Home / SOFFRIRE PER AMORE / Dopo un anno soffro più di prima

Dopo un anno soffro più di prima

Salve a tutti, sono una studentessa di 22 anni e davvero non so più cosa fare per smettere di soffrire.
Ho vissuto per più di un anno e mezzo la storia d’amore più bella e intensa che potessi desiderare. Nata per caso, abbiamo scoperto in entrambi la metà perfetta che mancava alla nostra anima. Condividevamo tutto, interessi, passioni, amicizie. Sembrava tutto perfetto, io dipingevo e cantavo per lui, lui mi scriveva poesie e sonetti. E’ stata la mia prima storia d’amore importante, prima solo flirt senza spessore, il primo amore, l’unico. Lui aveva già amato prima di me, ma diceva di essere rinato, di aver capito con me cosa voleva significare amare, di aver imparato ad amare. Volevamo vivere così per sempre. Poi lentamente io mi sono ammalata di depressione. Iniziò tutto dopo il primo anno, l’università, le difficoltà della vita, problemi a casa, la lontananza dalla famiglia,(studiavo in piemonte, ma sono siciliana)mi hanno lentamente logorata. Sono diventata insofferente, piangevo spesso, stavo male, poi passava e tornavo quella di sempre. Mi diagnosticano la depressione, inizio gli psicofarmaci. Lui inizia ad allontanarsi. Era la mia unica felicità rimasta, passavo dei giorni senza alzarmi dal letto, e lui era l’unica ragione per poter continuare a sperare.

L’unica spinta a stare meglio. Lo ringraziavo per essermi accanto, per esistere, e gli chiedevo scusa per tutto questo dolore,e che sarei guarita per amarlo ancora di più. Poi una sera, dopo una mia crisi mi lascia. Non sopporta tutto questo mio dolore, dice che i miei problemi sono sempre più importanti dei suoi. Mi lascia e sparisce per sempre dalla mia vita. Non un messaggio, non un augurio. Niente. Dopo due settimane già si frequenta con altre. Lo vedo ogni tanto ad eventi comuni, all’università. Si fa sentire solo per invitarmi alla sua laurea. Ci vado e scopro che è presente anche la sua nuova fiamma. Mi sento così umiliata. Parte per l’erasmus e so che si da alla pazza gioia… si perde il conto di quante ragazze si è fatto. E’ passato  un anno e un mese da quando mi ha lasciata. Non ho mai avuto sue notizie. So da altri che è tornato dalla spagna e che si sente con alcune ragazze. E’ passato un anno e io mi sento male come il primo giorno.

Dalla depressione non sono più uscita, perchè mi continuo a dare la colpa di tutto. Se non mi fossi ammalata lui non sarebbe andato via. Non riesco più ad andare avanti. Vorrei solo ricominciare. Ma non  riesco.

da: joel

6 Commenti

  1. Cara Joel, il punto è che tutto ciò che stai vivendo è amplificato dalla tua depressione. Se ti sentissi bene con te stessa non staresti così male. Come si dice: morto un papa se ne fa un altro. Ma quando si sta male con se stessi tutto è buoi, impossibile, difficilissimo.
    Il tuo primo obiettivo è uscire dal tunnel di sofferenza che vivi, e puoi riuscirci. Molte persone soffrono di questa terribile malattia ma se ne esce, e quando ne uscirai tutto, dico TUTTO, sarà diverso. A quel punto chissà, forse anche lui potrebbe tornare nella tua vita. In bocca al lupo cara!!!!!

  2. Anche io ho sofferto di depressione ed il mio ex di allora (adesso sono sposata con un altro uomo) non mi lasciò per questo. L’amore è amore, non si lascia una persona perché è depressa ma evidentemente c’era qualcos’altro che non funzionava. Forse malgrado le sue parole lui non si sentiva pronto e voleva ancora divertirsi.
    Ovviamente è un mio parere, non voglio essere cattiva ma obiettiva.

  3. Le persone possono reagire in molte maniere differenti quando un amore finisce. E’ normale stare male ma se questo dolore con il tempo non si affievolisce, anzi, peggiora, allora devi prendere in seria considerazione di andare da uno psicologo.
    Se non c’è la fai ad uscirne da sola è l’unico rimedio.
    Vedrai che ti sentirai meglio, abbandonerai lentamente i psicofarmaci e ritroverai il meglio di te.
    Dai!!!!!!!!

  4. La mia storia d’amore è terminata 9 mesi fa, dopo 11 anni insieme.
    Lo ammetto, io sono una persona molto dipendente, probabilmente questo è dovuto a delle mancanze dei miei genitori durante l’infanzia.
    Però sono sicura che non ero dipendente da lui, ma io l’amavo alla follia.
    Oggi, dopo 9 mesi soffro come il primo giorno che mi ha lasciato, forse di più.
    Magari potessi tornare indietro, quante cose non rifarei!
    L’unica cosa di cui sono certa è che lui non mi manca perché io posso essere inquadrata come una dipendente affettiva, in realtà mi sento morire perché la persona che amo ancora non mi vuole più.
    Tutti mi dicono che per certe cose ci vuole tempo, allora spero che un giorno possa svegliarmi senza questo dolore, e spero che arrivi presto!

  5. Grazie per i commenti e le parole. Micia non sei per nulla cattiva… purtroppo questa è la verità.
    Giorgio, io lo spero veramente, sto andando da una psicologa con cui mi trovo molto bene, ma non riesco a vedere superamenti.
    Simona, ti sono molto vicina e ti capisco.

  6. Ciao ragazze..io sono in una situazione molto simile alla vostra…simona e joel.,..nn riesco a trovare una via d’uscita da questa sofferenza…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *