Home / PROBLEMI DI CUORE / Da quando siamo finiti a letto, lui si comporta in un modo molto strano

Da quando siamo finiti a letto, lui si comporta in un modo molto strano

Circa un mese fa sono finita a letto con il mio ex. Si tratta di un legame che, in un modo o nell’altro, in una forma o nell’altra, va avanti dal 2011. In questi anni non sempre siamo stati legati da qualcosa di “amoroso”: ad esempio, c’è stato un periodo in cui credevamo di essere migliori amici, e ci sono stati anche mesi interi di silenzio. (Questo perchè ambedue siamo fidanzati con altri, lui addirittura convive.) Poi, non so come, abbiamo ricominciato a flirtare via messaggio, una cosa tira l’altra, ed ecco che negli ultimi tempi abbiamo messo in piedi una specie di “amicizia di letto”. Abbiamo fatto preliminari per due volte e, come dicevo nella domanda, poco tempo fa siamo arrivati al tradimento completo. A questo proposito, vorrei dire che le prime due volte lui non aveva alcuna intenzione di fare l’amore con me (“sai che non possiamo”), mentre l’ultima volta mi ha detto più o meno testuali parole: “Voglio fare l’amore con te. Ci ho pensato molto, e ho capito che sarebbe una cosa bellissima. Se siamo qui dopo tanti anni e se insieme siamo felici, è giusto così”. Oltre a questo, mi ha detto una marea di cose molto dolci e poetiche – vi illustro anche questi aspetti “positivi”/”romantici” per dare una visione d’insieme, so bene che possono essere stati dei trucchi per portarmi a letto. Ad esempio, mi ha detto esplicitamente che non ha mai voluto sco*parmi, che non ha mai voluto soltanto il mio corpo, ma che, quando mi abbraccia e mi bacia, abbraccia e bacia la mia anima. Quando lo stavamo proprio per fare, mi ha detto: “E’ una cosa bellissima … lo sai?”.

Devo dire che la cosa in sè ha fatto pena a dir poco, nel senso che lui soffre, credo, di eiaculazione precoce ed impotenza in combo. Io non ho fatto assolutamente menzione a questa cosa con lui, anche in questo caso ve la illustro per darvi una visione d’insieme più valida. Mi sento libera di dire che non ha soddisfatto le mie aspettative, perchè lui ama molto provocarmi con messaggi erotici e spinti, messaggi dai quali lui pare il Re del Sesso in persona. Ama inoltre andare dicendo che ha molto testosterone in circolo o che ha dimensione rilevanti, ma tant’è. Comunque, nonostante questo, lui ha detto che era stato molto bello e che avrebbe serbato questa cosa per sempre. La sera stessa mi ha scritto delle cose poetiche, ma io l’ho stroncato dicendo che era stato semplicemente un grandissimo errore. Lui ha detto che non condivideva la mia opinione, ma che l’accettava. Dopo questo scambio, per circa due settimane mi ha contattato o mi ha risposto in maniera sprezzante, quasi con odio. Poi si è rifatto sentire quando ho cambiato l’immagine di profilo, mettendo una ragazza che accarezzava un micio. Alla mattina mi ha chiesto se mi piacessero i mici e alla mia risposta affermativa non ha controbattuto niente fino alla sera, quando mi scrive: “Sai, io ho la pancia da micetto”.

In questi ultimi due giorni mi ha riscritto a notte inoltrata per sapere cosa stessi facendo e se dormissi, per sapere come stessi. Una volta che ottiene la mia risposta o che in qualche modo me ne dà una, smette di rispondere. Tronca semplicemente le conversazioni a metà, dopo pochi messaggi, e questa è una cosa molto insolita per lui. Non c’è alcun riferimento a quanto successo, non ci sono gesti di affetto particolari, solo il tentativo di contattarmi e poi sparire dopo pochi sms. Secondo voi, che senso ha il suo tipo di comportamento? Cosa gli passa per la testa? Vi chiedo di darmi un parere su quali possano essere le motivazioni del suo modo di fare attuale, perchè io non ho la lucidità adeguata. Mi sento molto in colpa, più volte al giorno mi vengono in mente i flashback di noi due che facciamo l’amore e mi vergogno da morire, da parte mia non ho la voglia di contattarlo perchè non saprei cosa dirgli a causa dell’imbarazzo che provo. Se potete, non giudicate la situazione in sè … So bene che abbiamo sbagliato e ci siamo comportati male, ma io non spero di tornare con lui e lui nemmeno, semplicemente siamo legati da qualcosa e quello che posso dire è che non mi va di perderlo. Grazie a tutti

da: Jilly

10 Commenti

  1. Mai vista tanta superficialità tutta insieme. Povero uomo che è con te, davvero povero

  2. Per come la vedo io, penso che voi due abbiate dei problemi relazionali piuttosto importanti. Il coinvolgimento che sicuramente vi lega, tu stessa lo dici, non ha fatto che amplificare all’ennesima potenza questi vostri problemi. Mi è parso di capire che entrambi vogliate portare avanti le vostre rispettive convivenze. Ma che futuro vedi con il tuo compagno? Cosa pensi di starci costruendo? Forse non ti accorgi del fatto che per voi due i vostri compagni sono dei sostituti genitoriali. Sono delle figure di sfondo, consolatorie, verso le quali provate l’affetto profondo che si prova verso i genitori, figure che non volete perdere nel modo in cui è impensabile l’idea di perdere la mamma o il papà, persone che credete rimarranno lì nonostante tutti i vostri affronti. Posso solo consigliarti di intraprendere un percorso di psicoterapia, perchè vivere scissi in questo modo causa soltanto dolore a te e a chi ti sta intorno.

  3. Non hai parlato del tuo fidanzato, non hai parlato di cosa provi per lui ma ha solo ed esclusivamente parlato di questo tuo ex fidanzato e di quello che volevate/non volevate fare …che poi, nella realtà, avete fatto.
    Nella realtà dei fatti, quello che provi per lui, è una sorta di amore/odio: parli delle sue scarse performance amorose quasi con una velata vena di rancore (come per punirlo di qualcosa) ma, nello stesso tempo, lo cerchi e non ti capaciti di questa sua profonda instabilità emotiva (ti cerca ma, al primo cenno di risposta da parte tua, sparisce). Lui ti sta chiaramente cercando ma è frenato da quelle che potrebbero essere le conseguenze (ha una donna e ci convive pure).
    Dovresti farti, innanzitutto, una domanda: che significato ha tua relazione con il tuo fidanzato (quello attuale)? …dovresti pensare anche a lui …lui è un essere umano e, come tale, è assolutamente degno di rispetto, che ti piaccia o meno. Non pare ti sia comportata in modo positivo continuando a sentire il tuo ex, addirittura arrivando a scambiarvi messaggini erotici, fare preliminari e arrivando addirittura al rapporto completo. Questo si chiama tradimento, lo sai? Per rispetto (perchè di amore non si può parlare), lascia il tuo ragazzo: merita di essere accompagnato da una persona che non lo cornifichi ogni tanto con “l’amico che riaffiora dal passato” che è solo amico però, “sai, la passione”, finisce che ci sc*pi pure. Fatto questo, cerca di capire bene che cosa vuoi fare della tua vita e che significato ha questo tuo ex (con un amico, o una persona definibile tale, non è prassi finirci a letto) e, quando avrai le idee ben chiare, potrai rapportarti nuovamente con una persona che possa meritare qualcosa di stabile e serio che sia il tuo ex oppure una persona che incontrerai sulla strada della tua vita.
    Buena vida!

    • Come ho scritto in un altro commento, sono la prima a disprezzare e non capire me stessa. Non mi era mai successa una cosa del genere, con nessun’altro uomo. Mai avrei detto di poter fare una cosa del genere al mio fidanzato. Mentre succedeva, mi sentivo quasi alienata da me stessa. Da allora, non ho più avuto la spinta per contattare il mio ex. Alterno freddezza e distacco… a questi tremendi flashback, che mi pesano sulla coscienza e al tempo stesso mi lasciano una scia di nostalgia… Tu pensi dunque che i suoi siano tentativi di ricontattarmi? Non pensi che potrebbe non volermi più sentire?

      • Onestamente, ragionandoci un attimo, una persona alla quale non gliene frega niente di te, si prende la brega di scriverti, a notte inoltrata, chiedendo cosa fai o cosa non fai in quello specifico lasso di tempo? …se poi sparisce subito dopo, puo essere che sia affetta da sensi di colpa più o meno gravi di quelli che hanno colpito te? …non ci hai pensato? I suoi non sono “tentativi” di ricontattarti; i suoi sono meccanismi (piuttosto perversi, tra l’altro) ai quali da vita in modo più o meno conscio, per non perderti ..molto simili a quelli che, pare, metti in essere tu nei suoi confronti, alternando i momenti di indifferenza ai momenti nei quali lo ricordi con nostalgia, dicendo che non lo vuoi perdere. Voler mantenere il piedino in due scarpe, oltre a rischiare di innescare dei meccanismi altamente distruttivi nel merito del tuo rapporto di coppia (quello ufficiale), da un punto di vista etico (se l’etica ha ancora un valore), è, oltretutto, schifosamente vigliacco.
        Ribadisco il concetto che sia auspicabile che tu faccia luce tra cosa vuoi e non vuoi fare della tua vita, cosa rappresenta il tuo attuale fidanzato e che significato ha il tuo ex nel panorama della tua esistenza.
        Per onestà nei confronti del tuo attuale ragazzo, prenditi una pausa di riflessione da lui e dall’altro. Ragiona bene su tutto ciò che ti circonda e, quando avrai fatto compreso tutto questo, potrai definirti pronta per vivere (e far vivere a chi ti accompagna) una vita serena.
        Questo non è che il mio umile pensiero.
        Pace e Bene

  4. Queste relazioni sono caratterizzate da un forte egoismo. Pensate solo a voi stessi dimenticando i vostri partner. Non state insieme perché come coppia non funzionate, c’è attrazione, anche forte che vi porta a finire a letto, ma poi…?
    O tirate fuori gli attributi entrambi e decidete di mettervi insieme oppure non c’è motivo di continuare.
    Inoltre credo che queste pseudo relazioni nascano dalla dipendenza da parte di uno solo dei due. Se entrambi provaste le stesse sensazioni ed emozioni adesso stareste insieme.

    • Non so risponderti. Non so risponderti perché non mi era mai successa prima d’ora una cosa del genere, anzi ho sempre disprezzato profondamente questo tipo di dinamiche. Fra di noi c’è molta attrazione fisica, ma non è la cosa principale che ci unisce.
      Come ho scritto, c’è stato un anno in cui l’idea di baciarci non ci sfiorava neanche il cervello. Forse, avendo ormai altre vite, il sesso è un modo per non perdersi. Io sento di riversare in uno stato di profondissima confusione e basta, non riesco né a pensare né a sentire niente. Non so dire se gli voglio bene, se lo amo, se lo voglio e basta, se saprei essergli amica, se voglio continuare a sentirlo. Non ci capisco più nulla, per questo vorrei capire che significato abbia quello che fa lui. Da queste risposte, deciderò cosa fare anche col mio ragazzo.

  5. Staccatevi e imparate da quanto successo. Nessuno dei due è “traditore seriale”, dato che te hai sensi di colpa e lui ha perdita di erezione e eiaculaziine precoce. In pratica c’è chi trasforma il tradimento in adrenalina, e chi non riesce nemmeno ad alzare il p*sello. Storie di tutti i giorni, sia chiaro. Circa l’amore, devi saperlo te e lui cosa provate: se siete fatti l’uno per l’altra allora lasciate i vostri rispettivi compagni e riprovateci. Il sesso funziona solo con la serenità interna… non e’ questione di altro (e parlo per esperienza personale).

    • Grazie per il tuo commento. Ti posso dire che alle mie spalle dice di amarmi e di non avere amato mai nessuna quanto me, ma a me dice solo che mi vuole bene o tanto bene. Non sa, inoltre, che io so ciò che dice alle mie spalle, perché ignora che io abbia contatti con la persona in questione.
      Per quello che riguarda me, non so pronunciarmi. Al momento non capisco più nulla… ho momenti di grande freddezza e distacco, direi la maggior parte, e se mi scrive in queste occasioni mi dà quasi fastidio o non mi fa ne caldo ne freddo. Poi ho momenti di forte depressione o desiderio di rivederlo e rifarlo.

  6. La combo impotenza ed eiaculazione precoce dovrebbe essere un valido motivo per non volerci più avere niente a che fare…

    Tralasciando tutta la faccenda “morale”, ma che senso ha andare a letto con un ex che fa pena e cilecca?
    A volte certi stanno insieme clandestinamente solo perché hanno un buon rapporto fisico, ma la cosa finisce la. Tu non hai nemmeno quello. Forse sei solo in una fase autodistruttiva della tua vita. Ripigliati!