Home / PROBLEMI DI CUORE / Ho tradito, dopo 3 anni non riesco a dimenticare

Ho tradito, dopo 3 anni non riesco a dimenticare

Buongiorno a tutti. Confesso che non so proprio da dove iniziare. Ho una relazione stabile da più di 4 anni. Benché sia una relazione a distanza, riusciamo a vederci per una discreta parte dell’anno con intervalli più o meno regolari (estate, festività, qualche settimana qua e là). Provo un affetto enorme per questa persona e insieme passiamo dei momenti bellissimi. Quando tale persona decise di separarsi da me per studi/carriera lavorativa, io non la presi bene e passai un lungo periodo triste, però insieme decidemmo di intraprendere una relazione a distanza. Dopo alcuni mesi dalla sua partenza sentivo il bisogno di staccarmi emotivamente perché stavo veramente male, quindi piano piano per non soffrire ogni singolo giorno, ho cercato di farmi forza e pensare di meno a questa persona. Inevitabilmente questo mi portò ad avvicinarmi emotivamente ad un’altra Persona, con la quale in passato c’era già stata un po’ di “intesa”, ma non era mai successo niente (neanche un bacio, per dire). Un giorno siamo finiti a letto senza neanche accorgercene.

Non avevo mai tradito prima (e mai l’ho fatto dopo e penso non lo farò MAI più). Ci tengo a precisare che la Persona con la quale ho tradito, era anch’essa fidanzata (anche lei relazione di diversi anni), quindi entrambi avevamo tradito, entrambi per la prima volta. Io non mi sono mai sentito così in vita mia. Questa persona mi sapeva dare una gioia così intensa da non essere in grado di descriverla. Molto presto (un paio di mesi) ci rendemmo conto dello sbaglio e decidemmo di finirla e mantenere il segreto. Io però non volevo finisse e, in fondo in fondo, credo neanche l’altra Persona lo volesse. Nei mesi successivi infatti scappavano ogni tanto qualche sguardo di complicità, qualche bacio fugace. Le discussioni con questa persona non mancavano, l’argomento era costante: “cosa fare?”, “come comportarsi”. Del resto eravamo costretti a vederci quasi ogni giorno e frequentavamo le stesse persone.

Dopo un po’ di mesi che questa storia andava avanti (periodo nel quale mi sentivo in colpa per aver tradito, mi sentivo in colpa a mantenere un segreto di tale grandezza, mi sentivo in colpa per essere insieme a una persona, ma amarne un’altra, insomma stavo malissimo con me stesso) l’altra Persona decise, in una delle innumerevoli discussioni, di finirla e non parlare più dell’argomento, metterci una pietra sopra. Il verdetto era stato deciso: nessuno dei due avrebbe lasciato il proprio fidanzato/a, nessuno avrebbe parlato mai a nessuno dell’accaduto. A me questo non andava bene, però accettai. Avrei fatto tutto per questa Persona, pur di vederla felice. Nel corso di questi 3 anni non l’ho mai dimenticato/a, come avrei potuto comunque? Vedevo questa Persona praticamente ogni giorno o quasi e la cosa mi straziava. E mi logora tutt’ora. Io non so cosa fare. Questa Persona con me in questi anni è sempre stata ambigua, non ho mai capito le sue vere intenzioni, mai. Più volte ha detto di non amarmi e di non averlo mai fatto, ma io non riesco a crederci. Forse non voglio crederci.
Non riesco a dare una svolta alla mia vita, non so, forse non voglio. Non voglio far soffrire la mia fidanzata e tutte le persone che mi stanno intorno, compresa questa Persona.
Ho infranto il patto, ho rivelato questo segreto e l’ho condiviso con voi, cercando di mantenere l’anonimato non facendo intendere il mio genere, che lascerò immaginare a voi.
Ho cercato di riassumere questa mia storia e scriverla qui perché spero che qualcuno leggendola mi dia un consiglio o almeno un parere su quanto accaduto.

da: Andrea

11 Commenti

  1. Cara anonima, la cosa importante di tutta la faccenda e’ che ti e’ servito per capire che non sei fatta per tradire: in futuro non lo farai più, nemmeno con chi lo merita. Per il resto, parer mio, se l’altro ti avesse dato sicurezze avresti lasciato il tuo ragazzo. Evidentemente non lo ami, quindi e’ giusto che lo lasci andare. Confessargli il tradimento non ha senso. Ti consiglio di allontanarti dal tuo ragazzo connl classica “ormai ti vedo come un amico” e stare per un bel po da solo. Ritrovata te stessa, riparti… evitando quelli fidanzati il cui intento è quasi sempre portarti a letto e niente più.

    • Grazie dei consigli Marco, potrebbero essere una buona soluzione ai miei problemi. Tuttavia il mio partner attuale esigerebbe spiegazioni e la farei soffrire moltissimo. Mi mortificherebbe.

  2. Innanzitutto si è capito il tuo sesso…ma in ogni caso non credere che questa persona non ti abbia mai amato è una trappola mentale …io l’ho fatto per mesi e mesi rincorrendo la persona che credevo sarebbe stata l’uomo della mia vita..lui mi ha amato? Credo ancora di si, e dopo 3 anni ha esordito col tanto temuto “non ti amo più” ma io non ci ho mai creduto…risultato? Era proprio come diceva e io ho sprecato tantissimo tempo prezioso. Lascia andare chi non dà segno di amore, chi ama non lascia andare in questo modo.

  3. …ma in tutto sta storia il tuo fidanzato/a lontano non credi debba sapere la verità (non c’è bisogno di fare nomi) di modo che possa trovarsi un altro partner sessuale? Tanto si è capito che non la ami.

    Poi mi fanno veramente ridere le frasi che si usano per dare giustificazioni farlocche sul tradimento fisico tipo “è capitato…”. Le cose in questo settore della vita non accadono ma si cercano e si vogliono.

    Non capita di tradire, si vuole tradire che è ben diverso.
    Capitano gli eventi che non possiamo controllare in prima persona tipo la morte ma per il resto ti assicuro che è solo una faccenda di volontà.

    E tu non ne hai.
    Non hai volontà di fare niente, ne di cambiare ne di voltare pagina.
    Preferisci crogiolarti nei ricordi ammuffiti e nei dubbi.
    Vogliati bene e si rispettoso di chi ti circonda, molla la tua fidanzata e cerca di capire che fare della tua vita.

    • Penso che la verità non farebbe bene a nessuno, poiché distruggerebbe amicizie, relazioni e rapporti che durano da anni intorno a me. Non me la sento proprio di rovinare la vita a tante persone, amici, amiche a cui voglio bene.

      Io non di “giustificazioni farlocche” sul tradimento. Entrambi volevamo farlo ed è successo. La mia espressione “senza neanche accorgersene” l’ho usata per evidenziare la passione che ci legava, per far emergere quanto ci desiderassimo e per rendere il significato di rapidità con la quale si è passati dal chiacchierare, al letto

      Per il terzo punto credo invece che tu abbia colto nel segno e penso che dovrei fare proprio come dici tu. Però la mia volontà è appunto quella di non far star male nessuno e questa cosa mi blocca.

      Grazie

      • Stai facendo del male a te stessa e al tuo ragazzo proprio fingendo di amarlo. Ami un altro. Punto. Che poi quest’ultimo ti vuole solo come trombamica non influisce sulla prima condizione: non ami il tuo ragazzo. Perché non dare a entrambi la possibilità di vivere felici? Le spiegazioni che darai sono, per il bene di tutti, che l’amore si e’ trasformato in affetto, che siete cambiati, e che hai bisogno di ritrovarti. A questo punto però, fai la donna con la D, e stai veramente sola per un po’. Se senti l’esigenza del sesso, sii riservata e discreta, e inizia una nuova relazione alla luce del giorno solo quando sarai nuovamente pronta. Quando finisce un amore spesso si è confusi, e si finisce in un circolo visioso di flirt che non fanno altro che aumentare la confusione. Ognuno di noi, soprattutto le donne, dovrebbe imparare a lasciare quando non si ama senza avere paura del futuro, della solitudine, della mancanza di sesso, coccole ecc. Purtroppo non tutti hanno le palle… e lasciano solo quando hanno la certezza di “non rimanere soli”.

      • Bellissimo commento, ti ringrazio molto. Forse riuscirò a fare chiarezza presto.
        Una curiosità: quali elementi ti hanno fatto pensare che sono una donna e non un uomo? Perché non potrei essere un uomo?

      • Io rispetto la tua sceltadell’anonimato, ma si capisce che sei donna da come scrivi.

  4. Andrea, rispondo qui alla tua domanda “come faccio ad essere certo che sei una donna”. La risposta e’ che sono un uomo, tutto qua. Un uomo se tradisce per sesso non entra in crisi, essendo l’atto sessuale con una donna per la quale non provi niente ai livelli della masturbazione. Un uomo invece che si innamora di una donna lascia la compagna indipendentemente da se la nuova donna corrisponde. Vedi, gli uomini non si innamorano quasi mai, ma quando capita, non c’è nulla che li tenga. Gli uomini in amore sono decisi! Quando indecisi, non amano, vogliono solo giocare. Le donne invece proprio non entrano nell’ottica di essere decise in amore, e se arriva un nuovo interesse lasciano il partner solo quando certe che il nuovo e’ pronto a decollare (alcune addirittura lasciano solo dopo tradimento e certezze da parte del nuovo, altrimenti fanno marcia indietro). Altro elemento? In uma risposta parli di “qualcosa cje non puoi dire”… classico femminile, e lascia intuire anche cosa… Ultimo elemento? La paura di affrontare il giudizio, che noi uomini non abbiamo in quanto per noi tale giudizio e’ molto molto più clemente in caso di tradimento.

    • Argomentazione impeccabile davvero. Però io non riesco a comprendere chi ragiona per termini assolutistici, non è possibile che le azioni che compiamo sono frutto del nostro carattere? Se fossi uomo e secondo quello che dici tu, vorrebbe che ho tradito perché ero innamorato. Durante una di quelle “innumerevoli discussioni” di cui facevo menzione nel post, la ragazza con la quale avevo tradito la mia fidanzata mi ha detto di non volere una storia con me, perché lei amava il suo ragazzo. Poi si sono lasciati e lei è andata con il mio migliore amico.
      Vedi, la questione non è tanto la paura di affrontare il giudizio, ma di sgretolare dei rapporti, per cosa?
      Infine quand’è che avrei scritto “qualcosa che non posso dire”?

  5. Continuo a non intravedere nel tuo atteggiamento il modus operandi di un uomo: per me rimani una ragazza! Circa l’aver scritto “cose che non puoi dire” ero certo di averlo letto qui, ma forse ho confuso post, pertanto scusami.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *