Home / SOFFRIRE PER AMORE / I suoceri mi rovinano la vita

I suoceri mi rovinano la vita

Ciao a tutti, aiutatemi a fare chiarezza in me, sto soffrendo da morire. Sono sposata da 15, amavo da morire mio marito. Due anni fa ho perduto il lavoro e sono stata in depressione, i miei suoceri si sono voltati dall’altra parte, per noi è stata dura con un figlio piccolo, difficile anche arrivare a fine mese. Io sono sola non ho più i genitori ed i parenti quando sono stata male sono fuggiti. I miei suoceri hanno continuato a chiederci aiuto quando avevano bisogno ma non lo hanno mai offerto a noi, vivono per l’altro figlio e la sua fidanzata. Adesso ho chiesto a mio marito di lasciarli perdere, di non aiutarli più ma lui continua imperterrito, lo fa e poi mi chiede scusa.

Io gli ho detto di ricordarsi come ci hanno trattato ma evidentemente loro sono più importanti di me e nostro figlio che i nonni non considerano proprio anzi dicono a tutti che non vedono l’ora di avere nipoti dall’altro figlio. Io non ce la faccio più, vorrei che mio marito si staccasse da loro che lo usano e basta, mi accorgo che più si avvicina a loro e meno lo sento vicina a me. Non riesco più a dirgli che lo amo, avrei preferito combattere contro un’amante ma non contro sua madre che mi ignora salvo chiamarmi se ha bisogno di me. Solo doveri e niente aiuti eppure lo sanno che spesso siamo in difficoltà e mio marito non fa nulla per farglielo capire. Scusate il mio sfogo sono distrutta non ce la faccio più, i miei suoceri stanno rovinando il mio matrimonio, non vedo più futuro per noi, voi come la vedete? Datemi un consiglio come faccio a smuoverlo, ho paura di allontanarmi da lui se le cose non cambiano.

da: Giorgia

5 Commenti

  1. Proietta questa situazione tra 1-2 anni. Se qualcosa non cambierà sarai tu ad allontanarti da tuo marito. Stai con un uomo che non da il vero valore alla propria famiglia. Se già gliene hai parlato e lui non cambia allora quali alternative hai?
    O te o la sua famiglia, quando davvero si troverà a decidere e priorità della sua vita se è un uomo con le palle che ti ama sceglierà te, altrimenti meglio che finisca qui.

  2. Ciao Giorgia, mi metto nei tuoi panni e mi rendo conto la situazione è delicata. Poi non siete due fidanzati o conviventi, ma una famiglia con un bimbo e le cose sono molto più importanti da decidere. Per cui calma in ogni scelta. Anche quello che posso dirti io, prendilo con le pinze e vaglia tutto un sacco di volte.
    Quello che mi sento di dirti, è che tuo marito ha bisogno di “evolvere”, staccandosi dal suo nucleo famigliare di partenza. E’ un progresso psicologico che dovrà fare lui, tu non c’entri nulla, è lui che deve passare dalla condizione di figlio a quella definitiva di uomo e per di più oggi già anche di padre. Le pressioni che vi fanno i suoceri deve essere lui a contrastarle e a metterla nella giusta posizione. Un ragazzo che si sente ancora figlio non ci riesce, un uomo , ci riesce facilmente. Proverei a parlarne di nuovo con lui ed ad affrontare anche la possibilità di confrontarsi con uno psicologo esperto nella materia che lo sappia indirizzare. Quando meno provare a fare un esperimento prima di prendere decisioni importanti.
    Altro aspetto, per certi versi più semplice da rivolvere, perchè puramente materiale , è aumentare l’indipendenza economica da parte vostra. Così da diminuire il più possibile le necessità di un aiuto (presente o presunto) da parte dei suoceri.
    Non ti scoraggiare, abbi fede.

  3. Credetemi e’ durissima e poi loro a noi non danno aiuto ma chiedono solo ad esempio di essere accompagnati dappertutto o di aiutarli con i conti delle tasse ma non ci regalano neppure una caramella al compleanno, io sto cercando lavoro e se lo dovessi trovare temo che lascerei mio marito, mi sento sconfitta.

  4. Il fatto che i suoceri non siano poi così magnanimi lo capisco e direi che è anche molto usuale…
    ciò che mi fa preoccupare maggiormente invece è il fatto che tuo marito non stia dalla tua parte. Penso che la cosa più bella sia “essere complici l un l altro” x cui potresti provare a lanciargli un ultimatum.. altrimenti…. non aggiungo altro!
    Un abbraccio e sii forte mi raccomando

  5. Grazie Diego, hai proprio ragione ma io l’ultimatum l’ho lanciato e lui dice di amarmi ma nulla fa per dimostrarlo in questo senso. Gliel’ho detto che non mi servono i suoi baci, voglio altre dimostrazioni ma non la capisce. E’ dura essere forte, mi sento terribilmente sola contro tutti.Ho bisogno di una via d’uscita ma capisco anche se senza indipendenza economica è tutto più difficile, credimi sono allo stremo delle forze, non avrei mai pensato che lui con il passare e l’aumentare del menefreghismo dei suoi verso di noi gli si legasse così a discapito mio e di mio figlio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *