi ha detto che non era nulla, le analisi erano perfette,  che ero solo stressato e che il problema si sarebbe risolto da solo in sei / otto settimane. Io fui contentissimo di questa notizia! Non era nulla, solo stress! La mia ansia da prestazione sparì subito!
Comunicati i risultati alla mia dolcissima ormai ex, lei mi disse freddamente che non se la sentiva di continuare la relazione, che ci conoscevamo da troppo poco tempo perché  io avessi questo tipo di problema, aveva letto delle cose su internet e si era spaventata… mi disse che doveva pensare a lei e a suo figlio…curioso, anche io pensavo per prima a lei e a suo figlio, anche nella mia classifica era al primo posto, io venivo per ultimo, dopo i miei genitori.  “Fosse successo tra trent’anni  la cosa sarebbe stata diversa” , disse… non pensavo di avere questo tipo di scadenza.
Naturalmente  adesso sto malissimo, la amo ancora, ma non l’ho più chiamata, mi rimane quel briciolo di dignità che non mi fa cercare una persona che mi ha buttato via come un sacco della spazzatura…scusate lo sfogo, spero che non capiti a nessuno, neanche a lei…si  sta troppo male…

da: Riccardo

21 Commenti

  1. Guarda, mi spiace dare giudizi, ma se una ti risponde così, perdonami, meglio perderla che trovarla. Perchè quando ami una persona ti sta a cuore anche la sua salute e nel caso in cui ci siano problemi essere comunque un supporto in base alle proprie capacità. Credo che in fondo, ma posso sbagliarmi, non è che fosse poi innamorata, aveva bisogno di una persona premurosa e che si prendesse cura di lei, così come dici di aver fatto tu. E’ come se disgraziatamente, lei fosse stata operata di un tumore al seno e una volta tolta la mammella o entrambe, tu le avessi detto che te ne andavi perchè non sarebbe stato più come prima. L’amore supera questi ostacoli, anzi è proprio nelle difficoltà che si rinvigorisce… quando si cerca solo di star bene e di vivere una vita senza problemi, quello non è amore, è comodità. Buona vita!

    • Mi sarei anche sacrificato per lei, come già stavo facendo, le sarei comunque rimasto accanto, nella buona e nella cattiva sorte, le avrei a breve chiesto di sposarmi…un desiderio che ha sempre avuto e che non ha mai potuto realizzare…grazie per il tuo commento

  2. Non è che hai riversato troppe aspettative su una donna conosciuta solo da un anno?
    Lei ha un figlio, chissà come si è lasciata con l’ex, chissà se l’ha lasciata lui mentre lei ne è rimasta innamorata…
    Sai, molte donne nascondono di provare qualcosa ancora per l’ex e cercando di cambiare vita promettono cose che non provano fino in fondo.
    Il suo tirarsi indietro di fronte alle prime difficoltà mi fa pensare che non sia stata molto onesta con te

    • Non so cosa pensare, ha avuto due storie dopo il padre di suo figlio, con me è stata la terza. Li ha lasciati perchè l’hanno tradita, ma lasciarmi per un problema risolvibile come il mio, denota troppa superficialità. Ha letto qualcosa su internet e si è spaventata, così mi ha detto, manco le avessi detto che ero sieropositivo o che avevo l’epatite C, lì avrei capito.
      Il fatto che non fosse realmente innamorata credo purtroppo che sia ormai lapalissiano…grazie per il tuo commento

  3. Ciao , è palese che questa donna era interessata molto al sesso se ti avesse amato veramente sarebbe stata al tuo fianco , ti appoggio in pieno.

    • Quando c’è un amore corrisposto, le difficoltà si affrontano insieme, mai separandosi…credo tu abbia ragione…grazie del tuo commento

  4. Mi spiace per te Riccardo, ma anche io sono del parere che quella donna non ti amasse veramente. E non mi sento nemmeno di scusarla. Posso capire che fosse senza tanti soldi e con un figlio piccolo da allevare, ma le è andato tutto bene finchè ti ha potuto sfruttare (la vacanza insieme, il fatto che pagavi sempre tu…) e finchè le hai scaldato il letto. Come è arrivata una piccola difficoltà si è dileguata con una scusa banale (su internet c’è sicuramente scritto che sotto stress possono esserci problemi di quel genere anche in un uomo sano e giovane). Sicuro starà in cerca di qualcun altro cui attaccarsi come una sanguisuga. E il fatto che avesse già avuto due storie prima di te da quando si è lasciata da suo marito, mi sembra significativo (non è un po’ strano che si innamori così tanto spesso? O forse non è proprio amore ma cercare qualcuno cui appoggiarsi?).
    Perciò ti dirò Riccardo, che forse quella defaiance può essere stata la tua fortuna. Se non ci fosse stata infatti forse non avresti avuto modo di accorgerti di quanto fosse opportunista quella donna, così presto. Magari sareste andati avanti ancora qualche anno prima che lei ti dicesse che ha trovato uno con più soldi di te. Meglio quindi metterci una pietra sopra. So che è difficile, ma sapere quanto lei fosse una tipa così meschina, dovrebbe aiutare un po’. Sei una gran bella persona Riccardo, vedrai che presto troverai una brava ragazza che ti ama veramente.

    • Grazie Daniela, le tue parole mi confortano non poco…a essere sincero, questa esperienza mi ha aiutato a capire quanto si possa stare bene con una persona al proprio fianco…nel bene e nel male…ho capito che tutto quello che faccio, tutti i risultati che ottengo, non valgone nulla, se non posso dividerli con qualcuno…grazie per il tuo commento.

  5. Bè indubbiamente essere in due è meglio. Credo che la vita sia come percorrere una grande strada in salita. Se la si percorre in due ed è innegabile che è meglio. Una volta sarai tu ad aiutare la tua compagna a rialzarsi da un brutto scivolone e una volta sarà lei a spronarti quando non avrai più forze. E sarà bello condividere un bel paesaggio o riposare insieme o parlare insieme. L’importante è fare questo percorso insieme alla persona giusta. Vedrai che la troverai presto. Ma non pensare che i risultati che ottieni adesso non hanno valore perché non sono condivisi. Sono i tuoi risultati, è il tuo sacrificio e devi essere orgoglioso e fiero di quel che fai.

    • Grazie Daniela…ormai è passato un mese da quando mi ha lasciato, non ci siamo più visti nè sentiti…sono ancora tanto confuso…il mio problema si è già risolto…poteva aspettarmi, ma ormai ho capito che non gliene importava nulla…mi dicono che si vede già con un’altra persona…a trovare ciò che cercava non ha fatto fatica, bisogna vedere quando non sarà più così piacente, o quando starà male…per allora le auguro che chi sta al suo fianco sia disposto ad accettarlo..la vita non è fatta solo di momenti piacevoli…ai posteri l’ardua sentenza…

  6. Vedi avevo ragione! E’ una che non può stare da sola e che cerca sempre un uomo cui appoggiarsi, possibilmente con i soldi. Non vorrei essere cattiva, ma forse la signora aveva già conosciuto il signore con cui si è consolata subito e il fatto che tu non stessi bene per lei è stato solo un pretesto per sostituirti con uno di condizione economica più agiata. Non ti crucciare più di tanto. Per esperienza so che alla fine le cattive azioni ti ritornano indietro. Non tutti sono delle brave persone come te, e vedrai che prima o poi incapperà in qualcuno che dopo averla usata ben bene la mollerà per qualcuna più appetibile.
    Tu invece cerca di svagarti e di non pensare più a lei. E’ stata un’esperienza che ti ha insegnato che con la persona giusta si sta una meraviglia. Peccato che lei non lo era. Ma la troverai presto. Un ragazzo come te, non può rimanere a lungo solo. Ti faccio i miei migliori auguri.

    • Che dire…grazie…diciamo che se la mia ex compagna avesse avuto un briciolo della tua umanità o comprensione, non starei così adesso…ma il problema era a monte e quando sei innamorato, purtroppo perdi di oggettività ed inizi addirittura a darti colpe che non hai…se non fossi stato “male”, non mi avrebbe lasciato…anche solo pensarlo è folle…

  7. No non pensare così. Non è vero che se tu non fossi stato male non ti avrebbe lasciato. Sicuramente avrebbe trovato un’altra scusa per farlo. Riccardo, se una donna ama veramente, non si preoccupa se una notte o due il sesso non riesce con i fuochi d’artificio. Una che ti avesse amato come sarebbe dovuto essere ti sarebbe stata vicino, ti avrebbe coccolato (magari si sarebbe pure colpevolizzata e chiesta se le piacessi ancora…) e accompagnato dal medico, insomma sarebbe stata al tuo fianco a combattere lo stress in prima linea con te (e con il suo aiuto saresti guarito anche prima te lo assicuro). Insomma non farti venire idee malsane. Tu non hai colpe, e lei che è stata una bastarda. Comprendo che quando uno è innamorato vive un po’ con i paraocchi ma vedrai, tra un po’, quando ti sarai disamorato di lei, che ti accorgerai di tante sue mancanze che adesso non avevi visto. E te ne accorgerai ancor di più paragonando il suo modo di fare a quello della tua prossima ragazza che sicuramente sarà meno egoista di lei e veramente innamorata di te. Sul fatto che la troverai non ho dubbi, il mio augurio è, però, che questo accada al più presto.

    • Ciao Daniela, fa ancora molto male, ma piano piano inizio a pensare a quanto sia stata egoista…non brilla più come prima…anche se sono convinto che non sia cattiva, ma solo molto infelice…un giorno si sveglierà, con una manciata di anni in più e forse penserà a ciò che ha perso e alla serenità che avrebbe potuto avere, forse allora proverà un pò di rimpianto…grazie.

  8. E’ brutto da dire ma non è che le sei servito fin quando ne ha avuto bisogno? I problemi della vita sono ben altri e dovrebbe ben saperlo lei dato che è sola con un figlio da mantenere. Per amore si supera qualsiasi cosa e ti parlo cosi perché anch’io mi sono fissata sul motivo per il quale sono stata lasciata dopo 6 anni. Cercando i perché e i per come senza rendermi conto che era solo una scusa, era tutta una scusa. Non gli servivo piu e la prima scusa buona che ha trovato l’ha usata. Sappi che se al posto di quel problema ti calava la vista lei ti avrebbe detto che non può stare con una persona che porta gli occhiali. Lasciala perdere, ma fallo per te! Se ti metti sempre all’ultimo posto è ora che impari che non è giusto, salvati da persone come lei !! Buona fortuna ragazzo

  9. Ti capisco molto bene, le persone si dimenticano qualunque cosa tu abbia fatti per loro quando non vai piu bene .
    Il giorno prima ti riempiono di belle parole e il giorno dopo spariscono lasciando un vuoto enorme , loro non se ne rendono nemmeno conto probabilmente, ma non e cosi che funziona la vita. Trova una persona che ti apprezzi per quello che sei e fidati che da qualche parte c’è

  10. E’ il colmo Riccardo, i sensi di colpa dovrebbe averli lei! Intanto il piccolo problema che hai avuto non è certo venuto perché tu lo volessi. E comunque è andato via poco dopo. E in ogni caso non dipendeva da te. Quale colpe hai? Quello di esserti comportato bene? Di aver cercato di farla stare come una principessa? O il fatto di non aver abbastanza soldi per farla essere una principessa? Bè se è attaccata ai soldi e alla sicurezza economica, non merita un pensiero da te, tanto meno i sensi di colpa. Apri gli occhi Riccardo avevi vicino una persona non degna di te travestita da principessa Rosa. Alcune donne possono essere delle vere affabulatrici e spesso gli uomini ci cadono con tutte le scarpe. Cerca di imparare a riconoscere le donne così e stanne alla larga. Prima o poi incontrerai qualcuna invece che sarà sincera e ti amerà per quel che sei. Auguri e ricorda: niente sensi di colpa!!!!!

  11. lo so, è il colmo…mi sento in colpa per non aver detto quella “frase”, per non aver fatto quel “gesto”, per non essere stato abbastanza uomo…tutti pensieri che adesso mi torturano…soprattutto mi sento in colpa per averla lasciata andare via senza lottare, non l’ho più chiamata da allora, nè cercata…anche perchè è lei ad avermi buttato via e risulterei solo più patetico di quanto non lo sia già…sto cercando di ricominciare a vivere…so che c’è di peggio e che i miei sembrano i lamenti di un quindicenne, ma sento troppo dolore…grazie per gli auguri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *