Home / SOFFRIRE PER AMORE / Confusione da infatuazione, innamoramento o cosa?

Confusione da infatuazione, innamoramento o cosa?

Un caro saluto a tutti!
Dunque, vediamo come iniziare… Da qualche mese a questa parte sento di provare qualcosa per una donna, una collega, lavoriamo insieme da ormai più di un anno.
Io, dopo una storia finita molto molto male nel 2012, non sono più riuscito a stabilire nessun tipo di contatto (sentimentale o anche sessuale) con nessuna donna. Alcune volte mi chiudo a riccio io, altre volte invece semplicemente non ci siamo trovati sulla stessa lunghezza d’onda.
Ebbene si, sarò forse all’antica, l’ultimo dei romantici, il capo degli sfigati o quello che vi pare, ma di storielle da una notte non ne voglio più (ce ne sono state un paio nel 2013 e mi hanno lasciato solo un grande vuoto).
Nel caso in questione, per la prima volta dal 2012, i segnali in me sono stati più forti. Per la prima volta da allora, ho trovato una persona con cui sono riuscito ad aprirmi e a fidarmi, e che mi piace in tutto. Qualche tempo fa non ce l’ho più fatta e le ho confessato questa cosa.
Esce anche lei da una brutta storia e più volte mi ha detto che non ha intenzione di iniziare nuove storie. Mi ha detto tante bellissime parole ma ha precisato che al momento non mi vede come partner e che comunque non è innamorata.
La confusione mentale nasce dal fatto che non riesco a capire se sono davvero innamorato, se è un infatuazione o se devo colmare una sorta di vuoto in me. Ho 1000 pensieri che mi tormentano e non so assolutamente che diavolo fare. Penso sempre a lei, quasi h24, passerei ore e ore anche solo a guardarla, ma sono costretto a reprimere e a far finta di nulla.
Gradite esperienze, consigli da chi ha vissuto la cosa….
Grazie a tutti!

da: Andrea

8 Commenti

  1. Non è amore..è ossessione…capitato spesso anche a me. Come uscirne? Impegna la testa con altro ( sport, hobbies, amici)…ci vuole tempo, e non mancheranno le ricadute…preparati..

    • Il problema grosso è che lavora con me….Fortunatamente ho diversi hobbies e progetti, alcuni anche con abbastanza importanti che coinvolgono altre persone, però non riesco proprio a distrarmi…Mi sento un pò in gabbia…

  2. Ma qual è il problema se è Amore o Infatuazione?
    Credi che all’inizio di una storia d’amore sia davvero chiara questa differenza? O che la stessa possa incidere sulla evoluzione della tua relazione? Non porti queste domande, non riempire la tua mente di questioni inutili ma viviti la storia. All’inizio, come in ogni relazione c’è infatuazione, nessuno è davvero innamorato all’inizio di un rapporto e chi crede di esserlo non si rende conto che è Infatuato.
    L’amore vero richiede tempo, condivisione (soprattutto dei problemi).
    In realtà credo che i tuoi dubbi possano arrecare solo danno, quindi rilassati, fai un bel respiro e goditi la vita.

    • Grazie Matt per questa risposta, è sacrosanto quel che dici. Mi rilasserei e mi godrei la vita senza problemi come facevo mesi fa se al momento non avessi questa mancanza e provassi queste emozioni.
      Le mie domande, un po da psicologo sempre alla ricerca di una risposta e indubbiamente “un po” paranoiche, nascono dal fatto che sono confuso, e che sia amore o infatuazione, semplicemente ci sto male perchè non so assolutamente come uscirne (visto che al momento non c’è nessuna altra maledetta alternativa) . Quindi forse capire se è amore oppure un semplice bisogno di colmare vuoti, potrebbe aiutare ad uscirne alla svelta. Almeno credo. Almeno spero. Boh. 🙂

      • In fin dei conti hai paura di soffrire se ti rendi conto di amarla e di non essere corrisposto. Ma anche in questo caso Andrea non vedo cosa cambi se è amore o infatuazione. Soffriresti comunque e credo che ti stai focalizzando sugli aspetti negativi di quella che potrebbe rappresentare invece una nuova relazione amorosa.
        Hai sofferto in passato e non vuoi tornare a stare male, ma l’amore è anche questo, anzi, ritieniti fortunato di essere tornato a sentire amore (o qualcosa che gli si avvicina).

      • Ciao Matt. Ecco, questa del provare ancora qualcosa (qualsiasi sia l etichetta) è la prima cosa positiva che è capitata. E non ci credevo nemmeno io che sarebbe potuto ricapitare… Inizialmente, quando ti tendi conto, ti spaventi…proprio per quello che hai detto anche tu, paura di soffrire di nuovo… Come detto ad Emily nel commento qui sotto, sto provando a vivere la cosa piu rilassato.

  3. Penso che la confusione che vivi è del tutto normale ed è tipica di chi ha sofferto molto in passato per amore. Riuscire a sbloccarsi è difficile, si è creata una sorta di schermatura intorno al cuore per difenderlo.
    hai paura di soffrire, e questo ti impedisce di vedere chiaramente la realtà. L’altra a sua volta sta vivendo qualcosa di simile, solo che la sua relazione è finita da poco, quindi è ancora più intimorita da te.
    Dagli tempo, non vivere questa situazione con tutto questo trasporto, troppe domande non servono a nulla. Fossi in te uscirei con lei al solo scopo di divertirmi, andare al cinema, cene, concerti, mostre, passeggiate…solo per passare del tempo piacevole con lei. Poi tutto andrà al posto giusto

    • Ciao Emily, me ne sono reso conto anche io, è vero. Sto tentando di riprendere di vivere la cosa senza pormi troppe domande, senza aspettative. Non è semplice, faccio una fatica bestia, ma non credo ci siano altre strade.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *