Home / SOFFRIRE PER AMORE / Era innamorata di me, ma…

Era innamorata di me, ma…

buongiorno, vi racconto la mia storia.
14 anni fa conobbi una ragazza che venne a lavorare in ufficio da me. Io ero e sono ancora sposato con figli, ma non sono andato mai d’accordo con mia moglie sin dal primo giorno. lei invece si sarebbe sposata da lì a poco. Nacque una grande amicizia che durò alcuni anni. Lavoravamo assieme e stavamo assieme quasi tutto il giorno, andavamo in giro per la città, ci confidavamo tutto quello che a un coniuge non si può dire e sapevamo tutto di noi. In poche parole vivevamo una grande amicizia!

Dopo un paio di anni così però nacque l’amore e fu una storia stupenda con le stesse modalità raccontate da voi. Facevamo l’amore e vivevamo una storia passionale e romantica bellissima. Nel frattempo era stata trasferita in altri uffici e quindi stavamo meno assieme, ma tutti i giorni ci incontravamo e stavamo ore in macchina o in giro a parlare amabilmente. Successivamente, sempre a causa del lavoro che ci aveva separato sempre più, e a causa del suo pessimismo sul nostro futuro, sparì!! La chiamavo tutti i giorni e più volte al giorno, ma niente. Rispondeva di rado. Poi lasciai perdere pure io.

Si fece viva nel 2007 per dirmi che aspettava un figlio. Poi in ufficio da me si presentò l’occasione di prendere una persona a contratto. Glielo dissi e lei accettò di tornare. Le prime settimane non le diedi tanto conto perchè sapevo che tra noi era tutto finito…. ma poi si dichiarò apertamente e mi disse che “era innamorata folle di me” e che io ero l’unico uomo  della sua vita e non suo marito. E soprattutto avrebbe fatto di tutto per vivere con me per sempre. All’inizio ebbi paura, ma durò un paio di giorni, poi mi sono detto che se l’amavo davvero avrei dovuto lasciare tutto per lei. Sino al 2012 abbiamo vissuto un amore bellissimo, puro, romantico, travolgente… eravamo le due parti della mela ed entrambi ne eravamo coscienti. Aspettavamo solo il momento giusto per lasciare i coniugi.

Negli ultimi tempi lei però cominciò a scontrarsi con la possessività del marito e infatti tre volte andò via di casa e tre volte fu costretta a tornare. Io vivevo a casa da separato e aspettavo solo che lei si liberasse….. Nel frattempo però era successo un altro evento!! sempre quel periodo un collega cominciò a starle dietro e con scuse di lavoro faceva in modo di uscire con lei o lavorare con lei. Cominciai ad essere geloso ma lei mi rassicurava sempre perchè lei amava me e basta. La situazione precipita a maggio 2014… improvvisamente lei cambia nei miei confronti e quando una volta per tutte le dico che lascio tutto per lei… lei decide di allontanarmi dicendo che non prova più niente per me e che deve fare crescere la figlia in un ambiente (finto) sano. Una settimana prima mi giurava ancora amore eterno!!!  Da questo momento però frequenta sempre l’altro collega, ma dice che è solo un amico e basta. Se la cerco mi chiama ma sennò non si fa sentire. Spesso mi dice vieni in ufficio da me non c’è bisogno che io ti chiami. Io adesso sono freddo, ma viceversa lei si informa su di me e mostra ancora una certa gelosia. Perchè vi ho raccontato tutto questo? Solo per dire che ci sono uomini che lascerebbero tutto per amore. Il problema è che in questi casi può succedere  che sia la donna a non voler cambiare del tutto la situazione e finisce per vivere sempre nell’ambiguità.

da: Giuseppe

7 Commenti

  1. Caro Giuseppe, fidati, sono sempre di più le donne che sono disposte a tutto in amore rispetto agli uomini. Tu sarai un caso diverso ma normalmente gli uomini preferiscono le amanti, magari a vita illudendole che lasceranno la moglie per loro, ma una donna se si innamora lascia e basta.
    In questo aspetto è molto più fredda e cinica dell’uomo, a torto o a ragione. ma ho visto alcuni miei amici lasciati da un giorno all’altro dalle proprie mogli, che guarda caso, di li a poco avevano già un altro.
    E’ così il mondo, ma che vuoi farci. Inoltre credo che quest’altro uomo è arrivato al momento sbagliato ed ha complicato tutti i tuoi piani. In bocca al lupo!

  2. Quanto fa male leggere le tue parole, mi hai fatto rivivere il passato. Ero innamorato perso di una mia collega, anche noi sposati ed in procinto di separazione, ma al momento più bello tutto si è raffreddato.
    Non me lo spiegavo il suo cambiamento, dopo tutto quello che c’era stato. Mi diceva che io ero capace di toccarle l’anima.
    Io comunque mi ero lasciato e lei lo fece dopo tre mesi. Quando pensavo che tutto si era messo a posto lei mi mollò.
    Dopo due mesi aveva già un altro (ma molti mi dicevano che c’era già prima, ma io per l’idea che avevo di lei rifiutavo di crederlo).
    Sono passati tre anni da allora, io ho avuto la fortuna di incontrare la mia attuale compagna che amo follemente, lei ha avuto un figlio da lui ed adesso si è lasciata.
    Aveva tentato un rimproccio ma io gentilmente l’ho mandata a quel paese.

  3. Caso rarissimo il tuo. Conosco solo uomini non disposti a fare il grande passo nei confronti dell’amanti.

  4. Gli uomini il grande passo lo fanno raramente ed anche tu, dopo quanto tempo ti stavi decidendo? Poi non l’hai fatto, l’hai solo detto quando hai visto che lei stava cambiando…tradotto dopo tutti quegli anni chi non si sarebbe stancata?

  5. Puffa hai ragione a scrivere così. Ma ti ci ho indotto io perchè sono stato troppo sintetico nella descrizione dei fatti. Avrei agito ancora prima, ma era lei a dirmi di aspettare perchè non sapeva come reagiva il marito, aveva paura della reazione di mia moglie, temeva lo stress della figlia perchè piccola di età. Ed infine non voleva che io restassi solo senza moglie e senza di lei. Io alla fine dicendo una volta per tutte “lascio tutto per te” ho solo buttato le carte in tavola per sbloccare i giochi definitivamente. Ma ho scoperto che lei dopo anni in cui sperava che noi si potesse vivere insieme, adesso non lo voleva più. E’ stata una cosa improvvisa ma, leggendo altre storie in questo sito, adesso sono convinto che qualcosa covava da tempo dentro di lei senza che mi dicesse nulla apertamente…. e quel collega che si è messo in mezzo sicuramente ha le sue colpe. Per concludere vi dico che improvvisamente mi è crollato il mondo addosso, mi sono sentito devastato, dentro di me solo macerie. Niente futuro, sparito quel grande amore con tutto quello che vuol dire “Grande Amore”. Sto cercando di venirne fuori per tanti motivi, ma non è facile…..

  6. Credo che questa lezione ti servirà molto a mettere ordine nella tua vita, partendo da tua moglie. Io davvero non capisco, perché in queste situazioni salta completamente il rispetto che si deve ad un coniuge.
    Se tutto funzionava adesso l’avresti lasciata ma siccome la tua amante non si separa, tu fai lo stesso.
    Capisci che tutto questo è devastante per una persona, sapere di essere una ruota di scorta.
    Come donna la più grande umiliazione che potrei vivere è che mio marito (con il quale tutto va alla grande) non mi lasci, perché la sua amante non lascia il marito.

  7. Chiamali eventi della vita, occasioni perse, errori, ma certe volte non possiamo farci niente.
    C’è stato un momento perfetto in cui potevate stare insieme ma non l’avete fatto per questo o quello. Poi litiga con il marito, conosce un altro, torna sui suoi passi, ed in tutto questo non vedo grosse colpe ma solo “eventi”.
    Inutile pensare se lo avessi fatto prima, se avessi avuto il coraggio, non dipendeva solo da te ma anche da lei.
    Chissà, forse gli eventi futuri vi ricongiungeranno….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *