Home / PROBLEMI DI CUORE / Incertezza, dubbio

Incertezza, dubbio

Sono 5 anni che sono assieme ad un ragazzo, di tre anni più grande di me. E’ una persona meravigliosa, è molto intelligente, determinato, protettivo. L’ho conosciuto quando avevo 17 anni e sin dal primo momento me ne ero innamorata. Lui mi ama, con tutto il suo cuore e da sempre parliamo della vita assieme, della casa che vorremmo comprare, dei bambini, del lavoro. Condividiamo tutto, è un pilastro fondamentale nella mia vita. Frequentiamo anche l’università insieme e per questo motivo da circa un anno conviviamo, serenamente.
Mi ha sempre rispettata, mi ha sempre supportata, nei momenti peggiori come nei momenti migliori.
Tuttavia questa cornice idilliaca si è incrinata. Negli ultimi mesi sono diventati più evidenti i lati del nostro carattere che faticano a conciliarsi, lui introverso, io bisognosa di attenzione.
In questi anni saltuariamente mi sentivo con un ragazzo, di un anno più piccolo di me. Da sempre mi adora. Ogni volta ci sentiamo, ci vediamo per un caffè, ridiamo assieme, poi come succede ogni volta io metto le mani avanti per evitare di compromettermi, e sparisco. Dopo sei mesi mi ha riscritto, ci siamo rivisti e mi ha ripetuto quello che da anni mi dice sempre “Ti aspetterò, ogni giorno ti penserò, sei il mio cuore!”
Mi sa che ora il mio cuore si è incrinato. Penso a lui, penso a quanto sia sbagliata questa attrazione nei suoi confronti, non solo fisica ma anche mentale! Gli voglio un bene dell’anima, mi interesso di lui, di come sta. Alcune sere non vedevo l’ora di ascoltare la sua voce, di farmi prendere in giro.
Vi chiedo, cos’è l’amore? Ho 22 anni, ho una vita davanti ne sono consapevole, ma come posso pensare di lasciare la persona con cui sono cresciuta, che ammiro e rispetto tanto? Sono convinta che sia lui l’uomo della mia vita. Lui quello giusto per me! Condividiamo gli stessi valori, siamo entrambi impegnati nel volontariato, le nostre famiglie si conoscono, vanno d’accordo. Studiamo assieme, facciamo sport assieme, abbiamo viaggiato molto in questi anni per l’Europa, abbiamo progetti importanti.
Ho letto altre storie simile alla mia in altri blog, le risposte erano “lascialo! se provi attrazione per un altro significa che non lo ami più!” oppure “quando si sta assieme ad una persona per tanto tempo si sente la necessità della novità, è normale” Ma in realtà non ho mai provato attrazione per nessun altro, eccetto questo ragazzo. Mi è entrato talmente nel cuore che non riesco nemmeno a pensare ad un futuro senza di lui, senza poter sapere cosa fa, come sta.
Sono i due uomini che hanno accompagnato i miei 22 anni.
Aiutatemi con un vostro consiglio, una vostra riflessione.
Ve ne sarei infinitamente grata

da: Vale

5 Commenti

  1. Ciao, guarda quando una persona ti entra così tanto nella testa e nel cuore e viviamo in attesa di sapere come sta, c’è qualcosa che non va più nel rapporto. Come si dice, le porte di aprono dall’interno. Che consigliarti…. sarà che sto vivendo un momento simile con la mia fidanzata ed essendo lei quella che ha un amico con cui è molto legata e che tra l’altro non sa di me, ti direi di non fare male al tuo fidanzato e di lasciarlo, prima che motivata dal non volergli dare un dispiacere, arriverai a fargli più male. Sei giovane, a 22 probabilmente si sta ancora formando il tuo carattere e la tua persona, può anche essere che ci si accorga che chi abbiamo di fianco, pur volendogli un mondo di bene non è l’amore. L’amore non ha dubbi, l’amore se è forte non può essere perturbato da un colpo di vento. Prenditi del tempo, forse la cosa migliore è quella di stare da sola, in modo che sentirai cosa vuoi per te, indipendentemente dal tuo fidanzato e dal tuo amico. Potresti poi accorgerti in futuro che nemmeno questo amico è la persona per la vita ma in un momento come questo, bisognosa di attenzioni, ti sei stata fatta coinvolgere dal suo corteggiamento. La seconda possibilità è parlare chiaro col tuo fidanzato per dirgli apertamente quello che non sta andando nel vostro rapporto, in modo che insieme, possiate risolvere alcune divergenze o atteggiamenti. In bocca al lupo!

  2. Vedi, hai 22 anni e forse quello che sarà l’amore della tua vita ancora non lo hai incontrato. Non ti dico questo per buttarti giù ma ho 40 anni e ne ho viste di coppie quando avevo la tua età che dovevano resistere per sempre, ma che in realtà si sono spezzate ben presto.
    Forse dipende dal fatto che ha quella età non siamo maturi al 100%, non abbiamo ben chiaro quello che vogliamo fare in futuro. Ho sempre pensato che dai 30 anni in su si acquista una consapevolezza diversa e si sa meglio quello che si vuole, soprattutto in amore.
    Tu adesso provi un grande affetto per il tuo ragazzo ma è più dovuto all’abitudine. Adesso sei in cerca di nuove emozioni.

  3. Avresti dovuto non avere dubbi su una persona che ti ha dato tutto quell’amore personalmente penso che se hai questo dubbio sei una persona che è meglio perdere che trovare complimenti per la tua superficialità e cecità… vergognati.

  4. Ringrazio sia Alberto che Antonella per il vostro aiuto, considero davvero arricchente il vostro punto di vista, ne farò tesoro per rifletterci.
    Massimo, sono consapevole di non essere perfetta, di avere mille difetti come tutti d’altronde. Tuttavia non penso di essere nè superficiale nè cieca in quanto riconosco le grandissime qualità del mio compagno e sto dando il giusto peso alle cose, senza agire in maniera affrettata o “superficiale”. Il tuo pensiero sentenzioso e giudicante, e il tuo partecipare a questo blog, mi suggerisce che anche il tuo cuore soffro, e per questo davvero ti auguro di poter ritrovare la serenità. Io non mi vergogno dei miei dubbi e delle mie incertezze, mi vergognerei di scrivere acriticamente ad una persona che non conosco!
    Grazie a tutti, davvero.
    Essere ascoltata e consigliata è molto importante per me

  5. Amavi il ragazzo con cui stai , hai deciso di dare spazio a quast’altro quando invece dovevi sapere di allontanarlo subito, ora hai dubbi sei divisa, hai il cuore in due e stai male per questo, quando sapevi benissimo a cosa andavi in contro, hai voluto soffrire cieca sei tu che ti crei e crei problemi. Non ami il tuo ragazzo oramai e questo lo distruggerà quando ti pentirai capirai le mie parole altrimenti non saresti qui. Addio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *